[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/hd/ - Help Desk

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: C_Lombroso.jpg (236,4 KB, 1128x1506)

 No.49784

Medifag, Psichiatrafag e Psichiatriafag

Anon, la pandemia mi ha messo veramente alle strette. Sto pensando di entrare nel meme della psichiatria. Ho rotto con gf, non ho rapporti con nessuno da mese, ritmi sballati e tanta merda dentro. Ho paura di confrontarmi con uno psichiatra, non l'ho mai fatto prima, ma vorrei sinceramente ricevere un aiuto farmacologico perché sento di non essere più autosufficiente e capace di gestirmi anche su cose stupide.
La mia domanda è: che via seguo e come scelgo qualcuno? Non ho voglia di farmi indirizzare dal medico di base al suo amico di turno, né di dirgli i cazzi miei. Ho visto i centri di salute mentale, ma quel pubblico mi sembra tutto pressappochista e una merda. Online ho trovato uno che mi sembra bravo, ma viaggiamo sui 150-200 euro a visita. Con che frequenze dovrei sostenerle e quante nel tempo? Magari nel pubblico mi costerebbe un decimo, ma non so poi chi mi trovo davanti e che fine devo fare.
Grazie per qualsiasi spunto medifag, credo in te.

 No.49785

>ma viaggiamo sui 150-200 euro a visita.
MA CHE OOH!
Io mi sto facendo seguire online da uno di roma e si viaggia sul settantello.

tl;dr:
- l'aiuto farmacologico è un caso estremo; davvero spesso è tutta autosuggestione.
- non conoscendo nessuno devi andare a "prova"
- le prime sedute sono esplorative e puoi salvare lo "stato" come fosse un vidya quando cambi terapista e caricarlo con il terapista successivo spiegando che è successo
- se vai troppo avanti non puoi più fare questo giochino poiché la parte con info importanti non sei tu ma il terapista
- devi cercare, nella fase esplorativa, di minimizzare tempo e soldi "investiti", perché in questo caso non sono mai "persi".
- psichiatra e psicologo, in fase esplorativa, sono indifferenti se non per una differenza di prezzo da 10 a 30 euri a seduta (lo psichiatra costa di più, è come noleggiare un audi invece che una fiat, anche se poi non la stiri)

Per massimizzare tempo e risorse, ti devi fare tre-quattro domande importanti.

Perché ci vado?
Devi arrivare dal terapista con una domanda o un problema chiaro. Dire "oooh, come mi sento depresso, mi dica dottore, è la minore età?" è MOOOLTO diverso da "ho attacchi di panico in cui tutto diventa buio e mi ritrovo in un nuraghe circondato da caproni che me la vogliono far pagare per tutte le volte che gli ho scopato mogli e figlie".
Devi avere un problema preciso: "non dormo da quattro giorni", "ho detto a mia madre che è una lurida puttana, al telefono fisso di casa, anche se quella casa non ha la linea telefonica dal 2008" o cose così.
Più tu sei generico, più tempo si perde ad identificare il problema.
Tempo perso vuol dire: porzione di seduta sprecata; percentuale del settantello convertito in monetine e tirati ad un barbone.

Dove vado:
Questa è una bella domanda e la risposta è piuttosto merdosa: devi andare a prova, come le angurie.
Col covid e le videoconferenze il problema spazio è annullato.
Rimane il problema "tempo".
Chiedi a più persone e vedi quando sono disponibili e regolati di conseguenza.
COMINCIA col medico di base ricordandoti che il fatto che credi che "i cazzi tuoi" siano alla mercè del pubblico ludibrio se ne parli con un terapista è, in effetti, uno dei problemi seri con cui iniziare la terapia.
Cosa importante: se uno è troppo libero c'è qualche problema (troppo poca esperienza? servizio di merda) ma anche se uno è troppo occupato c'è un problema (pressappochismo e stress da superlavoro). Questo ragionamento si applica pure al CIM. Per quanto riguarda il CIM, non ti dico di metterti nelle loro mani, ma se hai la possibilità di andarci gratis una volta e farti una mezza idea, FALLO SUBITO.

Quando vado.
Questo proprio dipende dalla terapia.
Non esistono regole. Se ti senti male puoi chiedere di sentirti col terapista pure più volte a settimana (pagando?).

