-  [WT] [Home] [Cerca] [Impostazioni]

Nome
Email
Soggetto   (new thread)
Messaggio
File 1 []
Embed   Help
Password  (per cancellare post e file)
  • Tipi di file supportati: GIF, JPG, PNG
  • Dimensione massima del file: 1000 kB.
  • Le immagini più grandi di 250x250 pixel saranno ridotte.
  • Attualmente ci sono 319 post unici. Visualizza catalogo
  • Blotter aggiornato: 2019-12-19 Mostra/Nascondi Mostra tutto

File 157926374412.png - (567 KB , 781x811 , gregoretti.png )
27936 No. 27936 hide watch quickreply [Risposta]
Il governo non è riuscito a rinviare il voto.
Cosa succederà?
>> No. 27946
Niente. Le forze al governo hanno giocato la carta del taglio del cuneo fiscale, non c'è invasione che tenga di fronte ai soldi in più in busta paga.
>> No. 27952
Il Senato voterà contro, unito alla vittoria del CDX in Emilia-Romagna darà il colpo di grazia al governicchio.
>> No. 27984 SALVIA!
>>27946
>6 mld di nuove microtsse
>3 mld di mance

Magari qualcuno noterà che filtri e cartine ora costano il doppio.
Magari saranno gli stessi dipendenti della Coca Cola che restano senza lavoro per plastic e sugar tax.



File 157925798554.jpg - (23 KB , 454x454 , alexandria-ocasio-cortez-01.jpg )
27933 No. 27933 hide watch quickreply [Risposta]
>Alexandria Ocasio-Cortez ha ragione. Lei, Bernie Sanders, e i milioni di uomini e donne della working class americana, pronti a combattere per la «rivoluzione politica», non dovrebbero stare nello stesso partito politico di Joe Biden. Il fatto che siano tutti Democratici rappresenta uno dei principali motivi di frustrazione della politica statunitense.

https://jacobinitalia.it/aoc-ha-ragione-lei-e-biden-non-sono-dello-stesso-partito/

Stanno imparando dai nostri sinistronzi a scindersi in mille partitini così trumpettone e i rep che verranno dopo di lui vinceranno a mani basse?

Perché la "sinistra" ha questa tendenza a frammentarsi prima o dopo?

>> No. 27934 SALVIA!
0/10 e chi non salvia è un animale
>> No. 27935
>Perché la "sinistra" ha questa tendenza a frammentarsi prima o dopo?
perché i Democratici americani non sono di sinistra ma di centrodestra-destra, in maniera simile (ma molto più accentuata ) di quanto Renzie e Calenda siano liberali (quindi no "di sinistra").
AOC e Sanders hanno iniziato a introdurre concetti di centrosinistra nella politica americana e vengono chiamati socialisti per questo.
Comunque la classe dirigente Dem gli sta remando contro duramente sia da dentro al partito che con il supporto dei vari media allineati.
Non si scinderanno perché non se lo possono permettere ma non avrebbero tutti i torti a farlo, ideologicacmente parlando.
Restando dentro al partito comunque possono spingere le proprie policies e spostare la base verso di esse, come hanno dimostrato di saper fare durante queste primarie.

>> No. 27941
>>27935
Non si scindono perché fuori dal bipartitismo americano non c'è niente e quindi equivarrebbe a scomparire.
Per Renzi e Calenda userei più il termine democristiani che liberali, il figlio di Fanfani era direttamente nella banca della Boschi e il legami di Renzi con Betori vanno ben oltre le visite di cortesia.

Punti bonus: Renzi ha pure un fratello con una biografia cattolicissima.

>> No. 27942
>>27941
>Non si scindono perché fuori dal bipartitismo americano non c'è niente e quindi equivarrebbe a scomparire.
Era esattamente quello che intendevo quando ho scritto che non se lo possono permettere, grazie per aver chiarificato
(Fun fact: se fossero abbastanza carismatici potrebbero provarci a candidarsi come terzo polo, ma è una cosa che è riuscito a fare solo T. Roosvelt che era il Re degli sburrakuli. Paradossalmente trumpone potrebbe ma non ne ha bisogno).
Comunque concordo con Renzi più DC che liberale, ma il punto rimane.



