[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/pol/ - Politica & Affari

Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: Capture.PNG (51,76 KB, 500x509)

 No.34491

>NASDAQ is now pushing for SEC approval of a rule that would require public companies on its exchange to have at least one woman director and one "diverse" director - meaning a director that self-identifies as an underrepresented minority or LGBTQ.

>The exchange is also pushing for its more than 3,000 companies to be forced to report "data on board diversity" or "face consequences", including having to publicly explain why they haven't done so.


https://www.zerohedge.com/markets/nasdaq-require-one-woman-and-one-minority-or-lgbtq-company-boards

An(di)cappino sull'orologio suicidio.

 No.34503 SALVIA!

EHI QUELLO STIVALE È INGIUSTO!
Fatelo indossare anche ad una donna borghese e ad un negro token, presto!

 No.34509

> by Tyler Durden

paperino no? ma che vuol dire?

Aspetta un attimo

> cerca su google

> ZeroHedge
> cerca ZeroHedge su google
> far right

non avevo dubbi: è il solito sito di merda di destra di "controinformazione" con articoli firmati da amatori e trumpettini vari e condivisi sui vari /pol/ e posti right-leaning. Vi mancano proprio le basi dell'informazione.

in ogni caso:

da progressista mi sembra una bella stronzata. Sempre stato contrario a quote rosa, figuriamoci questo.
Ma poi cosa minchia vuol dire che nella board ci deve essere una persona LGBTQ?
E se io domani dico che sono frocio allora vado bene? E come cazzo lo dimostri che uno è frocio?

 No.34510

Le quote rosa sono una porcata ma le posso capire, ma le quote arcobaleno non hanno proprio senso. Quanti LGBT+ ci sono? Il 5% della popolazione? Quanti sono grandi i CDA? Basta dichiararsi queer, farsi ciucciare il cazzo da un uomo una volta al mese? Non va a rubare posti alla gente nell'armadio?

 No.34532 SALVIA!

>Commentando le fake news e le psyop come se la fonte fosse attendibile

 No.34545

>>34532
La notizia viene rilanciata anche dal Wall Street Journal, che dici anon, ancora faic niuus?
https://www.wsj.com/articles/nasdaq-proposes-board-diversity-rule-for-listed-companies-11606829244
Ah, ma sei tu che stai facendo feik nius e psyop, quindi tutto a posto dai

 No.34547

I miei due cents
- dubito che andicappino sia anche solo minimamente turbato; come disse >>34503, fate indossare lo stivale anche a Maria Antonietta ogni tanto
- sono più che altro i suprematisti (borghesi?) che spergano male
- sempre più convinto che sia una mossa per liberarsi dello scomodo e antico modo di pensare "degli stati del Sud", retaggio risalente alla Guerra di Secessione, che faceva riferimento un altro anon di cui non trovo il riferimento adesso.

 No.34548 SALVIA!

>>34547
*a cui

 No.34550

>>34547
>empre più convinto che sia una mossa per liberarsi dello scomodo e antico modo di pensare "degli stati del Sud"
Ed eccoci alla fase più moderna, nuova e fresca del capitalismo! Dopo aver soddisfatto tutte (e più!) le esigenze materiali dell'uomo, ora cerca anche di soddisfare le sue esigenze morali.

 No.34554 SALVIA!

>>34550
>il mercato finalmente spinge per froci e negri al centro della società.
>La nuova vera lotta senza quartiere è tra ancappari e suprematisti.
Chi vuole uno shot di vodka?

 No.34558 SALVIA!

>>34554
Riformuleresti in una forma comprensibile?

 No.34559

Qualcosa mi dice che un sacco di CEO stanno per scoprire che gli piace il cazzo.
>>34554
Sostanzialmente questo.

 No.34560

>>34558
Sostanzialmente il mercato si è rivoltato contro se stesso ed ora spinge per l'uguaglianza con conseguenza una profonda lotta interna nella destra estrema e non, paladina del capitalismo (particolarmente quella americana), spaccata profondamente tra suprematisti razziali e liberisti lobbyisti (lobberysti?).

