[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email
Oggetto
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]  [Catalogo]  [Ricarica]  [Archivio]  —   


 No.9561[Rispondi]

ma siamo impazziti ?
3 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9565

>>9564
>top cringe
torna su twitter

 No.9566

C'è da dire che la CGI sembra molto curata per una serie televisiva.

 No.9567

Ma è comica e basta,giusto?

 No.9568

>>9561
Praticamente uno sketch di SNL

 No.9569

Asp, She Hulk aveva le tettone ed era famosa per le tettone, dove sono le tettone?!?



File: szvzapk.jpg (6,21 KB, 98x150)

 No.9464[Rispondi]

Sto rivedendo breaking bad, e arrivato alla fine della penultima stagione, sembra quasi che la serie sia finita…

ma c'è ancora la quinta stagione…porca puttana non ricordavo 'sta cosa….

walt ha ucciso gus fring, il boss, tramite esplosione, e lui e jesse ora sono liberi….
non ricordavo 'sta cosa:ora nella quinta non ricordo davvero qual è l'elemento che riscombussola le carte, ricordo solo che subentra un gruppo di delinquenti americani belli aggressivi…


che capolavoro breaking bad, che capolavoro


sottilmente, questa serie tv è anche comica, ed è questo il suo segreto,walt è un personaggio sottilmente comico, che va sempre a mille per tenere tutto sotto controllo, barcamenandosi tra superboss e gente orribile

questa serie è come avere un film avvincente che dura 60 ore… ecco che qualsiasi film di 2 ore perde "brillantezza" al suo confronto

ma è lo stesso per qualsiasi serie tv "fenomenale"…se una storia ti offre 30\50 ore di intrattenimento, con sviluppo profondo dei caratteri, delle storie, degli avvenimenti, ecco che il concetto di film di 2 ore viene fortemente sminuito…
Post troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.
8 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9532

Spero che Better c s sia ai livelli di breaking bad,sto per finire il secondo giro di br.bad,e non voglio rimanere senza serie TV valide

Poi ci sono ancora Ozark,dark, metà ray donovan a farmi sperare di non rimanere senza…

 No.9533

>>9532
Better call Saul è non ironicamente meglio di BB, solo che l’hanno allungata.
Dark è molto bella la prima stagione, le altre sono state fatte a forza. Vale la pena guardarla se hai tempo da impiegare sulle serie.
Le altre non le ho viste e non voglio farlo, mi sento particolarmente mortale alla mia età e non mi va più di guardare 30 puntate di qualche cos

L’eccezione la faccio se davvero c’è qualcosa di straordinario come lo sono stati BB, Better Call, The Wire, Stranger Things (oh, è bella), le prime di American Horror Story. Risulta difficile informarsi e trovare pareri seri

 No.9534

e leserie di d.simon?

The Wire – serie TV (2002-2008)
Generation Kill – miniserie TV (2008)
Treme – serie TV (2010-2013)
Show Me a Hero – miniserie TV (2015)
The Deuce - La via del porno – serie TV (2017-2019)
Il complotto contro l'America (The Plot Against America) – miniserie TV, 6 episodi (2020)
We Own This City – miniserie TV, 6 puntate (2022)

 No.9538

the last panther

 No.9560

finito bb per seconda volta


un film di 62 ore

superbo



File: Mainlander.jpg (49,05 KB, 628x648)

 No.9430[Rispondi]

Per /cul/ quali sono i filosofi più sottovalutati?
Per me è Mainländer.
14 post e 2 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9555

>>9554
Di nuovo, argomentazioni interessanti. È tutta farina del tuo sacco o stai citando le sbobine di qualche tuo collega?

