[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: BombieTheZombie[1].png (914,79 KB, 767x871)

 No.11476

https://www.ilpost.it/2023/02/19/roald-dahl-modifiche-sensitivity-reader/
>Dahl aveva uno stile irriverente e nei suoi libri le caratteristiche morali dei personaggi negativi sono spesso associate a caratteristiche fisiche, come la bruttezza e la grassezza: per fare solo un esempio, i personaggi che mangiano molto sono spesso derisi per questo.
>L’editore britannico dei libri di Dahl e la Roald Dahl Story Company, la società che possiede i diritti d’autore sulle opere dello scrittore e che dal 2021 appartiene a Netflix, hanno quindi deciso di introdurre una lunga serie di piccole modifiche nelle più recenti edizioni dei romanzi per ragazzi
> In totale i cambiamenti sono centinaia: in molti casi sono state semplicemente cancellate singole parole (come l’aggettivo fat, “grasso”) o espressioni, in altri il testo è stato rimaneggiato in maniera più estesa, spesso modificando descrizioni dell’aspetto fisico dei personaggi.

Nel frattempo nel gruppo facebook degli appassionato di Don Rosa e di "The Life and Times of $crooge McDuck" l'autore stesso dichiara che due capitoli della sua iconica opera non verranno più repubblicati in quanto contenenti stereotipi di razzisti (lo zombie voodoo nello specifico).

Metto su /cul/ perché vorrei una discussione che non scada nel solito trolling e controtrolling low effort. Cosa ne pensate di queste vicende?

 No.11477

File: don rosa.JPG (131,03 KB, 742x675)

la dichiarazione di Don Rosa

 No.11479

Ogni volta pensi che si arrivi alla proverbiale goccia che fa traboccare il vaso e invece… niente. È un processo inarrestabile, accelerazione in caduta libera. Un pezzettino alla volta cadrà anche l'ultima chiesa.

 No.11480 SALVIA!

Onestamente?
Sticazzi

 No.11481

La /cul/tura è destinata ad appiattirsi e omologarsi fino a estinguersi.

 No.11482 SALVIA!

File: è finita.jpg (81,74 KB, 659x754)


 No.11484

>>11482
>L'infanzia non è il periodo in cui si forma la psiche delle generazioni future
E vabè, almeno hai salviato la puttanata che hai detto.

 No.11485

>Cosa ne pensate di queste vicende?
Che a spingere e ripubblicare questo tipo di argomenti in lungo e in largo rispetto alla nicchia in cui sono stati creati sono stati storicamente i russi delle internet brigades.
Fonti: dal febbraio dell'anno scorso e dopo le strette ai contenuti provenienti da quelle zone li sui social vedo che il martellamento si è ridotto a zero se non sui proverbiali canali telegram di fulminati mentre sempre gli stessi contenuti continuano ad essere capisaldi della propaganda interna alla federazione russa.

Ecco cosa penso, che è tutto kool aid corretto alla vodka, dall'inizio.

 No.11486 SALVIA!

>>11485
>HANNO STATO GLI AXXORZ RUZZI
Porcodio torna su /b/ schizzato

 No.11487

>>11485
>sono stati storicamente i russi delle internet brigades
Anon crederà ad ogni teoria del complotto possibile ma non a questo. Da qualche parte avevo sentito di russi che organizzavano pestaggi fra antifa e altright durante la presidenza Trump (credo nel documentario di Channel 5 sull'occupazione di Capitol Hill, che consiglio).
Io stesso mi chiedo a volte quanto sia sano rimanere sotto il bombardamento mediatico di questa o quell'altra parte che si accusano a vicenda (compreso questo luogo), onestamente sono stanco e non credo che mi faccia bene alla testa pensare in questo modo, come sistema ti spinge proprio a ragionare per bianco/nero e noi/loro in modo rancoroso e mi sta sul culo. Molti qua dentro sono persi per sempre secondo me, anche per una loro predisposizione e il loro vissuto.
Alla (((agenda))) non ho mai creduto, per il solo numero incredibile di persone che dovrebbero esserne a conoscenza e stare zitti. Tutto imo dipenderà dall'interesse economico (reale o percepito) delle grosse multinazionali e al pubblicitario della psiche dei giovani non frega un cazzo, come è sempre stato: imo, se fosse economicamente conveniente e con la giusta congiuntura politica, queste stesse organizzazioni sarebbero naziste.

 No.11488

>>11487
>Alla (((agenda))) non ho mai creduto, per il solo numero incredibile di persone che dovrebbero esserne a conoscenza e stare zitti.
Un'agenda non è mica un complotto, non c'è nulla di segreto. Semplicemente insegni (tramite la scuola e i media) a tutti le stesse cose, inculchi a tutti gli stessi valori e la visione del mondo e il resto verrà da sè, saranno i singoli individui ad uniformarsi e ad esprimere dei comportamenti allineati con quegli ideali senza necessariamente ricevere istruzioni dirette da nessuno. Ad un osservatore esterno che li guarda da lontano sembrano gruppi uniti negli ideali e negli intenti e quindi viene istintivo pensare che siano coordinati in maniera più scientifica ma sono solo tante persone che remano nella stessa direzione.