 No.34561

>>34560
>Liberisti lobbysti

Perché dovrebbero essere lobbysti?

 No.34566

>>34560
>il mercato si è rivoltato contro se stesso
Non mi sembra, anzi i metodi e i mezzi sono sempre gli stessi, noon è cambiato nulla di sostanziale. Si tratta solo dell'ennesima finta crisi interna al capitalismo, funzionale solo al suo ribadirsi come unico mezzo di espressione della sostanza umana. Creando e risolvendo in sé stesso i propri conflitti il capitalismo è l'ideologia totalitaria per eccellenza, fuori da esso non c'è nulla, né soluzioni o alternative.
lrn2Debord

 No.34567 SALVIA!

>>34566
Si ma tu a due matti sociopatici non puoi dire che il cielo è blu e non verde: non faranno altro che strillare.
Puoi solo sperare che perdano energie combattendo selvaggiamente tra di loro sul fatto che le nuvole siano tutte a forma di cazzo o di palle.

 No.34569 SALVIA!

>>34567
Medicine dai

 No.34570

>>34566
>ennesima crisi interna al capitalismo
>in piena sestaa gravissima crisi economica e di mercato
Lollino per la baita di poco spessore, ma comunque il resto del post è delirante, ti consiglio di rileggerlo e migliorarlo perché:
>Si tratta solo dell'ennesima finta crisi interna al capitalismo
>Creando e risolvendo in sé stesso i propri conflitti il capitalismo è l'ideologia totalitaria per eccellenza
sono in controsenso oggettivo, invalidando tutto ciò che dici.

 No.34571

>>34570
Non sono lui, ma è in realtà un concetto ormai assodato e molto vecchio. Ne parlava già la scuola di Francoforte, negli anni '60 poi è esploso.

 No.34572

>>34571
Il fatto che ne parlasse la scuola di Francoforte non signifa non sia sbagliato, anzi, notoriamente di kantonate ne hanno prese, in fin dei conti quello è stato il periodo della crisi capitalista e della fine delle destre.

 No.34573

>>34572
>Crisi capitalista e fine delle destre
WHAT.
Semmai è stato il periodo in cui le sinistre sono implose e diventate tutt'altra creatura.

 No.34574

>>34573
No, NO, quello è successo nel periodo transizione post-comunista, anzi nel '60 c'è stata una delle trasformazioni più di successo della sinistra, che da paroliere è diventata cantautrice.

 No.34575

>>34574
>>34573
Vabbè qua ci spostiamo su discorsi più astratti ma nei '60 c'è la solita contraddizione: da una parte si ottengono un botto di diritti sociali, dall'altra la sinistra accetta fondamentalmente il capitalismo e rinuncia a un sistema alternativo, alla rivoluzione e a tutto il resto. Sì, poi lo ammetterà solo parecchi anni dopo, ma tutto comincia lì.

 No.34576

>>34572
Ah dimenticavo, parla ancora male della scuola di francoforte e ti pikkio fortissimo. Però seriamente è un concetto ormai accettato, anche Fukuyama più recentemente, se vuoi, vede la forza di rinnovamento costante del capitalismo che lo rende inattaccabile come un muro di gomma, nel senso che sposta tutto al suo interno.

 No.34579

>>34570
>in piena sestaa gravissima crisi economica e di mercato
Non si parlava mica della crisi per il covid eh, ma qui >>34560
>il mercato si è rivoltato contro se stesso
Parlando di mettere al centro omosessuali e negri. Chiaramente ciò non ha posto nessuna rivoluzione o crisi reale (guarda infatti come i grandi marchi sono stati veloci nell'intercettare le istanze superficiali di omosessuali e neri), ma è solo un modo che il capitalismo adotta per rinnovarsi superficialmente senza rinnovarsi davvero.
>sono in controsenso oggettivo, invalidando tutto ciò che dici.
Dove sarebbe il controsenso? Il capitalismo crea false crisi, che tipi come >>34560 si bevono quanto le parole di Bergoglio. Sono false perché sono create ad hoc per distrarre tipi come te ma non pongono nessun problema reale ai mezzi e metodi del capitalismo, proprio perché sono del tutto risolvibili all'interno dello stesso.

