[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

 No.4898

La vita di Adele: qualcosa di sopravvalutato, oppure no?

 No.4900

Col senno di poi è un film che i tempi chiedevano di fare (tipo Lo straordinario mondo di Amelie e Nymphomaniac). Se non lo faceva lui e non era proprio la vita di Adele, lo avrebbe fatto qualcun altro che avrebbe fatto una cosa simile.

La realizzazione è buona. Se sei abituato alle storie di lesbiche, la trama è normale. Comunque è dimenticabile.

Un anon che ha letto il fumetto diceva che il fumetto è meglio.

 No.4901

>>4900
>un film che i tempi chiedevano di fare
Che tempi erano e cosa chiedevano?
Ricordo che nel periodo 2013-2016 sono usciti film come Hunger Games, i cinefumettioni, e varie serie TV come Game of Thrones.

 No.4902

>>4900
Io non ho visto il film ma il fumetto è carino, in generale il focus è sulla relazione e non sul sesso lesbo

 No.4903

realizzato bene e vale la pena una visione ma poi sticazzi e finisce nel dimenticatoio, non ha niente di originale a parte forse le esagerate scene di s e s s o

 No.4905

io semplicemente l'ho adorato. al di là della relazione lesbo che poteva far scalpore, il film è semplicemente viscerale, la regia, i movimenti macchina, ogni cosa è incentrata su adele e il suo approccio con il mondo. l'approccio di una persona che per la prima volta scopre cos'è l'amore, fino al punto di umiliare se stessa cercando di ricorrerlo.

 No.4906

Meh, mi ha ricordato un film italiano dove il protagonista scopa durante l'occupazione, una di quelle robe da giovini, ridicola.
Ma credo sia uno di quei film che si ricordano esclusivamente per le scene di sesso e per il resto sono mediocri, come "ultimo tango a parigi", "9 settimane e mezzo", etc. Sì ulltimo tango a parigi, sticazzi di brando e bertolucci, conta solo l'inculata.

 No.4907

>>4906
>il protagonista scopa durante l'occupazione, una di quelle robe da giovini
intenderai mica "come te nessuno mai" di muccino?

 No.4908

Film per adolescenti e froci come >>4905, film mediocre da rivendere alla borghesia annoiata come film scandaloso perché lolesbiche (nel 2013).
Sicuramente sopravvalutato.

 No.4909

Una storia semplice, di vita quotidiana, che però nel suo funziona, anche grazie (a mio avviso) alla bella interpretazione delle protagoniste (tenendo presente che l'ho guardato doppiato in italiano, perché il francese mi fa male alle uorechie).
Al contrario di molti credo che siano proprio le scene di sesso la pecca del film, durano davvero troppo, inoltre sono troppo esplicite; uno potrebbe dire che sono esplicite/rozze proprio per far capire quanto si trovino in sintonia a scopare, il che crea la dipendeza dal sesso che porta Adele a scoprasi Giggino quando il sesso viene a mancare perché la capellipazzi lavora troppo, anche se a mio avviso è più un escamotage del regista per accittivarsi l'attenzione del pubblico, ma comunque il problema maggiore rimane la durata di tali scene, se voglio guardare un porno mi scarico un porno.

Decisamente non il film di lesbicacce migliore tra quelli che ho visto, almeno per i miei gusti, però è una visione piacevole.

 No.4910

Se non fosse per la scena di sesso lesbo superflua e troppo lunga, non se lo inculava nessuno.

 No.4911

>>4907
Può essere

 No.4917

>>4910
direi a parte la scena di sesso il resto non se lo incula nessuno

 No.4921

Appena finito di vedere.

È un bel film che tratta il tema di una storia d'amore. Io ci ho visto solo questo.
Ha vinto pure la Palma d'Oro a Cannes e, nonostante io non abbia visto gli altri film in concorso, ho qualche perplessità sul definirlo il miglior film del festival.
Le scene di sesso non le ho capite, ma in linea di massima i francesi sono così.

Ripeto: è una pellicola interessante, ma non mi ha stupito.
Ma poi, scusate, ma la protagonista non doveva riavvolgere il tempo?

