[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/pol/ - Politica & Affari

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: Hunters-2-700x394.png (331,64 KB, 700x394)

 No.39669[Ultimi 50 post]

Perché tanto odio? E non parlo di quelli che "Li odio perché hanno ucciso Cristo!", ma di quelli che vedono nell'operato dei singoli ebrei, un piano coordinato mondiale ai danni degli altri. Vorrei capire anche le loro ragioni.

Pic presa da "Hunters", su Amazon Video

 No.39670

Perché sono ricchi

 No.39671


 No.39672

>>39670
questo.
almeno fino agli ultimi anni del medioevo erano gli unici a poter praticare l'usura AKA gli antenati delle banche odierne. i cucktolici sono veramente papetici, se solo il paganesimo greco-romano non fosse mai stato obliterato…

 No.39675

Sono una scusa che l'uomo mediocre usa per giustificare la propria mediocrità. È lo stesso discorso dei neri, dei terroristi e dei cazzi vari.

 No.39676

>>39670
>>39671
>>39672
>>39675
Salve Rabbino, tutto bene?

 No.39677

File: E poi un giorno, qualcuno….jpg (46,79 KB, 946x313)

Perché fanno cose come questa, fra le varie.

 No.39682

File: 271DBC09-AA11-4ECB-8D35-7E….png (287,77 KB, 1391x933)

Salve, vorrei fare domanda di assunzione

 No.39685

>>39676
vuoi farmi bruciare il culo? no perché ci stai riuscendo

comunque i cristiani sono sostanzialmente ebrei, non tiratemi fuori saggi di teologia e pamphlet vari

 No.39690

perche' fanno i pump and dump

 No.39692

>>39677
Cioè? Il proprietario della casa non dovrebbe poter disporre liberamente del suo bene?
Cosa sei, un comunista?

 No.39693

>>39692
A giudicare dal tono il tizio sarebbe stato sfrattato a caso senza preavviso perché l’ebbro signore della terra vende la casa agli amici banchieri che sanno che sta per arrivare crisi a brevissimo.

 No.39697

>>39693
>Sta per arrivare la crisi
>Si libera della liquidità per acquistare immobili
>Perché non sono ricco come gli ebrei???!!!!

 No.39703

>>39675
fondamentalmente questo ma limitato a internet, agli squinternati che occupano i baretti e ai camerati de noartri

a nessuno che io conosca nella vita vera importa degli ebrei, l'ossessione di pochi è una palese scusa

 No.39704

>>39703
Ti sei mai chiesto perché?
Scommetto che moltissimi di loro non sanno che gli ebbri controllano determinate cose e funzioni nel mondo, sono stati artefici di determinati eventi e movimenti destabilizzanti e tutto il resto del corollario, ma ancora prima di arrivare a ciò è altissimamente probabile che la gente non sappia riconoscerne uno a meno che non ce l’abbia scritto in fronte.

Un piccolo esempio: Roberto Saviano e Gad Lerner.

Il primo ha nome Italiano e fisicamente non è poi così lontano dal classico terrone scuro medio con tratti da nord africano o greco, mentre il secondo lo vedi perché ha proprio l’aspetto dell’ebbro classico, dai capelli ricci alla faccia da topo fino al sorriso demoniaco e ovviamente…la canappia ad uncino.

Cosa li accomuna? Che entrambi sono dei disgustosi e puzzolenti ratti che spendono tutta la loro esistenza a dividere il paese che li ospita rigirando la narrativa di ogni storia per supportare le cause universalmente promulgate da loro in tutto il mondo nei secoli dei secoli, guarda a caso qualsiasi cosa che appunto divida il popolo che li ospita in fazioni che combattano fra di loro mentre lui ed i suoi soci prosperano facendo business (saviano fa i soldi raccontando della mafia ed alimentando odio - sacrosanto - contro i napoletani mentre Gad Lerner prende l’assist e dice che è colpa della lega se gli italiani odiano i napoletani e così via).

https://www.vesuviolive.it/ultime-notizie/274475-linterista-gad-lerner-il-razzismo-contro-i-napoletani-e-colpa-della-lega/

https://www.secoloditalia.it/2019/03/per-gad-lerner-sono-gli-italiani-a-doversi-scusare-per-la-tentata-strage-dellautobus/

https://www.meteoweek.com/2020/02/20/gad-lerner-hanau-germania-macerata-salvini-hitler-lega-simpatizzante/

La questione è diversa, gli italiani resistono all’influenza dell’ebbro, nel bene e nel male, ma ciò non toglie che di motivi per non volere bene a questa categoria ce ne sono a milioni.

Ah e comunque giusto per cronaca molti italiani, spesso di sinistra, sono contro gli ebbri di Isr*ele che bombardano i sabbianegri.

 No.39705

File: Ford.JPG (136,18 KB, 500x745)

C’è un bel libro scritto da una mente brillante e rispettata in tutto il mondo che risponde benissimo alla domanda iniziale a tutto tondo e con tantissimi esempi anche pratici di una persona che ai suoi tempi bazzicava la più alta finanza mondiale vista la posizione che ricopriva.

 No.39707 SALVIA!

>>39704
Ma davvero sto delirio deve stare su /pol/ porco il vostro dio ebefrenico?
Salvia+report

 No.39713

>>39707
Esplicita una tesi e porta delle fonti a sostegno.
Fossero tutti così.
Per me è delirio, ma è ottimo.

 No.39715 SALVIA!

>>39713
Cioè che Saviano è ebreo?
Porcoddio anon, ha solo la forma generale di un ragionamento "corretto" ma tutto quello che c'è dentro è fatto a cazzo.
Le ipotesi di partenza sono false o non verificate, i passaggi logici non tengono e le tesi non hanno nulla a che fare con le ipotesi.
Dargli retta in principio costringe le persone a perdere tempo secondo la teoria della montagna di merda e nei casi in cui qualcuno davvero si impunta finisce come per >>39705 dove Ford fu citato per diffamazione (libel) e dovette scusarsi ufficialmente.

 No.39716 SALVIA!

>>39675
>dei terroristi
Eh sì, anon, chissà quanto erano mediocri questi nigerini che si sono fatti massacrare
https://www.theguardian.com/world/2021/jan/02/at-least-70-killed-in-suspected-islamist-attacks-in-niger
Se solo fossero stati più aperti mentalmente…

 No.39729

>>39715
Questo.
Anon osessionato dagli ebrei devi fottere fuori da /pol/ e tornare su /b/ o su /x/ vista la qualità dei discorsi che fai.

 No.39735

ci sarà un motivo se li hanno buttati fuori per 109 volte

 No.39736

>>39735
Perché hanno i soldi anon :^)

 No.39737

>>39736
https://www.israelnationalnews.com/News/News.aspx/184545

> Since October, the local indigenous population has accused the Jewish group of violating Mayan customs. The Council of Indigenous Elders said the Jewish group "wanted to impose their religion," and was undermining the Catholic faith that is predominant in the village.

"We act in self-defense and to respect our rights as indigenous people. The (Guatemalan) constitution protects us because we need to conserve and preserve our culture,"

Hmm…

 No.39738 SALVIA!

>>39704
saggio e hiddo
non che un filo sugli ebrei su /pol/ poteva finire diversamente.

 No.39739 SALVIA!

>>39737
>Vai a leggere
>"There was no expulsion of Jews from the town of San Juan la Laguna," George Tannenbaum, President of the Guatemala Jewish Community, told the news agency last week. "There is a group of Jews who are migrating from Canada to Guatemala, [but they are being] pursued by the Canadian authorities for legal issues there."

Come si era detto?
>Le ipotesi di partenza sono false o non verificate, i passaggi logici non tengono e le tesi non hanno nulla a che fare con le ipotesi.

 No.39740

Nonostante il thread si sia smerdato in 0.2s, ti risponderò seriamente con le prime cose che mi vengono in mente.

1) Tutte le minoranze che si riconoscono come un popolo a sé suscitano odio. Da un punto di vista succede perché il popolo ospite tende a vedere la minoranza come minaccia, indipendentemente dal fatto che lo sia o no, per un'istintiva tendenza al pensiero "se vieni al mio fuoco e non sei della mia tribù, tu vuoi il mio fuoco". Dall'altro canto è perché se ti senti popolo non nativo di un territorio, sei più incline a sfruttare il territorio e la popolazione locale, più che a farla prosperare. Questo lo si può tranquillamente vedere anche con gli italiani all'estero o i fuorisede al Nord. Questi due punti di vista ovviamente creano un circolo vizioso.

2) La religione ebraica si basa sul principio "noi siamo il popolo eletto", che aiuta molto lo sviluppo del pensiero "sfrutto il territorio e il popolo che mi ospitano, perché tanto non sono parte del mio popolo". È anche un principio molto forte, che fa sì che chi ci si riconosce abbia poca tendenza ad abbandonarlo.

3) La presenza di un nemico aiuta molto la creazione di un'identità, e i cristiani potevano scegliere come nemico o i romani o gli ebrei. Se guardi le storie dei primi martiri, è chiaro che il nemico iniziale è stato trovato nei romani; nel momento in cui l'Impero ha iniziato ad avere troppi cristiani e si è convertito a livello ufficiale, la scelta del nemico è inevitabilmente caduta sugli ebrei.

