[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/ck/ - Cucina

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 3b2ec38.jpg (253,33 KB, 1024x713)

 No.14131

Spettabile /ck/, parliamo di quando il prodotto industriale e' equivalente, o anche migliore, di quello fatto a mano da un artigiano

Per quanto mi riguarda:

- cioccolato artigianale: leggermente piu' buono, non vale il costo accessorio
- formaggi freschi semplici (e.g. ricotta, stracchino), a parte qualche eccezione (e.g. mozzarelle di bufala)
- pesto (piu' e' vecchio piu' perde - l'unica e' farselo a casa e usarlo subito)
- qualunque sugo in vasetto

Discuss

 No.14132

Baita ovvia ma comunque è interessante parlarne. Al momento l'unico esempio che mi viene in mente è il panettone, decisamente troppo troppo sovraprezzato artigianalmente.

 No.14133

File: 0000199293.jpg (2,17 MB, 2400x2400)

Questi. Sono praticamente tutti uguali in tutte le catene di discount e affini e sono buoni. Dubito che si possano riprodurre in casa ma spero di sbagliarmi

 No.14134

>>14132
Quest'anno, per la prima volta nella mia vita, ho mangiato un panettone artigianale davvero buono. Del tipo che e' finito in 24 ore invece che in una settimana.

In media sono d'accordo, tanti dei panettoni artigianali che ho provato non valevano il prezzo.

>>14133
Se ho capito quali sono, quelli che ti fai in casa sono meno croccantosi e piu' morbidi. E ci vuole veramente poco a farli, quindi vale la pena provare.
Comunque si', i cookies industriali sono parecchio buoni.

 No.14135

- pesto

- l'unica e' farselo a casa e usarlo subito)

?????

Esistono altri modi?

 No.14136

>Sugo in vasetto
>Migliore o equivalente di quello fatto in casa
WAT.

 No.14137

>>14136
Rileggiti il primo post
>quando il prodotto industriale e' equivalente, o anche migliore, di quello fatto a mano da un artigiano

Non si parla di cose fatte in casa, ma di quelle che compri da piu' o meno veritieri artigiani

 No.14138

>>14137
Non lui anon, ma Imho hai detto una cazzata, soprattutto per il pesto.
Il pesto e i sughi artigianali hanno un sapore che quelli industriali semplicemente non hanno.

 No.14139

>>14138
OP qui. In effetti il pesto e' un cattivo esempio. Mi correggo:

Il pesto da supermercato = merda
Il pesto comprato dalla gastronomia = meglio, ma ancora mediocre
Il pesto fatto in casa, che ci vuole un cazzo a buttare 3 ingredienti in un frullatore = sburrare arcobaleni

Provare per credere, Anon

 No.14140

>>14134
>E ci vuole veramente poco a farli
dici i classici con la frolla o esiste una ricetta simile?

 No.14141

>>14140
Io avevo in mente in cookies americani tipo questi
https://smittenkitchen.com/2020/09/whole-wheat-chocolate-oat-cookies/

O questi
https://smittenkitchen.com/2015/04/salted-chocolate-chunk-cookies/

Che effettivamente si fanno molto velocemente. Questo blog e' ottimo per questo tipo di ricette, fra l'altro

 No.14142

>>14139
Comunque io ho trovato un modo per far durare il pesto casalingo, è un gimmick del cazzo eh, però funziona, semplicemente lo faccio solo con olio, sale e pinoli, lo metto nel bormioli rocco con un dito d'olio sopra e formaggio ed aglio li unisco solo quando lo tiro fuori per usarlo, ho ancora l'ultimo barattolo dell'anno scorso ed è ancora molto buono.

 No.14143

File: pesto-fresco-giovanni-rana….png (478,77 KB, 898x616)

>qualunque sugo in vasetto
Molti sughi in vasetto sono una merda, la maggior parte di quelli che ho provato. Capisci di essere stato abituato bene con il cibo quando vedi le persone apprezzare la marca in pic.
Ma op parli di sughi in generale o del pomodoro?

