-  [WT] [Home] [Cerca] [Impostazioni]

[Indietro]
Modalità del post: Risposta
Nome
Email
Soggetto   (reply to 4761)
Messaggio
File 1
File URL 1
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG
  • Dimensione massima del file: 4098 kB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridotte.
  • Attualmente ci sono 492 post unici. Visualizza catalogo
  • Blotter aggiornato: 2019-12-19 Mostra/Nascondi Mostra tutto

File 155646374670.jpg - (152 KB , 1300x866 , 41206493-self-help-word-cloud-health-concept.jpg )
4761 No. 4761
Selfhelp, /hd/.

Qualche interessato tra voi?
Lo vedo come un argomento taboo, in quanto ho sempre paura di essere categorizzato come un coglione.
Capisco la generalizzazione perché in linea di massima il 90% degli appassionati lo è, per questo mi piacerebbe trovare qualcuno con cui avere una discussione umana sul tema.
>> No. 4763
Magari a mettere un contesto capiamo tutti.
Grazie.
>> No. 4766
io ho avuto un sito molto popolare di self-help, avevo 20 anni ma la gente credeva ne avessi molti di più. A 10 anni di distanza, col sito abbandonato, posso dire che il self-help mi fa cagare.
Praticamente si tratta di una valanga di ottimizzazioni dall'impatto ridicolo e minimo. Sono davvero pochi i consigli che possono sortire effetti significativi.
Infatti penso che il self-help faccia male perché si finisce con il cercare di ottimizzare qualcosa che non vale la pena di ottimizzare, con il rischio di cadere in una spirale di perfezionismo che allontana dal praticare qualcosa di imperfetto ma che può portare risultati concreti.

Ripeto: questo te lo dico da persona che ha lavorato nel settore, che ha fatto soldi nel settore, e che lo ha conosciuto bene. Ogni tanto mi faccio un giro sul gruppo Facebook di efficacemente e mi viene da mettermi le mani nei capelli onestamente. Soprattutto quando danno consigli completamente sbagliati. Per esempio l'altra volta c'era una ragazza che voleva sapere come capirne di finanza, e le consigliavano libri motivazionali sul fare soldi (tipo quello scammer di Kyosaki), invece di spiegarle che bisogna imparare prima cosa è un'azienda, la borsa, il fisco, ecc. O magari quelli che vogliono fare amicizia e gli consigliano "come trattare gli altri e farseli amici", che è davvero un pessimo libro.

Comunque il selfhelp non è roba da coglioni, un sacco di persone famose o che producono tanto, spesso quasi in segreto, comunque la roba di selfhelp la consultano. Tutti siamo insicuri. E pure io, nonostante mi renda conto che il settore è quello che è, ogni tanto una consultazione del materiale disponibile la faccio.
>> No. 4819
>>4766
Ciao anon, passo di qui, grazie per il commento degno di nota però ti contraddici: è da coglioni che leggono libri scritti da scammer o no?
Io comunque (non sono OP) tenderei per classificare tutti come cretini: se vuoi documentarti ci sono libri per principianti, non il self help. Però io non ci ho lavorato, quindi...

>> No. 4821
>>4819
intendevo (mille mesi fa), che solo perché segui il self-help non significa che sei un coglione, però nel frattempo non c'è niente nel self-help che ti possa aiutare e alcuni autori sono degli scammer o sono famosi solo perché la gente ripete e ripete senza mai aver davvero letto e applicato (come trattare gli altri ecc).
Secondo me il self-help va bene come hobby, o passatempo, ma penso che anche in quel caso un videogioco abbia effetti migliori e più produttivi. Nello stesso tempo, se si vuole progredire, meglio imparare cose utili e fare esperienze.

La fregatura del self-help è che in mezzo alla valanga di cazzate, ogni tanto la cosina intelligente la trovi.
Per esempio nel libro Maximum Willpower, viene spiegato che è dimostrato che le persone tendono a credere che il se stesso del futuro avrà più volontà e quindi tendono a procrastinare.
Se acquisisci questa informazione, puoi acchiapparti più facilmente quando procrastini per mancanza di volontà nel presente e troppa fiducia nella volontà futura.
Però questa informazione è seppellita da valanghe di informazioni inutili ed è anche molto specifica essendo che riguarda solo l'identificazione di un problema specifico di procrastinazione.
Inoltre nota come in questo esempio l'informazione è di aiuto perché spiega un fatto dell'uomo, ma non propone una cura effettiva. Solo perché sai che non devi procrastinare perché tanto sarà ugualmente difficile, non significa che non procrastinerai.

Spero di aver chiarito la mia posizione.

>> No. 4827
>>4821
Davvero utile come informazione.
Ne hai altre da condividere? Mi faresti un servizio davvero grosso.

>> No. 4831
>>4766
Interessante anon, anche io avevo un sito simile eoni fa (primi anni 2000), ma era per passione, non per lucro. Trattavi di self-help "pop" tipo appunto Kiyosaki, Robbins oppure andavi più sul tecnico tipo PNL di Bandler/Dilts/Milton? Concordo sulla cialtronaggine del 90% delle persone che lo trattano, comunque, anche per questo mi sono poco a poco disinnamorato.



Cancella post [ ]
Password  
Report post
Motivo  
/r/ Archivio