4) Il discorso dei prestiti è sicuramente vero, ma è piuttosto legata alla situazione mediterranea degli ebrei. In Europa centro-orientale gli ebrei erano tendenzialmente artigiani, quindi non eccessivamente ricchi, ma in genere mai neanche veramente poveri (anche grazie ad un elevato senso di collettività all'interno delle comunità ebraiche). Il fatto che fossero di classe media però ha reso più facile l'odio nei loro confronti: se sei un pezzente odi di più il panettiere che ti vende il pane ad un prezzo che non ti puoi permettere, più che il nobile che vive sulle tasse del panettiere.

5) Negli anni si è sviluppata una certa propensione fra gli ebrei ai lavori intellettuali. Non mi è chiarissimo per quale motivo, ma mi verrebbe da dire che in parte è dato dal fatto che è comunque più comune che gli intellettuali vengano dal ceto medio, e in parte penso sia dato anche dal fatto che per secoli agli ebrei è stato vietato (ufficialmente o ufficiosamente) l'accesso alla vita pubblica e politica. Indipendentemente dalla motivazione, si è creata la percezione (reale o fittizia non è così rilevante) che gli ebrei avessere un elevato potere intellettuale.

 No.39769

Leggiti "Le origini del totalitarismo" di Hannah Arendt, il primo capitolo è dedicato alla nascita dell'antisemitismo.

 No.39774

>>39715
Sì, come il fatto che Saviano è ebreo.
È ovvio che non prova alcun punto, perché le ipotesi che fa sono non-verificabili.
Il punto è che mettendo in evidenza la loro non-verificabilità ne dobbiamo rilevare anche la non-falsificabilità, e subito dopo voleranno le ovvie teiere nello spazio etc.
È una visione del mondo, con degli esempi.
E non dovrebbe stare su /pol/?
La politica è esattamente questo. Una visione fallace sorretta da alcuni esempi facilmente smentibili.
Quindi viva lui, insomma. E viva te che gli rispondi ottimamente.

 No.39777

>>39774
>La politica è una visione fallace etc.
Le ideologie lo sono, sporco negro da corsa. La politica è un'altra cosa.

 No.39780

>>39777
Sono la stessa cosa, per quanto tu possa arrabbiarti.
La messa a terra di provvedimenti è solo l'applicazione di una ideologia, esplicita o inconscia.
Il bene comune è qualsiasi cosa l'ideologia che hai sviluppato ti dica che sia.

 No.39781

>>39769
Ho letto i primi tre capitoli della parte sull'antisemitismo.
Finora A senso.
Proseguo.

 No.39783 SALVIA!

>>39704
Questa è una montagna di cazzate, non mi stupisce le tue fonti annoverino "il secolo d'italia"

 No.39784

Perché Israele dovevano metterlo negli Stati Uniti

 No.39789 SALVIA!

>non sono io il problema, sono le 109 nazioni che si sbagliano

 No.39790

>>39780
Politica: arte che attiene alla città-stato, tecnica di governo. Termine utilizzato in riferimento all'attività ed alle modalità di governo.
Ideologia: il complesso di credenze, opinioni, rappresentazioni, valori che orientano un determinato gruppo sociale.

Mia opinione.
Confondere "ideologia" con "politica": credere in una politica basata sull'ideologia.
Credere nel populismo e nel totalitarismo.
Sempre mia opinione.
Nella spazzatura esso va.

 No.39793 SALVIA!

>>39739
Bel dannocontrollo George

 No.39801 SALVIA!

>>39784
Non
>>39789
siamo
>>39793
su /b/.

 No.39822

>>39790
Forse mi sono espresso male: non esiste una politica che non sia basata sull'ideologia. Non esiste un provvedimento politico, un'azione politica che non sia l'applicazione pedissequa di un'ideologia.
Non è che il populisno segue un'ideologia e, boh, Calenda no. Qualsiasi partito dell'arco costituzionale, di tutti gli archi costituzionali del mondo, segue una ideologia. Anche i partiti centristi, anche un ipotetico partito fatto esclusivamente di scienziati, anche un partito fatto di robot che prendono decisioni, sarebbe guidato esclusivamente dall'ideologia che lo forma.
Questo è fondamentale, per capire l'agire umano.
Non vorrei forzare questo OT, se vuoi apriamo un filo a parte.

 No.39823

Odiare un qualunque popolo/etnia per ragioni "storiche" è così stupido e pregiudizievole da rasentare il fanatismo.
Al contempo però, non serve certo andare indietro di centinaia o migliaia di anni per individuare elementi tali da poter ispirare una particolare simpatia -o antipatia, a seconda dei propri presupposti morali- nei confronti di uno specifico frangente di qualunque comunità (specialmente se caratterizzato da una particolare ideologia), inclusa quella ebraica.

E non è nemmeno il successo economico/sociale della minoranza di turno, a rappresentare una possibile giustificazione legittima dell'eventuale astio generale per una certa demografia;
anche perché, entrando nello specifico, l'odio per "gli ebrei" inteso in tal senso implicherebbe automaticamente il detestare (per proprietà transitiva) le comunità cinesi o indiane sparse per il modo (i cui esponenti più benestanti, al di fuori delle rispettive nazioni native, superano spesso e volentieri -in maniera sproporzionata- le performance economiche dei locali nei Paesi di residenza).
Se l'odio indiscriminato per una popolazione è illogico, la relativa impostazione culturale e l'identificabile operato in determinati contesti -quanto il conseguente impatto sociale (ad ogni modo solo imputabile, alla meglio, ad una ristrettissima minoranza nella minoranza), dovrebbe comunque poter essere sempre analizzabile apertamente, ed eventualmente anche criticabile.

Se quindi l'antisemitismo è di per sé immotivato e ingiustificabile, ignorare del tutto i contributi o le influenze di uno specifico frangente della minoranza in questione (quello di maggior successo nel contesto socio-economico quanto politico contemporaneo), può passare rapidamente dall'ingenuità alla volontaria miopia.

Basta prendere ad esempio l'occidente, o nello specifico, gli USA (opinabilmente capaci, attraverso le proprie forme di pseudo-imperialismo contemporaneo, di condizionare intensamente o persino assoggettare culturalmente una fetta consistente del mondo civilizzato).
Con la (relativamente) recente apertura della comunità ebraica alla vita pubblica, la parte più intellettuale ed acculturata che da secoli caratterizza la minoranza è passata da una specializzazione quasi esclusivamente volta agli studi rabbinici, ad abbracciare le materie accademiche più canoniche, finendo con ragguardevole rapidità a vantare di un ascendente tale da influenzare profondamente l'intellighenzia americana nel suo insieme. Si parla ovviamente del periodo post-seconda guerra mondiale.
Tra le conseguenze facilmente constatabili, è possibile citare la direzione (e, potenzialmente, il successo) di innumerevoli movimenti politici e sociali americani degli ultimi 70 anni -in certi casi, tali da rivoluzionare lo scenario culturale dei decenni più recenti (dai diritti civili, al femminismo di seconda generazione, alla "nuova sinistra" giovanile e via discorrendo). Fenomeni largamente attribuibili ai contributi di un'avanguardia di scrittori, politici ed attivisti di fede o discendenza ebraica (la quale sproporzionata rappresentanza, nella menzionata direzione dei suddetti movimenti, ha sempre rappresentato al più un motivo d'orgoglio per la comunità).
Non è comunque un fenomeno limitato a movimenti percepiti al tempo come radicali; ad esempio, il cuore del neoconservatorismo, ritenuto responsabile della stessa politica estera americana ad aver condotto a svariati conflitti (di cui i neocon sono stati a lungo fieramente promotori) ed assodate destabilizzazioni di Paesi estranei all'egemonia statunitense, era anch'esso composto sproporzionatamente da individui e politici di discendenza apertamente ebraica.

 No.39824

>>39823

Non si tratta banalmente di generalizzazioni atte ad alimentare eventuali antisemitismi latenti, bensì osservazioni (spesso persino di natura statistica) così evidenti e documentate da vantare persino di una bibliografia dedicata (per quanto possano indubbiamente finire abusate dal radicale di turno per accreditare la propria retorica pregiudizievole).
Per farsi un'idea, basta prendere qualche caso menzionato e consultare i nemmeno troppo rari articoli dedicati da parte di autorevoli testate statunitensi; oppure, anche solo le relative pagine di Wikipedia (non certo un aggregato di informazioni gestito dall'estrema destra) -per notare come quasi il 40% delle personalità citate (ad esempio) nell'articolo della Nuova Sinistra siano di discendenza o religione ebraica, similmente al 56% circa degli individui di rilievo nel contesto del Femminismo, ed il 48% dei neoconservatori riportati tra i più influenti.
Lungi dal rappresentare una fonte assoluta ed inequivocabile (che non sarà mai), l'Enciclopedia Libera non fa che riflettere involontariamente un fenomeno tutt'altro che contestato: pur componendo una demografia risibile (meno del 3% della popolazione americana), la comunità ebraica è sempre stata in prima fila in una serie di lotte sociali e movimenti politici che, nel bene o nel male, hanno finito col plasmare parte della storia contemporanea degli USA (e qualcuno potrà dire, per estensione, parte del mondo civilizzato).
Tali incredibili contributi (da parte degli esponenti di maggior rilievo della comunità) sono sempre stati decantati e celebrati con orgoglio, non certo tenuti nascosti o relegati alla mera speculazione.

