[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/mu/ - Musica

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

 No.18870

Cosa ne pensa Diochan di De Andrè?

 No.18871

non mi ha mai detto un cazzo personalmente, ho provato più volte ad ascoltarlo e mi ha sempre lasciato indifferente

probabilmente sbaglio io

cioè tipo se ne ascolto qualcuna di fila così a caso perché mi capitano davanti è anche ok ma di mio non ho mai avuto la pulsione di andare ad ascoltarmi qualcosa di suo

 No.18872

Grande cantautore, poeta. Poi certo, limiti e salcazzi, non fa trip hop, non fa techno astratta, non fa shoegaze pop… ma che ci vuoi fare. Per l'Italia è stato un grande artista, fatto riecheggiato nel suo successo nazionalpopolare. Oltretutto, la sua territorialità genovese-meridionale-anarcoide, intimamente tirrena, la trovo fantastica dal punto di vista narrativo. Poi beh, se ha rotto il cazzo per saturazione è colpa del pubblico, mica sua del perché ha deciso nella vita di fare le canzonette.

 No.18873 SALVIA!

>non mi ha mai detto un cazzo personalmente, ho provato più volte ad ascoltarlo e mi ha sempre lasciato indifferente

questo

 No.18876

File: 1614526438973.png (68,21 KB, 1492x908)

Da genovese metallaro devo dire che mi piace

 No.18894

Molto bravo, alcuni pezzi rappresentano le vette del cantatorato italiano, ma l'agiografia di cui e' oggetto e' onestamente insopportabile. Se fosse vivo oggi farebbe dischi brutti (cit.)

 No.18895

>>18894
>agiografia
Concordo, solito discorso del pubblico che "rovina" un'opera, o almeno l'immaginario comune. Però a parer mio quelli che lo schifano per questi motivi sono pure peggio.

Trovo un po' triste poi che generalmente passano soprattutto canzoni come Il Pescatore, La guerra di Piero o Don Raffaè, o Bocca di rosa, che per carità non sono brutte, mentre altre ugualmente valide (Sally per citarne una) sono spesso ignorate, forse perché più introspettive e con temi più "crudi".

 No.18896 SALVIA!

>>18895
Quelli che hanno i giudizi piu' estremi e che vedono De Andre' come un profeta sono, spesso e volentieri, gente che non ha mai ascoltato De Gregori, Guccini, Bertoli, Fossati etc.

Per carita', ognuno ha le sue preferenze, ma se io dicessi che senza dubbio Miles Davis e' il piu' grande jazzista della storia senza sapere niente di Coltrane, di Mingus etc. non sarebbe un po' strano?

Vabbe' mi salvio da solo che sto diventando pensante



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]