[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: joaquin-phoenix-joker-risa….jpg (53,52 KB, 1200x675)

 No.3993

Filo sui riferimenti capìti tardi.
Stavo leggendo il testo di "Vesti la giubba", dall'opera "Pagliacci". Una delle arie più famose al mondo.

"Recitar! Mentre preso dal delirio,
non so più quel che dico e quel che faccio!
Eppur è d'uopo… sforzati!
Bah! sei tu forse un uom?
Tu se' Pagliaccio!

Vesti la giubba e la faccia infarina.
La gente paga, e rider vuole qua.
E se Arlecchin t'invola Colombina,
ridi, Pagliaccio… e ognun applaudirà!
Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto;
in una smorfia il singhiozzo e 'l dolor…
Ridi, Pagliaccio, sul tuo amore infranto!
Ridi del duol che t'avvelena il cor!"

Ma Joker l'hanno costruito su 'sto pezzo?

 No.3996

No, ognuno di noi ha una maschera, metaforicamente parlando.

 No.3999

Il joker è un archetipo. È facile trovarlo in giro.

 No.4000

File: 5npmcwg.jpg (90,92 KB, 1200x700)

>>3999
>Joker (dell'ultimo film)
>archetipo
Mica tanto (ma non ho visto il film, ho letto solo wikipedia). Al meglio Joker è un personaggio che esemplifica un archetipo… e il Joker del film esemplifica parecchio male un trickster: un trickster è una figura di confine che fa evolvere (spesso conscientemente) la società (Prometeo che ruba il fuoco, Loki e Odino che fanno magia da donne, …) Joker è semplicemente un folle. L'unica roba che combina, senza idealizzarlo da minorenne, è "generare" Batman per puro caso. Per fare un confronto: Loki (indirettamente) uccide Baldr e lo imprigiona nel regno della morte, ma c'è un motivo preciso (futura resurrezione e quindi donargli in definitiva una vita incorrotta dal Ragnarok). Quindi Joker non è un trickster, ma è un agente del caos esterno, più simile a Nyarlathotep che a figure umane.

 No.4001

>>4000
>Mica tanto
>(ma non ho visto il film, ho letto solo wikipedia)
vabbè sei quello che legge solo i riassunti.
Comunque il concetto dell'emarginato, il sottomesso, che si affligge e ottiene una "rivincita" è vecchio come il mondo

 No.4002

>>4001
>vabbè sei quello che legge solo i riassunti.
Se in nessun riassunto dei vangeli c'è scritto "Gesù è il salvatore" che faccio? Imparo il greco e vado a leggere i manoscritti originali? Joker mi sembra uno spreco di due ore, emblema di un postmodernismo che viviamo da mo', meglio impegate per merdapostare su b.
>Comunque il concetto dell'emarginato, il sottomesso, che si affligge e ottiene una "rivincita" è vecchio come il mondo
Ma a me sembra poco più di un bacio perugina, mica una rivincita.

 No.4003

>>4000
>>4002
Sono OP. Faccio fatica a capire il senso di postare qualcosa di cui si è letto un riassunto, mi sembra come scrivere un libro chiamato "consigli su come scopare" scritto guardando i porni, o "come costruire un ponte" guardando i timelapse su youtube.
Non è obbligatorio avere pareri su tutto, non è obbligatorio aver visto tutti i film di tutti gli anni, però capirai che la tua opinione finisce nel cestino, non sto neanche a leggerla.
Fammi un riassunto.

 No.4004 SALVIA!

>>4003
Vabbè andate affanculo, continuate a considerare l'ultimo Joker come un trickster. Non serve leggere Freud per considerare i suoi lavori come "non meccanica quantistica", dai.

 No.4005

>>3996
>>3999
Sì capisco che il personaggio abbia tratti molto comuni, mi ha fatto impressione la precisione della seconda strofa, che si adatta come un guanto. Il fatto di avere un pubblico davanti che vuole solo ridere, senza sentire le tue rotture di coglioni, e il reagire ai propri fallimenti con una triste risata.

 No.4006

>>4004
Non hai capito: non dico né che hai ragione, né che hai torto. Semplicemente non leggo ciò che scrivi.
Se mi fai un riassunto, magari con parole italiane, ti leggo. Altrimenti, lol, che palle, non ho voglia di perder tempo a leggerti, mi sembra uno spreco di tempo.