 No.34580

>>34579
implicando che ci sia un CEO del Capitalismo che decide cosa e quando creare queste finte crisi piuttosto che essere la società che le crea e il capitalismo - che è un insieme caotico che si cerca di tenere insieme con le leggi nei vari stati - formato dalle interazioni di miliardi di persone semplicemente ne prende atto e si direziona verso l'opinione pubblica?

 No.34581 SALVIA!

>>34580
E torniamo a >>34554.
Il ciclo si chiude.

 No.34582 SALVIA!

>>34581
l'ultima volta che hai argomentato c'era ancora anonymo

 No.34585

>>34580
Quindi mi stai dicendo che è l'opinione pubblica che sente il bisogno di mettere al centro negri e omosessuali per sponsorizzare sempre lo stesso prodotto colorato in altra maniera? Also, davvero credi che il mercato non orienti il gusto e crei finte necessità per il pubblico di consumatori?

 No.34589

>>34585
non c'è la spectre che decide, la direzione che prende il commercio mondiale è quella per far guadagnare più soldi possibile a chi vende i suoi beni e servizi. Al massimo, se proprio vuoi puntare il dito contro qualcuno, ci saranno svariati politici che amano gay, famiglie arcobaleno e quant'altro. Però capisco che sto cercando di portare il discorso ad un livello più alto e che forse per te sia più semplice continuare ad utilizzare "capitalismo" come termine ombrello sotto il quale mettere tutte le cose che non ti piacciono della società in cui vivi.

e prima che mi dai addosso vorrei farti notare che non sto dando nessun giudizio di merito, solo provando a spiegarti come funziona, ciao

 No.34590

>>34589
>portare il discorso ad un livello più alto
Oddio, dire che in realtà sono le persone comuni a decidere le linee produttive delle multinazionali del consumo mi sembra abbassare il livello del discorso e vivere piuttosto ingenuamente la società attuale. D'altronde siamo arrivati in un momento storico in cui si studia e si applica il neuromarketing, ma c'è anon su un forum di pokemon cambogiano che crede che sia lui a decidere dova va il mercato.
>"capitalismo" come termine ombrello
Sì, naturalmente l'ho usato come termine generico, ma che comunque ha un valore descrittivo che mi sembra si possa cogliere facilmente.

 No.34591

>>34590
il mercato è un insieme di miliardi di interazioni eh, nel 1950 era accettabile che i negracci fossero rappresentati caricaturicalmente, nel 2020 no. E per me è l'intercettare i cambiamenti sociali da parte del mercato più che il mercato che li crea ad hoc. Va da sé che nell'era di internet del mondo globalizzato e di stograncazzo la disney ha il potere di portare avanti un'idea molto più della politica, alla quale è comunque a mio parere subordinato.

 No.34593

>>34591
>nel 1950 era accettabile che i negracci fossero rappresentati caricaturicalmente, nel 2020 no.
Per chi? Dove? Chi pensa che sia necessario normare i prodotti di consumo per renderli centrati su negri e omosessuali non rappresenta che una percentuale infima del consumatore (occidentale e praticamente inesistente nel resto del mondo), eppure vengono spinti a forza nella gola di tutti dal mercato. Ed è lo stesso mercato che crea prima una falsa necessità, per poi risolverla con una falsa soluzione, come nel caso della quota negro/omosessuale per vincere gli Oscar.
>intercettare i cambiamenti sociali
Che infatti non sono cambiati, ma sono sempre gli stessi da 80 anni a questa parte, proprio perché il mercato ti dà una falsa risposta ad una domanda posta male.
Il capitalismo ora crea e pensa anche alle necessità dello spirito, come un tempo soddisfaceva le necessità del corpo.

 No.34594 SALVIA!

