[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]

/ck/ - Cucina

Nome
Email
 
Messaggio
File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: IMG_20200513_201347.jpg (3,52 MB, 4160x3120)

 No.12440

Hey anonimi avete mai inventato un piatto?
Non intendo modificare una ricetta o roba del genere ma proprio cucinare qualcosa che vi siete pensati di sana pianta.
pic non relata, ovviamente

 No.12441

Ho sperimentato parecchio con le proteine di borra estruse, verdure, uova e spezie varie.

 No.12442

Ho sperimentato parecchio con le proteine di borra estruse, verdure, uova e spezie varie.

 No.12443

>>12442
lollo perché sono già stato bannato due volte e preferisco rimanga scritto così.

 No.12444

>>12442
>>12443
Cos?

Ho "modificato" un piatto che fa mia nonna. Le tagliatelle latte e menta, le ho fatte con crema di philadelphia e menta. Mi piacciono in entrambe le versioni

 No.12445

inventato no, ma sono l'unico che cuoce il riso mettendolo nel pentolino per scolare dentro una padella più grande nella quale a sua volta bollisco altre verdure che tuttavia rimangono separate dal riso? è molto comodo

 No.12446

>>12445
Non si capisce cosa hai scritto ma ho capito cosa intendi, usare il vapore del riso per cuocere le verdure, eh boh non ti si attacca l'amido?
Io il riso molte volte lo faccio cuocere usando il metodo di una parte di riso due parti di acqua e lasciato li senza girare finché non asciuga

 No.12447

File: pentola_scolapasta_03.jpg (178,24 KB, 658x658)

>>12446
praticamente faccio una roba come in pic però col riso e vabbè cercando in google ho scoperto che lo fanno tutti lol, comunque l'amido tendenzialmente rimane nel padellino

 No.12448

>>12447
non so scrivere fiko kuel skolapasta giroskopiko.

 No.12449

Un mio amico fa la pasta con la Simmenthal.
In pratica tira fuori la Simmenthal dalla tolla, la cuoce in padella finché non si scioglie la gelatina (e la carne diventa fradicia e gommosa) e unisce tutto alla pasta cotta.
Ce l'ha proposta una volta in vacanza e da allora mai più, forse perché gli abbiamo riso in faccia ordinando le pizze per tutti meno che per lui (che è rimasto da solo in cucina a finire la sua pasta di merda).

 No.12450

>>12444
All'inizio volevo scrivere che merda ma pensandoci bene pasta Philadelphia e menta non suona così male. Ma menta intendi quella in foglie vero?

 No.12451

>>12450
Sì e devi trovare il tipo di menta che non sa di chewingum per intenderci e ovviamente non esagerare. Ce ne sono di vari tipi. Segnalo anche frittata cipolle e menta, e ravioli ripieni di ricotta e menta ( invece che spinaci). Mia nonna è lucana le tagliatelle alla sua maniera le fai facendo scaldare il latte con le foglie di menta, olio e sale quanto basta. Di norma scoli le tagliatelle un po' prima per poi finire di cuocerle nel latte, pucciare il pane quando hai finito le tagliatelle è divino e problematico per i carboidrati.

La mia versione è stemperare il philadelphia con un po' di latte fino a creare una crema e aggiungere la menta per fare insaporire, sale se ti va, poi condire la pasta che vuoi.

 No.12452

>>12449
Non aveva troppo torto ma non si fa con la simmenthal ma con una roba che si chiama corned beef.
E non è un primo ma un secondo e deve essere gestito come tale: non si fa con la pasta.

 No.12453

Petto di pollo a fette lo metto in una pirofila, faccio due strati e in mezzo ci metto prosciutto crudo o speck.
Aggiungo i funghi champignon tagliati a fettine sottili e ricopro di mozzarella tagliata a tocchetti.
30 minuti di forno a 200 gradi.
L'accostamento dei sapori è ottimo ed è frutto del mio ingegno (poi magari in qualche parte del mondo lo fanno da milleni..)

 No.12454

Le costolette d'agnello in riduzione di vino rosso contano se mi ha ispirato il teriyaki dei nipponi ma ho praticamente cambiato tutti gli ingredienti con roba nostrana?

 No.12455

>>12454
Voglio sapere moar.

 No.12456

>>12455
Eh allora vado a memoria che son passati annni…ungi la padella e fai soffriggere un po' di aglio o scalogno e del sesamo in modo da tostarlo e se vuoi del peperoncino ma poco e quello classico senza strambezze troppo aromatiche, quando è pronto togli l'aglio (e lo butti o lo mangi al volo, non torna nel piatto)e lo scalogno e mettilo da parte, il peperoncino può restare se non lo bruci, dai una passata veloce a padella caldissima alle costolette per fare la reazione di maillard, svapori con del vino rosso buono (io usai del bordeaux mi pare) le togli e le metti in una teglia al forno in modo che non si raffreddino e nel frattempo fai andare la riduzione con del miele ed un cucchiaio di aceto di vino se sa troppo "di bestia" (io ho l'aceto di mele barricato al miele che è na bomba) nel mentre schiacci/frulli lo scalogno e lo mescoli alla riduzione quando si è addensata, mettila in un contenitore caldo, alza di nuovo il fuoco e dai l'ultima scottata alle costolette, impiatta e copri le costolette…in realtà potresti mettere in una salsiera e colarcela sopra anche.
A braccio io ci misi anche del rosmarino all'inizio ma stavo letteralmente improvvisando.

 No.12457

Io inventai la zuppa del pescatore: una sottiletta sciolta dentro acqua salata bollente. Cinque o sei volte ebbi il coraggio di prepararla e sorbirla.

 No.12464

Allora in pratica devi prendere due hamburger di bovino adulto, li cuoci in padella, quando sono pronti li poni su un piatto.
A quel punto prendi una burrata, la sgozzi con un coltello e ne spalmi le budella sopra agli hamburger.
Trita del peperoncino sopra al tutto e hai il piatto perfetto.

 No.12465

>>12457
Io la chiamerei più la zuppa del fuorisede

 No.12466

>>12465
Anche "Brodo di tristezza" cristo

 No.12467

File: 80688597_1292665437588073_….jpg (301,01 KB, 1080x1349)

Continuamente, mischio quello che ho cercando armonia.

 No.12468

>>12467
Idem, ma è un po' quello che fa chiunque sappia cucinare, e dalle risposte che si leggono questo filo non è per noi.

 No.12469

>>12445
Io invece il riso in bianco lo faccio a mo' di risotto. Invece di bollire il riso in acqua salata e scolarlo a fine cottura metto acqua e riso a freddo e cuocio finchè l'acqua non viene completamente assorbita dal riso (le prime volte tocca sperimentare la giusta quantità di acqua poi diventa automatico). Condisco con burro e formaggio oppure con solo formaggio aumentandone la quantità. Viene un risotto bianco che ovviamente contiene anche tutto l'amido del riso, non credo sia un piatto particolarmente indicato per i malati ai quali si raccomanda il riso bollito. Però è più buono.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]