 No.9556

>>9555
No, passavo e ho ridacchiato alla risposta, avrei dovuto salviarmi per contributo nullo dato che non me ne frega un cazzo di elaborare, al massimo ti posso dire che Stirner è una nota a margine della filosofia e che tutta la rivalutazione che se ne fa in chiave moderna la trovo un ex-post ma come filosofo IMHO è una segaccia, ho letto poco ma appunto quel poco mi ha fatto passare la voglia di approfondirlo perché è letteralmente un individuo profondamente solipsistico che ha provato ad elaborare una giustificazione alla propria incapacità di rapportarsi con i sistemi complessi della società umana e per me non val la pena di leggere oltre se non si è un filosofo accademico interessato ad approfondire quell'esatto periodo storico ovvero la prima metà dell'ottocento.
P.S.: non studio filosofia ma tutt'altro quindi non sono sbobine di colleghi ma frutto di letture personali.

 No.9557

>>9556
>ho letto poco
E tanto basta. Del motivo per cui non hai voluto approfondirlo non me ne frega nulla, puoi farti tutta la tua costruzione mentale così da poter mettere le mani avanti e continuare a leggerti filosofi insalatori del circolo di vienna, affar tuo pure quello. Ma se hai le palle per dire che un filosofo è una nullità per aver letto la sua pagina di wikipedia sei, non trovo parola migliore, un negro.
Solipsistico, e poi mi tira fuori Mainländer. Ma va

 No.9558

>>9557
>Ho letto poco, sottintendendo poche opere (nello specifico l'unico e la sua proprietà e Kunst und Religion e lì mi son fermato perché appunto fa cagare)
>Sto stronzo capisce che ho letto solo qualche pagina
E vabè, anche oggi ti confermi per il solito mentecatto mangiamerda ancappino incapace di argomentare con gli adulti.
>Mi tira fuori Mainlander
Devi smetterla di pensare che tutti quelli che non concordano con te siano la stessa unica persona, pazzo in culo che non sei altro.

 No.9559

>>9558
>*Va su wikipedia*
>*Controlla "opere"*
Yep, dì la verità non hai letto un cazzo di stirner che probabilmente hai smerdato solo perché "presunto anon ancappino" l'ha buttato nel filo, peccato poi che stirner con l'anarcocapitalismo c'entri davvero poco.
Lo sai che non devi per forza esprimere un opinione su tutto, specie su argomenti che non hai nemmeno sfiorato vero? Inoltre piano con il piagnisteo, spegni il culo e datti una regolata, non siamo su /b/.



File: the-green-knight-film-post….jpg (204,66 KB, 1037x1536)

 No.9535[Rispondi]

Ho visto ieri sera questo film perché me ne è stato parlato molto bene da gente irl.
Meh? Il metaforone l'ho capito, belle le inquadrature ma mi è sembrato tutto in un certo raffazonato, finto. Nessuna empatia con niente, cose che accadevano a caso e una cgi rivedibile per volpe e giganti in un prodotto ad alto budget.
In soldoni mi è sembrato più pretenzioso che altro.
Voi che ne pensate?
6 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9544

>>9539
Op here. La fotografia era molto bella e ricercata, la cgi brutta per me stonava molto lì in mezzo.

 No.9547

>>9540
Ma che cazzo di finale hai visto? Io conosco solo quello dove lui raggiunge la consapevolezza del miserabile che è e l'unico atto da "cavaliere" è l'accettazione di tener fede al patto. E la scena post credit svela che abbia avuto una figlia.

 No.9548

File: VomitDarkSouls.jpg (71,59 KB, 621x621)