 No.14145

>>14143
È il motivo per cui pensavo OP baitasse, anche perché adesso la linea artigianale/industriale è molto sfumata qua in Italia,
>>14142
Puoi andare anche più con ignoranza, faccio l'olio d'aglio, metto Pinoli e Mandorle sottolio, congelo in una scatolina il basilico e ho Pesto tutto l'anno.

 No.14146

File: zambe.jpg (21,05 KB, 612x98)

>>14145

>mandorle


aé aé o l'é arivou ou gabibbo de Sampe che tifa le strisce

ti é pesata la traversata in ferribbotte da Canicattì, Carmelo?

 No.14147

File: umh75ks.jpg (128,9 KB, 900x900)

File: 17qifu.jpg (66,38 KB, 1000x1000)

>>14143
>Ma op parli di sughi in generale o del pomodoro?
Parlo di sughi pronti, vedi pic.
Possono costare 15 euro a vasetto e deludere comunque, non mi sembrano molto meglio di quelli del supermercato

>perché adesso la linea artigianale/industriale è molto sfumata qua in Italia

Verissimo, ci sarebbe da fare un discorso ad esempio su
- panettieri che comprano l'impasto gia' fatto e lo formano e cuociono solamente
- supermercati con un reparto panetteria dove fanno tutto li'

Onestamente penso che la differenza vada ad assottigliarsi

 No.14148

>>14142
Non ho capito, quando aggiungi il basilico? lo aggiungi fresco quando aggiungi il formaggio?

 No.14149

>>14148
Porcodio sono un negro gigante, ci metto anche il basilico all'inizio sì, spappolo tutto nel mio mortaio di granito e poi frigorifero non freezer.

 No.14150

Ah mi è venuto in mente un altro prodotto che *a me* non viene assolutamente meglio del corrispettivo industriale: il pane in cassetta (e soprattutto il cugino dolce per la colazione)

 No.14152

>>14150
>*a me* non viene assolutamente meglio del corrispettivo


Sbaglierai lievitazione

 No.14153

>>14150
Ma lo usi per fare i toast? in quel caso ci credo, il pane in cassetta industriale e' merda che pero' tostata ha un suo perche'

 No.14154

>>14150
Vero, mi son completamente dimenticato di quello, i panifici non riescono a fare il pane in casetta industriale.
Altra cosa che mi sono ricordato: la maionese. Non è complessa, e se te la fai a casa è meglio, ma quella artigianale non vale i soldi che costa e a fartela a casa ci metti ore per una salsa che va in due giorni e al massimo la metti sulle patatine.

 No.14155

>>14154
Quella industriale a me sembra sempre molto, molto piu' leggera. Chissa' cosa ci mettono dentro
non cielo dicono

 No.14157

Se pensi che il pesto in vasetto sia simile a un pesto normale la tua opinione non conta.
L'unico pesto che si trova in vendita decente è quello di marca novella, quelli sfusi al bancone 99% delle volte sono peggio di quelli in vasetto.
Ovviamente la cosa migliore è farselo, mettendo poco formaggio, meno di quello che ti dice la ricetta, e usando basilico freschissimo, se te lo coltivi almeno sei sicuro di averlo appena raccolto.

 No.14158

>>14155
Olio di bassa qualità e limone e aceto poco acidi, emulsionanti.

 No.14159

>>14157
>Pesti di merda
I peggiori che abbia mai provato a volte sapevano perfino di finocchio/anice come cazzo è possibile dio bestia? Also, anacardi al posto dei pinoli.

 No.14160

>>14159
Basilico thailandese, che in effetti ha quel tipo di fragranza. O detta in altri modi, ci metteranno qualunque basilico che costi poco.

Grazie per la dritta sugli anacardi, provero'.