Allo stesso modo, però, la stessa rappresentazione sproporzionata e conseguente influenza culturale, resta altrettanto constatabile in ambiti completamente diversi ed apparentemente scollegati gli uni con gli altri.
Basti pensare, per dirne una, all'impianto mediatico statunitense, i cui colossi (complice anche il consolidamento degli ultimi decenni) risultano ancor oggi posseduti -o largamente gestiti- da individui appartenenti proprio alla minoranza in questione.
…E sarebbe sicuramente meno evidente e palese come trivia, se le personalità pubbliche di turno evitassero di sbandierare puntualmente la propria appartenenza etnico-religiosa (anche solo tenendola provata, senza bisogno ovviamente di sforare in un moderno marranesimo).
Altro esempio: pur rappresentando una demografia quantomai minoritaria, i gruppi di pressione legati alla comunità ebraica (se non filo-Israeliani) figurano paradossalmente tra i più influenti d'America.
Ancora: la composizione, la direzione e la "supremazia" economica in ambienti legati all'intrattenimento statunitense (da Hollywood a Broadway) è una tanto sbilanciata -nei confronti della comunità ebraica- da rappresentare ormai uno stereotipo stantio.
Si tratta in generale di una tale sovrarappresentazione, così tipica dei consigli di amministrazione (o, più in generale, dei cosiddetti "piani alti") di ambienti particolarmente vari e redditizi -dal mercato immobiliare alla finanza, fino all'industria pornografica e via discorrendo-, da riuscire autonomamente a fomentare e tenere vivo un fenomeno arcaico ed obsoleto quanto l'antisemitismo (che a questo punto richiama solo marginalmente i fondamenti ideologici di qualche secolo fa, nonostante le singolari similitudini nei presupposti).

Ovviamente, si può disquisire (senza ricadere nell'odio) sulla natura e le cause della dinamica: qualcuno sembra dare il merito di un tale successo all'etica lavorativa e l'approccio ideologico della comunità ebraica (come i sudcoreani, che lo ritengono così efficiente da far studiare una versione ridotta del Talmud ai giovani). Altri additano invece il nepotismo e la presunta predilezione per gli interessi in-group, oppure la scarsa mobilità sociale che avvantaggerebbe i detentori di fortune ereditate ormai da generazioni.

In ogni caso il vero problema, a mio avviso, è la moderna tendenza a trasformare l'intera tematica in un tabù. È difficile non comprendere la volontà nel limitare una retorica dalle inevitabili reminiscenze di un passato che tutti (o quasi) preferirebbero restasse tale, ma trattare a tutti gli effetti la questione come una terza rotaia rischia di rivelarsi persin più deleterio.
Negare la possibilità di affrontare pubblicamente e senza restrizioni un argomento (a prescindere dalle implicazioni) senza il timore di una persecuzione pubblica -nei casi di individui di rilievo- o censura -nel caso di irrilevanti internauti- non può che portare, alla lunga, ad un effetto Streisand difficilmente contenibile, e facilmente incline al degenero.
Se basta citare implicitamente l'influenza di una particolare minoranza in ambito mediatico per essere fondamentalmente blacklistati dal 90% dei network di uno stato (come successo al giornalista cubano Sanchez), forse si sta avendo a che fare con i sintomi di un problema nel dialogo pubblico.
Qualcosa di fortemente anacronistico, nell'era di internet e della sedicente "libera circolazione delle idee".

 No.39825

>>39824

Senza dare ovviamente credito a complotti concepiti da ciarlatani o vaghe teorie sul perseguimento di un'eventuale agenda comune perpetuata "dagli ebrei" (basta dare un'occhiata allo scenario ideologico moderno per trovarne esponenti schierati in praticamente qualunque posizione etica o materiale, in eterne battaglie non di rado politiche), credo sia opportuno riflettere sull'impatto sociologico a cui un simile approccio può eventualmente condurre.
Le persone in fondo non sono poi così complesse e imperscrutabili; a nessuno piace l'idea di essere silenziati (rischia solo di consolidare le proprie posizioni, anche se sbagliate), men che meno il sentirsi "traditi" (che mina quantomai alla fiducia).
Mi viene in mente un'immagine che ho visto postare più volte in rete (che metteva a confronto due articoli della medesima testata giornalistica): la dissonanza tra il celebrare mediaticamente gli importanti contributi dei legislatori di fede ebraica alle nuove norme relative alle armi, e l'additare come nazisti chiunque sottolinei la stessa disparità demografica ma in ambito critico, non può che portare ad un'ulteriore radicalizzazione (magari inizialmente appena accennata), rischiando di sforare nella fallacia del piano inclinato ed erodere la fiducia nelle istituzioni più importanti.
Provo a fare un esempio (di cui posso dirmi diretto testimone): mettiamo che un generico boomer sempliciotto, assolutamente neutrale alla questione, assista su Facebook ad un amico intento a lamentarsi di essere stato bannato per un mese, per aver condiviso una foto che sottolineava l'alta percentuale di major americane dal CEO di fede ebraica. Se la tematica fosse affrontata (o anche solo affrontabile) apertamente, il boomer in questione bollerebbe l'amico come bigotto o semplice vittima del pregiudizio (sarebbe paragonabile al lamentarsi dell'ampia percentuale di indiani nel campo tech, per dirne una). Inserendo nell'equazione l'elemento della censura, si apre invece la possibilità che il boomer tenti di approfondire la tematica: constatando potenzialmente la veridicità dell'osservazione, inizierebbe a sentirsi parte di un gruppo dissidente di "custodi" di una sorta di verità proibita. Ne verrebbe a meno la fiducia nell'informazione canonica, ed il boomer finirebbe ad aprirsi mentalmente ad una serie di concetti tali da sforare presto nella propaganda neo-nazista ed antisemita (parlo in maniera ipotetica, ma ho effettivamente assistito dalle retrovie all'intera dinamica)

Ovviamente non si tratta dell'unica, possibile causa del moderno antisemitismo (su cui anzi, sarebbe facile riempirci interi libri), ma ritengo si tratti di un elemento altamente sottovalutato nell'impennata di odio e pregiudizio anti-ebraico degli ultimi anni.

Se si prendesse pubblicamente atto dell'influenza moderna di un popolo millenario e dalla cultura unica quanto quella ebraica, magari studiandola in tal senso anche in ambito accademico (constatando ovviamente come la stragrande maggioranza degli ebrei contemporanei risieda largamente nella classe media, vantando di un'influenza pressoché nulla sul tessuto sociale occidentale), si eviterebbe di dare credito e carburante al frangente più radicale ancora intento a diffonderne quanto possibile l'odio.
Invece, si preferisce ammutinare e silenziare chiunque accenni al dialogo.
Navigo su internet da interi decenni e per carità, gli antisemiti ci sono sempre stati, ma sono sempre stati una minoranza emarginata in una manciata di siti per disadattati. Da quando il web si è consolidato in una minoranza di siti esageratamente ampi, è partita una moderazione brutale che ha finito col mettere al bando una ridotta serie di tematiche. E guarda un po', da quando la cosa si è fatta più intensa è anche esploso più che mai l'antisemitismo, divenuto in poco più di un lustro quasi mainstream (passando da siti radicali come stormfront ai semplici social) in un processo perfettamente allineato al tentativo di limitarlo.

 No.39826 SALVIA!

Gli ultimi muri di testo non li leggo ma mi sanno di generati con l'ai

 No.39827

>>39826
Parla degli ebrei in murriga nell'era dell'internet.
Un fenomeno troppo recente per essere analizzato in maniera "storica".
Ci vedo le stesse dinamiche in-group descritte della Arendt.
La chiave di lettura è che la 'murriga post crisi petrolifera del 73 è, di fatto, una plutocrazia dove la tendenza della comunità ebraica ad accumulare denaro senza potere politico diretto (leggersi la Arendt su questo punto) stona fortissimo.
Una ricchezza non "giustificata" dall'avere il potere, anche per opprimere, stona nella mente del popolo.
Chiedo a chi l'ha postata dove l'ha presa.

 No.39833

>>39716
Buone ste ciliegie, dove le hai raccolte?

 No.39836

File: 1.png (266,79 KB, 538x551)

File: 2.png (195,65 KB, 1119x528)

>>39827
>Chiedo a chi l'ha postata dove l'ha presa.

Da nessuna parte, l'ho scritta di getto per fare una pausa dallo studio.

La cosa divertente è che poco prima che postassi il tutto, scoppia (a mia insaputa) un'enorme polemica bilaterale sui social francesi, relativa a quell'ex generale dell'esercito tagliato bruscamente fuori dalla diretta televisiva, per aver accennato all'esistenza di un "gruppo" (nemmeno specificato esplicitamente) ai vertici dell'apparato mediatico francese quanto americano.
Combinazione, cito i rischi dell'effetto Streisand e del piano inclinato derivanti dal trattare la questione come un assoluto tabù, e contemporaneamente il Twitter francese si riempie da una parte, di profili con la spunta blu che gridano all'antisemitismo, e dall'altra, di tabelle che elencano i network francofoni gestiti da ebrei.

Il video incriminato è questo, ci sono anche i sottotitoli in inglese.
https://youtu.be/xziuvusBHu0

 No.39837

>>39836
Kek spero Silviuccio sia ancora vivo quando a qualcuno da questo lato dell'atlantico e delle alpi comincerà a berciare su internet con "chi controlla i media in italia? chi?"