>>34593
>non ci sono stati cambiamenti sociali in 80 anni
ahah react

 No.34595

>>34594
Sì, sono sicuro che aver dato la possibilità agli omosessuali di sposarsi abbia cambiato radicalmente i mezzi e i metodi di produzione che regolano le società occidentali, invece di inserirsi perfettamente in questi stessi schemi. L'operaio dell'Ilva, il precario a vita ringraziano la Cirinnà.

 No.34596

>>34595
Sì, bravo, ma che c'entra? Il capitalismo intercetta i cambiamenti a livello della società e li monetizza, tutto questo discorso in quale modo dovrebbe scalfire quello che dico?
Comunque il metodo di produzione negli ultimi 100 anni è cambiato radicalmente, adesso stiamo vivendo un periodo di scontro perché il lavoro poco specializzato nei paesi del primo mondo è sempre meno utile.

 No.34598

La smettete di parlare di froci per una merdosa volta? Basta con sti froci, basta lasciateli stare fategli fare le loro stronzate in pace, più attenzione gli dedicate più avranno seguito le loro idee

 No.34599 SALVIA!

>>34598
>La smettete di parlare di froci per una merdosa volta?
E pensare ai problemi reali del paese ma sopratutto a soluzioni reali su come affrontare problemi reali?
GIAMMAI!

 No.34617

>>34596
>Il capitalismo intercetta i cambiamenti a livello della società e li monetizza
Ancora? Il capitalismo crea questi pseudo-cambiamenti per non darti modo di cambiare le cose che vanno veramente cambiate. Al di fuori delle multinazionali e dei marchi di moda non frega a nessuno della lolidentità di genere o in quale animale fantastico ti identifichi, o meglio: non fregherebbe a nessuno se tutti i discorsi non venissero polarizzati attorno a queste pseudo-questioni, se non si fosse fatta un'attenta campagna pubblicitaria finalizzata a far credere che questi siano i cambiamenti necessari alla società.
>il lavoro poco specializzato nei paesi del primo mondo è sempre meno utile.
Succede da almeno 150 anni, è un processo iniziato con l'introduzione massiccia di macchine nella produzione, non è niente di nuovo. Per il resto le dinamiche produttive ed economiche rimangono le stesse: accentramento dei soldi e del potere nelle mani di pochi, forbice della ricchezza che si amplia sempre più, controllo totale dei mezzi produttivi da parte di pochi.
>>34598
>>34599
Pensiero condivisibile, comunque si parlava proprio di questo: la creazione di false problematiche per distrarre ed impedire riflessioni e discorsi che porterebbero ad un cambiamento reale.

 No.34618 SALVIA!

>>34617
>Pensiero condivisibile, comunque si parlava proprio di questo: la creazione di false problematiche per distrarre ed impedire riflessioni e discorsi che porterebbero ad un cambiamento reale.

quanto implichi, QUANTO IMPLICHI

 No.34619

>>34618
Giusto, ricordiamo sempre come la discriminazione dell'identità di genere sia una problematica gravissima in Italia.

 No.34620

>>34619
non lo è, ma implichi lo stesso

 No.34621

>>34620
Infatti le discussioni sulle lotte sociali non trovano più spazio sui giornali, in parlamento o in piazza, ma si pubblicizzano solo queste pseudo-problematiche, ovunque, continuamente, sempre. Però sì, sono io quello che implica, certo.

 No.34622 SALVIA!

>>34621
>le lotte sociali che devono avere attenzione sono solo quelle che piacciono a me

 No.34623

>>34622
Sì, ritengo più importanti le lotte sociali che riguardano tutti di quelle che riguardano numeri infimi della popolazione e a cui viene dato uno spazio spoporzionato alla loro reale importanza ed urgenza, specie in momenti di crisi come questi.

 No.34624

>>34623
La lotta di classe è un argomento attuale?

 No.34625

>>34624
Sicuramente più di quanto lo è la lotta al femminicidio o la discriminazione contro gli omosessuali, immigrati e gruppi minoritari vari. I media parlano di queste problematiche perché sanno che non ledono lo status quo, mentre non parlano di vere problematiche perché sanno che sono pericolose per lo stesso. Ed eccoci tornati al punto precedente sollevato qui >>34617
>la creazione di false problematiche per distrarre ed impedire riflessioni e discorsi che porterebbero ad un cambiamento reale.

