[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]

/cul/ - Cultura

/mu/ + /film/ + /lit/ + /scr/ + /a/ + /co/
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: Wildstrawberriesposter.jpg (23,39 KB, 247x350)

 No.1371

Perché Bergman è considerato un genio? Perché il film in pic relata con un vecchiaccio demente che sta due ore a biascicare e poi si addormenta comfy nel lettuccio è considerato il capolavoro della storia del cinema?
L'unica cosa apprezzabile è la fotografia, la regia ok, si vede che molti fotogrammi sono composti come quadri, detto questo ma che coglioni, ma andate aff/an/cul/ cinefili del menga io mi guardo Via col vento kolossal di 4 ore e sburro!

 No.1372

Mi sai dire un altro regista che abbia affrontato così bene la tanatofobia e il passaggio del tempo? Perché secondo me Bergman sta tutto qui.

 No.1410

Ho visto solo 4 film di Bergman.

Il posto delle fragole e Il settimo sigillo non mi hanno colpito e infatti neanche me li ricordo. Persona e Fanny e Alexander mi sono piaciuti di più perché erano "divertenti".

Forse è invecchiato male o per apprezzarlo devi fare uno sforzo oppure sei giovane e non riesci ad empatizzare con un vecchiaccio.

 No.1437

Beh, per spiegarlo approfonditamente bisognerebbe parlare di estetica, da Aristotele a Kant ad Adorno…
Detto questo, >apprezzabile la fotografia
>regia ok

È come dire bellino Schubert, mi piace canticchiare i lieder.

Per dire solo quello che ho apprezzato io, ogni parte coincide con il tutto, come (ancora di più) in altri suoi film. Ogni primo piano, ogni dialogo, e ogni sequenza da solo contiene il mondo poetico di Bergman, sul perché sia così bello e importante non ho le competenze per spiegarlo.
Bergamn fu uno dei pochi grandi che furono sia grandi drammaturghi che grandi padrone del mezzo tecnico.

 No.1439

>>1437
>sul perché sia così bello e importante non ho le competenze per spiegarlo.
E infatti stai facendo un pippone per nulla. Non serve esser critici affermati per parlar d'arte, ma si può parlare della propria esperienza e fruizione senza invocare ai massimi sistemi e in termini assoluti.
>da Aristotele a Kant ad Adorno…
Schivando completamente Kierkegaard? 👌

 No.1440

>>1439
Perché proprio Kierkegaard?

 No.1441

>>1440
Perché Kierkegaard mi sembra, sia per i temi, che per le risposte, il filosofo che più abbia influenzato Bergman e tutti gli altri servono al meglio a leggere Kierkegaard.
http://salvatore1957.blogspot.com/2012/06/linfluenza-del-pensiero-filosofico-di.html

 No.1445

>>1441
Ah ok, io parlavo di estetica. Se poi vogliamo parlare di quello basta prendere la trilogia del silenzio, il Bergman un po’ ateo cristiano un po’ credente disperato viene da lì ovviamente



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]