 No.39843 SALVIA!

>>39837
Salve signor Elkann

 No.39844 SALVIA!

>>39837
Lollo, almeno te lo potevi evitare ed informarti prima su chi controlla i maggiori gruppi editoriali oltre mondadori (vedi >>39843 e rcs).

 No.39845 SALVIA!

>>39833
>ciliegie
Aspetta, vuoi davvero sostenere che il terrorismo islamico sia un'invenzione? Da dove sei uscito?
Qui una lista di attacchi terroristici del solo 2021, fatti un calcolo e dimmi in percentuale quanti di questi hanno una matrice islamista.
https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_terrorist_incidents_in_2021
Se vuoi, su wikipedia ci sono liste anche per gli anni addietro. Studia un pochetto invece di leccare il culo ad assassini maomettani, Ahmed.

 No.39846

>>39845
non sono lui ma hai completamente deviato la discussione tirando fuori un caso di terrorismo in Niger per rispondere a una frase che stava parlando del primo mondo per poi andare sull'argomento "il terrorismo islamico non è un'invenzione" - cosa che nessuno ha sostenuto e nessuno ha intenzione di dibattere

il messaggio era che immigrazione, terrorismo, froci e compagnia cantante nei paesi di primo mondo sono gli spauracchi go-to dei partiti politici populisti e reazionari - zoccolo duro della polarizzazione stile Bannon

 No.39847

>>39846
>per rispondere a una frase che stava parlando del primo mondo
Dove, di grazia? La frase di >>39675 era molto generica e non dava nessun tipo di coordinate spazio-temporali. Non si capisce poi perché il terrorismo nei paesi del terzo mondo non debba valere come esempio della brutalità e realtà del terrorismo in tutto il mondo. Doppio standard?
Also, vallo a dire ai massacrati in Francia, Belgio, Germania, Svezia, Austria e Gran Bretagna che il terrorismo islamico è uno spauracchio irreale, raccontalo dopo le numerosissime operazioni di polizia che in tutta Europa hanno portato ad arresti di islamisti radicali. Davvero, abbi almeno la decenza di tacere su questi argomenti ed evita di fare false generalizzazioni che rischiano solo di invalidare il resto del tuo discorso.

 No.39848 SALVIA!

>>39847
Ma che cazzo dici, porco dio?
Dove lo vedi che qualcuno ha detto che il terrorismo islamico non è reale, mannaggia la madonna troia?
Prendi le cazzo di medicine e mettiti in testa che ci devi pagare tutti se vuoi che ti diamo corda a comando come una insegnante di sostegno?
>inb4 la frase di prima
La frase di prima parla del terrorismo generico e di come lo si è usato come spauracchio per giustificare operazioni economiche militari su larga scala in cagatoi del terzo mondo che nulla hanno a che fare con la gestione della sicurezza interna nei paesi in cui sono avvenuti gli attacchi.
Schizzato di merda, se vuoi che qualcuno ti lecchi le palle quando parli di negri e inculacammelli, nel senso che invece di dare pane al pane e vino al vino stiamo tutti qui ad ondeggiare allo stesso ritmo urlando a cantilena "odio i negracci" insieme a te che dai il la, ti consiglio di andare su VC o sul quarto o in qualche altro cagatoio.

 No.39849 SALVIA!

>>39843
>>39844
Stavo per scrivere una altra porcoddi di filippica sul delirio ebrefrenico e sconnesso dalla realtà di chi vede la grande cospirazione ebraica ovunque ma, dato il contesto e l'oggetto del contendere, ovvero la proprietà dei media privati, mi limiterò ad osservare che "free market wins".
Non sarete mica dei comunisti che cercano di bloccare la libera impresa di libere persone ricche con arbitrarie limitazioni statali, vero?

 No.39850

>>39847
è evidente che le parole del post che quoti si riferiscano a un determinato contesto perché OVVIAMENTE se le applichi al mondo intero non hanno alcun senso e OVVIAMENTE trovi terreno facile a costruirci sopra le tue risposte a cazzo

non capisco se tu sia in evidente malafede o semplicemente stupido ma in entrambi i casi non ho intenzione di risponderti oltre perché il tuo post è fearmongering, ancora una volta sposti la conversazione e fai sensazionalismo spicciolo, fare appello al legittimo dolore delle vittime di un fenomeno non è un buon argomento per una conversazione

casomai ti interessasse:
https://www.bakadesuyo.com/2012/07/is-our-fear-of-terrorism-rational/

 No.39852 SALVIA!

>>39848
>>39849
Per chi se lo stesse chiedendo, ho preso la teanina da bulk podwers e un poi un caffè gigante.
Se non muoio prima apro su /420/.

 No.39853

>>39848
>Dove lo vedi che qualcuno ha detto che il terrorismo islamico non è reale
Trolli?
>>39675
Qui si dice chiaramente che il terrorismo è una
>scusa
>>39846
Mentre qui si diche che il terrorismo è uno
>spauracchio

>La frase di prima parla del terrorismo generico e di come lo si è usato come spauracchio per giustificare operazioni economiche militari su larga scala in cagatoi del terzo mondo che nulla hanno a che fare con la gestione della sicurezza interna nei paesi in cui sono avvenuti gli attacchi.

Ma quando mai? Davvero, dimmi dove nel primo messaggio che quotavo si può inferire tutto ciò. Tolto il fatto molto evidente che non è così, gli attentati di Parigi e Manchester in che modo avrebbero giustificato tali operazioni economico-militari? Per favore, su. Vuoi sminuire la violenza del terrorismo islamico in Europa, ma non lo puoi fare, c'è il sangue di bambini e innocenti che ti prova sbagliato.
>Schizzato di merda
Prendi le medicine e chiudi la bocca, non puoi arrivare a negare le violenza islamiste in Europa.
>>39850
>è evidente che le parole del post che quoti si riferiscano a un determinato contesto
E come ho già dimostrato, anche applicate al contesto europeo non sono che cazzate. Il terrorismo islamico in Europa è una realtà che si è dimostrata nel sangue, di cosa parli? Perché vaneggi?
>non capisco se tu sia in evidente malafede
Malafede far notare che non è vero che il terrorismo islamico è una scusa ma che ha sparso sangue in tutta Europa? Davvero, chiudi la bocca, sabbianegro di merda.
>>39851
Lollo, ma vai a cacare, minorenne.

 No.39854 SALVIA!

File: powellWMD.jpg (87,1 KB, 999x748)

>>39853
Mi ti immagino così.
Un negro.

 No.39855 SALVIA!

>>39854
Come sempre, solide argomentazioni. D'altronde, cosa ci si può aspettare da uno che nega le violenze islamiste in Europa, da uno che nega l'evidenza del sangue e dei morti? Muori male, subumano.

 No.39856

>>39853
>c'è il sangue di bambini e innocenti che ti prova sbagliato
>è una realtà che si è dimostrata nel sangue
>ha sparso sangue in tutta Europa
Lol ma neanche Studio Aperto.

Anon nessuno sta negando l'esistenza di quanto dici ma fare del sensazionalismo spicciolo è veramente ridicolo, le punture di insetto uccidono più persone all'anno in europa del terrorismo ma se ci fosse un partito che spacca i coglioni tutti i giorni sulle punture degli insetti li definiresti dei ritardati benché anche per le punture degli insetti ci siano BAMBINI INNOCENTI MORTI, IN TUTTA EUROPA, MA CHE DICO EUROPA, NEL MONDO INTERO.

I dati di fatto dimostrano che il martellamento sui rischi del terorrismo e della sicurezza in generale è sproporzionato all'attuale rischio reale posto da tali eventi - specialmente nel primo mondo.
Non a caso gli unici che pestano su questi argomenti sono i partiti populisti e reazionari, non lo fanno perché sono redpillati, lo fanno perché il loro unico modo per avere attenzione, potere e controllo è gridare e fare leva sulle paure della gente. Stacce.

Ti suggerisco questa lettura: https://www.goodreads.com/book/show/34890015-factfulness

 No.39857

>>39855
Il terrorismo islamico è reale, è reale dagli anni '70.
La risposta armata nei paesi dove si presume E SOTTOLINEO PRESUME venga organizzato il terrorismo islamico è reale pure.
La prima ha fatto danni enormi, la seconda non ha portato quasi beneficio alcuno se non al complesso militare-industriale degli stati uniti e di alcune potenze europee.
Lo strumentalizzare lo spauracchio del terrorista inculacammelli per fare campagna elettorale è reale a sua volta.

Fare un mischione di questi tre concetti è stupidità o malafede.
Se vuoi che ti si lecchi le palle in modo univoco e uniforme quando urli gli slogan partitici mi sa che sei stato travisato dalla /b/ locale.

