[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/hd/ - Help Desk

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 1613741000924.jpg (836,88 KB, 1920x1080)

 No.54467

Ingegneri di /hd/ qual era il vostro metodo di studio durante l'università?

 No.54468

eh niente tipo stai attento durante le lezioni e cerchi di capire cosa ti spiegano, poi a casa apri il libro, lo leggi e memorizzi facendo appunti ed esercizi
poi tipo guardi le slide e le registrazioni delle lezioni o chiedi aiuto ai prof via mail o in ufficio se non capisci le cose

o più seriamente guardati questa roba embed
o questo sempre suo https://www.youtube.com/watch?v=2OKBMFx4xhY

spiega abbastanza bene cose che potresti fare e perché

 No.54473

tutto quello che dice anon qui sopra.
Quando è nozionismo: devi ripetere ad altavoce
Se sono esercizi: fai esercizi

 No.54474

File: io.png (358,55 KB, 800x450)

>>54468
>apro il canale di questo tizio
>video più popolare: "COME STUDIO 4 ORE SENZA INTERRUZIONI"
pic relata


per OP: se vuoi ti posso postare i miei appunti, avevo già intenzione di farlo, però domani che ora vado a procrastinare (non ironicamente)

 No.54475

>>54474
Certo anon.

 No.54498

>>54475
guarda che fare 4 ore di fila di studio per due ore al giorno è a malapena da sessione di studio, capirei fare 3x4 ma diventa temporalmente impossibile ficcare 12 ore di studio in 24 ore di giornata.

che poi "studiare" lol, immagino che merdicina a lhondon consista nel fare 600 domande a crocette e lo "studio" diventa praticamente come quello dei quiz della patente

per OP: mi sono reso conto che sei ingegnere, quindi non ti posso aiutare. se ti interessa sapere la mia opinione: nessuno di quelli che riesce a studiare e gli piace farlo ha mai dovuto cercare su google "come mettersi a studiare" o vedere video tipo >>54468

 No.54503

>>54498
È belfaccino chaddone sportivo, gli esami non a crocette glieli fanno passare con due domandine del cazzo puramente mnemoniche.
Also, 4+4 ore è una giornata di lavoro ma vuol dire che non ha un cazzo da fare mentre nella realtà ti devi anche smazzare:
- Lezioni
- Tirocini
- Igiene
- Fare la spesa e prepararsi il cibo
- Dormire
- Vivere
Quindi l'intero video mi puzza di cazzata.

 No.54507

oh ragazzi spergate meno, il metodo funziona:
1. organizzarsi le giornate in anticipo
2. separare decisione da esecuzione
3. rimuovere distrazioni
4. darsi spazio ricreativo e ricompense
5. esercizio fisico
6. gestione dello stress
7. dormire bene

è roba che va oltre al bimbominchia che parla, non fermatevi a guardare il dito se uno punta alla luna

 No.54517

In classe: segui e prendi appunti
A casa durante il semestre: riguardi gli appunti e se necessario li rettifichi con l'aiuto del libro e/o del materiale del prof
A casa in sessione: Ti prendi un quaderno (o un blocco note o una lavagna) e cominci a riscrivere definizioni, teoremi e dimostrazioni fintanto non te le ricordi e le hai capite. Poi vai sui gruppi Telegram, ti scarichi la lista di domande che ha chiesto durante gli esami e prove rispondere

 No.54544

Non ho studiato ingegneria ma medicina, quindi potrebbe non valere lo stesso. Lascio comunque alcuni consigli/considerazioni.

>La giornata ideale comprende 8 ore di studio, 8 ore di sonno, 8 ore per tutto il resto.

>Questa routine dovrebbe essere applicata a tutto l'anno con lunghi periodi di pausa: idealmente da luglio a ottobre se riesci a non lasciarti esami per la sessione autunnale, va bene anche un paio di mesi d'estate e un mese e mezzo d'inverno.
>Salvo situazioni particolari (pochi giorni da un esame particolarmente importante), non ha senso forzarsi a studiare più di 8 ore al giorno. Produci stress a profitto decrescente, induci un circolo vizioso per cui progressivamente renderai sempre meno e diventi a concreto rischio burnout.