 No.34626 SALVIA!

>>34625
Il complottismo è senz'altro la via maestra per la rivoluzione, bravo bravo

 No.34644

>>34626
Non sono quello a cui stai rispondendo e non entro troppo nel merito, ma il conflitto tra diritti personali e interesse sociale è uno dei motori costanti dell'evoluzione del diritto stesso. Non dico che le battaglie per i diritti relativi alla parità di genere sia un'arma delle lobby per distrarre le masse, ma nel concreto a volte la scelta di concentrarsi sull'espansione di tutele basate sul genere (che servono, certo, a rimuovere ostacoli alla parità sociale, tolga spazio ad altro tipo di dibattiti.
Non credo possa essere ignorato che le questioni riguardanti diritti di genere e lotta alle discriminazioni basate sulle preferenze sessuali sono costantemente appoggiate dai grandi centri di potere economico, mentre altri tipi di tutele (vedi anche quelle dei riders, ultimamente) vedono le stesse gigantesche aziende porsi in contrapposizione all'espansione di suddette tutele, senza che questo provochi accuse di nazismo o schiavismo.
Detto questo, io sono tra quelli che crede che contratti di lavoro più equi e un maggior controllo (e tassazione) del potere economico garantiscano più diritti per tutti, di qualsiasi sesso o preferenza sessuale, e combattano la discriminazione molto meglio delle leggi contro l'odio, ad esempio, seguendo quel filone politico/filosofico che dice che se io non mi sento minacciato da una determinata struttura del mercato e della società non mi sentirò minacciato neanche dai singoli che la compongono, qualsiasi siano le loro idee o preferenze affettive.
Dall'altro lato c'è chi legittimamente vede la cosa all'opposto, cioè che risolvere le disparità esistenti su base di genere aiuti ad avere una società più equa tout-court, cioè senza prendere in esame il particolare assetto economico, ma inserendo in questo sistema (qualsiasi esso sia) dei correttivi per risolvere dei problemi attuali.
Non credo che qualcuno "abbia ragione", tra queste due visioni, però devo registrare che sul fronte dei diritti del lavoro e dei servizi erogati dallo Stato siamo in una fase di compressione, assieme ad una sempre maggiore liberalizzazione e sgravi fiscali a favore delle classi medio alte (scaglioniirpeffag, ti invoco) mentre sui diritti privati siamo in una fase di espansione delle tutele. Se prendo buoni i dati oxfam, le disparità sono in continuo aumento, in Italia. Quindi mi chiedo: queste maggiori tutele di genere sono il prezzo da pagare per la diminuzione dei diritti sociali?
È una domanda aperta eh, non è una domanda retorica.

 No.34645

>>34644
Guarda è semplicissimo capire lo schieramento di qualcuno.
Vai da lui e gli chiedi: "Secondo te per risolvere i problemi che in questo periodo colpiscono l'Italia ci vuole più Stato o meno Stato?"

A seconda della risposta a questa semplice domanda hai praticamente già davanti due terzi dell'ideologia del soggetto. Semplice e cristallino.

Per il resto io ho commentato altre volte il thread e continuo a rifuggire l'idea che ci sia un grande disegno dove qualcuno spinge o meno un'agenda. Sicuramente ci vari gruppi che fanno lobbying e gli LGBT dopo decenni passati ad essere picchiati e ammazzati sono diventati bravissimi a fare i promotori di loro stessi, però non è che c'è una elite turbopetalosa che cerca di far diventare trans i bambini. O, se c'è, fa proprio cagare visto che abbiamo avuto 4 anni di Trump, nella patria di Soros governa Orban e nel paese che sforna più trans del mondo c'è al governo il centrodestra insieme alla destra estrema.