 No.39858

>>39856
>Lol ma neanche Studio Aperto.
Tutto vero, comunque, che problemi ti dà la realtà dei fatti?
>le punture di insetto uccidono più persone all'anno in europa del terrorismo
Questo è fare sensanzionalismo spicciolo, confrontando cose di ordine diverso, non aiutando nella comprensione specifica dei problemi, mischiando piani per proporre confronti ridicoli.
>I dati di fatto dimostrano che il martellamento sui rischi del terorrismo e della sicurezza in generale è sproporzionato all'attuale rischio reale posto da tali eventi - specialmente nel primo mondo.
Quindi dovrei ignorare il problema reale del terrorismo e dell'islamismo radicale in Europa perché non fa morti ogni giorno? Stai scherzando o sei solo ritardato? Also, la Francia ti prova sbagliato, i discorsi che si fanno ormai a livello istituzionale dicono tutt'altro sul grado di penetrazione di questa ideologia violenta.
>fare leva sulle paure della gente
Ancora, il terrorismo è cosa vera, che ha sparso sangue in tutta Europa, non sono fantasie puerili che vengono alimentate a forza. Le operazioni di polizia che vengono condotte in Europa praticamente in modo costante ti provano sempre sbagliato.
>Stacce.
Ma va a cacare, coglione.
>>39857
>E SOTTOLINEO PRESUME
No, non si presume, visto che in questi paesi sono stabilmente residenti forze islamiste, come riconosciuto da tutti gli organi internazionali. Di che parli?
>Fare un mischione di questi tre concetti è stupidità o malafede.
Che è quello che è stato fatto in precedenza, arrivando a schiacciare il problema dell'islamismo in Europa come un semplice spauracchio, una storiella inventata, quando invece ha lasciato per strada violenze, sangue e morti. Quindi sì, è molto importante non lasciare che personaggi come voi schiaccino la complessità di un fenomeno REALE e lo riducano a mero spauracchio perché lolsalvinio. Il terrorismo islamista NON è una strumentalizzazione, il terrorismo islamista è reale.
>Se vuoi che ti si lecchi le palle in modo univoco
Lollo, prendi le medicine, davvero.

 No.39859

File: powellWMD2.jpg (88,55 KB, 770x500)

>>39858
No, non si presume, visto che in questi paesi sono stabilmente residenti forze islamiste, come riconosciuto da tutti gli organi internazionali. Di che parli?
>Iraq vs Pakistan
>In uno ci stavano le WMD, nell'altro era nascosto BinLaden.
>Uno era un cagatoio del III mondo, l'altro un alleato strategico.
Indovina come è finita?
Pittura Relata, sempre tu, un negro.

>Che è quello che è stato fatto in precedenza, arrivando a schiacciare il problema dell'islamismo in Europa come un semplice spauracchio, una storiella inventata, quando invece ha lasciato per strada violenze, sangue e morti.

> personaggi come voi schiaccino la complessità di un fenomeno REALE e lo riducano a mero spauracchio perché lolsalvinio.
Nessuno ha tentato di schiacciare il problema se non tu.
Quindi si, vedi i fantasmi, in stupidità o in malafede.

Se non ti piace questo posto perché stai ancora qui?

 No.39860

>>39859
Impara a greentextare, nuovofrocio.
>Iraq vs Pakistan
Ah, giusto, dopo aver parlato sempre di Europa, mi sembra coerenti tu porti il discorso americano. Perché non parliamo invece del califfato in Siria e Iraq? Perché non parliamo del Mali? Perché non parliamo del Marocco? Also, una cosa è il paese come governo gentrale, altra i gruppi locali che agiscono in zone in cui l'autorità centrale neanche arriva. La risposta armata occidentale si registra in queste zone, non nelle capitali. Ancora, di cosa parli?
>Nessuno ha tentato di schiacciare il problema se non tu.
Ma stai scherzando? Tutto l'impianto del vostro ridicolo discorso è sostenere che il terrorismo in Europa (non si capisce perché si tenga fuori dal discorso il resto del mondo, forse perché non fa tornare il resto del vostro sconclusionato discorso) è una storiella meno pericolosa delle punture di zanzare [sic].
>Se non ti piace questo posto perché stai ancora qui?
Io sono qui da molto prima di voi, inoltre mi sembra che quelli che siano partiti con i vari
>vattene dillà
Non appena hanno sentito un'opinione contrastante la loro, siate stati voi.
Perché continui a deformare la realtà a tuo piacimento? Perché non te ne vai a fare in culo, minorenne?

 No.39861

>>39860
>dopo aver parlato sempre di Europa
Vorrei solo fare notare come nei post precedenti si parlava di interventi di stati del "primo mondo" in stati esteri.
Inoltre
>parliamo di Mali
>parliamo di Marocco
ma perché non parliamo anche di Libia, allora?

>Tutto l'impianto del vostro ridicolo discorso è sostenere che il terrorismo in Europa (non si capisce perché si tenga fuori dal discorso il resto del mondo, forse perché non fa tornare il resto del vostro sconclusionato discorso) è una storiella meno pericolosa delle punture di zanzare [sic].

No, ricordiamo è che tutto questo discorso è partito da te che sperghi male su parole messe nella nostra bocca da te.

>Io sono qui da molto prima di voi

>Non appena hanno sentito un'opinione contrastante la loro, siate stati voi.
Perché continui a deformare la realtà a tuo piacimento? Perché non te ne vai a fare in culo, minorenne?
Io sono molto contento che tu faccia così.
Molto.
Perché alla fine il succo della questione è informare il pubblico.
Farlo attraverso una roba alla Barbero o far strillare un matto facendo portare a lui tutte le contraddizioni ha più o meno lo stesso risultato.
Anzi, sentire un esaltato che urla ai fantasmi è più divertente.

 No.39862

>>39861
>si parlava di interventi di stati del "primo mondo" in stati esteri.
Sì, e quindi oltre l'intervento americano di cosa mi vuoi parlare? Inoltre già dall'entrata in Afghanistan gli USA bombardavano le zone rurali del Pakistan. Quindi?
>ma perché non parliamo anche di Libia, allora?
Anche, purché non mi parli di Gheddafi, ma dei gruppi islamisti attivi ai confini con il Niger.
>No, ricordiamo è che tutto questo discorso è partito da te che sperghi male su parole messe nella nostra bocca da te.
No, più sopra ti ho riportato anche i vari greentext da cui puoi ricavare quanto da me affermato. Il discorso delle zanzare poi lo avete tirato fuori voi e ora te lo rimangi? Dio, sei veramente patetico.
>Farlo attraverso una roba alla Barbero o far strillare un matto facendo portare a lui tutte le contraddizioni ha più o meno lo stesso risultato.
Mi puoi indicare le contraddizioni nei miei post?
>Perché alla fine il succo della questione è informare il pubblico.
Giusto, io infatti ho riportato eventi reali che possono essere recuperati da tutti tramite semplici ricerche su google, voi invece?
Stammi bene, subumano.

 No.39863 SALVIA!

prevedo che anche questo filo finirà in un anon che comincia a dare dell'arabo all'altro e il secondo che gli fa il conteggio della bile

 No.39865

>>39862
>>39862
>Sì, e quindi oltre l'intervento americano di cosa mi vuoi parlare?
Perché? Non è da solo sufficiente a dimostrare che sei un pagliaccio che spara falsità peggio del miglior Powell?
>Inoltre già dall'entrata in Afghanistan gli USA bombardavano le zone rurali del Pakistan. Quindi?
Le menzongne di Powell sono del 2003, l'attacco alle torri gemelle sono state nel 2001, i primi bombardamenti al confine col pakistan nel 2009.
Fatti insegnare a contare alla scuola circo per pagliacci.
>Anche, purché non mi parli di Gheddafi, ma dei gruppi islamisti attivi ai confini con il Niger.
E invece parliamo di Gheddafi, honk honk.

>No, più sopra ti ho riportato anche i vari greentext da cui puoi ricavare quanto da me affermato. Il discorso delle zanzare poi lo avete tirato fuori voi e ora te lo rimangi? Dio, sei veramente patetico.

Bene, vediamoli insieme.
Il primo riferimento è qui >>39860 con
>Tutto l'impianto del vostro ridicolo discorso è sostenere che il terrorismo in Europa (non si capisce perché si tenga fuori dal discorso il resto del mondo, forse perché non fa tornare il resto del vostro sconclusionato discorso) è una storiella meno pericolosa delle punture di zanzare [sic].
Che fa riferimento a >>39856, dove viene scritto che
>Anon nessuno sta negando l'esistenza di quanto dici ma fare del sensazionalismo spicciolo è veramente ridicolo
Che è un riferimento a >>39853 dove
>Ma quando mai? Davvero, dimmi dove nel primo messaggio che quotavo si può inferire tutto ciò.
in riferimento a >>39675:
>Sono una scusa che l'uomo mediocre usa per giustificare la propria mediocrità. È lo stesso discorso dei neri, dei terroristi e dei cazzi vari.
Questa frase, presa nel contesto, dovrebbe voler dire che il terrorismo non è un minaccia reale come non lo sono i neri, i terroristi e i cazzi vari?
Io leggo che "[l'antisemitismo, gli ebbrei] sono una scusa che l'uomo mediocre usa per giustificare la propria mediocrità. È lo stesso discorso dei neri, dei terroristi e dei cazzi vari."
Credo fosse nel contesto di "dare la colpa sempre a qualcun altro" o cose del genere.
Se ti sei inalberato ipotizzando che quella frase volesse dire che non sono minacce reali, e che quindi tu li consideri minacce reali, al pari di ebrei e negri, alla società occidentale, facendo un mischione per cui ebrei e negri fanno l'equivalente degli inculacammelli con cose tipo farsi saltare in aria per ragioni politiche, allora non ho che risponderti, con una voce che puoi immaginarti bene, sempre tornando nel contesto delle zanzare:
>AMICO MIO!…CIAO!….CIAO!