No. 27705 hide watch expand quickreply [Risposta]

youtube-player videoQLGxfoerMdc
27 posts e 3 immagini omessi. Clicka Risposta per vederli.
>> No. 27758
>>27756
>è ovvio che si sta parlando dei bambini e dello ius culturae e quello è per gli arrivati dai 12 anni in giù
>>27747
E le tue obiezioni a quel post
>E stai comunque parlando di un genitore legalmente residente al momento della richiesta e che manda i figli a scuola
Sì, esatto. Figli stranieri o italiani, è indifferente.
>figli che risulterebbero quindi controllati e verrebbero inseriti nel tessuto sociale
I figli possono e devono andare a scuola comunque, da stranieri o meno. Non c'è alcuna differenza. Il fatto che vengano inseriti nel tessuto sociale è indipendente dall'acquisizione della nazionalità italiana. I figli possono già rimanere in Italia per diritto allo studio e per lavoro.
>Che poi non è che quello se ne va o viene effettivamente espulso casomai perdesse ogni diritto a restare, sarebbe costretto all'illegalità.
Non è costretto, al momento è conveniente l'illegalità. Si può ricorrere al rimpatrio coatto, pur con tutte le difficoltà del caso, o a quello assistito. Ad oggi non c'è nessun disincentivo alla clandestinità, e questo è paradossale e vergognoso, per uno Stato di diritto.
>Non diventa immune alle leggi, perderebbe anche la patria potestà e il diritto a rimanere.
Il diritto a rimanere, con un figlio italiano, non lo perdi virtualmente mai. La patria potestà non si perde se non dopo aver commesso determinati reati, specialmente contro il figlio. Altrimenti "vince" il tuo diritto a rimanere con il figlio.

>> No. 27760
>>27758
sì le ho capite le obiezioni e i potenziali problemi (che però altri paesi non hanno con simili forme di acquisizione della cittadinanza) ma in tutti i tuoi punti non affronti il fatto che stiamo investendo risorse e formando ragazzi che poi dovranno inutilmente e dispendiosamente cimentarsi nel circo che è prendere la cittadinanza, generando costi burocratici diretti e indiretti e rompendo il cazzo a tutti

>Il rischio di regolarizzare qualche stronzo Vs il fatto di buttare soldi in burocrazia, fondi sprecati e lotta all'irregolarità autogenerata

>> No. 27796
>>27760
Non è "il rischio" di regolarizzare qualche stronzo, è la certezza di regolarizzare potenzialmente una o più persone per ogni minore a cui si dà la cittadinanza, quindi la certezza matematica di regolarizzare ANCHE un sacco di persone improduttive, illetterate, senza alcuna possibilità o volontà reale di far parte della comunità.
I soldi investiti nella formazione non vengono affatto gettati al vento, viene solo richiesto un iter specifico per richiedere la cittadinanza. Un iter che consente di dare cittadinanza solo a persone a cui interessa, e al contempo ci permette di non doverci sobbarcare IN ANTICIPO tutto il loro parentado, che (visti i paesi di provenienza) non è minimamente autosufficiente e richiede ulteriori sforzi allo Stato.

>> No. 27812 SALVIA!
>>27796
se il risultato è lo stesso e il problema è quel IN ANTICIPO allora capirai anche da solo che è ritardato tenere ferme in un limbo improduttivo o di illegalità persone che potrebbero essere produttive e non nell'illegalità
gli altri paesi questo problema con L'ANTICIPO non ce l'hanno
tra l'altro l'iter è comunque su richiesta, viene maturato un diritto, non diventi cittadino italiano automaticamente

hai un evidente pregiudizio che ti porta a pensare che la gente verrebbe qui a delinquere, non è così e s'è visto con tutte le ondate immigratorie passate per l'Italia (cinesi, albanesi, etc), a mettere paletti e palettini del cazzo che costringono tutti all'illegalità non ottieni niente, è anzi peggio perché gente che magari avrebbe lavorato regolarmente non può farlo

amèn fratello, non saremo mai d'accordo, salvio e chiudo

>> No. 27932
>>27812
Scusa il ritardo, hai salviato e ti ho quindi perso di vista.
>hai un evidente pregiudizio che ti porta a pensare che la gente verrebbe qui a delinquere, non è così

http://www.ilsole24ore.com/art/reati-stranieri-l-allerta-viminale-AEHr3naC?refresh_ce=1
>Rapportato il numero di denunce/arresti alla popolazione residente, nel caso degli stranieri siamo al 4,78% contro l’1,07% degli italiani

>il 55% dei furti «con destrezza» è di origine di soggetti stranieri. Così come il 51,7% dello sfruttamento della prostituzione e della pornografia minorile. Il 45,7% delle estorsioni, il 45% dei furti in abitazione e il 41,3% di ricettazioni



No. 27676 hide watch quickreply [Risposta]

youtube-player videoaFyu2ru1PCU Come risolviamo il problema del Kashmir?
>> No. 27677
Li trasformiamo in un deserto nucleare dopo che si sono scannati con le atomiche e ci facciamo un protettorato ONU in modo da far collassare sia India che Paki.
All'incirca.
>> No. 27927
File 157909241128.png - (241 KB , 858x558 , 1.png )
27927
>muh terre rare
>muh acqua dei fiumi



File 157829704268.jpg - (33 KB , 500x546 , Khorne.jpg )
27853 No. 27853 hide watch quickreply [Risposta]
http://www.ilgiornale.it/news/cronache/salerno-terrore-ospedale-urla-allah-akbar-e-aggredisce-1807224.html

Iniziamo con il fronte domenstico.
E si volaaaaaaaaa.
>> No. 27858 SALVIA!
Non è successo un cazzo e l'ha pure preso in culo letteralmente due secondi dopo aver urlato.
>> No. 27860
pensavo l'altro dì che probabilmente torneranno a circolare i camion della pace nelle ztl
>> No. 27865

youtube-player videoPvF9PAxe5Ng https://tg24.sky.it/cronaca/2020/01/06/imola-incidente-arresto-omicidio.html

Negriamo?