 No.34646

>>34645
>però non è che c'è una elite turbopetalosa che cerca di far diventare trans i bambini.
Fa ridere perché nessuno ha detto questo, ma l'unico modo per non vedere l'evidente propaganda che si fa a favore di certi gruppi minoritari che oscura completamente le lotte sociali universali è proprio ricorrere a queste riduzioni all'assurdo, così che il proprio interlocutore venga ridotto a complottista delirante, come hai già fatto qui d'altronde >>34626. Insomma rientri perfettamente nel paradigma della propaganda di cui rifiuti l'esistenza, corroborandola invece con le tue stesse parole: dare priorità a lotte marginali, ridicolizzare e marginalizzare invcece le lotte universali.

 No.34647

>>34645
E allora siamo d'accordo su tutto, direi.
Nel mio post mi limitavo a far notare come nell'espansione dei diritti sessuali ci sia un'unanimità del mondo imprenditoriale e finanziario a favore della causa (vero o di facciata), mentre l'unanimità si infrange quando si parla di migliori contratti di lavoro per i dipendenti, che vengono considerati non necessari senza provocare indignazione nella maggior parte della popolazione.
Questo, ovviamente, non ha niente a che vedere co la buonafede di chi vorrebbe semplicemente non essere picchiato per i propri istinti sessuali o ottenere tutele famigliari dallo Stato a cui paga le tasse.

 No.34648 SALVIA!

>>34646
Dai che anche prima ti hanno fatto notare che parli di aria fritta e massimi sistemi, smettila.

 No.34649

>>34648
>parli di aria fritta e massimi sistemi
In realtà parlo di cose comprensibilissime e visibili a tutti, di cosa vai blaterando? Smettila piuttosto tu, coglione, sei fastidioso nella tua arroganza da persona che pretende di avere la verità in tasca, quando non riesce a fare altro che ripetersi in una propaganda molto trita.

 No.34650 SALVIA!

>>34647
>>34649
Sì certo i media tacciono sulla grande rivoluzione eterna delle lotte universali per tenerci tutti in scacco come tanti struzzi impauriti, ok va bene hai ragione tu

 No.34651 SALVIA!

>>34645
>capire lo schieramento di qualcuno vai da lui e gli chiedi: "Secondo te per risolvere i problemi che in questo periodo colpiscono l'Italia ci vuole più Stato o meno Stato?"
>A seconda della risposta a questa semplice domanda hai praticamente già davanti due terzi dell'ideologia del soggetto.
Giusto poniamo una domanda con risposta binaria e dividiamo manicheisticamente in due schieramenti che anche al loro stesso interno si prendono a coltellate, tu devi essere quello furbo, probabilmente il centrista illuminato o peggio.

 No.34652 SALVIA!

>>34651
Oh no, per descrivere la realtà la gente fa uso di semplificazioni! Dove andranno a finire tutte le mie dannate sfumature!

Che cesso sto thread

 No.34654

>>34650
>>34652
Hai rotto il cazzo, se non sei in grado di fare una conversazione senza ricorrere alla parodia o non riesci a sopportare che qualcuno la pensi diversamente da te accomodati fuori.
>Sì certo i media tacciono sulla grande rivoluzione eterna delle lotte universali per tenerci tutti in scacco come tanti struzzi impauriti
Vatti a vedere di chi sono i giornali. I media generalisti sono sempre stati uno strumento di controllo e mantenimento dello status quo, guarda da una parte come i giornali hanno trattato il fenomeno delle sardine e come hanno trattato altri movimenti di lotta sociale, come i No Tav o i movimenti studenteschi più o meno recenti come l'Onda.

 No.34655 SALVIA!

>>34654
Non c'è nessuna parodia, sei te che non sei in grado di accettare che non tutti siano d'accordo con te. Questo filo senza le tue spergate finiva 20 risposta fa.

Ah, grandi risate al n-non v-vedete in m-mano a chi sono i media.

Sveglia coglione, ormai pure tuo nonno si disinforma su internet e tutta la controcultura del caso.

 No.34658

>>34655
>non c'è nessuna parodia
>continua a fare della parodia
>non sei in grado di accettare che non tutti siano d'accordo con te
>mette in bocca al proprio interlocutore cose mai affermate, solo per fare di lui una macchietta di cui ridere e non discutere nel merito i suoi argomenti
>viene provato più volte sbagliato sulle sue idee
>ahaha tuo nonno
Davvero, te ne devi andare, minorenne.