 No.4007 SALVIA!

>>4006
Un riassunto di 132 parole: eccolo! Sei n cojone. 16 parole tonde tonde, compressione al 87%.

 No.4009

>>4004
>continuate a considerare l'ultimo Joker come un trickster.
nessuno lo ha mai scritto, stiamo solo dicendo che sei un coglione perché giudichi un film, che pur essendo banale, non hai visto. Op chiede altro

 No.4011 SALVIA!

>>4004
>non ho visto il film
>ho letto solo wikipedia
>il Joker del film esemplifica parecchio male un trickster

>Faccio fatica a capire il senso di postare qualcosa di cui si è letto un riassunto


>Vabbè andate affanculo, continuate a considerare l'ultimo Joker come un trickster

Ma sei autistico?

 No.4012

>"non capisci un cazzo, il film è questo e questo, bla bla"
>"ah, ma l'hai visto?"
>"no, ho letto la trama su wikipedia"

DIOCANE TUA MADRE LURIDA TROIA

 No.4013 SALVIA!

Provate a leggere Opera Aperta quando avete un po' di tempo. Suvvia, ora venitemi a dire che Lutero non ha mai davvero letto la Bibbia perché non si è letto il Shūtur eli sharrī Come, anon, hai dovuto googlare? Vuol dire che non hai mai compreso nulla di letteratura! Insomma, per fare alcuni ragionamenti non serve andare all'opera prima. Ah, e per spregio mi son visto il film in 2x. Avevo ragione.

 No.4014

>>4013
OP qui. Spegni quel culo e torna su /b/, qui cerchiamo di fare discorsi costruttivi, anche con opinioni fortemente critiche e caustiche verso qualcosa, ma di solito si commenta ciò di cui si è avuta esperienza.
>Avevo ragione
Tutti ti stanno dando torto, non sul merito ma sul metodo. Ma tu non hai ancora capito. Essere gli unici a darsi ragione di solito è sintomo di stupidità.
Probabilmente sei stupido. Ma non ti conosco, non ho gli elementi per affermarlo con cognizione di causa. Spero che questo esempio ti aiuti a rivedere il tuo approccio.

 No.4015

>>4014
Sul metodo.
Lemma 1: Non serve conoscere l'ebraico per leggere la Bibbia. Non serve leggere la Vulgata per esser cattolici.
Fatto 1: Joker è un film che se leggi wikipedia e ti guardi il trailer hai già capito. Non ti frega della tonalità di pantone della giacca, non ti frega del numero dei peli sul culo della madre.
Fatto 2: Non serve vedere il film per capire il Fatto 1. Perché? Perché se non sei minorenne e hai una cultura son temi che hai già ben eviscerato, già letto, già visto, già ascoltato, già vissuto.

Sul film.
Teorema 1: Si cerca, sbagliando, di costringere l'archetipo del trickster su Joker. Joker non è un trickster, ma semplicemente un folle, un araldo del caos.
Teorema 2: Pagliacci parla della generica condizione umana, è metarchetipico (il tema non è il ruolo-archetipo del clown triste, ma l'indossare la maschera). Questo tema NON è presente in Joker (nessun personaggio, neppure la madre, ha aspettative nei suoi confronti, mentre la maschera è una difesa).
Teorema 3: La novità di Joker è il realismo di vecchio stampo. Pur essendo ambientato una 40ina(?) di anni fa, il film riesce a dare uno spaccato della politica postmoderna: il popolo che non vuole e non riesce a distinguere la guida illuminata dal cieco folle.
Problema aperto: Quanto del teorema 3 è stato voluto dalla produzione?

Su di me e su di te.
>ma di solito si commenta ciò di cui si è avuta esperienza.
Come puoi commentare su di me dopo solo 4 post? Ti è bastata questa limitata esperienza? Considera che quasi ogni essere umano è molto più complesso di un filmetto di due ore. E allora perché io non potevo, nella mia limitata esperienza, commentare Joker?

Insomma.
Plauto scriveva 2222 anni fa.

