[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email
Oggetto
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]  [Catalogo]  [Ricarica]  [Archivio]  —   


 No.6008[Rispondi]

>Film da ferragosto
Caro Diario di Moretti mi sembra imprescindibile.
1 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.6024

Ah dimenticavo il sorpasso.

 No.6025

Il pranzo di ferragosto

 No.6027

Brutti, sporchi e cattivi

 No.6028

>>6027
capolavoro assoluto, dovrebbero rifarlo con rumeni e negraglia al posto dei meridionali, altro che telefilm dei supereroini coi negri sottili

 No.6032

>>6028
Ahaha cazz sarebbe il film più odiato di sempre, bella idea



File: BF702918-85D8-451A-B910-B….jpeg (210,31 KB, 900x673)

 No.5987[Rispondi]

Scrittura dei protagonisti, /cul/

Non posto su /Aco/ perché è una domanda su tutti i media. Sto vedendo un po’ di video su YouTube sul fumetto di Starfire (DC) che non sta evidentemente piacendo. Per chi non lo conoscesse é uno spinoff dei Titans dove la figlia di Starfire (la bonazza aliena) é una classica ragazzina nerd e odia la madre perché è popolare.

Ora al netto del fumetto in sé e delle polemiche che si porta appresso (non credo sia una meraviglia letteraria oggettivamente), le critiche che vedo mosse più spesso è: ”Protagonist is the most unlikable character”. In effetti Mandy, la figlia, é antipaticissima e tratta male le compagne di scuola e Starfire che invece come da canone è buona e gentile.

Non è la prima volta peró che sento questo odio per il main chara come una critica spacciata per tecnica e oggettiva, anche quando si parla di cinema e serie tv. C’è qualcosa che mi sfugge? Secondo me la simpatia del personaggio non è un criterio oggettivo; è oggettivo invece il modo in cui viene giustificata e inserita nella narrazione. In questo caso i problemi sono altri, per me Mandy come personaggio fa il suo lavoro, essere una teenager viziata e sjw (infatti tra le accuse c’è quella di self insert da parte dell’autrice: ma qui divaghiamo).

Vorrei capire se è una cosa tipicamente americana oppure ha senso. Mi sembra quasi un entitlement stile Karen, del tipo “non mi piace ciò che fa il tuo personaggio, voglio che lo rifai”, come se esistesse solo una dicotomia eroe/cattivo e alla fine anche gli antieroi debbano dimostrarsi cuccioloni e amabili.

Per fare un altro esempio: nella famosa prima stesura di Toy Story, Woody era antipaticissimo e insopportabile, e apertamente ostile contro Buzz, e quando lo butta di sotto dal balcone lo fa APPOSTA. E si dice che questa sia stata la svolta di Toy Story. Per quanto ami il Woody attuale, perché la versione iniziale dev’essere considerata brutta? In fondo sarebbe stato anche interessante un film del genere. Ho anche visto tantissime critiche a Frozen, soprattutto il 2, dove dicono che Elsa è un pessimo protagonista non sulla base della sua psicologia o su quello che dice, ma sulla base di quello che fa (che in effetti non è da eroina classica, e ciò é conseguenza della psicologia, ovviamente).

Boh davvero non capisco come funziona la critica americana.

Spero di aver fatto passare il mio punto ed ero interessato a sapePost troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.
17 post e 2 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.6029


 No.6034 SALVIA!

Siccome nessuno qui si è dimostrato in grado di produrre analisi, lascio i miei 2 cents con la salvia anche perché non conosco nessuna delle cagate di cui state animatamente discutendo.
Le relazioni tra personaggi costituiscono la colonna portante di una storia normale: il buono contro il cattivo, la coppia che scoppia, padri vs figli etc. Pertanto si dovrebbe inquadrare la faccenda in termini di relazioni e non di scrittura del singolo personaggio. Questo ci porta al punto due: le relazioni tra personaggi nella narrativa normale sono calchi di relazioni sociopolitiche contemporanee. In Dostoevskij i fratelli Karamazov erano le tre classi sociali borghesi della Russia post-abolizione servitù: intellettuali, militari, ecclesiastici. I tre fratelli si relazionano tra loro e col mondo secondo gli stereotipi della loro classe. Non approfondisco, spero sia passato il concetto.
Punto tre (è più un corollario): se in un prodotto per adolescenti vedete relazioni che mimano il rapporto tormentoso tra zoomerini cinici ma liberali e i di loro genitori ancorati a valori pre-2008 e trovate la cosa cringe, potete pure smettere di stupirvi.
Morale: i personaggi non sono personaggi, sono simulacri per classi di consumatori, che prima di consumare i prodotti devono poter consumare ideologia: sarebbero esistiti i goth artistoidi senza l'amica di Daria come cazzo si chiama? O i nerd con la parlantina senza il sommergibilista col sorcio in The Abyss?
Rispondo alla domanda mal posta di OP: perché i protagonisti non sono amabili? Corretto è dire: perché io non li amo? Risposta: sono stati scritti per classi diverse dalla tua e informano ideologie (leggermente, Hey siamo tutti sulla gran barca del tardo capitalismo baby) diverse dalle tue. Ciauz

 No.6035 SALVIA!