Costo.
Il tariffario sarebbe intorno ai 50 euri per lo psicologo e intorno ai 70 per lo psichiatra, a seduta, cioè all'ora.
Il rabbino che è in me ha storto il suo lungo naso e ha fatto mooolte storie per 'sta cosa ma ti assicuro che sono soldi ben spesi, come un "investimento".
Non ho nemmeno provato a farlo nel pubblico per ragioni mie "logistiche" e non ti saprei dire.

Se mi viene in mente qulche altra cosa te la scrivo e se hai domande ulteriori scrivi pure qui.
Kek non ho nemmeno riletto il post.

 No.49786 SALVIA!

>>49785
Lollo al settantello di ordinanza, come le troie

 No.49787 SALVIA!

>>49786
/b/ e di là.
Non ti scordare le medicine, visto che siamo in tema.

 No.49788

>>49785
Grazie anon, apprezzo davvero molto.

Allora dallo psicologo ci sono giù stato, mai invece dallo psichiatra. Ritengo nel mio caso sia utile l'aiuto psichiatrico piuttosto che psicologico, perché io so anche come dovrei agire e cosa fare, ma semplicemente non ne ho le energie.

Al CIM già stato per lo psicologo precedente, preferirei evitare perché ho visto solo degrado e pochi fondi, non è detto nemmeno mi prendano in carico. E soprattutto preferisco evitare di perdere tempo in un processo totalmente randomico.

Tu dove hai trovato gli psichiatri? Per passaparola? I prezzi che ti dicevo sono orientativi rispetto a quello che io ho visto su miodottore.it Per me il costo dipende molto dalla frequenza. Se vedo lo psichiatra una volta al mese, per me non è un problema enorme dargli anche cifre più elevate se non vado dallo psicologo. Desidero solo che lo psichiatra sia molto bravo.

Tu in genere ogni quanto vai dallo psichiatra per il controllo? Ogni mese?

 No.49789

Anon, ci sono delle cose nel tuo discorso che mi insospettiscono grandemente.
>Ritengo nel mio caso sia utile l'aiuto psichiatrico piuttosto che psicologico, perché io so anche come dovrei agire e cosa fare, ma semplicemente non ne ho le energie.
Non pensi che sia meglio lasciar decidere ad un professionista?
>Tu in genere ogni quanto vai dallo psichiatra per il controllo? Ogni mese?
Non è un "controllo", è una terapia che si dipana nel tempo per permettere ad essa stessa di essere compresa e sedimentare.

Inoltre
>E soprattutto preferisco evitare di perdere tempo in un processo totalmente randomico.
A meno che tu non vada a colpo sicuro o che abbia qualche grosso sgravo, credo che all'inizio il randomico sia un passaggio obbligato. Quello che puoi fare è ridurre la possibilità di perdere tempo scartando possibilità fallate in partenza.

>Tu dove hai trovato gli psichiatri? Per passaparola?

In pratica si.

> I prezzi che ti dicevo sono orientativi rispetto a quello che io ho visto su miodottore.it

Ma 'ndo cristo li vedi sti prezzi che ho cercato psicoterapeuta a roma centro e mi oscilla tra 50 e 80 euri a seduta?
Col covid e le videoconferenze è perfettamente inutile limitarsi alle zone limitrofe alla propria residenza. È pure inutile che ti prendi il megadottore a 200 euro a seduta.
Fai una cosa, visto che sai più o meno di cosa si tratta filtra per quelli specializzati nella roba tua.
Buh, comincia da qui.
https://www.miodottore.it/cerca?q=psicoterapeuta&loc=Cesena%2C%20FC&filters%5Bspecializations%5D%5B%5D=22

> Per me il costo dipende molto dalla frequenza.

È una visita, si paga a orario. Al massimo puoi chiedere di inanellare più ore in una seduta, ma secondo me è inutile in quanto devi lasciarti tempo per assimilare tra una settimana e l'altra.
Puoi chiedere incontri extra, in ogni caso, ma dubito te li facciano al CIM.

Personalmente "vado" una volta a settimana.