Come faccio ad applicare tutto ciò in maniera rigorosa?

>Ovviamente è impossibile a meno che non sei molto autistico. L'importante è che a fine giornata ti senti molto in colpa se hai studiato meno di 8 ore, molto gratificato per ogni mezz'ora in più oltre le 8 ore.

>Il meccanismo della ricompensa funziona molto bene. Il tuo cervello sopporterà più facilmente la fatica se sa che al termine ti attende qualcosa di gratificante. Funziona benissimo con cose che effettivamente inducono dipendenza, ad esempio le sigarette, ma anche genericamente con qualsiasi cosa, ad esempio i videogiochi.
>Studiare in ambienti neutri, come in una biblioteca (sempre che esistano ancora), elimina le possibili fonti di distrazione, nel caso il tuo cazzeggio allo smartphone/computer sia il problema.

 No.54548

>>54544
Questo. Io andavo a studiare in situazioni scomode, in biblioteca in sala studio comune, ero timido e non volevo guardare gli altri, quindi ero obbligato a concentrarmi su libri e appunti. Di solito mi svegliavo alle 7.30 e studiavo fino alle 12, poi riprendevo alle 14.30 fino alle 19. Tutti i giorni

 No.54551

>>54544
ma voi che studiate in aula studio come fate a non ripetere ad alta voce? per efficientizzare lo studio conviene scrivere, leggere e dichiarare lo stesso concetto perché usare più domini della memoria rinforza e fa riverberare lo stesso concetto più a lungo.

in passato andavo in biblioteca, ma solo per scrivere appunti o leggere libri ma non potendo ripetere ad alta voce perdevo moltissimo tempo inutilmente. e poi in biblioteca ci si distrae alla grande, si ha il telefono sempre a portata di mano e il non poter lavarsi/cagare/buttarsi sul letto/etc fa stancare molto prima.

comunque in questo periodo la mia routine (fintanto che quella troia di mia madre non mi si presenta alle 7 alla porta della camerett con la rumena delle pulizie porcoddio) è: sveglia alle 9, mi alzo alle 9,30 e inizio a studiare alle 10 fino alle 13-13,30. (ora sto facendo una brevissima pausa lo giuro) riprendo alle 15 e cerco di arrivare almeno alle 18, qualche anno fa invece facevo le 15-22 senza problemi.

questo ritmo lo mantengo da inizio novembre (a settembre e ottobre ho smerdato) per fare un esame grosso (neuro) a gennaio e due piccoli tra gennaio e febbraio.

le pause annuali le prendo da quando finisco la sessione estiva (metà luglio diciamo) al 1° settembre: in questo mesetto di solito non solo non apro libro, non mi preoccupo neanche di cosa devo far e quando, anzi mi dimentico pure di iscrivermi all'anno successivo.


le gratificazioni funzionano: la sera la passo a fumare, giocare ai giochini, lurkare o uscire. in passato mi allenavo, e ritengo che il non farlo più mi ha devastato la concentrazione anche perché sono pieno di dolori.

sostanze di uso e abuso: caffeina a ettolitri, con teanina se possibile e cold-turkey di una-due settimane appena posso.


> 8 ore di sonno,

purtroppo io non funziono così: voglio almeno 10 ore di sonno, arrivo a 12 se il giorno prima ho faticato.


>come in una biblioteca (sempre che esistano ancora),

fattobuffo: tre dosi, tamponi, lezioni in aula obligatorie, giornate intere in mezzo ai vecchi MA ATTENZIONE NON POSSONO RIAPRIRE LE BIBLIOTECHE, MAI SIA CHE UNO SI CONTAGIA NELLA PORCODDIO DI BIBLIOTECA DOPO CHE HA APPENA FINITO IL TIROCINIO A MALATTIE INFETTIVE DIO MERDA ovviamente le biblio non le riapriranno mai e i nostri rappresentanti in piena campagna elettorale sono tanto viscidi che li vedo già benissimo in parlamento



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]