(USER WAS BANNED FOR THIS POST)


File 157671101874.jpg - (367 KB , 1280x720 , pyEUS1576711253.jpg )
27499 No. 27499 hide watch expand quickreply [Risposta]
https://www.ilmessaggero.it/AMP/politica/mattarella_cerimonia_auguri_natale_draghi-4934607.html

It's afraid!
9 posts e 2 immagini omessi. Clicka Risposta per vederli.
>> No. 27519
>>27518
peccato che un decimo dei lavoratori disponibili è in grado di produrre già ora 100 volte il fabbisogno totale dei beni mondiali.

>> No. 27625
>>27519
Quando lasci totale libertà di produzione succede questo.
L'alternativa é fare il comunista e mettere dei limiti massimi alla produzione (come per un periodo é successo nella Germania divisa dopo la seconda guerra mondiale, ma non é durata come cosa).
In Italia il lavoro dipendente raggiunge al massimo le 8 ore giornaliere, puoi lavorare di più o di meno se sei una partita IVA.
Ma non puoi competere con forza lavoro che lavora dalle 10 alle 14 ore al giorno in Cina.

>> No. 27661 SALVIA!
File 157726687039.jpg - (84 KB , 960x679 , Free market wins.jpg )
27661
>>27625
>L'alternativa é fare il comunista e mettere dei limiti massimi alla produzione
>Mentre dovremmo star facendo la corsa alla conquista dello spazio di massa

Semmai il problema è che ora sfogano la sovrapproduzione in armamenti per farsi le mazzette.
Vai a morire di fame in Venezuela e scrivici quanto sono belle le programmazioni della p.a.

>> No. 27813
>>27661
Spero sempre in una conquista dello spazio. Se poi si riuscissero a convertire le persone che lavorano nei capannoni a pochi euro al giorno in imprenditori, anche meglio...

>> No. 27818
>>27813
Il segreto è usare le forme politiche in base all'età che tanto tutti da giovane sono comunisti e da vecchi diventano reazionari



File 157530590790.jpg - (86 KB , 1150x500 , salvabebe-2.jpg )
27351 No. 27351 hide watch quickreply [Risposta]
>Ognuno è libero di scegliere! Libertà di coscienza sui vaccini! BIG PHARMA!
>Rendono obbligatori i seggiolini elettronici per tragedie che succedono sì e no una volta l'anno.
Signori, L'ASSOLUTO STATO DELLA DESTRA ITALIANA

>> No. 27353
Ma con l'anagrafe per verificare eventuali effetti collaterali dei vaccini nel tempo ancora niente come sempre?
>> No. 27814
Qualcuno mi eggsplaini grazie
>> No. 27816
>>27353
seh vabbè

>>27814
legge inutile del CDX che butta un sacco di soldi pubblici su un problema quasi inesistente e non prioritario, le famiglie coi neonati devono dotarsi (grazie anche ad incentivi) di seggiolini che suonano e t'avvisano se ti dimentichi il bimbo in macchina, così impedirne la morte per abbandono
succede molto raramente ed è tutto un'operazione di facciata, alla fine ok, magari si salva anche qualche bambino ma c'erano milioni di modi migliori in cui investire quei soldi e avere un ritorno migliore, anche solo metterli in sanità pubblica avrebbe salvato più vite/bambini