 No.49790

>>49789
Extra:

Vuoi pagare poco?
Dove costa di meno la vita e quindi i prezzi delle prestazioni sono più bassi?

https://www.miodottore.it/cerca?q=Psicoterapeuta&loc=Messina%2C%20ME&filters%5Bspecializations%5D%5B%5D=22

 No.49791

Io so che esistono progetti di psicologia a prezzi popolari tipo questo: https://www.psicoterapia-aperta.it/ ma non lo conosco bene, quindi infornati
>>49787
e tu calma quelle tettine che avevo salviato apposta per non disturbare

 No.49792

>>49791
Buon link, molto interessante.
In ogni caso, scusa. Col clima di paranoia che c'è da queste parti potrai capire le mie motivazioni.

 No.49794

>>49789
>Cesena
Grazie per aver fatto capire che trolli.

 No.49795

>>49794
Non trollo, è un uso intelligente dei memas.

 No.49796

>>49789
Anon continuo a ringraziarti di cuore, ma temo tu non abbia capito un punto fondamentale. Io non voglio cercare uno psicoterapeuta, che comunque saprei già anche come rimediare. Io cerco uno psichiatra, un medico che possa darmi farmaci. Non mi interessa nulla di un laureato in psicologia in questo momento.

Per questo ti dicevo della frequenza, mi sembra strano pensare di vedere uno psichiatra una volta a settimana, visto che i farmaci impiegano mesi solo a fare effetto. Poi se il tuo psichiatra ti fa anche da psicoterapeuta, il discorso è diverso. Cerca da te visita psichiatrica a Roma o a Milano e vedrai che i prezzi sono quelli che ti dicevo, psichiatrica non psicoterapia.

 No.49797

>>49796
Perdonami ma non credo di avere capito il problema.

Io sono stato da tutti e due e quello che ti posso dire è che non è che tu vai dallo psichiatra, ci parli per dieci minuti e ti prescrive il tramadol su una ricetta rinnovabile senza una fine.
C'è sempre un percorso di psicoterapia da fare.
Di solito, almeno da quello che so io, anche se vai dal non-medico, quando quest'ultimo si accorge che hai bisogno delle pilloline allora ti gira al collega.

Nel caso di andare direttamente da uno psichiatra funziona che hai una prima visita che costa di più (sui 100) e poi le sessioni successive a 70-80, e questo facendo riferimento qui:
https://www.miodottore.it/cerca?q=Psichiatra&loc=Roma%2C%20RM&filters%5Bspecializations%5D%5B%5D=24
>prima visita psichiatrica
E c'è qualcuno che la fa pure a 80 sacchi.

 No.49798

>>49797
non lui.
La prassi è: psichiatra. Se non basta lo psicologo. Se non basta ti indica uno psichiatra/neurologo che ti prescrivere le paste. Dopodiché continui le paste e la psicoterapia con lo psicologo

 No.49799

>>49798
è un typo per cui volevi scrivere psicologo -> psichiatra -> neurologo -> di nuovo psicologo ma sotto paste (tu, non lui) oppure cosa?
Non mi convince psichiatra -> psicologo -> neurologo -> psicologo ma sotto paste (tu, non lui).
Sei tu sotto paste adesso?

 No.49800

>>49799
Ho invertito.
Te a disagio - > psicologo
Se risolvi stop se no
Te a disagio sotto percorso psicologico - > psichiatra/neurologo - > te sotto paste che continua anche il percorso psicologico

 No.49801

>>49800
a senso
Come rispondere allora ad OP?
Se ha già un pregresso gli conviene andare direttamente dal medico e fare psicoterapia con lui in maniera da accelerare l'eventuale ma evitabile ricorso alle paste?
La differenza di prezzo è minima se puoi fare geoarbitraggio.

 No.49802

>>49801
io non parlerei di paste a cuor leggero. Magari basta un aiuto psicologico.

 No.49803

Medifag qui.
Vai al CIM/CSM della tua zona e non farti giudeare dai privati, sia psichiatri che psicologi, che hanno tutto l'interesse a tenerti il più a lungo possibile come cliente i primi con le psicopaste che ti mascherano i sintomi senza risovere la causa, ed i secondi con l'instaurarsi di una situazione di transfert cronico anziché risolverti i problemi in qualità di paziente nel volgere del tempo necessario e mandarti per la tua strada rimesso in sesto.
Se non ti trovi bene con la coppia psichiatra+psicologo che ti affibbiano al primo giro parlane tranquillamente, ovviamente argomentando senza delirare, che te li cambiano uno o entrambi magari devi saltare un paio di appuntamenti ma visto che ti ci porti tua sponte saranno disponibili.
Certo, devi vivere a Nord della Linea Gustav almeno, se sei terrone RIP.