 No.4016

>>4015
No Anon, non è difendibile.
La Bibbia è un'opera compiuta, a sé stante, in qualsiasi traduzione tu la legga e in qualsiasi versione storica tu la legga.
Le voci di wikipedia non sono un'opera a sé stante. Non ci sono competizioni di voci di wikipedia, non ci sono festival di voci di wikipedia, le voci di wikipedia non sono produzioni artistiche, non hanno un valore culturale che vada oltre quello di informare. Non sono, appunto, espressioni artistiche.
Giudicare un'espressione artistica esaminandone un resoconto enciclopedico non è ammissibile da nessuna corrente di pensiero, per nessuna tipologia di espressione.
Ti consiglio (e non è per far scena, te lo consiglio davvero) di leggerti qualche libro sulla semiotica, sia testuale che visiva. La fruizione dell'opera è la base di qualsiasi valutazione di significato.
Senza quella, è ontologicamwnte impossibile entrare in contatto con il significato di qualsiasi opera.

 No.4017 SALVIA!

>>4015
>Giudica le opere dai riassunti
>Non riconosce la rappresentazione della reaganomics in Joker
>OSA PARLARE.
No anon, sbaraccati dai coglioni perché è palese tu non abbia le competenze.

 No.4019

>>4016
>La Bibbia è un'opera compiuta
Ahia, il mio cuoricino! Comunque: Wikipedia _è_ un'opera. E in alcuni casi è possibile giungere a delle conclusioni tramite fonti secondarie. È questione di esperienza. Da questo punto di vista consiglio anche "Otaku: Japan's Database Animals" (ma visto che ne sai di semiotica l'avrai già letto). Si stava parlando di archetipi e di personaggi, non di fotografia: un testo basta e avanza. E ripeto il giochino che facevo su "Su di me e su di te.": hai letto la pagina di wikipedia e l'hai confrontata con il film? In fondo:
>La fruizione dell'opera è la base di qualsiasi valutazione di significato.

 No.4020

>>4017
>>Non riconosce la rappresentazione della reaganomics in Joker
>reaganomics
Hai proprio pisciato fuori dal vaso, perché Joker del 2019 è essenzialmente post-2016.

 No.4021

>>4019
>Ahia, il mio cuoricino!
La Bibbia è un'opera di espressione artistica, Anon. Ha svariate versioni in svariate lingue, viene da altre opere di altri tempi e altri luoghi, è stata modificata innumerevoli volte da migliaia di di enti diversi, ma rimane un'opera di espressione artistica che raccoglie leggende popolari e tanta altra roba.
Il fatto che tu lo neghi è irrilevante.
>Comunque: Wikipedia _è_ un'opera
No Anon, una voce di wikipedia non è un'espressione artistica. È una voce di enciclopedia.
Giudicheresti mai un quadro leggendone solo la descrizione su wikipedia, senza vederlo in immagine?
Evidentemente no.
>consiglio anche "Otaku: Japan's Database Animals" (ma visto che ne sai di semiotica l'avrai già letto)
No, ho letto una decina di libri universitari sul tema. Ma adesso mi leggerò qualche critica di quel libro e, se merita, ne farò esperienza diretta.
Ecco, adesso potrei risponderti che, nella tua ottica, basta vedere la voce wikipedia del libro o una critica su un e-store. È evidente che non è così.
>Si stava parlando di archetipi e di personaggi, non di fotografia: un testo basta e avanza
No Anon, un film è un racconto. E un racconto cambia profondamente di significato anche cambiandone poche parole. In un racconto, tutto ciò che utilizziamo contribuisce a un significato più grande. Togliendo qualcosa, il significato ne risulta mutilato. Il resoconto enciclopedico non è in possesso del "tono di voce" del racconto, non possiede il lessico dell'opera che descrive, non ne possiede i tempi, gli elementi costitutivi (i dialoghi, ad esempio).
Se, come nel caso film/wikipedia, cambia anche il mezzo e addirittura i canali sensoriali con i quali ne fruiamo (non c'è il sonoro, nel testo, tanto per dire. E la lingua scritta ha un'associazione significante/significato diversa dall'immagine filmata, con un doppio passaggio che adesso non ti sto a spiegare), la corrispondenza si perde totalmente.

 No.4022

>>4020
Cito testualmente >>4015
>Pur essendo ambientato una 40ina(?) di anni fa
Il che è uno sforo di un decennio pieno visto che appunto quel setting temporale rappresenta i primi anni '80 con l'introduzione delle prime ferocissime diseguaglianze sociali.
Quindi accetta di aver pestato una merda e taci.

