[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/hd/ - Help Desk

Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: ck027x-324x324.jpg (14,27 KB, 324x324)

 No.60828

Riapro qui perché effettivamente di la non è il posto più indicato.
Dicevo, arrivato a questo punto della mia vita (superati i 30 e senza reali qualifiche per il mondo del lavoro) mi sto ponendo la domanda relativa alla maledetta laurea: vale la pena prenderne una più o meno fuffa, come quelle delle università online (Pegaso, mi pare) solo per avere il titolo?

 No.60830

File: o3b86dh.jpg (33,95 KB, 421x236)

A questo punto credo che la laurea ti serva più come bagaglio culturale che come vero e proprio vantaggio nel mondo del lavoro. Hai in mente qualcosa che hai sempre voluto studiare? Altrimenti vedi se la tua regione fa qualche corso di formazione di tuo interesse, centro per l'impiego.

 No.60831

Ma adesso lavori o sei disoccupato e camerettato? Devi dirci qualcosa di te, la domanda "vale la pena fare o no una laurea" non ha senso senza contesto.

 No.60832

>>60830
il fatto è che i corsi di formazione del settore che sto cercando (IT) quasi sempre richiedono una laurea, che poi sia solo per scremare gente che "non ci prova neanche" lo ignoro. a me è sempre piaciuta l'informatica e anche la chimica, sto cercando lavoro in quei due settori in quanto mi sembrano due che offrono possibilità per rendermi indipendente.

>>60831
disoccupato, mi è scaduto il contratto a fine luglio e sto cercando. ho pensato a una di quelle online perché non posso fisicamente perdere altri tre anni di vita dopo che ne ho già persi tanti.

 No.60839

Fai apprendistato professionalizzante

>Peraltro, a decorrere dal 1° gennaio 2022, ai fini della qualificazione o riqualificazione professionale, è possibile assumere in apprendistato professionalizzante, senza limiti di età, anche i lavoratori beneficiari del trattamento straordinario di integrazione salariale di cui all’art. 22 ter del Decreto Legislativo 14 settembre 2015, n. 148, oltre ai lavoratori beneficiari di indennità di mobilità o di un trattamento di disoccupazione (art. 47, comma 4, D.Lgs. n. 81/2015, come modificato dalla Legge di Bilancio 2022, Legge 30 dicembre 2021, n. 234, art. 1, comma 248).

 No.60840

Laurea online è molto sottovalutata, ma i concorsi pubblici e le licenze se ne fregano dell'opinione della gente. Idem il reparto hr che deve assumere x ingegneri in megacorporazione z. La preparazione è superiore alle uni statali. Se ti va, prendila.

 No.60841

>>60840
>La preparazione è superiore alle uni statali
Seriamente? Anche pegaso o mercatorum?

 No.60842

>>60841
La preparazione delle uni italiane, e pure quelle all'estero, è sovradimensionata per il mercato del lavoro italiano e quindi la preparazione infima che danno le telematiche è in quale maniera "adatta" al mercato del lavoro italico.
Aggiungici che, rispetto alle uni "in presenza", l'effort necessario è molto ridotto e ottieni un prodotto che, seppure relativamente costoso, è MOLTO più in allineamento tra energia necessaria e risultato nel mercato del lavoro.
Questo perché il mercato del lavoro in italia è merda sciolta e abbiamo il numero più basso (quasi) di laureati di tutta l'OSCE, non perché l'uni in italia faccia schifo e menochemai perché le telematiche siano valide in qualsiasi altro posto che in italia.

 No.60843

>>60842
ma tutto questo lo dici dall'alto di quale esperienza?

 No.60844

>>60843
Non lui, lavoro da 10 anni e ho opinioni non particolarmente diverse. Se non fai vita universitaria l'unica differenza tra la pubblica e le telematiche è il costo, poi esci con lo stesso foglio e le stesse scarse competenze. Comunque bella risposta di merda la tua, se non ti vanno bene le risposte degli altri dicci direttamente cosa vuoi sentirti dire e ci regoleremo di conseguenza.