Credo che la A24 stia facendo più danni al cinema della Marvel.
Ormai la new wave americana è imprigionata in questi film vuoti patinati da una fotografia fighetta uscita dalle scuole di graphic design che riciclano superficialmente simboli e schemi cromatici.
Il peggio è quando si confrontano con materiale storico e quindi dobbiamo sorbirci ancora una volta il solito medioevo freddo, palloso, serioso fino alla morte, spogliato tanto dalla religione quanto dalla mistica pagana, senza nessuna ironia e autoconsapevolezza, fino al volgare dettaglio della sborra che rovina l'unica scena attorialmente decente per trasformarla in un film di Guadagnino.
Conoscevo bene la novella medievale e mi sono cadute le braccia. Due ore di insalata e nemmeno ha spiegato bene il gioco centrale; lo scambio delle vincite resta incomprensibile e privo di senso perché hanno voluto togliere il colpo di scena che dava significato alla vicenda. Ma come è possibile? Grazie al cazzo che poi l'unico risultato funzionale è un finale aperto, non sapevano più come concluderla.
Via tutte le meditazioni sul senso dell'onore e della sconfitta, il protagonista è irriconoscibile e vano.
Davvero disarmante quando ti rendi conto che un romanzo scritto settecento anni fa è più moderno di un film dell'anno scorso.
Recuperatevi l'edizione dell'Adelphi di Ser Galvano e il Cavalier dell'Ano, non sprecherà il vostro tempo come questa porcata.

 No.9549

>>9548
Boh anon, sempre op. Quando parlo di metaforone intendevo proprio il fatto che rispetto alla novella è tutto invertito e invece dei valori cavallereschi si narra la storia di un miserabile di spirito che si comporta come tale facendo errori e fallendo ogni prova che gli viene messa sul suo cammino, quindi non so quanto possa essere una critica il suo non essere attinente ai valori della storia originale in quanto mi sembra chiaro se non addirittura didascalico il fatto che narri la stessa storia coi valori del protagonista invertiti

 No.9550

>>9549
Ma no, perché tanto nel romanzo quanto nel film Galvano è un cavaliere che non si è mai distinto. Tanto nel romanzo quanto nel film cade in tentazione con la dama del castello e così via.
L'unica differenza in questo riguardo è che nel romanzo fallisce la prova e quindi deve scendere a patti col senso della sconfitta. Nel film invece fallisce la prova a metà, non c'è nessuna rielaborazione del fallimento in ottica cavalleresca, e poi zac era tutto un sogno chi lo sa come andrà a finire.
Dico "a metà" perché
il film raccoglie senza semine. Se la cintura gli viene data all'inizio del film come dono della madre, se non c'è il colpo di scena famoso, le polarità dei personaggi non possono uscire fuori - ma sono le stesse del romanzo, non c'è nessuna inversione.



 No.9545[Rispondi]

Pareri?
Non amo i film Marvel, ma sono curioso di vederlo poiché l'ultimo DS l'ha diretto Sam Raimi.

 No.9546

File: 1.png (387,66 KB, 562x270)

Bello ma troppo compresso in 2 ore di film, c'é troppa azione e troppo da spiegare in solo quella quantità di tempo
Inoltre siamo abituati al giro dei cinefumettoni da ormai 5 annetti buoni e solo prima erano una novità ancora fresca



File: 71wMGRqOFLL.jpg (143,87 KB, 1000x1539)

 No.4957[Rispondi][Ultimi 50 post]

Filo del libro sul comodino.
Un po' generico ma scorrevole, per chi non sa molto della materia è ok, per chi ne sa qualcosa è un ripasso/aggiornamento su alcune teorie.
152 post e 89 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9384

>>9381
Ho appena letto di uno che ha provato a leggere Ulisse nella traduzione di Celati, ma l'ha droppato dopo 50 pagine. Invece è riuscito a finirlo, dopo un mese e mezzo, nella traduzione di Terrinoni per la Bompiani.

 No.9385

>>9384
Posso provare a cambiare traduzione. Ho provato anch'io quella di Celati ma dopo un po' mi sembrava di non capire niente, come ho accennato nell'altro filo. Ho visto che la trad di Celati è molto simile alla versione inglese, ho pensato di avere problemi proprio con lo stile di Joyce.