File 157719349151.jpg - (21 KB , 310x386 , pat.jpg )
27627 No. 27627 hide watch quickreply [Risposta]
In piazza con le Sardine c’è ancora un po’ di (quasi) tutto. Una base composita, perlopiù in apparente buona fede.
Non si può dire lo stesso degli organizzatori e portavoce ufficiali, soprattutto dopo il Programma in 6 punti che hanno compilato e poi presentato alla manifestazione romana, e che trasforma il “Vade retro Salvini”, servitogli come minimo comun denominatore per riempire le piazze, in una serie di precetti che vanno dall’inutile all’inquietante, come l’ingiunzione di equiparare la violenza verbale a quella fisica, ed eliminarla del tutto dalla politica e dal discorso pubblico, pretese censorie degne d’una distopia orwelliana.
Salvini è teratogeno, genera mostruosità sia fra i suoi seguaci che fra i suoi oppositori.
Il sesto punto concludeva chiedendo una revisione parziale dei Decreti Sicurezza, rettificata in abrogazione soltanto per le proteste della piazza romana. Perché a quanto pare per gli organizzatori delle Sardine “Salvini ha fatto anche cose buone”.
Ancora più significativo di quello che c’è in questo Programma, è quello che manca.
Non c’è nessun riferimento ai diritti sociali negati, benché il lavoro precario e schiavistico, con pensione irraggiungibile, sia il principale problema quotidiano innanzitutto delle generazioni che le Sardine si candidano a rappresentare.
Si prescrivono palliativi doveri social, mentre i diritti sociali vengono corrosi e sbriciolati come gli stralli del Ponte Morandi.
E nonostante il focus sui new media, il Programma sorvola anche sul traffico di dati personali, sulla sorveglianza globale, sulla sistematica manipolazione del consenso perpetrata dalle multinazionali della comunicazione. Il perimetro della critica ai social si restringe di fatto al microcosmo delle insignificanti baruffe nostrane.
Non c’è nessun accenno alle tematiche ambientali, né locali né globali, nonostante il tentato gemellaggio coi Fridays for Future.
S’ignorano del tutto le complicità italiane nell’inferno libico, nonostante le ripetute autocertificazioni di antifascismo e antirazzismo.
Se questo Esalogo è il selfie del suo vero volto, evidentemente l’operazione Sardine non è che un’altra truffa, un altro caso di phishing politico più efficace e moderno dell’ormai logoro e sputtanato Movimento 5 Stelle.
Un’altra trappola mediatica per catturare il dissenso e il bisogno di partecipare, e chiuderli nel recinto della protesta beneducata, telegenica e innocua, che ai ministri si limita a chiedere di non fotografarsi in mutande mentre continuano comunque a finanziare i lager libici, e a far manganellare e arrestare gli scioperanti.
E i manifestanti maleducati.
Non si sa ancora se le 5 Stelle marine avranno la stessa fortuna di quelle grilline.
Forse le Sardine s’inabisseranno dopo le elezioni regionali.
Messaggio troppo lungo. Clicka qui per vedere l'intero messaggio. Espandi Thread
>> No. 27632
Equiparare la violenza verbale a quella fisica significa mettere una pietra tombale su qualsiasi possibilità di cambiamento sociale, per sempre.
È l'annullamento anche concettuale, dopo quello fattuale, della lotta di classe.
Nasceranno generazioni incapaci di pensare ad una lotta positiva per la conquista di più diritti sociali. Qualsiasi "lamentela" sarà considerata prima ridicola, poi esplicitamente vietata.
Tutto questo mi fa salire le esplosioni nella testa, non ho mai letto niente di più disarmante di quei punti sardiniani del cazzo.
>> No. 27651

youtube-player videoCa43hpGG9ic >Tu tessi le lodi di loro, io l'odio.

La summa della mia ricerca filosofica sul movimento delle sardine raccolta in un pratico formato pop fruibile pure dalla Z-generation.

>> No. 27811
Gli organizzatori sono dei mongoloidi senza uno straccio di idee anche perché a mio avviso tentano di mantenere il movimento quanto più a-partitico possibile. In realtà ciò è meno importante di quanto si possa pensare; ormai il movimento ha vita propria quale sintomo dell'insoddisfazione verso una classe politica incompetente e senza un briciolo di cultura, oltre che istituzionale anche generale. Presto Santori conterà meno di 0 nel movimento da lui stesso ideato: prova di ciò è che ho dovuto cercare il suo nome su google


File 157772781163.jpg - (185 KB , 1918x1078 , hejiankui_1.jpg )
27757 No. 27757 hide watch quickreply [Risposta]
>The Chinese scientist who created the world's first gene-edited children has been sentenced to three years in prison by a Chinese court.

>He Jiankui, a biophysicist trained at Rice University and Stanford, shocked the world last year with his claim to have created genetically modified humans, twins referred to as Lulu and Nana.

>In addition to a prison term, He will pay a $425,000 fine and will be banned for life from further involvement in reproductive medicine, according to a report from China's Xinhua news agency. The sentence was handed down December 30 by Shenzhen Nanshan District People's Court.

https://www.technologyreview.com/s/614997/he-jiankui-sentenced-to-three-years-in-prison-for-crispr-babies/

E io che speravo che almeno la Cina non fosse ritardata...

>> No. 27761
E perché non l'hanno fermato prima? Mica stava facendo tutto questo in segreto.
>> No. 27795
>E io che speravo che almeno la Cina non fosse ritardata...
Oppure preferisce che tali ricerche restino segreto nazionale e non finiscano sul mercato?
Non possono essere così coglioni.



Cancella post [ ]
Password  
Report post
Motivo  
/r/ Archivio
[0] [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8]