[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]

/hd/ - Help Desk

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 1503442438048.jpg (222,47 KB, 512x600)

 No.46533

Sono di ritorno, avevo aperto un thread sulla vecchia /hd/ https://old.diochan.com/hd/res/46308.html
Alla fine sono uscito con 82/100, ITIS a indirizzo informatico. Su consiglio di un amico ho mandato il CV a una troia del posto dove lavora (HR presumo?) e oggi ha fatto una specie di colloquio di gruppo con me e altre due tipe, di cui una con una laurea e un master. Tutto questo per un lavoro da callcenter, dio cane e dio bastardo. Per tutta la durata del colloquio ho pensato che volevo aprirmi il braccio con una lametta. La puttana che continuava a parlare come se fosse un lavoro straordinariamente complesso e bello, l'altra zoccola che vuole lavorare in un call center con un master (dio cane ma allora non è un meme!), e io che continuavo a chiedermi a che cazzo di punto ho ritenuto accettabile fare un colloquio per sta roba. In tutto questo ho a malapena spiccicato parola e non sono riuscito a nascondere espressioni di evidente disgusto e ad una certa ho tirato fuori la tastiera in religioso silenzio per scrivere al suddetto amico che è un coglione.
Ora, preso atto del mio totale autismo e del fatto che le relazioni sociali di qualunque tipo mi creano o disgusto o imbarazzo estremo, che queste troiate false fino al midollo mi fanno venire voglia di vomitare mentre penzolo dal soffitto, che dovrei fare nella vita? Non posso nemmeno aprirmi una partita IVA e fare il freelancer facendo siti web o cazzate simili perché la mafietta degli Ordini arriva fino ai periti e dovrei farmi 18 mesi di apprendistato gratuito prima di entrare.

 No.46534

>aprirmi una partita IVA e fare il freelancer facendo siti web o cazzate simili
prima ti dovresti trovare i clienti
non è che apri la partita iva e i clienti spuntano fuori come funghi

 No.46535

>>46534
Non c'è dubbio, ma la tattica degli indiani di lavorare quasi gratis finché non raggiungono un numero tale di review su fiverr e roba simile da poter lavorare per davvero non sarebbe impraticabile, se per assurdo togliessimo l'Ordine dall'equazione.

 No.46540

Vai a fare ingegneria in qualche università al nord, se vuoi mantenere l'indirizzo informatico vai a fare ingegneria informatica, se no ingegneria gestionale

 No.46542

> dovrei farmi 18 mesi di apprendistato gratuito prima di entrare.
Eeh capirai che sacrificio. Credevi davvero di lavorare post diploma? Secondo Le statistiche si lavora stabilmente dai 6 ai 8 anni post diploma. O ti fai dei corsi di formazione o fai l’uni. Altrimenti il massimo che potrai aspirare è io call center o riparatore pc in qualche negozietto polveroso. Si lavora con le qualifiche e con i contatti sociali. Benvenuto nel mondo dei grandi.

 No.46554 SALVIA!

Minchia pure io ho fatto un ITIS a indirizzo informatico, pure io pensavo di uscire con 70 o giù di lì e pure io ho preso 82/100 lol.
Peró non sono terrone, fortunatamente.

 No.46668

Bumpete. Concorso per posti comunali di un paesino terrone nella mia regione, ne vale la pena o parteciperanno in migliaia ed è meglio lasciare definitivamente perdere per buttarmi sull'apprendistato?

 No.46669

>>46535
io mi ero offerto di lavorare gratis su freelancer ma comunque non mi davano i lavori lmao

 No.46670

>>46668
fai tutto

 No.46848

Sono di ritorno, di nuovo. Onde evitare di diventare anon NEET 35enne a casa con mammà che shitposta su diociàn, ho deciso di iscrivermi a Informatica (non ingegneria). Mi sfugge quali siano le discriminanti per scegliere l'università, o se ne esistano at all. Ora come ora la sceglierei praticamente solo considerando la città. Anon che è sicuramente più navigato nelle cose del mondo che mi dice?

 No.46853

File: fat-man-at-computer.jpg (15,16 KB, 250x223)

>>46848
Anon laureato in ingegneria e scienze informatiche qui. Qualche consiglio secondo la mia esperienza.
1) Intanto buona scelta. Se la magistrale in informatica talvolta può essere un di più, una triennale serve a darti una base migliore delle superiori e spesso in diverse assunzioni è una discriminante fondamentale, anche se poi non servirà nello specifico.
2) Pensa a cosa ti piace. Perché scegli di fare informatica? Cosa ti interessa di più? La programmazione ok, ma di qualche linguaggio in particolare? La matematica? L'automazione? Altro? Fatti questa domanda per schiarirti le idee e capire su quale versante più o meno vorresti indirizzarti. Bonus: ogni tanto negli anni pensaci, in quasi tutti i colloqui di lavoro che ho fatto mi hanno chiesto perché ho scelto di studiare informatica e cosa mi piace dell'informatica.
3) Sulla base delle risposte che ti sei dato vai sui siti delle varie università e confronta i programmi delle lauree triennali. Molti esami saranno simili (credo nella stragrande maggioranza delle lauree ti ritroverai Analisi, Fisica, Algebra lineare, linguaggio imperativo (C), linguaggio a oggetti (Java), basi di dati (SQL) e altri ancora che sono un po' il fondamento di tutto. Salvo rari casi le triennali in Italia sono studiate per dare un base su un po' di tutto, puntando sulla specializzazione eventualmente alla magistrale. Qua il consiglio è guardare quali sono gli esami che cambiano, se c'è qualcosa che ti piace o ti incuriosisce particolarmente. Oppure allo stesso modo se c'è qualcosa che odi particolarmente vedi se puoi evitarlo. In generale più le materie ti piacciono più semplice sarà studiare e arrivare alla fine con una media decente.
4) Valuta dapprima l'università che hai vicino e poi eventualmente quelle più distanti. Se una di quelle distanti ti piace di più valuta se riesci a fare il pendolare o devi fare il fuori sede. Tieni presente che fare il fuori sede costa. Salvo magari paesini in mona l'orso spenderai almeno almeno 250 euro di affitto più cibo più biglietti di ritorno a casa ogni tanto più varie ed eventuali. Magari riesci ad avere una borsa di studio perché i tuoi sono povri (dato il tuo punteggio di maturità escludo la borsa di merito). Per questo direi di valutare il fuori sede solo se riesci a starci dentro e sia tu che i tuoi siete veramente convinti.
5) Valuta il nome dell'università. Non dico necessariamente una grande università del nord, ma non prendere una di quelle università che hanno una palese nomea di fare schifo al cazzo, tipo la Kore di Enna per dirne una. Questo a meno che tu non voglia solamente un pezzo di carta in mano, ma a quel punto tanto vale laurearsi con una telematica.
6) Quando inizierai, supponendo che frequenterai normalmente, trovati subito un gruppo di studio o comunque delle persone con cui legare e che ti aiutino a prendere appunti e studiare insieme. Così risparmierai un sacco di fatica, un sacco di errori e sarai più motivato nel percorso.