In finale
>Mi puoi indicare le contraddizioni nei miei post?
È più uno spostare paletti continuo che una contraddizione, al limite del disturbo formale del pensiero denominato "pensiero tangente".
Conta come fallacia, in ogni caso, presumendo che tu non sia pazzo IRL.

>Giusto, io infatti ho riportato eventi reali che possono essere recuperati da tutti tramite semplici ricerche su google, voi invece?

A proposito, l'unico che ha fornito dati reali è stato >>39856 e >>39850, che affermano il contrario di quanto berci tu.
Quello che dici a proposito del fatto che sei tu a portare dati è l'ennesima falsità.

 No.39870 SALVIA!

>>39849
>Non sarete mica dei comunisti che cercano di bloccare la libera impresa di libere persone ricche con arbitrarie limitazioni statali, vero?
Sì.

 No.39872

>>39849
>mi limiterò ad osservare che "free market wins".
>Non sarete mica dei comunisti che cercano di bloccare la libera impresa

vediamo
>"Vince" il free market
>nel giro di 30 anni una manciata di megaconglomerati si mangia tutto il mercato
>comprano o soffocano qualunque accenno di concorrenza, a qualunque costo
>adottano tattiche impensabili di concorrenza sleale per minimizzare quanto possibile la libera impresa
>interi mercati globali vengono assoggettati da/spartiti tra i tre colossi di turno che coesistono stingendosi le mani e dettando le regole di mercato
>il "libero mercato" si trasforma in un comunismo privato con le multinazionali al posto dello stato
>eccetto che il cittadino medio non ha manco quei quattro "bonus" teorici in croce del comunismo
>Si passa dal "free market" al classico "socialism for the rich and capitalism for the poor"

Un compromesso tra mercato libero e limitazioni statali è necessario

 No.39875

File: ukncj.jpg (98,94 KB, 759x448)

>>39858
>Tutto vero, comunque, che problemi ti dà la realtà dei fatti?
Provocazione inutile, stai partendo dalla realtà che nessuno nega "esiste il terrorismo di matrice islamica" e attribuendogli un'urgenza e un rischio non di questa terra. Questo l'errore che commetti https://www.gapminder.org/factfulness/fear/ nel libro è trattato più a fondo.
>Questo è fare sensanzionalismo spicciolo
Ti sto facendo il verso.
>confrontando cose di ordine diverso
Sì in effetti hai ragione, l'ordine di grandezza del terrorismo in europa lo fa il verme solitario, c'era da prendere animali più sfigati.
>Quindi dovrei ignorare il problema reale del terrorismo e dell'islamismo radicale in Europa
No, devi attribuirgli il giusto peso. Al giorno d'oggi è l'arma propagandistica dei partiti populisti e reazionari che soffiano sul fuoco perché non hanno null'altro da offrire per ottenere voti.
>il terrorismo è cosa vera, che ha sparso sangue in tutta Europa
Sei un disco rotto, nessuno lo mette in dubbio, ripetere queste cose ti rende ridicolo, non aggiunge niente al tuo discorso, è sensazionalismo. Sì il terorrismo islamico c'è, sì lo stiamo già combattendo, sì fa pochissimi morti e feriti rispetto a moltisime altre cose.

Insomma tutti i tuoi messaggi sono:
1. rappresentazione infedele degli argomenti altrui: insisti nel sostenere che neghiamo l'esistenza del terrorismo o il suo impatto sulle (poche) vittime che ha fatto
2. appello all'emozione: insisti a mettere l'accento su IL SANGUE E I BAMBINI INNOCENTI, SIGNORA MIA, IL SANGUE E I BAMBINI INNOCENTI come se ciò aggiungesse qualcosa alla discussione o some se ai morti importasse di come sono morti

Boh, ormai siamo al quarto o quinto messaggio in cui ripeti le stesse con parole diverse cose senza rispondere alle obiezioni altrui. Non capisco.

 No.39883

>>39863
Questo thread andava fragolato non appena si è capito che il discorso sulla cospirazione nasuta non era trollaggio.
No ma il problema era campanellino che warnava, mica sto schizzato di merda, quindi ora vi tenete meinkampfanon che delira e caga nella board.

 No.39888

>>39847
>>39853
Scommetto quello che volete che questo coglione minorato è lo stesso che nel thread sulla cina ha appoggiato il genocidio uiguro e si è messo a spergare sull'islam non appena un anon è stato abbastanza scemo da rispondergli seriamente.
È riuscito a smerdare un thread già pieno di merda. Per me è da fragolare a vista.

 No.39893

>>39865
>Non è da solo sufficiente a dimostrare che sei un pagliaccio che spara falsità peggio del miglior Powell?
Non direi, io mi sono riferito sempre a paesi e contesti in cui la presenza di gruppi islamisti è nota. Tu perché insisti ancora con l'Iraq?
>i primi bombardamenti al confine col pakistan nel 2009.
Forse perché fino al 2009 la priorità era visto l'Iraq, ma non appena riconosciuto il ruolo del Pakistan (appunto dal 2009 con Obama) subito si è puntato anche lì?
>E invece parliamo di Gheddafi, honk honk.
Di cosa parli? Gheddafi non è stato mica fatto cadere accampando scuse legate al terrorismo islamista. Lollo, sei solo un miserabile coglione.
>Se ti sei inalberato ipotizzando che quella frase volesse dire che non sono minacce reali, e che quindi tu li consideri minacce reali, al pari di ebrei e negri, alla società occidentale
Lollo, ma lo vedi quanto sei falso e bugiardo? Nel post si sostiene chiaramente che il terrorismo sia alla pari dei neri e degli ebrei solo una sorta di capro espiatorio, io invece ho sottolineato come il terrorismo sia cosa ben concreta e vera, proprio al contrario dei capri espiatori storici come ebrei e neri. Sei davvero un miserabile, ti stai arrampicando sugli specchi pur di difendere l'affermazione da voi sostenuta a più riprese, cioè che il terrorismo sia una storiella, nascondendoti dietri neri ed ebrei. Il mischione è proprio il vostro, che avete posto i terroristi sullo stesso piano di ebrei e neri. Perché sei così bugiardo?
>È più uno spostare paletti continuo che una contraddizione, al limite del disturbo formale del pensiero denominato "pensiero tangente".
Bene, quindi non ci sono contraddizioni nei miei post. Ora puoi indicarmi quando avrei spostato paletti?
>A proposito, l'unico che ha fornito dati reali è stato >>39856 e >>39850, che affermano il contrario di quanto berci tu.
Ma trolli? Nel primo post non c'è nessun dato, ma il confronto a sproposito tra morti per zanzare e morti per terrorismo e nel secondo post lo stesso. Io ho postato le liste degli attacchi terroristici del 2021, inoltre ho riportato fatti veri come i morti francesi, tedeschi, belgi, svedesi, austriaci, inglesi. Come fai a negare ancora la violenza islamista mettendola a paragone con le zanzare? Da dove sei uscito?
>>39875
>Provocazione inutile, stai partendo dalla realtà che nessuno nega "esiste il terrorismo di matrice islamica" e attribuendogli un'urgenza e un rischio non di questa terra
Lollo, gli islamisti uccidono continuamente, impongono il loro credo reazionario e violento (vedi anche il caso Saman) e non rappresentano un rischio di questa terra?
>Al giorno d'oggi è l'arma propagandistica dei partiti populisti e reazionari che soffiano sul fuoco perché non hanno null'altro da offrire per ottenere voti.
Stai diventando noioso, frocetto. Le violenze islamiste non le fa lolsalvini. Inoltre anche la non-populista Germania proprio di recente ha cominciato a fondare centri di studio islamici in lingua tedesca, nel tentativo di sottrarre il monopolio agli imam turchi e sauditi
https://www.ilfattoquotidiano.it/2021/06/16/germania-apre-la-prima-scuola-per-formare-gli-imam-in-tedesco-cosi-berlino-contrasta-i-predicatori-istruiti-da-ankara-a-paesi-arabi/6231435/#33364896
Riconoscendo quindi l'urgenza del problema islamismo e derive violente, altro che propaganda.
>nessuno lo mette in dubbio
Dio, ma sei davvero un pidocchio falso e bugiardo. Prima sostenete che il terrorismo sia una storiella alla pari di quelle contro neri ed ebrei e ora fai finta di niente?
>fa pochissimi morti e feriti rispetto a moltisime altre cose.
Come le zanzare? Non mi stavi facendo il verso? Ora è un argomento valido?
>insisti nel sostenere che neghiamo l'esistenza del terrorismo o il suo impatto sulle (poche) vittime che ha fatto
Vero, come ti ho dimostrato riportando tutti i vostri passi e come dimostri tu, insistendo ancora su quel poche, quando non è vero neanche questo, se - invece delle zanzare - prendessimo come confronto i morti per terrorismo che fanno le altre religioni (un termine di paragone più appropriato).
>come se ciò aggiungesse qualcosa alla discussione o some se ai morti importasse di come sono morti
Beh, sì. Morire per morte violenta per mano di qualche islamista, mi sembra molto importante e sottolinea proprio la violenza e realtà (che voi negate) del terrorismo islamista. Lo so che ti fa male accettarlo, ma è vero che sono morti dei bambini e degli innocenti. Facci affari, sabbuianegro.
>>39888
>il genocidio uiguro
AHAHAHAHAHAHAHAHA.
Ma da dove siete usciti?