>>6034
In pratica free market wins?

 No.6036 SALVIA!

>>6034
Ma stai zitto cazzaro

 No.6043 SALVIA!

>>6034
bella merda



File: l4v7ynu.jpg (32,55 KB, 168x250)

 No.5839[Rispondi]

Che mezza cacata
17 post e 1 immagine omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.6006

>>6005
>>6003
>massa critica
Tipo serie tv come Brekkin Bed, Twilight, e altre?

 No.6007

>>6006
quelli sono prodotti per normulini, semplice intrattenimento non diverso da beautiful o la partita di serie a

 No.6009 SALVIA!

Tutto è cultura. L’arte è un costrutto sociale. Anon è gay.

 No.6022

>>6009
Tutto è cultura, l'arte è cultura, c'è cultura significativa e cultura insignificante, senza che la significanza debba essere un metro di giudizio per tutti. La significatività è data dal perdurare del significato nel tempo. L'arte è cultura significativa. Anon è gay.

 No.6023

>>6009
>Tutto è cultura
no, questo carto e non lo è, è solo un prodotto commerciale di intrattenimento, la cultura concorre alla formazione dell'individuo sul piano intellettuale e morale, qui non c'è nessuna formazione, non migliora, non peggiora non lascia niente allo spettatore



 No.5823[Rispondi]

Filo sulle interpretazioni.
Riflettevo a quanto sia difficile comunicare un concetto, un'idea, un pensiero, trasmettendo esattamente ciò che si intende senza dare spazio a malinterpretazioni.
Mi è ritornato in mente il me 16enne che, guardando l'embed, pensava Carlin ha ragione, chissenefrega del pianeta, l'uomo è condannato e possiamo anche inquinare, tanto moriremo e il pianeta poi si riprenderà, quando il centro del messaggio era che l'uomo divrebbe prendersi cura di sé stesso attraverso la cura del pianeta, perché l'unico a soffrirne sarebbe lui.

Come si fa a non venire influenzati dalle proprie ideologie (il nichilismo del me 16enne) per cogliere il senso del messaggio nel modo più puro possibile?
10 post e 2 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.5910

>>5909
>il fatto che sia possibile essere cattolici poco convinti non dimostra che tutti debbano essere religiosi
E nessuno vuole dimostrarlo.
Ciò su cui vorrei far riflettere è che le ideologie ci accompagneranno in eterno perché si poggiano su precisi comportamenti umani, che sempre esistono e sempre esisteranno.
Ad esempio il ricorso alla "causalità immediata", oppure il pregiudizio di conferma, o altre dozzine di meccanismi cerebrali tipici che rendono apparentemente più semplice/attraente, per il singolo, interpretare la realtà attraverso una qualsiasi ideologia, che contenga il pacchetto base delle regole necessarie alla vita.
Se queste regole vengono espresse o incarnate da personaggi famosi, e vengono diffuse nel modo giusto, le ideologie prendono piede.

 No.5912 SALVIA!

>>5910
>E nessuno vuole dimostrarlo.
>>5884
>tutto è ideologia, tutto
>minchia fame
Lascio perdere che sei un coglione, hai imparato il filtrino dell'ideologia per sentirti sveglio e non ne uscirai mai, a costo di dirmi che ideologia sia sinonimo di cognizione.

 No.5913

>>5912
>non so leggere
Va bene Anon, non tutti ci riescono.
Il tuo ridurre quel post a "tutto è ideologia, tutto" è una distorsione totale di significato.
Lascia pure perdere, se non sei in grado.
Provo a spiegartelo, visto sei handicappato: lì c'è scritto che l'ideologia è presente ovunque, è una modalità di trasmissione della conoscenza che si ritrova in ogni ambito umano. Non vuol dire che tutto è ideologia.
Il tuo livello di stupidità ti consente di cogliere la differenza?
È come dire che la mafia si trova ovunque, ma non tutto è mafia.
Lo capisci, handicappato?

 No.5941 SALVIA!

>>5913
>motte and bailey
Ok ok bravo

 No.5974

>>5941
Sì sì, ma tu hai capito la differenza tra i due concetti? È abbastanza semplice ma posso essere più specifico.
L'importante è che tu capisca, dopo puoi offendermi come ritieni opportuno.