Questo è quello che mi sento di dirti ora come ora, se hai altre domande chiedi pure.

 No.46854

Metti il curriculum sul sito di trenitalia che siamo a corto a di personale e assumono sia capitreno che macchinisti, ciao

 No.46856

1. Individua cosa ti piacerebbe fare
2. Fallo all'estero

 No.46862

>>46856
Ma anche ora con questi tempi?

 No.46863

>>46862
Questi tempi cosa? Se le frontiere non sono chiuse è una buona idea.

 No.46866

>>46863
Cazzo ne so c'è tipo recessione mondiale e sangue e morte e distruzione ovunque.

 No.46867

>>46866
>informatico
>è successa l'unica roba che poteva avvantaggiare ancora di più le aziende diggitali
>Ma anche ora con questi tempi?
Sì porco dio.

 No.46868

Allora OP, ho letto anche il tuo thread dillà, e ho un paio di considerazioni. La seconda parte del post l'ho scritta PRIMA di leggere che ti vuoi iscrivere ad Ingegneria, tienila comunque a mente.
>colloquio di lavoro
I colloqui sono un'arte che affinerai per il resto della tua vita. Vai sempre almeno in camicia, sii presentabile e spigliato e capisci se stai parlando con subumani o meno. Le HR sono uno dei mali del mondo ma imparerai a conviverci

>università

>come scelgo dove iscrivermi?
Valuta tu anon, se hai qualche specializzazione o futuro lavoro in mente cerca su google i vari ranking universitari e valuta quale università possa fare al caso tuo. Magari guarda anche i docenti e se c'è qualche personalità del campo che tiene qualche corso etc.
>>46853 ti ha dato un'ottima risposta che sottoscrivo punto per punto.

Appurato che ti vuoi iscrivere in una università, ti ricordo che puoi chiedere al momento dell'iscrizione la borsa di studio (anche per il reddito se hai l'isee abbastanza basso) o comunque un contributo per i fuorisede. Il sito dell'università dovrebbe rimandarti ad un ente preposto parallelo, prova a fare domanda lì e stai attento alle deadlines. Fare l'università costicchia, soprattutto se devi vivere in un'altra città, valuta tu quanti soldi possono permettersi i tuoi.

>lavoro

Tu vuoi lavorare solo per scappare da quel buco senza prospettive che è la tua casa, o è una necessità (devi contribuire alle spese familiari, hai debiti, vuoi indipendenza etc)?

>Come trovo un lavoro?

Inanzitutto se vuoi lavorare vai in un Centro per l'Impiego della tua regione e compila una DID (Dichiarazione di Immediata Disponibilità), in questo modo hanno il tuo nominativo e hai snellito una pratica burocratica che un potenziale datore di lavoro potrebbe schiederti
Fatto questo, Linkedin è principalmente usato da e per gente con almeno 2-3 anni di esperienza, non per neodiplomati. Non farci affidamento per adesso, ma comunque iscriviti e cerca di commentare e rebloggare post interessanti, prima riesci a crearti un profilo concreto e credibilemeglio è, e nei gruppi di discussione ci sono spunti interessanti.
Se vuoi cercare lavoro online usa Infojob e iscriviti sui portali GiGroup e Adecco.

>Estero

Non sbagliano gi altri anon a dirti di guardare anche l'estero, ma ho un paio di obiezioni.
1- non hai esperienza, e rischi di finire a fare il cameriere a l'hondon o Brelino per 6 mesi cercando un lavoro migliore finchè non decidi che o torni a casa o diventi un'eroe. Puoi usare i portali online tipo Moster per cercare lavoro prima dipartire, ma non è detto che ti caghino.
2- se ci dovesse essere un nuovo lockdown, rischi di trovarti bloccato in una nazione straniera a pagare affitti cercando lavori che non puoi trovare perché anche loro hanno bloccato tutto. Ok che cercano gente che sappia digitalizzare, ma tu sei appena diplomato e rischi di non essere appetibile, l'unico lavoro che potrebbero farti fare è il customer service in lingua.

 No.46880

Dó anche io il mio contributo:
OP potresti provare boh ad entrare in qualche scuola come personale ATA extraordinario per via del Covid.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / hd / 420 ] [ v / aff / cul / pol / ck ]