 No.4023

>>4020
SU WIKIPEDIA c'è scritto che è ambientato nell'81, quindi non hai letto neanche Wikipedia.
Reagan è stato eletto nell'81, appunto.

 No.4025

>>4021
Contorno.
>La Bibbia è un'opera di espressione artistica
Certo, ma non "compiuta". È stata maneggiata e rimaneggiata da ebrei e cristiani. E per essere compresa non è certamente "a sé stante": gli ebrei hanno la torah, oggi c'è un po' di mitologia comparata.
>una voce di wikipedia non è un'espressione artistica
Quindi? Oltretutto, perché sfociare sul discorso di "arte" quando si sta facendo un discorso di "significato"? Se il significato viene trasmesso allora significante e contesto sono irrilevanti ai fini della discussione.

La carne.
>Ma adesso mi leggerò qualche critica di quel libro e, se merita, ne farò esperienza diretta.
>se merita
"SE MERITA" PORCODDIO FINALMENTE. Hai delle esperienze pregresse; se sei abbastanza abile i tuoi pre-giudizi sono abbastanza affidabili. Se ti avessi consigliato un romanzo harmony le cose sarebbero andate diversamente. Quindi "romanzo harmony":"consiglio di anon"="(questo) film":"(quella) pagina wiki+il trailer".
>Togliendo qualcosa, il significato ne risulta mutilato.
>la corrispondenza si perde totalmente.
Esempio di vita vera: le elezioni politiche. A un certo punto devi decidere come votare e il tuo tempo è limitato, quindi non puoi esaminare tutte le fonti. A una certa profondità di indagine ti devi interrompere. E spesso non ascolterai la voce politici, ma per qualcosa basta un tweet. Come si risolve la faccenda? Dividere (più o meno arbitrariamente) i segnali in arte/informazione enciclopedica/fatti pratici/… è mero arti-fizio. Considera il segnale (compreso il contesto, eh) nella sua purezza come interpretato dal tuo cervello.
>>4022
Quindi mi stai dicendo che a Manzoni interessava la politica del Seicento e non ha utilizzato quel contesto storico per alludere alla società a lui contemporanea?

 No.4026

>>4023
https://www.thewrap.com/director-todd-phillips-joker-sprang-from-concern-over-world-without-empathy/
>Phillips, who had previously directed broad comedies like “The Hangover” and “Old School,” said his choice to step away from comedy was inspired by what he saw as a dark turn in world events: “It had everything to do with Donald Trump.”
Certo, perché a Todd Phillips interessava parlare di Reagan, non di Trump, no no.

 No.4027

>>4025
>Certo, ma non "compiuta". È stata maneggiata e rimaneggiata
Compiuta, nel senso che è a sé stante. È dotata di significato.
>"SE MERITA" PORCODDIO FINALMENTE
Sì ma non mi metterei a discutere in un filo che parla di quel libro perché, appunto, non l'ho letto. Tu invece pretendi di individuare il senso di un protagonista che non hai visto all'opera.
>Quindi? Oltretutto, perché sfociare sul discorso di "arte" quando si sta facendo un discorso di "significato"?
Perché il personaggio oggetto di questo thread vive eaclusivamente all'interno di un'espressione artistica che dura un paio d'ore, e non esiste in altri luoghi. Ogni personaggio di uno specifico film esiste solo in quel film (o in quella serie di film).
>Se il significato viene trasmesso allora significante e contesto sono irrilevanti ai fini della discussione.
Lol, no. È come se tu avessi detto che 2+2=limoncello, hai detto proprio una bestemmia totale.
Intanto sono elementi inscindibili, in secondo luogo (detta semplificata eh) l'unica cosa che esiste davvero è proprio il significante, tra i due. Ed è solo facendo esperienza del significante che possiamo attribuirgli dei significati.
Quindi, nel caso specifico, puoi aprire un thread per commentare la voce di wikipedia che riassume la trama di Joker, e io sarò il primo a discuterne con passione. Analizzeremo i termini utilizzati, discuteremo del font, delle virgole, di come sia divisa in paragrafi.
Ma sul film il tuo parere vale zero.
>Esempio di vita vera: le elezioni politiche.
No Anon, sono cose diverse, e oltretutto le metti dentro alla rinfusa, perché le elezioni sono elementi molto più complessi.
Il film ha un'inizio e una fine, nel mezzo ci sono due ore di racconto. Se ne hai un'esperienza diretta puoi discuterne con cognizione di causa, sia dei personaggi, che delle tecniche di racconto, che di tante altre cose. Altrimenti no, è semplice.
Ripeto: è come giudicare un quadro da una descrizione testuale di quel quadro. Non ti arriva, è semplice da capire. Non forzare, dài. Siamo anonimi, nessuno ti additerà domani, ma stai dicendo cose che evidenziano delle tue gravi mancanze.