 No.60845

>>60844
>dicci direttamente cosa vuoi sentirti dire e ci regoleremo di conseguenza.
Uh? Perché mai sarebbe una risposta di merda? Non sono op, non voglio sentirmi dire nulla, ma quando si fanno affermazioni così apodittiche sarebbe bello si dicesse come si sono formate, hai studiato in una telematica? Sia in una telematica che in una statale? Conosci molte persone che hanno fatto uno di questi due percorsi o entrambi? Hai avuto a che fare in qualche modo con entrambe le realtà universitarie, da ricercatore, insegnante, tutor, salcazzo? O si parla solo per pregiudizi?
Perché questo
>Se non fai vita universitaria l'unica differenza tra la pubblica e le telematiche è il costo, poi esci con lo stesso foglio e le stesse scarse competenze.
non è quello che dice chi quoto, che anzi parla di una preparazione molto più scarsa, anche se più adatta al mercato del lavoro italiano.
Io da ignorante guardo i programmi delle varie uni e vedo che sono praticamente gli stessi, siano telematiche o non.
Se volete dare consigli ad op fate capire bene perché pensate che invece siano meglio/peggio/uguali

 No.60846

>>60842
confermo, anche sul fatto dei costi ma posso solo dire riguardo ecampus (per gli altri non mi sono informato) che mi hanno chiesto all'inizio 20000 pleuri ma quando ho cominciato a dire che il costo era relativamente troppo alto lo hanno abbassato a 16000 pleuri.
E volevano che facessi un finanziamento anche se non è obbligatorio.
Per quanto riguarda gli appelli le varie sessioni le puoi fare in 2 modi: orale o scritto con domande a risposta multipla e 2 domande aperte e ogni appello devi pagare una tassa.

 No.60848

>>60845
Guarda te la faccio breve.
Il mercato del lavoro italiano
- è pieno di PMI
- ha un numero di laureati già basso che faticano e trovare lavoro.
Le PMI non hanno bisogno di personale ultraqualificato poiché per definizione stanno lontane dal concetto stesso di innovazione durabile in quanto rischio (in termini di project management) che non si possono permettere.
Quindi, facendo una iperbole che tanto iperbole non è, per lo stesso posto in PMI hai un neolaureato 110/lode in matematica pura se la batte con un perito informatico (scuola superiore) per lo stesso posto.
Questo succede perché ci sono ancora meno posti in italia per il laureato con lode in matematica, che in teoria dovrebbe andare, come diceva un altro anon, andare a fare modelli predittivi del mercato per grandi conglomerati finanziari, e prendere 10keuro/mese.
Solo che in italia questi grandi conglomerati finanziari non ci sono o sono così pochi da essere saturati NONOSTANTE il numero bassissimo di laureati, che al quel punto vanno all'estero in massa.

Detto questo, l'università NON telematica, a seconda di quanto ti impegni/sei bravo o dove ti iscrivi, ti piazza in un livello che può variare dallo zero assoluto del fancazzista del dams uscito con 60, fino al nostro matematico modellista.
Solo che poi devi andare li, studiare, impegnarti, salcazzo, versare litri di sangue e merda anche nel caso del fancazzista del dams.
Tutto questo per competere poi col perito informatico col diploma del superiore.

La telematica ti da la stessa preparazione del fancazzista del DAMS ad una frazione molto piccola dello scazzo necessario e quindi diventa "competitiva" per il mercato del lavoro in Italia.
Anche per i concorsi pubblici per insegnante nelle scuole, dove, tanto per citare una esprienza diretta, un mio amico con una laurea "normale" si lamentava di essere stato
superato in graduatoria da uno con tre lauree della pegaso.
A quel punto io non gli ho risposto per non ferirlo, ma mi sono chiesto come mai uno con una laurea in biologia con voti alti dovrebbe andare ad insegnare alle medie/superiori come progetto definitivo di vita.