 No.9393

File: Halberstam.jpg (16,28 KB, 249x400)

Se volete una spiega del perché il mondo queer attiri così tanti falliti, disadattati, e disabili… Also se vi piacciono le letture politiche dei cartoni (il libro è del 2011, i cartoni sono quelli in CGI dal 2000 al 2009). Interessante il capitolo su come nel movimento gay sia stato ormai cassato il fatto che un certo tipo di omosessualità sia coerente con l'etica e l'estetica fascista e se lo fai notare ti danno dell'omofobo. Per il resto ci sono i soliti Deleuze, Foucault, e Lacan, qualche teorico del giro queer, analisi di artisti, scrittori e fotografi più o meno queer. Comunque la tesi del libro è quella del titolo: che il "fallimento" può essere visto come una modo di criticare il capitalismo e l'eteronormatività. Consigliato alle carpe e ai *pillati vari che alla fine non sono altro che sostenitori dell'attuale stato di cose anche se loro si credono critici e rivoluzionari.

 No.9426

File: 9788858109700_0_536_0_75[1….jpg (123,46 KB, 536x804)

Sono l'anon studente lavoratore da quest'anno che tempo fa aveva fatto su /b/ qualche post per chiedere motivazioni sull'esperienza universitaria.
Sto leggendo per un esame questo e devo dire che è interessante vedere come si sono formati i sistemi della censura in europa con la nascita della stampa, è chiaro, conciso e sa essere interessante, mi sento di consigliarlo anche a chi è curioso e basta nel merito.

 No.9542

File: 9788880576372_0_0_1727_75.jpg (105,6 KB, 1000x1727)

È una relazione di poche pagine presentata alla conferenza di Eranos del 1974. Parte dalla definizione di nichilismo come rifiuto di ogni ordine e autorità dati e come capovolgimento dei valori. Prosegue analizzando 3 movimenti religiosi: lo gnosticismo carpocrate che teorizza un comunismo radicale e un libertinismo (che non include solo il divertimento sessuale ma anche atti osceni e ripugnanti); i Fratelli del Libero Spirito che professavano una forma di panteismo, materialismo mistico, e libertinismo: se dio è in tutte le cose, lo è anche nell'uomo che può ergersi al di sopra di tutto ciò che è terreno; e l'ultimo, nell'ebraismo, il frankismo (da Jakob Frank) che è una forma di sabbatianesimo radicale: nella nuova era messianica, quella del mondo redento, le leggi della Torah della creazione non valgono più e tutto è concesso (tutti i divieti della Torah diventano linee guida per la vita dell'uomo nuovo).


[Ultimi 50 post]

File: A9FD47CF-7E5E-4E6F-B1A2-8….jpeg (1,6 MB, 1200x1600)

 No.9484[Rispondi]

Chemmerda.
Che tristezza.
Ho percepito qualcosa di profondamente sbagliato ogni volta che un personaggio apriva bocca, e non capisco di preciso cosa sia. Lì per lì avrei detto che è una merda la sceneggiatura, ma una sceneggiatura così Craven te la gestiva facilissimo. È proprio un problema di regia zoomerina. La fotografia è assente come sempre nei film recenti, proprio non c’è composizione con la messa a fuoco, non c’è composizione col colore, non ci sono movimenti di camera che vogliono dire qualcosa, solo stacchi continui su chi parla e una caciara orrenda durante l’azione. Non ne sono sicuro, ma credo che Hollywood spinga a produrre roba studiata per cazzeggiare col telefono mentre la “guardi”. Mi esplode il cervello. I radio silence avevano fatto bei film prima di questo. E poi perché sono tutti bruttissimi e di età indefinibile?

Inb4 l’unico altro anon che l’ha visto mi spiega che è tutta colpa della negra lesbica e più in generale degli ebrei cattivi
10 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9521

>>9518
Non lui ma secondo me Scream 2 aveva molta piú sostanza oltre al parlare continuamente del meta. Forse anche perché nel 2 erano a Stab 1 e invece nel 5 sono tipo a Stab 9 e sono tutti lí ogni due per tre a parlare di regole, ecc. Cosa che una volta era relegata al personaggio caratteristico di Randy.

 No.9522 SALVIA!

>>9521
>stab
>meta
Ma come cazzo parli

 No.9523

>>9518
Col 2 ci può stare, come ho detto ricordo poco niente, ma con il primo?