 No.5859[Rispondi]

non so scrivere stato il miglior film Marvel per ora?
Secondo me questo

SIR PLEASE PUT DOWN THE SPEAR
13 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.5956

>>5955
Non sapevo della serie; ma imho funziona bene come prodotto a se stante, è sottovalutato per scelte infelici di marketing. Dispiace, perché è stato un mezzo flop e io stesso vedendo la locandina con l omino Michelin non mi interessai, poi è capitato in tv e mi è piaciuto quasi tutto

 No.5959

>>5943
Concordo su spiderman animato uscito due o tre natali fa. Uno dei pochi film di tutoni che mi è capitato di riguardare una seconda volta, Oscar tolto alla Pixar merda meritatissimo

 No.5960

>>5959
Poi hanno dato la fotografia a Black Panther. Kubrick proprio.

 No.5962 SALVIA!

s+h

 No.5966

SIR, I'M GOING TO HAVE TO ASK YOU TO EXIT THE DONUT



 No.5493[Rispondi]

Sembra interessante.
54 post e 2 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.5939

>>5934
WITCH, ricordo ancora la faide tra i fan di PK (altra idea interessante, assassinata dalla disney) e delle streghette.

 No.5953

>>5580
>boomer
>Castello di Grayskull

Cristo il dio non conosci nemmeno le Generazioni.

Chi aveva il Castello di Grayskull era un Generazione X (1965 - 1985)

 No.5957

>>5548
Ciao anon, mi interessano le cose che dici. Ma secondo te il canone (o meglio i canoni) delle nuove generazioni quali solo? Cioè, benissimo, escludiamo smilzi edgy e quant’altro, quale sarebbe per te un prodotto di successo ben posizionato per la fascia ragazzini?

 No.5958

>>5957
Stai chiedendo info ad un idiota che ha cannato completamente le previsioni nonostante fosse prevedibile che il cartone fosse una merda

 No.5961

>>5958
Ha fatto previsioni? Bo, il reverse engineering è corretto, l’idea è chiaramente quella di un’operazione nostalgia CHE PERÒ vuole due piccioni con una fava e cerca il pubblico più giovane con i disegni da cartone cinese e altre cagate.
Sbagliatissimo a parer mio perché si sovrastima innanzitutto il numero di gen x sotto con i cartoni animati, poi li si allontana ulteriormente con quel restyling ritardato (potevano disegnare tutti come su jojo o ken per dire, ricchioni fisicamente giganteschi, grotteschi, e sarebbe stato anche interessante - alla fine lo si impara da Donnie Darko alla vaporwave che se devi fare gli anni 80 adesso devi esasperarne le feature al limite).
I ragazzini non so che appeal ci dovrebbero trovare. Sono bombardati di anime veri e con He-Man ancora ci fanno i meme, pur non avendolo mai visto. Io compreso che c’ho 30 anni e ragazzino non sono.
E niente.



File: images.jpeg (135,3 KB, 960x1440)

 No.5944[Rispondi]

>Fotografia che occhi del cuore sembra un capolavoro
>Uno dei personaggi più interessanti diventa space hitler satanista
>Due stagioni di setup per dargli una plotline del tutto ininfluente sulla storia
>Risolta quando Sisko decide letteralmente "Perdinci! È ora di risolvere l'altra plotline!" e semplicemente va dove sa di dover andare e lo ammazza
>Sisko è space moses
>Bashir soffre di power creep
>Campo minato autoreplicante che viola la conservazione dell'energia in una serie che vorrebbe essere hard sci-fi

Senza i ferengi questa serie sarebbe inguardabile dopo la 3~4 stagione. Non capisco per cosa sia così amata.
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.5949

vabbé dei pepini come voi non possono che spergare perché "ZOMG! Komandante NEGRO! Io odiare! Zigàil! Viva Itle!".

Invece é una gran serie, infinitamente superiore a quella merda episodica di tng col suo capitano idiota che dovrebbe essere francese e parla inglese della regina bevendo earl grey.

Ogni personaggio ha UN ARCO e matura e cambia con le stagioni.

Ma voi che cazzo ne sapete di scrittura e narrazione voi volete PEW PEW PEW LE BATTAGLIE LASER!

Comunque Babylon 5 è anche meglio.

 No.5950 SALVIA!

>>5949
>Nessuno cita il colore della pelle
>Arriva lo scemo urlando che siamo tutti razzisti
Indovina chi è l'unico che si è fatto influenzare dalla negritudine di Sisko?
Coglione, salvia e report.

 No.5951

>>5948
A me sembrava assolutamente fuori di testa la parabola di Dukat. Alla fine è parte della misticizzazione della serie, per Sisko vale lo stesso mentre si cala nel ruolo di profeta spaziale. Può benissimo essere che ci sia stato uno strano e ingiustificato sforzo di semplificare la sceneggiatura e dargli uno spin del tutto ritardato senza apparente motivo.