Quale è il "contro"?
Che quando vai per i posti da modellista nei grandi conglomerati finanziari con una telematica ti ridono in faccia.
All'estero non ti selezionano proprio.

 No.60849

>>60848
Guarda io ti ripeto che con questi rant confusi pieni di argomenti che non c'entrano una mazza con le telematiche non stai aiutando né op né chiunque altro voglia informarsi al riguardo
>La telematica ti da la stessa preparazione del fancazzista del DAMS
>Che quando vai per i posti da modellista nei grandi conglomerati finanziari con una telematica ti ridono in faccia.
>All'estero non ti selezionano proprio.
Sono opinioni suffragata da quali prove? Hai esperienza da selezionatore del personale, in italia o all'estero? Conosci gente che ha seguito medesimi corsi universitari, telematici e non, in un campi che conosci bene e a parità di voto diresti che le telematiche danno una preparazione indubbiamebte peggiore? Hai assistito ad esami o corsi universitari telematici e puoi affermare che sono di peggiore qualità rispetto a corsi classici?
Se hai qualcosa di utile da dire, dillo, se invece le telematiche ti fanno bruciare il culo per ragioni tue, ricordati che non siamo su b.

 No.60850 SALVIA!

non pensavo saremmo mai arrivati a chiedere fonti per la puttana la madonna di aneddotica di vita degli anon. Salvia.

 No.60851 SALVIA!

>>60849
Pure che ti dicessi che sono docente universitario di ruolo all'estero e che mi occupo nello specifico dell'alternanza università lavoro e che ho progetti con l'Italia poi per caso vorresti pure il mio CV?
Ma muori gonfio.

 No.60852

>>60850
Vero, meglio che il livello della discussione sia tarato sul rinco rancoroso che ti dice "vabe lol ma dai si sa che le telematiche sono per fancazzisti e non insegnano nulla, so di uno che ci si è preso tre lauree e mo insegna kek. Però è meglio così"

 No.60853

>>60851
E pure hd si conferma luogo totalmente inadeguato dove cercare info serie. Bene così. Spiace per op ma tant'è.

 No.60854

>>60852
No anon, devi prendere le esperienze e le opinioni di anon per quello che sono. Se vuoi lefontih e i datih prendi il tuo coupon di internet gratis che ti è stato fornito con l'iscrizione a diochan.forumfree e ti tiri fuori i dati sulla condizione del mondo del lavoro italiano. Oppure dimostri te coi tuoi dati che quello che dice anon è falso e sono solo rant scollegati dalla realtà, che ne dici di provarci?

 No.60855

>>60854
ma sei >>60848
>ti tiri fuori i dati sulla condizione del mondo del lavoro italiano
Ma che cazzo stai dicendo porcodio? Ma lo hai capito che il discorso è sulla qualità delle cazzo di telematiche e stai blaterando del mercato del lavoro in italia?
Ste telematiche offrono una preparazione peggiore/uguale/migliore delle classiche statali? Ne sai qualcosa o no ma devi parlare per forza perché oggi tutti sono professori di tutto e devono esprimere una porcodio di opinione in merito a qualsiasi argomento dello scibile umano altrimenti non si sentono vivi?

 No.60857

Ciao anon, eccoti due cose che ho imparato dalla vitw

1. Chiedere consigli ad anon è utile solo se conosci già la risposta al tuo quesito
2. La maggior parte degli anon non capisce un cazzo.

Detto ciò, il mio consiglio è: dipende da quello che vuoi.

Ti serve il titolo di dottore perché hai la personalità di un paio di crocs? Allora fa al caso tuo.

Ti sei rotto i coglioni di fare il magazziniere? Forse non va bene per te.

Hai tempo a disposizione che non sai come impegnare? Allora fa al caso tuo.

Hai a budget i 2000 euro annuali per le tasse universitarie? Allora fa al caso tuo.