>>9521
Quindi questo Scream è più che altro un sequel che riprende lo stile del 2, però durante tutto il film non fanno altro che citare come l'originale sia l'unica cosa decente e i sequel facciano tutti cagare, e poi i registi fanno una sorta di remake di un sequel?
Io boh.

>>9522
Con il termine "meta" si intende quando in un film ci sono riferimenti a fatti/cose esterne al mondo del film, esempio molto classico: il personaggio che guarda in camera e parla direttamente con gli spettatori.
Come metafisico significa qualcosa che trascende le leggi della fisica, metafilm significa qualcosa che trascende le leggi del film.
"Stab" è il titolo del film fittizio che in Scream è stato girato sulle basi delle vicende del primo film.

 No.9528

>>9523
Minorano , lo sappiamo tutti il significato di “meta”, e non sono lui ma immagino si sia arrabbiato per l’uso spesso improprio che se ne fa sull’ internet.

Comunque, Scream (l’originale) nasce già come commento sullo Slasher, ma la parte intelligente di Scream è che nell’essere lettera d’amore allo Slasher riesce comunque ad attualizzarlo (prima dell’uscita tutto l’horror era in crisi) sovvertendolo. Non è “meta” come lo intendi tu, perché non rompe la quarta parete ma vive in un universo dove lo slasher esiste e tutti i personaggi sono consapevoli dei trope. Scream uccide la Barrymore prima del titolo, insieme a lei ogni tua aspettativa perché porca madonna se nel 96 eri al cinema a guardare un film con Drew Barrymore *sapevi* che era lì nel ruolo di survivor girl, nessuna discussione.
Scream (2022) fa l’esatto contrario, stabilisce da subito i protagonisti e fa la schifezza di decidere il killer riproponendo la formula del doppio ma senza comprendere assolutamente la forza di una maschera di merda che “potrebbe essere chiunque”, che non agisce come entità maligna sovra-umana come Jason o Micheal Mayers e che anzi prende cazzotti sul ventre piegandosi dal dolore, inciampa e fa altre stronzate che farebbe il tuo vicino di casa impazzito, cosa che FA PAURA oltre al fatto che iddio ladro nel riproporre il doppio sono andati per il colpevole più ovvio possibile nella logica hollywoodiana corrente e gli hanno aggiunto una compagna che pur di essere imprevista risulta completamente anonima, insomma “è stato il maggiordomo” 2.0 . Di quello che hanno fatto col movente non voglio parlare perché mi arrabbio.
Avrei voglia di farti la lista dei meriti di Scream ma é troppo.

2022 fa male quello che Scream 2 fa bene proprio perché entrambi sono sequel e commentano esattamente l’essere sequel (clip relata). Ma Scream 2 ancora una volta è un film consapevole, un sequel consapevole. Craven sa di aver già ristabilito i canoni, risulta impossibile giocare con le regole, e allora costruisce sulle fondamenta e aumenta il body count, aumenta la violenza, aumenta la comicità e crea trame nuove tra i personaggi. Scream2022 manca totalmente il punto, non funziona come thriller, non funziona come horror, non funziona come commedia. Non funziona come meta-qualsiasicosa perché fa spiegare non realistiPost troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.

 No.9530

>>9523
sei appena arrivato?



File: Le_mani_sulla_città.png (165,44 KB, 576x304)

 No.9490[Rispondi]

Un film sorprendentemente decente, una chicca veramente ben fatta sopratutto per l'epoca e sopratutto per l'Italia. Recitazione buona, ritmo fantastico e trama non scontata, consigliato.