 No.14161

>>14152
eh non so, seguo le ricette in internet
sicuro qualcosa nei lievitati la sbaglio ma non capisco cosa. Pane e pizza vengono decenti

>>14153
beh c'è da dire che c'è il pane per toast, pancarré e panbrioche e ognuno ha il suo perché. ovvio che quello per toast è meglio tostarlo

>>14154
>i panifici non riescono a fare il pane in casetta industriale
eh ma perché
>maionese fatta in casa
ci vogliono ore?

 No.14162

Birra!

La birra fa fatta a centinaia di ettolitri alla volta. Più ne fai e piu viene meglio. Le eccezioni sono rarissime.

 No.14163

>>14162
Non sono in disaccordo con la tesi, ma

>La birra fa fatta a centinaia di ettolitri alla volta. Più ne fai e piu viene meglio.

E' proprio falso. Fare la birra in fermentatori da migliaia di litri provoca pressioni idrostatiche enormi sui lieviti che richiedono tutta una serie di accorgimenti per non inficiare il sapore. E' un problema che le birrerie artigianali non hanno.

Pero' e' vero che tanto birre artigianali sono proprio mediocri.

 No.14164

>>14161
>eh ma perché
Adittivi, il pane in cassetta è una mezza puttanata a farsi, ma di contro fa un po' cagare e sa sempre di "fatto con lo stampino", cosa su cui le industrie possono lucrare come bastarde.
>ci vogliono ore?
Ci vogliono un 10/15 minuti col frullatore/plametaria a media potenza, è uno scazzo perché non puoi mettere gli ingredienti tutti insieme e finirla lì, li devi colare pian piano per fare l'emulsione o sennò impazzisce, cosa che comunque accadrà anche per motivi su cui non hai controllo. Ed il risultato, seppur meglio di qualsiasi cosa in commercio non vale la candela. Punti in meno per la mayo artigianale, che trovi in giro ma per ovviare al problema usa gli stessi metodi di quella industriale.
>>14162
In realtà alla birra ho pensato fin da subito ed è il motivo per cui penso che sto filo sia un po' baciato sul nascere. Per birra artigianale in Italia si intende una bibita prodotta da un birrificio in non più di 200 000hl l'anno, ossia 20 000 000l/y. Venti milioni di litri son tanti, son sessanta milioni del formato comune di bottiglia che trovi in commercio, abbastanza per abbeverare l'intera penisola, questo non è artigianale. È il problema non è solo delle birre, o dell'alcol in genere. A volte le "piccole" imprese artigiane, panifici, pastifici, pasticciere, ecc. producono e vendono quantità da far invidia a medie industrie, il termine non ha molto senso qua in Italia.

 No.14165

File: 0n8ne8l.jpg (34,7 KB, 500x500)

>>14164
Tutto giusto. Non e' un problema solo italiano, ovviamente.

Ad esempio le birre trappiste sono fatti "sotto la supervisione dei monaci", in fabbriche che ne producono cosi' tanta da poter trovare queste birre in tutti i maggiori supermercati europei ed americani.

Insomma, e' una cosa su scala industriale.

 No.14166

>>14164
>"fatto con lo stampino"
ma per me è un plus, come appunto dicevo per quei biscotti. non fraintendiamoci, ma è che ho proprio la voglia di fare un "mostro di Frankenstein" di sapori, texture etc e mi piace magari la consistenza di una cosa industriale con magari i sapori di una cosa artigianale

 No.14167

>>14160
No fermo non è una dritta, è una merda di cui mi lamento nel prodotto industriale.
Cioè puoi farlo che non è che venga "cattivo" se non vuoi pagare i pinoli 60-90€/kg però cambia totalmente il sapore.
Un paio d'anni fa ho fatto il giro del lungolago e raccolto le pigne dei pini marittimi e fatto un paio d'etti di pinoli freschi mediterranei e niente la rottura immane di cazzo ne è valsa comunque la pena sono letteralmente dolcissimi e cremosi ed il pesto viene una meraviglia, contro li devi aprire con uno schiaccianoci a vite altrimenti spappoli tutto ed è una sega eterna.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]