 No.4028

>>4025
Certo e tu è come se avessi detto che l'opera del Manzoni è ambientata nel rinascimento, quindi non menare il can per l'aia parlando di STILE mentre ti si sta puntando il dito addosso per non aver riconosciuto l'ambientazione.
Negro.
E non provare a dileguarti fingendo di aver sempre parlato di altro, l'accusa che ti si muove è chiara ovvero di essere un minorenne del cazzo che si muove in un eterno post-presente e che per questo, non potendo/volendo riconoscere il setting temporale dell'ambientazione, sei automaticamente squalificato dal proferire verbo in merito perché privo degli strumenti necessari a disquisirne in modo funzionale.
Ciao.

Also, non puoi giudicare le opere dai riassunti. Bisnegro.

 No.4029

>>4028
>E non provare a dileguarti fingendo di aver sempre parlato di altro, l'accusa che ti si muove è chiara ovvero di essere un minorenne del cazzo che si muove in un eterno post-presente e che per questo, non potendo/volendo riconoscere il setting temporale dell'ambientazione, sei automaticamente squalificato dal proferire verbo in merito perché privo degli strumenti necessari a disquisirne in modo funzionale.
Mamma mia che spergata. Ho detto chiaramente:
>Pur essendo ambientato una 40ina(?) di anni fa, il film riesce a dare uno spaccato della politica postmoderna
Ti ha dato così fastidio che non avessi detto "esattamente 40 anni fa"? Poi:
>Certo e tu è come se avessi detto che l'opera del Manzoni è ambientata nel rinascimento,
Forse volevi dire "Risorgimento". Ma visto che non puoi o vuoi conoscere la storia, sei automaticamente squalificato dal proferire verbo in merito perché privo degli strumenti necessari a disquisirne in modo funzionale. ;)

>Also, non puoi giudicare le opere dai riassunti. Bisnegro.

Torniamo alla punto di partenza: Joker non è un trickster. Come mai il mio pregiudizio si è rivelato fondato?
A) Bucio de culo.
B) Sono un genio o un mago.
C) Ho una cultura e so leggere.
Ovvio che dal riassunto e dal trailer non traspare tutto. Mi ha colpito la scena dove lava la madre: utilizza un linguaggio che non è possibile tradurre in "si prende cura della madre". Ai fini della valutazione del _personaggio_, non dell'opera nella sua totalità (ed è dall'inizio che sto parlando del personaggio e voi state parlando dei metodi), la differenza fra scena e descrizione della stessa è insignificante.

>>4027
Lasciamo perdere l'esempio della Bibbia. Potrei citarti per filo e per segno, ma secondo me il nocciolo è qui.
>Perché il personaggio oggetto di questo thread vive eaclusivamente all'interno di un'espressione artistica che dura un paio d'ore, e non esiste in altri luoghi. Ogni personaggio di uno specifico film esiste solo in quel film (o in quella serie di film).
Quanto di più sbagliato. Il personaggio esiste esclusivamente in questo momento, nella testa di chi sta leggendo. E se capisci per bene l'ultima frase che ho appena scritto comprenderai tutti i nostri disaccordi sulla percezione.
>Ma sul film il tuo parere vale zero.
Se non avessi scritto "ho solo letto wikipedia"? E ora che ho visto il film?

Comunque andate tutti a fare in culo, ho passato più tempo a rispondere a voi che a vedere il film. Autisti di merda, imparate a riconoscere la sostanza. Buonanotte, ricominciamo a spergare domani.

 No.4031 SALVIA!