 No.39894 SALVIA!

>>39893
>nega i campi di rieducazione per musulmani in Cina
ed ecco che tutto questo vomito letterario nella spazzatura va
inb4 ciao ahmed, 1 giorni di bile

 No.39895 SALVIA!

>>39894
Far mangiare maiale ai tuoi amici sabbianegri non è genocidio, frocetto.

 No.39897

>>39893
>anon non siano dicendo che il terrorismo islamico non esiste, solo che al pari di altri argomenti caldi è stato utilizzato a sproposito per ragioni elettorali da forze politiche ben definite
>GHNOOOOOO COMPLICI DEI TERRORISTI, AMMAZZATE I BAMBINI. NEGATE LA REALTÀ
E si parte col primo giorno di bile.

 No.39898 SALVIA!

>>39897
Prima lo schiacciate sullo stesso livello dei complottismi più beceri e ora mi volete venire a raccontare la storia che sarebbe usato come argomento di propaganda, quando vi ho già mostrato con numeri e dati che i vostri amici terroristi hanno insanguinato l'Europa e il mondo (in numeri completamente sproporzionati rispetto a tutte le altre religioni del globo)? Quando vi ho mostrato che in tutta Europa vengono prese iniziative per arginare l'islamismo radicale?
Sei solo un povero lobotomizzato, non sorprende infatti che invece di entrare nel merito dei punti da me sollevati (dopo aver invocato in precedenza il ban), ricorri alla parodia per delegittimare il mio pensiero. Rimani subumano, mi raccomando, Ahmed.

 No.39905

Riassunto del thread:

>”OP qui: mi spiegate perché laggente odia gli ebbri?”

>”Ciao op, vedi in realtà i motivi sono [108 paesi, tribalismo che li unisce a parassitare paesi in cui vivono restando leali solo al loro gruppo, il talmud dice che tutti i goyim sono nati per servire loro che sono il popolo eletto, << un ebreo può derubare un goy, ma un goy non deve derubare un ebreo >>, monopolio di banche, organi di informazione, pornografia, settore farmaceutico, cure del cancro, mercato musicale, bail out della crisi del 2008, rotschild finanziano entrambe le parti dei conflitti e guerre da sempre, rotschild possiedono 1/2 ricchezza di tutto il pianeta, ebbri controllano la borsa americana e gli organi di controllo, presiedono la federal reserve e stampano moneta all’infinito facendo soldi su interessi infiniti in uno schema fatto per far pagare ai cittadini gli stessi, Soros controlla ogni singola ONG pro migranti, pro femminismo, pro gay e trans, anti razzismo, controlla i black block e gli antifa (che fine hanno fatto?), sono stati mercanti di schiavi africani, possedevano tutte le navi che portavano gli schiavi in America e rappresentavano l’80% dei proprietari di schiavi neri, larpano da bianchi quando gli fa comodo per dare la colpa di tutto ciò che fanno all’uomo bianco (ma si identificano come ebrei il resto del tempo), vogliono farti aprire i confini mentre chiudono i loro, vogliono tirare giù il confine tra America e Messico mentre ergono un muro attorno ad Israele e sparano a chi prova ad entrare, bugie e calunnie sull’olocausto, lampade fatte con la pelle di prigionieri ebrei (provate false), testimonianze false che stridono l’una con l’altra, montagne russe dentro auschwitz, ecc..] quindi capisci che non è un complotto ma ci sono ottime ragioni solide e verificabili?
>”NOOOOOOOO VAI VIA SCHIZO!!! /pol/ È MORTA PURCADDEI!!! MOOOOOOD BANNATE LO SCHIZZATO!!!!
>SALVIA SALVIA SALVIA SALVIA
“Torna su /bbbbbbbbbbbbb/!!!!!!
>*5 minuti dopo*
>”Op, è tutta invidia del pene perché gli ebbri hanno soldi e poi leggi questo [libro scritto da ebreo o simpatizzante della mia idea politica che conferma quello che penso io di politically correct] quindi in sostanza è come dico io e tutti gli altri sono schizzati che devono glommare ed è inutile rispondergli”
>”Bravo anon, questa si che è democrazia e scambio di idee produttivo”

 No.39914 SALVIA!

File: dadicosmicifag.png (35,94 KB, 765x601)

>>39905
Te non devi glommare, ti serve proprio la punturina della pace eterna.
Salvia e report.

 No.39921 SALVIA!

>>39905
Buon Dio, una persona che vuole fare ironia nemmeno ci perde 45 minuti a scrivere tutta quella roba, questo è schizzato per davvero.

 No.39924

Puoi bannarmi quante volte vuoi ma resta il fatto che ancora non ho visto una risposta e che ogni singola volta si viene bannati qui se parli male degli ebrei.

>torna su 4chan


Ma non potevi scrivere “bannato per razzismo”? Così mi dai il pretesto a restare qui.

 No.39927 SALVIA!

>>39924
> ogni singola volta si viene bannati qui se parli male degli ebrei.
> si è parlato "bene" degli islamici, terroristi, che come sappiamo vanno a braccetto con gli ebrei
>l'unico a sventolare lo spauracchio del terrorismo islamico, ovvero chi ce l'ha storicamente con gli ebbri è lo stesso che si lamenta di essere stato bannato perché non può parlare male degli ebbri
Punturina quando?

Ah si, giusto, ogni volta dimentico che nella tua testa
- è tutto un mischione
- la realtà storica va a farsi strabenedire.

 No.39928

>>39927
Se tu fossi l’admin o il moderatore sapresti bene che non sono la stessa persona di cui parli, quindi come puoi ben vedere sei tu quello che ha i fantasmi nella testa che lo ossessionano.

 No.39930 SALVIA!

>>39928
MA NON LO SONO PORCO DIO, QUINDI NON LO POSSO SAPERE, SCHIZZATO DEL CAZZO E DELLA MERDA.
BUTTATI DAL PALAZZO, LANCIATI SOTTO LA METRO B, TRANGUGIA UN BIDONE DI CANDEGGINA MA PORCA MADONNA SMETTILA DI IMPESTARE IL MONDO CON I TUOI DELIRI.
SALVIA IN TUTTI I CAMPI MALEDETTO PAZZO DA INTERNARE.

 No.39931

>>39927
>l'unico a sventolare lo spauracchio del terrorismo islamico
Grazie, scambiandomi per qualcun altro e senza farlo apposta hai dimostrato quello che andavo sostentendo, cioè che pensate che il terrorismo islamico sia una farsa, uno spauracchio e non qualcosa di concretamente reale, che ha lasciato morti e distruzione dietro di sé. Ben fatto, subumano.
>la realtà storica va a farsi strabenedire.
Fa ridere che chi ha proposto come confronto le morti fatte dalle zanzare alle morti fatte dai musulmani parli di realtà storica.
Bravo sabbianegro.

 No.39934 SALVIA!

>>39924
>Non ho visto una risposta
Te ne hanno date un sacco ma sposti i paletti perché ovviamente ti danno torto, sembri proprio uno di quei reazionari psicotici da quanto strepiti e sbatti i piedini di fronte ai fatti.
Il problema è che poi non è razzismo il tuo, è solo malattia mentale nel ramo ideazione paranoide.
Again, salvia e report.

 No.39936

>>39931
>hai dimostrato quello che andavo sostentendo, cioè che pensate che il terrorismo islamico sia una farsa, uno spauracchio e non qualcosa di concretamente reale, che ha lasciato morti e distruzione dietro di sé.
>cioè che pensate
>voi
e uno
> dire "agitare lo spauracchio del terrorismo come quel maiale di salvini fa per raccattare voti dagli idioti" vuol dire negare che esista il terrorismo islamico delle stragi di monaco.
e due
>i morti delle zanzare
AMICO MIO……

 No.39939

>>39936
Riesci a riformulare il messaggio in italiano, Ahmed?
>dire "agitare lo spauracchio del terrorismo come quel maiale di salvini fa per raccattare voti dagli idioti" vuol dire negare che esista il terrorismo islamico delle stragi di monaco.
Nono, avete a più riprese svilito i morti delle stragi islamiste, come qui >>39875, tra cui segnalo il geniale
>some se ai morti importasse di come sono morti
Paragonandole ai morti per le zanzare (una domanda: quante punture fanno in totale le zanzare e quante di queste portano alla morte? Invece, quanti attacchi fanno gli islamisti e quanti di questi portano alla morte? Da qui deriva la maggiore mortalità dei secondi sulle prime, al contrario di quanto vuoi sostenere tu).
Perché non chiudi una volta per tutta la bocca e vai a delirare contro lolsalvini da qualche altra parte, minorenne?

 No.39941 SALVIA!

>>39939
>comincia a chiamare gli interlocutori con nomi arabi
acceleriamo

 No.39942

>>39924
ulteriore conferma del tuo essere un cretino che non capisce un cazzo e vede i fantasmi
"torna su 4chan" è un ban automatico da spamfilter sulle paroline da ritardato
lol

 No.39943

>>39942
>lmao stavo solo facendo finta

Ok elencami le parole in questione, forza.

 No.39944 SALVIA!

>>39941
>acceleriamo
Le pinte di bile sempre una al giorno sono, più veloce di un tot non puoi andare.
salvia per non disturbare il resto del delirio

 No.39945 SALVIA!