 No.34665 SALVIA!

>>34658
No guarda, facci un favore e vattene tu, non sei in grado di argomentare le tue posizioni da ritardati, rimbecchi ad personam se ti si fa notare e non aggiungi niente alla discussione

 No.34669 SALVIA!

>>34665
Intanto non hai portato mezza frase a sostegno della tua teoria del cazzo e della merda, quindi sì le tue semplificazioni polarizzanti sono fuffa che non merita altro che pernacchie.
Se non altro perché ci sono almeno altre due grandi correnti di pensiero socioeconomico che tu da bestia ignorante come la merda neanche hai preso in considerazione.
Argomenta o levati di culo, ebefrenico.

 No.34673 SALVIA!

>>34665
Ho già argomentato abbastanza e a più riprese, ti ho dato anche elementi reali su cui riflettere per notare l'ovvio, ma è chiaro che tu non vuoi capire e d'altro canto non hai mai argomentato niente, se non cercando di svilire il tuo interlocutore mettendogli in bocca cose mai affermate, quindi perché perder ancora tempo?
Salutami il circolino dei lolgiovani democratici, minorenne progressista dei miei coglioni.

 No.34677 SALVIA!

>>34673
No, non hai argomentato se non con giri di parole vuoti
>Elementi reali
Quotameli se sei in grado dai.
>Accuse di piddinismo
Oh se solo sapessi quanto sei distante dalla realtà.
P.S.: Il mio unico intervento verso di te è questo >>34651 se vuoi ti faccio gli screen con i (Tu)
Nel thread ne ho altri ma il più recente è quest'altro >>34573

 No.34678 SALVIA!

Entro solo per dire che siete molto confusi. Siamo almeno in 4 in questa discussione e continuate a pisciarvi contro uno contro l'altro perché non capite con chi state parlando.

 No.34679 SALVIA!

>>34677
>non hai argomentato se non con giri di parole vuoti
Lolwut? Dire che la pressione che i media e il potere politico fanno su lotte risibili e marginali per non dar spazio a quelle veramente importanti sarebbe un giro di parole?
>Il mio unico intervento verso di te è questo
Non sono io, anzi è quello a cui rispondo. Hai sbagliato a quotare? Altrimenti non so neanche se rispondere alla tua richiesta di quotare argomenti di riflessione da me proposti in precedenza.

 No.34680 SALVIA!

Evitate di fare i piccati per ogni puttanata che state rasentando il cancro.

 No.35154

>>34626
>Il complottismo è senz'altro la via maestra per la rivoluzione,
*YES meme pic*

>>34645
>Guarda è semplicissimo capire lo schieramento di qualcuno. Vai da lui e gli chiedi: "Secondo te per risolvere i problemi che in questo periodo colpiscono l'Italia ci vuole più Stato o meno Stato?" A seconda della risposta a questa semplice domanda hai praticamente già davanti due terzi dell'ideologia del soggetto.
LOL ma manco per la cippa.
Stato è un termine omnicomprensivo che può designare cose che variano dalla democrazia diretta simil-anarchia alla monarchia assoluta.
Pretendere di capire l'ideologia di un soggetto da una domanda del genere è come pretendere di capire i gusti di qualcuno dalla domanda: "ma secondo te la musica è una cosa bella o brutta?"

>non è che c'è una elite turbopetalosa che cerca di far diventare trans i bambini.

Forse perché l'obiettivo dell'elite NON è quello di far diventare trans i bambini

>O, se c'è, fa proprio cagare visto che abbiamo avuto 4 anni di Trump, nella patria di Soros governa Orban e nel paese che sforna più trans del mondo c'è al governo il centrodestra insieme alla destra estrema.

Il fatto che esistano lotte interne all'elite non dimostra che non esista un'elite.
E il fatto che in una determinata nazione sia al governo la destra dimostra ancor meno, dato che la sinistra ha smesso di esistere da decenni



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]