>>4030
>ha continuato a rispondere a un anon che ha beatamente ammesso di non aver visto il film e di non averne bisogno.
Avresti dovuto hiddare 6 risposte fa, comunque salvia nascondino e reminder che non siete su /b/

 No.4032 SALVIA!

>>4029
>FORSE VOLEVI DIRE RISORGIMENTO
NO LURIDA TESTA DI MERDA PERCHÈ È ESATTAMENTE QUELLO CHE FAI TU OVVERO PREDATARE L'AMBIENTAZIONE DI UN DECENNIO quando il film è ambientato in un periodo preciso per riferimenti sociopolitici, peraltro ci provi pure a fare il giochino dello stronzo che inverte le responsabilità quando no è proprio l'errore che fai tu piazzare il film negli anni '70 che è come piazzare nel rinascimento i promessi sposi, il fatto che tu ci provi a fare il finto tonto appigliandoti al "eh ma entrambi rappresentano la situazione attuale ai tempi della stesura dell'opera usando il time frame come artifizio" per quanto vera e che nessuno ha negato, ti rende ancora più schifoso e verme perché l'accusa, e tre volte che lo ripeto, è che tu sia un ignorante come la merda e se sbagli decennio su robe così banali ed invece di dire "Ah, hai ragione, ho cappellato." ti arrampichi sugli specchi come una lucertola, la dice lunga sulla tua onestà intellettuale. Mi giocherei la punta del cazzo che sei lo stesso che difendeva Cannarsi mesi addietro.
Autosalvia per rageabondità estrema, vaffanculo negro.

Ah, e dato che sei il solito mongopepo contrarista dei vari thread che si fa il cazzetto duro a sollevare polveroni con tesi inani, aggiungo alla salvia il nascondino ed invito gli altri anon a fare lo stesso come si è già detto di fare con sto stronzo su /pol/.

 No.4033

>>4029
>Quanto di più sbagliato. Il personaggio esiste esclusivamente in questo momento, nella testa di chi sta leggendo
Mischi ancora le cose, non riesci ad analizzare. Mi spiego:
Il personaggio che abbiamo in testa è il significato che abbiamo attribuito a quel personaggio attingendo all'opera di cui è protagonista. Al contrario, ciò che è nella tua testa, è il significato attribuito al personaggio del resoconto enciclopedico della trama di un'opera. È ovvio che tu avrai una visione estremamente parziale, di detto personaggio, e questo è il motivo per cui non viene tenuta in considerazione la tua opinione. Parliamo di due cose diverse. Il tuo personaggio Joker è il protagonista del resoconto di una trama. Il mio personaggio Joker è il protagonista di un film. Sono due personaggi diversi.
>E se capisci per bene l'ultima frase che ho appena scritto comprenderai tutti i nostri disaccordi sulla percezione
Non sono disaccordi. Io ti ho spiegato a grandi linee i rudimenti basilari di una disciplina molto complessa, correggendo le castronerie che hai scritto mentre cercavi di giustificare la tua pretesa di discutere di qualcosa che non hai visto. Potrei consolidare il mio discorso aprendo anche una parentesi sulla psicologia cognitiva, perché anche questa non ammette per decine di motivi che tu possa aver ricavato il senso del film da una pagina di wikipedia.
>imparate a riconoscere la sostanza
Dimostri ancora di non aver compreso.
La sostanza è il film.
La descrizione della sua trama è un'altra sostanza.
Buonanotte Anon, a domani.

 No.4034

>>4030
>>4032
Fermo fermo fermo. Cosa non hai capito di
>Pur essendo ambientato una 40ina(?) di anni fa, il film riesce a dare uno spaccato della politica postmoderna
Il film è ambientato nel 1981, 40 anni fa (e non è davvero importante 1981 o 1982 o se è per questo gli anni 80 in genere https://www.cinemablend.com/news/2480468/joker-director-todd-phillips-set-the-movie-in-the-80s-for-a-brilliant-reason). Ti ricordo che gli anni 70 sono iniziati 50 anni fa. Il tempo passa. Quindi ho azzeccato precisamente il periodo storico, non ho predatato un cazzo. Il film utilizza quella ambientazione per parlare della politica contemporanea. Ho individuato questo fatto prima di cercare delle interpretazioni che supportassero la mia opinione; ho trovato un commento del regista che conferma pienamente il mio punto di vista.
>Ah, e dato che sei il solito mongopepo contrarista dei vari thread che si fa il cazzetto duro a sollevare polveroni con tesi inani
Dopo la spergata, la proiezione. Tanto non mi leggerai.
>>4031
>>ha continuato a rispondere a un anon che ha beatamente ammesso di non aver visto il film e di non averne bisogno.
Ho visto il film e ammetto di non averne avuto il bisogno.