 No.5201

>>4898
Fa cagare. C'è quel patetismo drammatico e un po' nichilista alla francese che dà la nausea. Banale, oltretutto.

 No.5216

Di Kechiche dovete guardare Le graine et le mulet e Mektoub parte I. Il secondo è un mezzocapolavoro. In generale a quell'uomo piace la figa, ma non è granché a rappresentarla in veste di protagonista. E' un fenomeno a inquadrarla dal pov maschile, ed è un sincero arabo francese - che significa che sa rappresentare gli arabi francesi, ma i francesi puri no. Ho l'impressione che abbia fatto La vita di Adele per scopare e spero ci sia riuscito, se lo merita

 No.5220

>>5216
sto vedento mektoub, solo dio sa come ho fatto a non segarmi 8 volte nei primi 40 minuti

 No.5221

File: 3e0a490edf7a4af8d498181dee….jpg (111,62 KB, 1080x1350)

>>5220
Vai tranquillo, io a giorni alterni mi sego su di lei. Comunque poi fammi sapere cosa ne pensi del film

 No.5223

File: 125536434_4807336539306787….jpg (2,47 KB, 155x130)

>>5221
Bellissimo. Praticamente zero trama, mi ha incollato allo schermo per quasi 3h. Davvero quell'uomo legge nel pensiero le inquadrature più sporche possibili

Mai visto così tanta gnocca amicizia e bellezza contemporaneamente. In pratica l'opposto della mia vita. E' stato come guardare il signore degli anelli o un film della marvel

Figa "umanizzata" mai fine a se stessa, in un contesto vacanziero molto verosimile per la cultura libertina francese. In Italia non so quanto potrebbe essere realistica e ben accolta una sceneggiatura del genere ma sarebbe un idea interessante. Registafag famme sto film all'italiana

Non c'è un attore sotto il 9, già ho i paramentri sballati, mi sognerò la notte la culona pastora schifando il resto dell'umanità per qualche mese probabilmente.

Il paradiso estetico dei vitafag anni 90, l'ultima era pre-internet dove c'era sicuramente più libertà di troieggiare senza pensieri

 No.5224

>>5220
>>5221
>>5223
>mektoub
Ho visto i primi 20 minuti. Fotografia di merda, scrittura mediocre, non è cinema. Seriamente, ma come fate a guardare questa merda?

 No.5225

>>5224
è arrivato il professorone del dams. Sarai anche un esperto di tecnica ma la gente normale prova emozioni. L'evocazione alla libertà e alla spensieratezza di 20 giorni di vacanze da 19enne coi cugini al mare è riuscitissima

Sei uno di quelli che se non c'è un'introspezione e uno sviluppo di trama e personalità non è cinema. L'arte e la poesia sono un'altra cosa e te le conosci poco

Scommetto che anche "Selfie” non è cinema, girato coi cellulari trasmette più di tanti carrozzoni milionari completamente inutili

Fotografia di merda: cazzo di titanio per 3h di fila, commento bait palese

Unici difetti del film: zero ironia, un tunisino ubriaco è molto più molesto, non dico che finisce sempre a coltellate ma almeno una mezza rissa ogni tanto potevano mettercela. Non c'è mezzo episodio "negativo" per restare in un continuo mood "solare" un po' ebete adolescenziale

 No.5226 SALVIA!

>>5224
>fotografia di merda
Spiega
>scrittura mediocre
Spiega
>non è cinema
ahahahhahahaha

Porcodio che minorato

 No.5227 SALVIA!

Bel film per anon == mi tira il cazzo per 3 ore

 No.5228

>>5227
Non vedo errori. Poche altre opere ben costruite più o meno soft erotiche mi hanno intrattenuto con emozioni simili, ricordo malizia e peccato veniale di Samperi

 No.5231

>>5227
Beh, qui >>4909 >>4910 >>4921 viene parlato in modo negativo delle scene di sesso, ma continua comunque a pensare con le scorregge.

 No.5233

File: locandina.jpg (78,07 KB, 420x595)

>>5225
Non vi fate bruciare il culetto se qualcuno smonta il vostro filmetto da esordiente. E' normale e potreste addirittura imparare qualcosa.

>Sarai anche un esperto di tecnica ma la gente normale prova emozioni.