L'università, in generale, serve a due tipi di persone

1. Ricchi di famiglia, per continuare a cazzeggiare fino a 26 anni

2. Gente in carriera, tipo impiegati pubblici o impiegatuncoli privati intenti a far carrierq

Basta. Per tutti gli altri - gente normale - non serve a un cazzo.
non serve perché se conosci le persone giuste (calcetto, padel, tennis, karate) fai il lavoro che vuoi anche senza titoli.

 No.60858

>>60855
Ho provato a cercare i dati occupazionali e i pofili dei laureati da telematica e mi pare di avere capito che
- non ci sono valutazioni indipendenti
- i dati occupazionali sono piuttosto inutili visto che chi si iscrive alle telematiche lavora già.

Qualche anon più nel manico con questi dati ha idea?
Ah, ovviamente NON sono OP.

 No.60859

>>60857
Ma chi lo dice che l'università è per i ricchi di famiglia che vogliono cazzeggiare fino a 26 anni? Ad esempio io, come molti altri, studio e lavoro part-time allo stesso tempo, e il lavoro che faccio è 100 volte meno stressante dell'università.
Mica è un secondo liceo, il carico di stress e lavoro delle università è notevole. E nel frattempo non vedi una lira.

 No.60860

>>60848
>Quale è il "contro"?
Che quando vai per i posti da modellista nei grandi conglomerati finanziari con una telematica ti ridono in faccia.
All'estero non ti selezionano proprio.

Ma serio?

 No.60861 SALVIA!

>>60859
Cosa si era detto a proposito di validare la ricerca di attenzioni rispondendo fuori da /b/ a roba abbastanza ritardata da fare venire il dubbio se baita o meno?

 No.60862

>>60860
Partendo da una baseline di fondatore di PMI che parla direttamente con i candidati e poi passando prima per concorsi pubblici per quadri, poi per aziende con un responsabile di risorse umane e poi per concorsi fa dirigenti e poi su fino a Google ed oltre, il personale viene selezionato con criteri sempre più stringenti e con un livello di competizione individuale crescente.
Anche se ti danno il pezzo di carta alla fine, ce lo vedi uno che si è laureato online e con le crocette mentre lavorava in azienda a rispondere a domande ultratecniche su roba che non ha mai toccato al lavoro di prima?
Le quattro lauree alla pegaso su quattro discipline diverse sono quasi in odore di truffa.

 No.60863

>>60862
>ce lo vedi uno che si è laureato online e con le crocette
Gli esami delle telematiche si fanno in sedi fisiche, la vuoi smettere di mandare in vacca il filo con ste cazzate se non ne sai nulla?

 No.60864

>>60863
Ah vabbè se le cose sono cambiate tanto di cappello.

 No.60865

>>60864
sono >>60846 e confermo quello che dice >>60863 e anche quelli dell'ecampus che gli appelli si fanno in sedi universitarie fisiche in base a dove abita lo studente

 No.60866

>>60865
Questa non la sapevo.
Beh in effetti se gli esami sono uguali, in termini di contenuti e serietà, rispetto alle uni completamente in presenza, il discorso cambia.

 No.60867

>>60841
Oltre a quello che ti ha detto anon, aggiungi pure che il cosiddetto "materiale" per preparare gli esami sono dispense/appunti/riassunti eccellenti, degni del miglior secchione. Sono pensati per chi proprio non ha tempo di seguire un corso e leggere davvero, magari più volte, e assimilare un testo universitario per intero, oppure è troppo scemo: vedi tu
Io ho fatto ing. meccanica al polimi e sono rimasto allibito per le quantità di info che avrei potuto apprendere in un decimo del tempo, ma l'imbarazzo di frequentare una telematica nel 2006 sarebbe stato troppo LOL

 No.60868

Ma non ho capito perché non è possibile conciliare le uni statali (lascio perdere le telematiche perché non considerate serie) mentre si lavora, ho capito che si deve studiare ma ci vuole del tempo e anche lavorare ci vuole il tempo che ci vuole specialmente per chi ha una famiglia disgraziata che non vive una vita adagiata.