 No.5952

>>5950

>cito il fulcro della superiorità di DS9, scrittura matura, strutturata, personaggi che evolvono e cambiano in archi di storia che abbracciano più stagioni

>arriva 'sto sciem'emmerd' e, ovviamente, non commenta per niente nel merito ma sperga a caso

 No.5954 SALVIA!

>>5949
>>5952
Questo è il momento topico. Anon può decidere di continuare ad alimentare il trollino, oppure può evitare di far fare al filo la fine di circa ogni filo su /pol/. Ce la farà? Lo scopriremo nel prossimo episodio.



File: mmlzqn0pd08owc3wkywg.png (43,56 KB, 400x400)

 No.5935[Rispondi]

Qualcuno ha qualche info sul modo in cui si svolge l'esame di ammissione al 4° anno per la classe di lettere della scuola normale superiore? Domande gettonate orali per materie umanistiche come storia? C'è molta meno "community" per questa che per materie STEM.

 No.5936

Non sei belfaccino, non hai una fessa tra le gambe e non hai gli agganci, stai solo perdendo tempo anche solo a cercare informazioni per provarci.
Ah sei anon e quindi anche se riuscissi per errore loro ad accedervi poi saresti fottuto perché senza networking (aka "gli agganci" di cui sopra) qualsiasi laurea umanistica te la sbatti nel culo forte forte anche se sei un normalista.
E te lo so dire perché ho visto normalisti di lettere sbagliare tempi verbali, lemmi e perfino il "piuttosto che" ma grazie alle più bieche marchette erano sempre in giro a seminari e convegni intenti a proferire le peggiori stronzate.

 No.5937

>>5936
Confermo tutto ma io sono stato dalla parte opposta, “nel giro”. Fa schifo, è una merda, non provare.

 No.5940

>>5937
Capisco che effettivamente, per certi versi, non possa essere un ambiente così gentile. Ma ero curioso di sapere comunque cosa potessero chiedere - inoltre, se pure avessi la fortuna incredibile di entrare, sarebbero due anni dato che sono magistrale che, come "sacrificio", ci sta…

 No.5942

>>5940
Ci sarà un cazzo di bando, no?



File: shutter-island-3-1-1080x10….jpg (141,46 KB, 1080x1080)

 No.5709[Rispondi]

Potevano dargli l'oscar qui

 No.5710

alla fine gli hanno dato l'oscar per disperazione in un film dove per lo sbattimento imposto dal regista è sempre in overact. Ma va bene così, grandissimo attore e non è una statuetta che viene data più volte per motivi politici che di merito a dimostrarlo.

 No.5713

Era un pezzo che si meritava l'Oscar ma non avevano trovato l'occasione, con Revenant hanno preso la palla al balzo dato che si è fatto strapazzare pesantemente durante le riprese, mi pare che si è pure beccato una polmonite.

 No.5783

Ma anche qui

 No.5907

Lol, ma che sto guardando? Sono a metà e non capisco se è una cagata pazzesca o un bel film.



 No.5887[Rispondi]

Se mi avessero fatto scegliere tra un reboot o un sequel di Ghostbusters avrei scelto il secondo, e se mi avessero dato il compito di scriverne il copione avrei sostanzialmente fatto un goonies/stand by me/stranger things nell'America rurale con i nipoti dei protagonisti originali.
Questo film mi pare ciò, il che da un lato mi eccita tantissimo per ragioni descritte sopra, dall'altro mi spaventa perché sono anon e probabilmente la mia idea di film non è buona.
Also quanto cazzo mi fanno incazzare i trailer che spoilerano l'intero film
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.5897

Per me farà cagare perché si prende troppo sul serio. I due film originali erano delle commedie, c'era molto scazzo e molta ironia. Questo sembra un dramma.

 No.5898

>>5896
è possibile che gli agenti di marketing siano i nuovi artisti, non sarebbe niente di troppo sconvolgente. comunque il film mi sembra una bella cazzata, probabilmente buon intrattenimento scritto a tavolino da agenti di marketing senz'anima e senza nessuna grande idea

 No.5901

>>5896
>>5898
Sto pensando a Montemagno che fa il regista di un film.

 No.5902

>>5897
Questo.
Il vero problema di tanti remake recenti è il non capire le opere di cui sono i remake. Il fatto di usare oggetti che formalmente sono sotto la stessa proprietà intellettuale non è importante quanto mantenere il tono dell'originale, ed i temi in senso generale.
>OHMAHGOD GLI OMINI MICHELIN RICONOSCO QUESTO OGGETTO!
Ehhh. Stagnazione culturale.

 No.5904

>>5902
>GLI OMINI MICHELIN RICONOSCO QUESTO OGGETTO!
Gli omini Michelin sono seriamente cringe. Palesemente un'operazione di marketing per vendere i pupazzetti.



  [Torna in cima]   [Catalogo]
Elimina post [ ]
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]