La componente farmacologica come detto sopra è un ottimo ausilio ma non ascoltare >>49785 che ne parla come se fosse un capriccio. Se fatta bene, serve, aiuta molto a raggiungere uno stato mentale stabile e soprattutto accorcia enormemente i tempi.

>Devi arrivare dal terapista con una domanda o un problema chiaro.

Qui invece ha ragione l'altro anon ma non devi neanche rendere tale quesito troppo barocco overthinkandolo.

>>49788
>Già stato al CIM
>Degrado
Dimmi la provincia che ti indirizzo da quello messo meno peggio. Calcola che poi il degrado molto spesso è dato dai frequentatori che son tutti messi male, usualmente a parte la cronica mancanza di fondi e personale non sono degli stronzi come in altre specialità, non fosse altro che è un lavoro veramente pesante e con un indice di soddifazione veramente basso.
Ah, il solo psicologo non serve a una sega a meno tu non abbia problemi da donnette mestruate o da scemo con una visione bidimensionale dell'esistenza.
E no, se vai dallo psichiatra ti "serve" anche lo psicologo che ti veda più di frequente.

>>49798
>>49799
>>49800
Errore da non insider, si va al CIM e ci si fa indirizzare dallo specialista dei matti, costo totale 18-36€ a seconda del reddito e della regione.

 No.49806

>>49797
Anon cerco di spiegarmi meglio, penso di avere sufficiente esperienza e cultura psicologica per capire che a me serve un sostegno psichiatrico e non psicologico. Che poi possa creare una sinergia e che possa essere un qualcosa di generalmente positivo non lo nego, ma io non ho bisogno principalmente di chiarirmi, ho già una visione chiara delle mie problematiche. Ho bisogno di sostegno farmacologico per agire nella direzione che so, perché altrimenti non lo faccio. Banalmente, faccio un esempio che può o non può interessarmi, se soffri di depressione maggiore puoi andare dalla psicologa di Cesena quanto vuoi a farti ristrutturazioni cognitivo-comportamentali o le truffe psicoanalitiche, ma molto probabilmente ne caverei poco se sei affetto da squilibri biochimici che ti impediscono di fare e sentire. Puoi sapere dove guidare ed essere anche bravo, ma non guiderai proprio se invece del gasolio nel motore hai messo la merda.

>>49803
Te lo direi anche medifag, ma preferisco evitare di mettere troppi dati personali qui. Comunque sono sostanzialmente concorde con te su tutto. Io anni fa provai ad andare al CSM, ma non mi hanno proprio preso perché non sufficientemente grave. Altro problema del CSM è che non ho scelta sul professionista in questione. Che per lo psichiatra passi pure, ma io non voglio fare la psicoanalisi farlocca con la terapeuta dinamica del cazzo, che già ho testato spendendo soldi in niente. Preferisco approcci protocollari e evidence based seri, al CSM mi dissero che avevano solo psicodinamici.

 No.49807

>>49806
>Anon cerco di spiegarmi meglio, penso di avere sufficiente esperienza e cultura psicologica per capire che a me serve un sostegno psichiatrico e non psicologico.
Ma se ti è stato risposto, più e più volte, che non ti presenti dallo psichiatra e magicamente ricevi le goccine o le psicopaste, che è più veloce ed efficace passare prima da uno psicologo, forse non hai tutta questa esperienza e cultura. Vuoi solo le caramelle? Comprale sul dip uebbe o dallo zoomerino di fiducia.

 No.49808

>>49807
>che è più veloce ed efficace passare prima da uno psicologo
La più veloce di tutte è andare a fare psicoterapia da uno psichiatra, il quale se serve te le da subito, ma se non serve non te le darà mai, come è giusto che sia.