 No.11491


 No.11492

>>11485
>Che a spingere e ripubblicare questo tipo di argomenti in lungo e in largo rispetto alla nicchia in cui sono stati creati sono stati storicamente i russi delle internet brigades.
>nicchia
lolcosa? Dahl rimane uno degli autori per l'infanzia più letto.
>>11487
>al pubblicitario della psiche dei giovani non frega un cazzo, come è sempre stato
https://en.wikipedia.org/wiki/Neuromarketing

 No.11494

File: 2zdwf1o.jpg (132,2 KB, 982x540)

Avrebbero dovuto fare come la Warner Bros con i cartoni razzisti degli anni 40-50, metti una bella introduzione dove spieghi che l'opera è figlia dei suoi tempi e quindi mostra stereotipi anacronistici e razzisti, ma censurarli equivarrebbe a rimuoverne la memoria storica che è comunque importante mantenere per non dimenticare e blablabla e bona lì, così fai contenti sia i nerdoni spergoni tipo il giacomino qui >>11482 che i negrodanni spergoni.
Comunque i collezionisti ringraziano, adesso le stampe pre-censura triplicheranno di valore.

 No.11495

Una decisione che non mi piace per niente. Si è imposta una visione di un presente eterno, in cui le opere del passato vanno riviste e quindi corrette come se fossero state scritte adesso.
Trovo particolarmente grave la questione "fat", ammetto che è un mio pallino personale ma bisogna lottare per impedire che passi il messaggio che grasso è bello, salutare, e normale.
Don Rosa ed il gongo, bastava una scritta in prima pagina per contestualizzare l'opera.

Detto questo, è pur vero che si è sempre riscritto le opere del passato, in particolare quelle commerciali, per adattarle al presente. Quindi alla fine pazienza, fa parte del processo naturale della cultura umana. Esistono pur molte versioni delle stesse storie, e questo è un motivo.

Infine, sorrido pensando a Fahrenheit 451.

 No.11496


 No.11497

>>11488
Su questo posso essere d'accordo
>>11492
Non hai capito il mio discorso, non frega un cazzo di educare in un senso o nell'altro, semplicemente non vogliono problemi, poi ovvio che studiano ogni meccanismo possibile per massimizzare i profitti

 No.11498

Senza entrare troppo nel merito (davvero, come si fa a non odiare froci e negri?) la cosa mi rattrista molto. L'opera omnia di Don Rosa è uno dei pochi fumetti che farebbero sorridere e meravigliare qualunque bambino ed adulto con un briciolo di cuore.
Dubito (almeno per ora) che questo genere di censure idiote possano venir applicate anche in Italia, ma nel frattempo sono contento di aver recuperato di recente la Don Rosa Library completa. Leggendola si percepisce davvero quanto l'autore fosse solo una persona decente che amava il proprio lavoro, e che non merita un trattamento del genere.

 No.11499

>>11498
Senza offesa ma questo post sembra copiato da qualche altra parte.

 No.11500

>>11499
non lui, ma cosa c'è che non va nell'apprezzare Don Rosa e Barks?

 No.11501

>>11500
Nulla, ma frasi tipo "una persona decente che non merita un trattamento del genere" non sembrano scritti da uno che posta sui chan.

 No.11502

>>11499
>>11501
Questo perché pur frequentando il diocanale da più di dieci anni, so distinguere /b/ dalle altre board.
E oltre a questo ho un discreto legame emotivo con l'opera in OP.

 No.11511

File: ev4k2kl.jpg (37,97 KB, 380x349)

> Leggendola si percepisce davvero quanto l'autore fosse solo una persona decente che amava il proprio lavoro, e che non merita un trattamento del genere.
Don Rosa è stato sempre trattato di merda dalla Disney però, lui stesso ha ammesso di avere smesso di produrre come prima perché in sostanza non aveva alcun diritto sulle sue stesse opere e lo pagavano due spiccioli, ma i fan il casino vero lo fanno quando gli tolgono i negri, lol.

>>11502
>E oltre a questo ho un discreto legame emotivo con l'opera in OP.
L'opera completa è sempre lì, o nelle stampe precedenti (che conviene accaparrarsi adesso prima che te le facciano pagare a peso d'oro) o comunque in formato digitale. Cazzi delle generazioni successive se vogliono vivere in un mondo sterilizzato e censurato, alla fine è quello che chiedono, altrimenti le aziende non si scomoderebbero per accontentarli. I boomer continueranno a leggersi le loro opere complete sippando una Peroni.

 No.11512

>>11511
>Cazzi delle generazioni successive se vogliono vivere in un mondo sterilizzato e censurato, alla fine è quello che chiedono, altrimenti le aziende non si scomoderebbero per accontentarli

Hai invertito completamente la causa e l'effetto.

Complimenti per vivere in denial.

 No.11515

>>11511
>ma i fan il casino vero lo fanno quando gli tolgono i negri
concetto di goccia che fa traboccare il vaso doppiamente: sia sulla faida disney-donrosa, sia sul wokism.

>nelle stampe precedenti (che conviene accaparrarsi adesso prima che te le facciano pagare a peso d'oro)

e questo è un problema, non fare il ritardato.

 No.11517

>>11511
Immagina scrivere un libro e per contratto il momento in cui lo consegno non è più tuo. O certe band che si ritrovano un vecchio album senza royalties perché la musica non è di loro proprietà e alla seconda ristampa va già tutto alla casa discografica
Il copyright di oggi è malato e marcio, oltre alle cazzate sopra non ha senso che gli eredi di un tizio capace abbiano il diritto di campare sulle sue opere e il potere di modificarle come cazzo gli pare

 No.11522

È uscita la notizia che i romanzi di Dahl verranno stampati in due versioni: originale e modificata.

Also, vanno a modificare i romanzi di James Bond.

https://www.independent.co.uk/arts-entertainment/books/news/james-bond-ian-fleming-books-rewritten-b2289747.html

Non vorrei che a questo punto partisse un trend nel marketing per far pubblicità a libri vecchi mezzi dimenticati che si basa sul cambiarne pezzi, far bruciare culi e poi fare la doppia stampa.

 No.11527

Non ho mai letto nulla di questo autore, da dove comincio?

 No.11528

>>11527
Le streghe, poi guardi il film anni 90



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]