Il cinema è entrambe le cose. Togli una delle due e ti manca una gamba. Qui non si chiede Kubrick, ma una parvenza di grammatica del cinema.

>Sei uno di quelli che se non c'è un'introspezione e uno sviluppo di trama e personalità non è cinema.

Proietta altrove, non ho parlato di introspezione ma di film di merda.

>cazzo di titanio per 3h di fila, commento bait palese

Se il senso è avere il cazzo di titanio per tre ore, apri Pornhub e guardati DivinePorn.

>>5226
>spiega
Fotografia di merda significa: movimenti macchina goffi, fuochi in ritardo (se è un documentario sarebbe ok, ma non lo è), messa in scena ignobile (attori che si muovono random in una stanza), direzione della luce che non esiste (contate quante volte l'operatore della macchina da presa fa ombra sulle facce dei soggetti, mentre si muove)

Scrittura mediocre: tot minuti di riprese soft porno con inquadrature soft porno (che per definizione non è cinema), seguiti da altrettanti minuti di una sequenza interminabile di due che dicono battute a caso. Non nego che lei dia qualcosa in più per il personaggio, ma una scena di Beverly Hills è scritta meglio. E poi che cosa cazzo crei un lieve crescendo se poi non porta a nulla? Non è climax, né anticlimax, è una perdita di tempo.

Film di merda fatti probabilmente da un depravato che deve fare sequenze lunghe di sesso per mostrare di essere un figo o dare scandalo. Non si può fare il nome di Kechiche ed essere ricordato da tutti per la stessa cosa: quanto cazzo è lunga la scena di sesso.

Siccome vi voglio bene, porto almeno l'esempio positivo in pic, che è "Love" di Gaspar Noé. Famosissimo ormai, qui vedi proprio un cazzo che sborra e gente che scopa sul serio, ma scritto, raccontato e fotografato benissimo.

 No.5234 SALVIA!

Sono >>5227. Ho visto i primi 18 minuti di Mektoub e l'ho messo in pausa perché è una palla, però lei ha un bel culo. Domani lo riprendo. Se mi dite che è solo scopaggio, lo lascio anche perdere.

>>5233
Love è una porno-stronzatina per chi se la vuole tirare.

 No.5236

>>5234
Non è ovviamente solo scopaggio, forse l'altro anon parla di cazzoduro per 3h perché kechiche è bravo a rappresentare lo sguardo maschile, ma il softporn non c'entra nulla, e infatti ho detto come prima cosa che Adèle e Mektoub non sono confrontabili. Io di un anon che cita Love come esempio positivo non mi fiderei mai, e per altro conferma lui stesso di essere un minorato "spiegando" una sequela di stronzate che dimostrano che non ha idea di cosa sia il cinema e la verità cinematografica. Mektoub è un film sincero, Love è una pacchianata orribile con lol le lucine rosse e un uomo nudo che si abbraccia le gambe in una vasca. Ma di che parliamo porco dio

 No.5237

>>5234
>>5236
>ti chiedono di argomantare
>argomenti
>loro non contro-argomentano
Siete favolosi, ecco perché vi piace Mektoub.

 No.5241

File: cinemanon.png (217,9 KB, 1000x633)

>>5237
volevo usare questa, ma a questo giro sono dalla tua parte cinemanon

 No.5242 SALVIA!

>>5241
se quello è cinemanon io sono il buco del culo della ferragni e allora vi prego di fistarmi

 No.5243

>>5237
Con love ti sei smascherato hai la sensibilità di un macaco. Di quel film salvo solo la rappresentazione del club scambista che è raro vederlo al cinema. Per il resto è la storia di un coglione che si leva qualche fantasia per poi pentirsi. L ho chiuso, dimenticato e me ne sono visto un altro di seguito. Con mektoub sono 2 giorni che mi gira in testa e non ho voglia di guardare roba nuova pur avendo tempo. I tecnicismi li noti solo tu e gli altri 20 del corso di regia. Se un film funziona funziona indipendentemente dalla tecnica. (Entro certi limiti)