 No.49809

>>49808
Si, ma OP ha pure detto che non vuole spendere troppi soldi andando dal privato, quindi "lol bussa alla porta dello psichiatra" non funziona.
Medifag chiedo a te: ma OP non può semplicemente parlarne con il medico della mutua, e farsi prescrivere un colloquio conoscitivo in psichiatria? O il passaggio dallo psicologo è obbligato, ed è quest'ultimo a valutare se a OP farebbe bene una terapia farmacologica.

 No.49810

File: triangoloBenePrestoCostaPo….png (23,8 KB, 844x558)


 No.49817

Medifag OP qui, ho una domanda per te. Ma se vado nel CIM e mi fanno la cartella, quella cartella poi è consultabile da chi esattamente nel sistema sanitario? Ossia chi può leggere i fatti miei?

 No.49818

>>49817
dal diaulo. E' una cartella clinica anon, la leggono i medici, chi altri hai paura che possa leggerla?

 No.49820

>>49818
Rilancio con un altra domanda: quanto è comune tra i matti o aspiranti tali la paura (leggi: delirio paranoico, in particolare delirio persecutorio) che lo strizza spiattelli in giro quello che gli viene raccontato?
Come si affronta la cosa lato castigamatti?

 No.49821

>>49820
Lo strizza non può spiattellare gli affari tuoi in giro. Se lo facesse si troverebbe senza clienti (e a passare la sua vita in tribunale, dal lato sbagliato)

 No.49822 SALVIA!

>>49821
Lo so benissimo. Ho chiesto quanto è comune e come si affronta dal lato strizza.

 No.49824

>>49818
Kek, eh grazie. Facciomola un po' più esplicita, se io ho parenti stretti medifag pure loro, che non lavorano in suddetto CIM, ma sono comunque nel SSN e in zona, potrebbero teoricamente accedere a quel documento. Non ti chiedo se è previsto, ti chiedo se è possibile violando le norme. Fai finta che mio padre sia psichiatrafag e io non abbia voglia che lui possa mai leggere quel referto, né oggi, né in futuro. Col privato so di essere al sicuro.

 No.49825 SALVIA!

>>49824
Il mistero si infittisce. Ma accendere il pc di tuo padre e farti qualche ricetta da solo e magari anche per qualche anon amicio?

 No.49826

>>49824
>>49822
anon mi sa che hai bisogno delle paste per davvero

 No.49836

>>49826
Hai quotato due anon diversi.

 No.49840

>>49806
>Non sufficientemente grave
Fatti venire un attacco simil-psicotico e te lo danno in giornata.
Scherzi a parte lamentati seriamente della tua condizione che ti sta appunto logorando e di loro "Va sempre peggio sto male non mi alzo la mattina non riesco neanche ad essere autosufficiente" e vedi che un buco te lo trovano.
E come dice >>49809 vai dal cazzo di medico di base e digli che la tua vita sta andando in merda e fatti prescrivere una valutazione psichiatrica. Se vuoi barare al giochino vacci sciatto, con la barba sfatta e tipo non lavato da una settimana così è più credibile il fatto che tu ti stia lasciando andare.
Ah, questo col medico di base, allo psichiatra devi dire la verità perché tanto ti sgama se fai la pantomima.
>>49817
No, solo degli specialisti a cui richiedi la prestazione e solo per patologie correlate.
Tipo un neurologo sì, la guarderebbe, se vai dall'ortopedico e la apre commette un illecito.
>>49824
>Col privato so di essere al sicuro.
LOLNO, sono integrati col SSN anche loro perché appunto sono informazioni confidenziali ma importanti e se per caso tu dai fuori di brocca facendo danni e loro hanno nascosto patologie e dati riguardanti la condizione sono fottuti. Altresì metti che sbrocchi male e ti ricoverano in TSO o finisci al PS con una crisi psicotica (vera) quei dati gli servono e possono fare la differenza tra le medicine giuste e la terapia sbagliata.
>>49820
Non dico una costante ma è comune, praticamente sempre nei casi che hai menzionato ma quelli di solito vengono portati a forza e ce se ne batte il cazzo e si impara a leggere tra le loro omissioni dei dettagli.
Che poi lol mi hai fatto venire in mente cazzopazzo che aveva paura che l'equipe chirurgica della circoncisione facesse foto e lo sputtanasse. Dio caro.

 No.49846

>>49840
OP qui, mi hai fatto sorridere medifag. Grazie per le info, sei un grande.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]