>>60857
>Basta. Per tutti gli altri - gente normale - non serve a un cazzo.
non serve perché se conosci le persone giuste (calcetto, padel, tennis, karate) fai il lavoro che vuoi anche senza titoli.
è questo il problema se uno non ha amicizie lo prende al culo

>>60848
>Che quando vai per i posti da modellista nei grandi conglomerati finanziari con una telematica ti ridono in faccia.
All'estero non ti selezionano proprio.
Ma le laurette prese alle uni telematiche non sono riconosciute dal MIUR?

>>60853
implicando che nella lolvita fuori dalla camerett nessuno dice bugie come su diochan

 No.60871

Bah alla fine mi sono un attimo preso di interesse e mi sono documentato.

Parrebbe che alla fine nel caso di uni accreditate non ci sia più quello stigma che c'era cinque-sette anni fa e che la qualità sia molto migliorata.
Tuttavia c'è da considerare che, sempre rispetto a cinque-sette-dieci anni fa
- la qualità generale dell'uni italiana va sempre più a picco, specie in località decentrate, e questo influisce sulle valutazioni ANVUR (cusano è B, tor vergata è C)
- la modalità full-online si è sbolognata ma rimane argomento controverso: è vero che lo stigma se ne è andato col covid, ma ora stanno uscendo le valutazioni in retrospettiva per cui con gli esami online con docenti non completamente preparati (magari non è il caso delle telematiche) sono uscite laureate un sacco di capre
- la STRAGRANDE maggioranza degli iscritti è gente grande che già lavora, in parole povere "motivata". Gli aspetti pedagogici "puri" vanno a farsi strafottere.
Credo che in particolare l'ultimo punto sia estremamente importante.
Le telematiche hanno come bacino di utenza studenti "anziani" e con soldi, che NON HANNO BISOGNO della componente pedagogica poiché motivati e consci delle loro capacità.
Una delle grandi "pecche" riscontrate nella full-online su studenti appena usciti dalle superiori è che cassa completamente chi non è completamente autosufficiente o motivato.
Anche se forniscono didattica "improved" per mille motivi diversi che spaziano dalla "persistenza" e "tracciabilità" del materiale online alla completa incapacità degli esercitatori nelle uni normali, le telematiche non sembrano affatto adatte a chi non è motivato ancora di più dell'uni in presenza.

Mi sono detto ok, bona, questo spiega perché non ci sono studenti delle telematiche che elemosinano junior level positions su linkedin: la maggior parte lavora già.
Tuttavia non mi spiegavo l'assenza quasi completa dai canali di reclutamento.

L'arcano mi è stato svelato quando ho cliccato proprio per sbaglio sull'offerta formativa delle telematiche.
https://unitelematiche.it/facolta-corsi-di-laurea/

In pratica ci sono solo "merendine", ing gestionale, informatica e un po' di ing industriale.
BASTA.
Niente medicina, niente veterinaria, tutto il blocco INTERO di scienze naturali e applicate ASSENTE (a parte ing inf, ing ind e ing gest, con rette esose +3.5keuro/anno).
Architettura "sembra" ci sia ma poi vai a guardare ed è solo design.
Che poi è tutto compatibile con il concetto che la telematica la fa chi lavora già in PMI in Italia.

Traete voi da soli il resto delle conclusioni tranne una.
Credo che proprio perché lasci veramente TANTO spazio di manovra agli studenti la telematica sia sconsigliata per lo stereotipo di anon.

Aslutti.

 No.60872

>>60871
Commento delirante senza capo né coda. Stai cercando di dimostrare goffamente una qualche tua convinzione ma non si capisce manco bene quale. Sembri commentare dei dati ma non ce li hai forniti. Lamenti l'assenza di medicina e veterinaria e pure scienze applicate, ma mi chiedo come possa esistere in modalità telematica un qualunque corso di laurea che preveda necessariamente laboratori in presenza.
Boh, francamente non so che conclusioni dovrei trarre.

