[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / yt / ck ]

/420/ - Quattro Venti

Discussioni stupefacenti
Niente post o richieste su venditori o fonti
Come sempre /b/ è di là
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: avjlpvd.jpg (9,54 KB, 151x151)

 No.1472

fasoracetam, che favola!

 No.1474

sisi miraccomando sottovalutato il faso

 No.1475

nessuno che lo conosce

 No.1476

>>1475
No perché non è nella farmacopea e recuperarlo è una rogna.
Personalmente poi non toccherei troppo i canali Ca2+ con molecole ancora poco studiate.

 No.1477

>>1476
>canali Ca2+
Anon studiato, come si può fare a capirci qualcosa senza una laurea in farmacia e medicina? Bibliografia essenziale?

 No.1479

>>1477
Medico qui, purtroppo non ritengo esistano Bignami degni di nota, piuttosto cerca di selezionare gli esperti migliori riguardo le opinioni che ti interessano

 No.1481

>>1479
Ma giusto per avere un'idea e non avere un approccio completamente fideistico… cosa serve? Fisiologia, neurologia, …? Perché, per dire, a sentire "anticolinergico" capisco da solo che non è una buona idea di solito ;^), ma da "(faso)racetam" a "porcoddio il canale del calcio non lo tocco" mi sembra un salto bello lungo.

 No.1482

>>1481
Mi sono sforzato di consigliarti il meglio possibile: seleziona esperti( medici, biochimici, perfino guru indiscussi tipo McKenna) è il meglio che puoi fare. Vai un po' a istinto e razionalità meglio di improvvisarti medico, esempio Erowid è sicuramente fonte buona perché una delle pi+ grandi

 No.1483

>>1481
>>1482
Tl,Dr: Visti i concetti medici eccessivamente ampi e pluridisciplinari per sperare di capirci efficacemente, impiega la tua intelligenza nello scegliere le fonti migliori, usa la statistica e vaffanculo: scegli le fonti più quotate, ti garantisco che avrai più successo di cercare in vano di selezionare le fonti migliori attraverso studi non ufficiali a cazzo

 No.1485

io ne prendo pochi mg per bocca, ma veramente pochi granellini, e subito mi fa effetto e mi fa rilassare

 No.1487

>>1477
Sono quello che quoti e sottoscrivo tutto quello che ti ha già detto il collega, troppa roba per un esterno e ci vogliono letteralmente anni per venirne a capo in maniera soddisfacente, anche perché per iniziare con fisiologia in realtà devi già avere almeno dei fondamenti di biochimica e biologia, inteso come basi serie in cui ti sei smazzato almeno il Lehninger, per poi farti un culo così su fisiologia e farmacologia giusto per arrivare a capire le basi, e questa è roba che ai professionisti brucia due anni di vita (insieme ad altra roba ok, ma non è compatibile con una vita lavorativa ad esempio) poi se vuoi approfondire c'è tutta la parte di neurologia…ah sì anche neuroanatomia fatta almeno superficialmente credo sia necessaria per capire come è strutturato il SNC.
>>1481
>Ca+2 è un bel salto
Guarda a mente lucida mi son raccapezzato e quei canali diminuiscono la concentrazione intracellulare quindi tecnicamente ti eviti il danno cellulare diretto da lipasi e simili ma in ogni caso rischi danni da eccitotossicità, quindi mah, c'è roba con profili di sicurezza maggiori per sballarsi.

 No.1492

>>1487
non lo uso per sballarmi, ma per avere una concentrazione migliore…appena ne metto pochi mg in bocca, subito sembra farmi effetto, avro' bo' un po adhd mai diagnosticata, essendo anon

 No.1495

>>1492
>appena
Ma avrà un onset di almeno 10 minuti.

 No.1522

>>1481
il 99% dei medici non sa un cazzo di queste cose. nei libri di fisiologia o neurologia questi aspetti non vengono affrontati. forse uno psichiatra ma non lavorano con queste molecole
i neurosiensiati forse ne sanno qualcosa di più, ma il campo è dominato da donne psicologhe che vogliono passare per la scorciatoia per definirsi neurologhe.

questa è roba da ricercatori ultraspecialistici (di tanti campi diversi, non necessariamente di biologia), o gente che lavora nell'industria in campi specifici. entrambe queste categoria poi possono venirne fuori con teoria/pareri opposti.

quello che più ti può aiutare è leggerti gli abstrct su pubmed, è lo stesso che farebbe il medifag medio (io)

 No.1523 SALVIA!