>>4033
>Buonanotte Anon, a domani.
A domani, così ci penso per davvero. Bacini VIVA IL DVCE

 No.4035

File: Negro Show.jpg (6,74 KB, 245x236)

>>4034
Porcodio è vero che siamo nel 2021
E niente mi cago in mano e mi prendo a schiaffi da solo per sta negrata.
CRISTO CHE NEGRO CHE SONO.
Per me il 1980 son 30 anni fa.
L'altra accusa resta valida però.

 No.4037

>>4015
>trickster
ma almeno usare la parola italiana? Troppo difficile per voi minorenni tiktoker?

 No.4038 SALVIA!

>>4037
che briccone, CHE BRICCONE!(warnato qui per tutto il thread: impara a capire quello che leggi e soprattutto a esprimerlo)

 No.4049

File: Conan Pertini.jpg (55,29 KB, 1000x680)

Abbiamo ricevuto più report per questo thread che in tutta /b/ nell'arco della settimana.

In tutto cuore, non possiamo bannare il demente alato che è spawnato qui, perché l'idiozia non è un crimine e soprattutto perché su alcune cose non sbaglia: i veri sapienti giudicano il libro dalla copertina. Io non ho bisogno di guardare l'ultimo film degli Avengers per capirlo, non ho bisogno di leggere Fabio Volo per sapere che è un romanzo da ombrellone.
Una delle cose più evidenti che il penetauro qui presente non comprende, però, è che c'è una grossa differenza fra il CAPIRE un testo e il poterne PARLARE. Lui chiaramente pensa di essere il solo ad aver letto Campbell e Vogler, quindi è scivolato nella puzzolente presunzione di dover avere un'opinione su tutto, meglio se frettolosa e raffazzonata - un esempio è la grossa confusione che fa tra "archetipi" e "ruoli narrativi", davvero amatoriale.
Quando poi condisce tutto ciò con la schifosa disonestà intellettuale del guardare il film a 2x solo per confermare il proprio bias, si manifesta come un cretino le cui opinioni valgono meno di zero.
Ma che vi aspettate da uno che non sa porre un distinguo fra esegesi ed esperienza?

L'alfiere della deficienza resta solo warnato perché ognuno ha diritto alle proprie opinioni, per quanto folli siano; ma siccome questa non è /b/, qualora egli dovesse continuare dimostrando di mancare anche del più banale senso di autocritica, sarà bannato perché ho appena deciso che l'idiozia è un crimine.
Aslutti.

 No.4050 SALVIA!

>>4049
i-inesistenti che e-esistono? non sono amusato

 No.4051 SALVIA!

File: praisethemod.jpg (80,86 KB, 1200x675)

>>4049
Praise the mod.

 No.4052

>>4049
Sono tornato merde!
>un esempio è la grossa confusione che fa tra "archetipi" e "ruoli narrativi"
Qui hai parecchia ragione, ma dovrei rileggermi per vedere se la "grossa" confusione ha causato "grossi" errori. Ma non mi pare siamo entrati spesso in merito lungo il filo.
>Ma che vi aspettate da uno che non sa porre un distinguo fra esegesi ed esperienza?
Sì e no. Ovvero: culturalmente c'è una differenza bella netta, ma considerando un flusso di informazioni astratto i confini sfumano parecchio - tutto è interpretazione, (quasi) nulla è percezione diretta all'interno di un ego tunnel. Non mi bannare signor presidente, non sto tirando la corda. Prima stavo solo facendo il briccone, ma era appropriato e tutti abbiamo imparato qualcosa, forse. E se mi banni perlomeno fai finire il ban prima di sabato alle 18 che non voglio perdermi il filo.

 No.4053

>>4052
Sono >>4033 e non mi hai risposto. Non so se ti/ci banneranno, o se il filo verrà cancellato. Ma gradirei da parte tua una risposta, grazie.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]