 No.5244

e poi la tecnica serve a enfatizzare parti di qualcosa che abbia trama, aumentando o abbassando il ritmo. Qui non c'è trama sono i classici vitafag che pensano ad accoppiarsi e divertirsi senza fare nulla di eccezionale. Si avvicina molto a un documentario

 No.5245

>>5244
>>5243
Che poi non voglio fare il guastafeste, ma la regia di Mektoub è davvero valida. Io di fotografia non me ne intendo e sto zitto, ma la scena che parte a 1.25 di embed relato ha dei tempi micidiali e si vede che c'è stata una preparazione incredibile del ritmo con il montatore. Adesso dico una cosa orrenda che farà impazzire il damsanon, ma Kechiche in Mektoub ricorda Rohmer e porcodio se lo ricorda bene. Pochi autori oggi sanno gestire gli attori con questa semplicità. E per tornare al discorso della competenza della regia, sempre in quella scena della chiacchierata tra i due, dà davvero la sensazione del tempo reale che scorre. Ho ancora vividissima la breve sequenza dell'apertura delle birre. E quello mi parla di Love dio cristo, il film più patetico di Noé. Ma vaffanculo alle argomentazioni, a che serve parlare coi pretenziosi come te?

 No.5247

>>5245
>Love
Oltre a gusti di merda, noto che non sappiamo neanche leggere. Se il senso del vostro guardare i film è cercare l'erotismo per tenerlo duro 3 ore, vi consigliavo "Love" come film erotico, non come film della vita. Un film dove scene esplicite diventano erotiche, mentre in Merdoub scene erotiche diventano porno di quart'ordine. Che poi Love sia scritto e diretto ottomila volte meglio di Merdoub, è un'altra constatazione che preferite ignorare.

>la scena che parte a 1.25

>tempi micidiali
>preparazione incredibile del ritmo
>il montatore
LOLLINO. La scena che citi è proprio quella che mi ha fatto droppare il film dopo i primi venti minuti. La preparazione incredibbbile si traduce in uno scavalcamento di campo dopo dieci secondi DIECI di scena. Porcodio: dieci secondi. E a seguire: fuochi sbagliati, movimenti goffi e messa in scena ridicola. Il montatore lì ha fatto dei miracoli per montare quella scena di merda, e lo noti dai microstacchi di inquadratura sullo stesso soggetto. Porcodio non parlate di tecnicismi e fotografia, che qui veramente cascate malissimo.
Aggiungete un dialogo che non c'è, perché sono due personaggi che non sanno cosa dirsi, l'imbarazzo che si vede è proprio quello degli attori che non sanno cosa fare.

>Kechiche in Mektoub ricorda Rohmer e porcodio se lo ricorda bene.

Io mattissimo. Ma taccio altrimenti prendo il ban.

Vi è piaciuto il film? Ve l'ha fatto venire duro? Stabbene, ma rimanete al principio "EHI a me è piaciuto", senza elevare roba stupida a cinema.
Non rispondo più, giuro, dite ciò che volete.

 No.5248

>>5247
Il problema è che Mektoub non è un film erotico dio santo, non c'entra proprio niente, non capisco come ti permetti di dirlo avendo visto letteralmente 20 minuti di film

>messa in scena ridicola

AHAHAHHAHSAHAHAHAHAHHAHSAHASHA vabbè ma allora non hai idea di quel che dici, ci sta, non avevo capito fossi COSI' scemo, tu devi essere davvero uno appena uscito dalla Holden. Poi con sta storiaccia dei fuochi dio porcane, ma cosa stai dicendo? La storia del cinema postmoderno è giocata sulla perdita del fuoco, da Cassavetes a Mekas. E no, non sto confrotando lolkechiche con sti due mostri, sto dicendo che rompere i coglioni sui fuochi significa proprio non sapere quel che si dice, o essere talmente tradizionalisti da credere che l'unico cinema sano sia quello hollywoodiano. Il confronto con Rohmer invece lo porto avanti volentieri, ma non con te perché che cazzo ne parliamo a fare se hai visto 20 minuti? Il protagonista di Mektoub ha più di una somiglianza col protagonista di Conte d'ete, ma vabbè, dai, se non ti interessa parlarne davvero non serve nemmeno che proviamo a capirci. Buon dams



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]