 No.9498

Anon, è un classico di uno dei registi italiani più famosi.
Non è "sorprendentemente decente", è un film bellissimo, ma al di là del giudizio personale è un film importantissimo nella storia del cinema italiano.
Credo sia anche su amazon prime, dove puoi trovare anche La terra trema e tanti altri classici italiani degli anni '50 '60, ma anche qualcosa degli anni '30.
Insomma Prime alla fine non è tutto merda come Negriflix. In un altro filo ho consigliato quelli che secondo me sono ottimi film del passato da vedere su prime:
Pacco, doppio pacco e contropaccotto
Il treno popolare
Il signor Max
Tempo massimo
Darò un milione
RoGoPaG
Uccellacci e uccellini
Miseria e nobiltà
Americani
L'anno del dragone
Marlowe, il poliziotto privato
Il commissario Maigret

 No.9501

>sopratutto per l'Italia
Meglio che torni a guardare l'ultima serie netflix.

 No.9502

>soprattutto per l'Italia
nghe zenzo? Dal dopoguerra fino agli 80 abbiamo avuto una grande produzione di film di qualità nel Belpaese

 No.9525

>>9502
I film che tutto il mondo ci invidia (cit.)

 No.9529

>>9525
Ma davvero non conosci il cinema italiano di quegli anni, e non sai che sono uscite decine di film top tier a livello mondiale? Cioè, stai usando dei layer di ironia paxxissimi o sei un subnormale?



 No.9493[Rispondi]

SIGNORI TESTE DI CAZZO, ECCO IL VOSTRO RESIDENT EVIL
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.9499 SALVIA!

Non ne posso più di ste scimmie ovunque diocane che palle

 No.9504

File: 1.png (412,24 KB, 318x532)

Ritornerà Alicia Marcus?

 No.9505

File: 2.png (118,02 KB, 420x280)


 No.9506

File: zopjfn.jpg (303,39 KB, 1024x1097)

>>9497
>Ma che palle anon, ti sei fatto 20 ore di giochino e vuoi il recap?
Sì, la maggior parte dei gamer vuole questo, di solito. Non dimenticarti che siamo autistici ciccioni in tuta.

 No.9524

>>9506
Di quale RE vuoi il recap? Ce ne sono tanti



File: guysfilmschoola.jpg (125,98 KB, 1600x1063)

 No.9511[Rispondi]

Quali sono i film che fanno vedere a chi studia per lavorare nel cinema e perché? Mi ricordo di uno youtuber postato da anon che aveva detto che si era iscritto al DAMS o salcazzo "così vedo tutti gli ultimi film gratis ah ah" e invece poi si è dovuto pippare solo film sconosciuti, pallosi e vecchissimi.

 No.9512

Anon, la lista é lunga, ma si parte dalle prime tecniche di montaggio narrativo tipo Griffith e si passa per tutte le diverse scuole, dalla russia comunista in poi. Adesso tante seghe sul fatto che il cinema narrativo è finito e blah blah merda noiosissima riflessiva senza trama, un pacco di cazzate senza fondamento.

Il futuro è tiktok, non sono ironico. O meglio, il futuro è la deriva di quel linguaggio, perché offre davvero tantissimo e mette in discussione il concetto di “film” che Hollywood continua a spingere sempre più dopato. In generale, lascia perdere ste cazzate perché conosco tantissimi del settore e nessuno ha imparato un cazzo a scuola. Se ti piace il cinema guardalo e riflettici. Supera il meme 4channiano/nannimorettiano della discussione attorno ai temi sociali e davvero, rifletti tanto. Riparti dalle basi, leggi. E niente. Lo scrivo prima che arrivino quelli svegli a rovinarti la vita per sempre.

 No.9514 SALVIA!

>>9512
>Lo scrivo prima che arrivino quelli svegli a rovinarti la vita per sempre
Brasato e pennsaconlatuatestapillato salvio per rispetto

 No.9515

>>9511
Credo che dipenda cosa studi e cosa vuoi imparare.

Esempio: storia del cinema? film storici, iniziando dagli albori del '900.

Sociologia del cinema? i film che la gente vede effettivamente, Natale in Culo e roba Marvel

Sceneggiatura? vedi i film, ma le sceneggiature te le leggi anche

Eccetera eccetera

 No.9516

>>9512
Un post intelligente in un thread del genere, sono sorpreso.



  [Torna in cima]   [Catalogo]
Elimina post [ ]
Precedente [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]