>>1522
>forse uno psichiatra
Mediamente no, te lo assicuro, il poco che ne so deriva da un interesse personale.
t.pissichiatra

 No.1526

>>1522
Veramente è tutta roba che un bravo medico ha le basi per capire, conoscendo bene la farmacologia e tutto il resto, i recettori sono quelli, le vie metaboliche, fisiologia ecc. che poi esistano vecchi medici di base rincoglioniti non lo metto in dubbio ma sticazzi

 No.1531

>>1526
ma per niente. il medico medio non conosce nemmeno i fasci intracorticali, figurarsi le minuzie dei circuiti più complessi della sostanza grigia sottocorticale. no no, non è assolutamente roba su cui il medico medio mette le mani. può capirla, ok, ma non la conosce di base, e non ti saprà mai dire se quella molecola funziona o no, come può funzionare e quali sono i rischi. quello che ti direi io è "prova e vedi, e parti con poco"

comunque sono del parere che tutti questi campi (nootropici, e di tangente adattogeni, roba fitoterapica ecc), su cui si scrive tutto e nulla siano fondamentalmente fuffosi ed insondabili. fai conto che pure le molecole commerciali molto spesso non hanno alcun effetto sulle persone, o dei delta molto elevati. pensa come può essere piu incasinata la realtà quando si parla di estratti di piante o di vecchie molecole sovietiche di 40anni fa create per qualcosa di completamente diverso e poi abbandonate pure dalla casa farmaceutica originale perché non funzionavano

 No.1532

File: Immagine 2020-11-21 164534.png (599,17 KB, 605x602)

>>1531
Ti perdi in un bicchiere: il medico fa diagnosi e cura, mica è un mago che predice il futuro di ricerche inconcludenti. Ovvio che non puoi sapere a priori se una molecola funziona davvero o no, come potresti? Divinando la palla? Guarda che nemmeno il più specializzato ricercatore biochimico neurologo può indovinare con sicurezza proprietà di un farmaco senza concludere le ricerche, soprattutto perché, parlando di utilizzo umano, si rientra nei protocolli medici, massima sicurezza quindi gran novità improvvise non esisteranno mai in prontuario, ogni tanto c'è qualche novità off label(che in Itala è legalmente prescrivibile solo sotto scuole di specialità universitarie) e fine, il resto è illegale e il medico se ne fotte dei presidi e protocolli illegali(=non standard, non scientifici, non medici, non utilizzabili sul lavoro).

Il punto è che un bravo medico ha la sterminata cultura di base medica per interpretare la farmacodinamica di qualsiasi farmaco e sì, pure prevedere(a grandi linee) i probabili benefici e rischi: forse dimentichi che i recettori e le vie metaboliche sono quelle, esempio i racetam vanno sui recettori metabotropi del glutammato e bona, fregacazzi se sono faso o roccotanicacetam. Quello è il punto, gaba fa una cosa nmda un'altra, ionotropi o metabotropi, secondi messaggeri, effetti sulle varie omeostasi, sapere ciò che succede a livello locale e sistemico, fisiologico e patologico.
L'importante è avere lo sguardo d'insieme, che in medicina significa prima di tutto non nuocere e recuperare la salute: quello che sul corpo umano non avrà mai chessò un informatico che si barcamena in neuroscienze o altre puttanate interdisciplinari.
Inoltre il bravo medico ha pure i mezzi per interpretare le pubblicazioni, aggiornandosi sulle novità e ti garantisco che per un non medico la ricerca farmacologica sembra quello che non è cioè caotica.
Che poi esistano montagne di medici di base e specialisti che fanno sempre 4 cose e hanno dimenticato 4/5 della medicina lo so bene ma sticazzi, in ogni categoria ci sono le merde e i bravi.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / yt / ck ]