 No.60873

>>60841
la preparazione è superiore per i seguenti motivi:
1. in tutte le università si insegnano gli stessi fondamentali. A meno che non vai a studiare roba come filosofia o storia (e forse altro ma non so), dove l'orientamento del professore ha un'influenza immensa su cosa si studia, siamo sempre lì. E pure dove cambia, praticamente nessuno è capace di apprezzare il cambiamento da studente. Per esempio a Udine il primo anno di informatica, 10 anni fa, si usava Scala e si faceva programmazione funzionale. Rari gli studenti che possono apprezzare questa particolarità. Quindi è insignificante perché manca l'abilità per apprezzare. Non so se rendo l'idea. Ma soprattutto ciò che conta è che radichi i fondamentali nella testa, e questo lo fai in qualsiasi università perché i fondamentali sono quelli.
2. visto il punto 1, nell'uni telematica hai le lezioni e il materiale didattico tutto nel tuo computer. All'uni in presenza magari ti ritrovi in un'aula dove sei messo in culo al mondo e non senti, il professore si assenta, un giorno non puoi andare tu che hai la cacarella, ecc ecc
Con l'uni telematica ti concentri sullo studiare e basta.
3. siccome gli esami sono più volte l'anno (es. unimarconi ha 10 sessioni a Roma e 5 fuori sede), studi meglio. Con l'uni statale ci sono due-tre sessioni l'anno. Ti muore la nonna e poi uno zingaro ti violenta il cane? Studi poco e male, non sai un cazzo, prendi 18, lo accetti perché non vuoi aspettare 4 mesi (mi viene in mente che feci un esame di filosofia dopo aver preso una botta in testa e con tanto di ematoma viola gigante intorno all'occhio, e accettai il 20 come voto. Il professore nemmeno mi ha chiesto perché avevo l'occhio viola e sembravo stonato. Infame). Succede la stessa cosa ma sei alla telematica? Fai l'esame un paio di mesi dopo, quindi studi di più e quindi sei più preparato perché hai lo stimolo e l'opportunità di prepararti bene.

Io purtroppo a causa di problemi assurdi mi sono sempre trovato a dovermi spostare, quindi ho frequentato 3 università statali diverse e mi sono ritrovato più volte a consultare programmi delle università, cosa si fa, cosa non si fa, oltre ovviamente a vederlo di persona.
Avessi fatto subito la telematica, mi sarei evitato il calvario.
Poi ovvio che ci sono cose tipo medicina che non si possono fare del tutto in via telematica, visto che hai bisogno del paziente di fronte.
Ma se ti devi laureare in informatica, giurisprudenza, ecc la via telematica è quella giusta.

 No.60874 SALVIA!

>>60871
ah c'è anche ing civile

 No.60875 SALVIA!

>>60873
È la didattica ad essere superiore, non la preparazione.
Quella dipende da quanto studi tu.

 No.60876

è comunque curioso che nessuno sia uscito finora dicendo qualcosa tipo "io ho fatto la telematica, questa è la mia esperienza".

 No.60877

>>60876
Però abbiamo la preziosa testimonianza di un anon che ha consolato l'amico in lacrime per essere stato superato in graduatoria da un plurilaureato unipegaso!

 No.60893

>>60876
Io ho fatto la telematica, questa è la mia esperienza: le lezioni sono tutte fatte tramite CD-ROM con contenuti multimediali, a parte quelle in presenza dove è richiesto il laboratorio.
Gli esami si fanno in presenza.
Non conoscerete gente nuova e sarete a tutti gli effetti dei NEET glorificati.
Se non siete bravi ad autogestirvi avrete dei problemi come me, che ci ho messo 4 anni per finire una triennale e poi solo lavori sottopagati.

 No.60894

>>60893
>CD-ROM
Quanto tempo fa l'hai fatta?



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]