[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/cul/ - Cultura

/film/ + /lit/ + /scr/ e roba pretenziosa
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: Bohemian_Rhapsody_film.jpg (195,08 KB, 810x1223)

 No.7372

Ieri ho visto questa cacata di film.
Malek è bravissimo, lui l'oscar se l'è meritato.
MA:
- Porca puttana ladra, è un film per ritardati? La sceneggiatura sembra fatta aprendo la pagina wikipedia e scrivendo 5 minuti per ogni paragrafetto. È tutto talmente didascalico da NON AVERE NARRAZIONE, "hey qui bisogna raccontare di quando hanno firmato il contratto, facciamo una scena dove si vede che firmano il contratto. E poi lì quando ha quel periodo che si droga in casa, facciamo una scena dove si vede che si droga in casa." cioè cazzo ma mi prendete per il culo? Ma che è, un film o uno spezzone di telegiornale? Ho visto centinaia di documentari con linee narrative più interessanti di questo film di merda. E i dialoghi lo stesso, Freddie parla solo per aforismi, non c'è mai una frase normale o verosimile, questo ti porta a non empatizzare per un cazzo.
- L'oscar per il montaggio? Con quei tagli banalissimi e quelle cazzo di scritte fatte male che dovrebbero essere fatte male apposta ma che sono fatte male anche per essere fatte male apposta?
- I denti a Malek glieli hanno fatti troppo grossi, è troppo macchiettistico e quando parla gli guardi solo i denti.

Verso la fine è un po' meglio, quasi passabile, ma la prima ora è imbarazzante.
Quattro cazzo di oscar, ma vaffanculo.

 No.7373

era frocio, per questo ha preso gli oscar

 No.7374

Non guardo più biopic. Ho realizzato che sono una perdita di tempo.

 No.7375

>>7374
Idem, inoltre fregauncazzo delle vite dei cantanti, sono tra le categorie più sopravvalutate del panorama culturale.

 No.7379

Concordo quasi su tutto, a parte sui denti, Freddie Mercury aveva davvero dei denti da cavallo così spropositati, però a differenza di Malek era un frocione con uno scheletro più robusto, mentre l'attore è piccino, quindi magari i denti risaltano di più.

La cosa che mi fa incazzare è che Malek ha davvero avuto una perfomance eccezionale, se la sceneggiatura gli avesse saputo rendere un minimo giustizia sarebbe stato un filmone.

 No.7380

Io ho un grosso problema con Malek. Quando vedevo spezzoni del film non riuscivo a togliermi dalla testa fosse un episodio di Mr. Robot con Elliot con un attacco di schizofrenia.

 No.7381

boh a me è piaciuto, l'ho usato per immergermi nei 70's e ha funzionato

 No.7382

mi ricordo che il tizio di Borat doveva fare la parte ma poi ha rinunciato per la sceneggiatura troppo moscia

 No.7383

Non dimentichiamoci che è un biopic
>>7382
Sì e anche perché i Queen rimasti in vita volevano il film su di loro ma ovviamente è un film Mercury-centrico, come è giusto che sia

 No.7386

>>7382

L'avevo saputo anche io, ma sapevo che il motivo era che parte dei produttori si erano opposti pensando che il film sarebbe risultato meno "serio" mettendoci borat dentro. E secondo me il buon Baron Cohen ha fatto due calcoli e ha capito di non poter reggere un film del genere, è un cazzone per quanto gli voglia bene, è come mettere l'attore che faceva Stiffler in American pie a fare il biopic su Lincoln

 No.7387

Film carino e documentaristico soprattutto riguardo la parte iniziale, capisco le critiche mosse da OP, però la parte finale con il concerto del Live Aid è stata talmente bella e coinvolgente che salva l'intero film. Quando andai a vederlo al cinema c'era gente con gli accendini in mano durante We Are the Champions, lel. Un bel momento

 No.7388

Diciamo che come film alla fine non è malek

 No.7389

File: new-emoji-2020-01.jpg (34,5 KB, 1600x1067)


 No.7390 SALVIA!

>>7388
Mi vergogno di aver lollato irl.

 No.7401

>>7387
No dai carino no. Non c'è una scrittura, è una serie di scene tenute insieme dal nulla, dialoghi ridicoli e zero introspezione nel personaggio, che alla fine del film risulta comunque un estraneo.
È chiaro che il live aid è una figata, ma è la letterale trasposizione di ciò che puoi trovare su youtube mille volte meglio.
In confronto il film di Stone sui Doors è un capolavoro.

 No.7412

>Elliott che ha attacchi di schizofrenia e pensa di essere Freddie Mercury, Lyutsifer Safin, e quant'altro

 No.7462

L'ho appena visto su RaiPlay (come presumo anche OP abbia fatto).
La scena della performance al Live Aid è fatta benissimo, devo dire, ottime le varie inquadrature per tutta la sua durata. D'altronde poi è la scena madre dell'intero film, a cui lo spettatore pregusta già dalla piccola anticipazione all'inizio, quindi ha senso.
Poi per il resto ho capito di nuovo perché detesto le biopic dove devono far apparire forzosamente il protagonista come un visionario vincente sempre avanti con i tempi. Il protagonista viene mostrato mentre fa una dichiarazione audace, il personaggio secondario gli risponde che non avverrà mai, mentre poi in realtà viene smentito dai fatti. Stesso motivo per cui le biopic su Zuckerberg o Steve Jobs mi hanno suscitato un'antipatia della madonna. Non ne so niente dei Queen, ma mi viene voglia di sapere quanto ci sia di storicamente vero nei pochi dialoghi all'interno.
Poi, parlando in generale per tutto il genere, mi domando quando avremouna biopic dove il protagonista non sembra una caricatura del personaggio a cui si vuol rendere omaggio.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]