>>39943
>posta la parola blacklistata che porta un ban automatico, scommetto che non la sai
Ma sei ritardato?
Posta meno cancro e basta, e vergogna a chiunque ti abbia dato un (Tu) in questo thread invece di ignorarti.

 No.39946

>>39893
>se - invece delle zanzare - prendessimo come confronto i morti per terrorismo che fanno le altre religioni (un termine di paragone più appropriato).
No, se devo pensare alle "cose che mi possono uccidere" comparo il terrorismo islamico con le altre cose nella categoria "cose che mi possono uccidere", non con una sottocategoria arbitraria. Guarderei alle altre religioni se volessi preoccuparmi esclusivamente del terrorismo religioso.

Questa tua frase mostra l'evidente malafede del tuo voler a tutti i costi sostenere ISLAM BAD come se fosse necessario e non fosse un pensiero ovvio e condiviso, tutte le religioni sono da ritardati, gli estremismi ancora di più e l'islam e qualche centinaio di anni più in ritardo delle altre. Ciononostante, nella categoria "cose che mi possono uccidere" il terrorismo islamico è comunque molto in basso e fa più danni come cavallo di battaglia dei partiti populisti e reazionari che di suo benché uccida CENTINAIA DI UOMINI DONNE E BAMBINI esattamente come tutto il resto nella categoria "cose che mi possono uccidere" QUALCUNO PENSI AI BAMBINI.

>Beh, sì. Morire per morte violenta per mano di qualche islamista, mi sembra molto importante

Sì guarda immagina la consolazione del morire sotto una macchina invece che per mano di un sabbianegro.

Se non afferri questi concetti basilari mi pare inutile discutere oltre, ISLAM BAD lo ripeti da quando sei arrivato e non aggiunge niente alla conversazione inoltre continui a sostenere l'opposto di quanto diciamo perché abbiamo l'ardore di non gridare ISLAM BAD abbastanza forte ma di metterlo in prospettiva. Boh, ok Capitan Padania?

Sai chi altro ragiona come te? Quelle del FEMMINICIDIO. Fatti due conti in tasca.

>>39943
ciai provato terrone

 No.39947

Non si tratta di complottismi, c'è davvero qualcosa che non va nell'educazione ebraica. Ti instillano categorie mentali che permangono per tutta la vita, persino se rinneghi l'ebraismo (vedasi Marx che era ateo e antisemita, eppure continuava a credere nel messianismo della classe operaia). Come è stato già detto da molti anon prima di me il problema principale è il criticismo distruttivo che li porta a disintegrare la società che li ospita. Aggiungici il nepotismo più sfrenato (confermatomi irl da un comandante dei carabinieri che ha parlato di una mafia intoccabile), e il fatto che molti di loro sono propensi ad avere quozienti intellettivi molto alti e malattie mentali, e ottieni un quadro decisamente problematico. Non si sono mai lasciati assimilare né lo faranno mai, perché sono profondamente convinti di essere i prescelti di dio, e in virtù di tale convinzione continueranno a trattare come bestiame tutti gli altri popoli umani.

Detto questo, non credo che gli ebrei governino il mondo. Soltanto una sparuta minoranza, che peraltro è in combutta con uomini bianchi

 No.39948

>>39947
Gli uomini “bianchi” (perché proprio bianchi e basta poi?) in combutta, eccetto quelli al vertice, sono tutti corrotti e ricattati con metodi ben conosciuti e scandali di cui si è parlato già decenni fa, puntualmente insabbiati e suicidando chi li indaga ma anche chi sa troppo ed è in una posizione da poter compromettere gli altri. Ricordate quello suicidato nella cella in prigione che aveva poi creato un hashtag sui social di gente che non credeva al suicidio che i media sostenevano come teoria ufficiale?
Fatto estremamente divertente: lui (morto) e lei che era ancora più influente erano -esatto- parte della tribù ed erano a braccetto con nobiltà di tutto il mondo è politici nonché dirigenti di multinazionali come quelli che appaiono in tanti “complotti” vari.
La prima cosa che fa riflettere è che loro sono lo 0.3% della popolazione mondiale e 10 di loro detengono metà della ricchezza di tutto il pianeta, ancora più divertente il fatto che siano membri di una famiglia unica, già queste coincidenze dovrebbero far suonare dei campanelli d’allarme anche nelle teste di chi è più politicamente corretto, perché voglio dire che probabilità statistiche ci sono che su quasi 8 miliardi di persone un gruppo di “soli” 23 milioni di persone abbia così potere e sia rappresentato sempre in moltissime categorie?
Facciamo finta anche solo che siano in buona fede, come è possibile che per esempio in america questi gestiscano tutti i media per esempio? Se sono 23 milioni nel mondo, in America (popolazione totale 330 milioni) sono 7 milioni (in Isreale sono 300.000).
Io non capisco perché la gente gridi al complotto onestamente quando vengono mosse domande legittime con numeri alla mano, anche perché come dici tu stesso questo gruppo è chiuso e molto religioso/nepotista.

Domanda bonus per quelli che grideranno alla schizofrenia, mi preparo in anticipo: cosa ne pensate dell’AIPAC? https://it.wikipedia.org/wiki/AIPAC

Cito le prime righe:

>L'AIPAC, American Israel Public Affairs Committee, è un gruppo di pressione (lobby) americano noto per il forte sostegno allo Stato di Israele. È considerato il più potente e influente gruppo d'interesse a Washington.


La considerate una cosa normale?

 No.39949

>>39948
>La considerate una cosa normale?
Sì perché Israele è stato per mezzo secolo il piede nella porta degli US sulla geopolitica del medioriente e ad ora è ancora il principale vassallo americano nonostante i rapporti di favore con i regnanti Saud.

Il resto è sempre delirio che starebbe bene su /b/ e non su /pol/ ma la moderazione deve volerti bene come i bulli a scuola a volte difendono i mongoloidi o l'omega di turno.

 No.39950

File: C50B5009-9DC2-4963-A9D1-E….jpeg (79,77 KB, 750x620)

>>39949
Mi puoi spiegare perché reputi delirio ciò che dico e invochi sempre alla censura?
Tu stai continuando a darmi del matto senza mai rispondere a nulla, a parte la domanda sull’Aipac, e non mi spieghi perché.
In cosa sarebbe delirio parlare di uno scandalo ben noto i cui componenti principali erano persone di etnia della quale si parla qui?
Spiegami una volta per tutte, perché voglio capire cosa ci trovi di delirante nel fare domande circa cose riportate dalla stampa mainstream peraltro.

Perché le cose sono due: o sei un ebreo e ti da fastidio il dialogo, oppure devi censurarmi per qualche motivo perché la gente normale ad un certo punto ignorerebbe.

E no la moderazione mi vuole bene perché mi hanno bannato dopo che mi hai segnalato scambiandomi per un’altra persona e quando ho chiesto spiegazioni in due mi hanno detto che ho triggerato il ban perché ho usato parole proibite, che è una grandissima stronzata e lo sai bene.

Anche pic related è un delirio anon? Sta facendo il tuo lavoro sai?

 No.39951

>>39950
Perché non si discute con lo psicotico che manifesta disturbi del contenuto del pensiero, lo si mette in un ambiente consono e protetto e si cerca di farglieli passare, nella fattispecie il caso in questione è quello in cui metti assieme fatti non correlanti se non tangenzialmente a creare un quadro persecutorio di complotto universale su base etnica per non ammettere che a metterglielo nel culo non sono (((alcuni nasoni))) ma [[[tutti i grandi ricchi]]] e non sono incazzato, sono profondamente demoralizzato nel vedere che individui profondamente rotti come te non abbiano accesso alle cure perché passano tra le maglie dei pochissimi sistemi di screening d'igiene mentale e questo mi rammarica enormemente.
Quindi il punto è che non ha senso dibattere perché tu in una convergenza spontanea di interessi che porta a lobbismo, cartelli, etc. ci vedi un complotto anziché un percorso di minima resistenza che va normato. Poi il free market ci mette il suo dando al potere economico la facoltà di influenzare i legislatori in maniera imbarazzante ed hai gli USA belli pronti.

Ti propongo un esercizio, prova a fare la stessa cosa con i capitalisti di origini irlandesi o italoamericani e vedrai una sovrarappresentazione spettacolare, l'unica differenza è che sono meno intragamici come comunità o meglio non hanno un nucleo identitario chiuso che persiste e da cui gemmano in continuazione "ebrei laici" che non hanno le mani in pasta né sono neofeudatari finanziari, ma si sono diluiti tutti nella società ospite.

>mi hai segnalato, delirio persecutorio, non è vero il ban automatico, hai stato tu

Cosa dicevamo a proposito di ricostruzione della realtà ad uso e consumo delle credenze bizzarre che porti avanti nella più totale incapacità di mediare i fatti con i preconcetti?

 No.39952

>>39951
Immagina come posso prenderti seriamente se dopo 2-3 post mi dai del matto in culo e tutto ciò che dici senza conoscermi minimamente lol.

 No.39954

File: 8kh48eq.jpg (109,11 KB, 969x677)

>>39950
>E no la moderazione mi vuole bene perché mi hanno bannato dopo che mi hai segnalato scambiandomi per un’altra persona e quando ho chiesto spiegazioni in due mi hanno detto che ho triggerato il ban perché ho usato parole proibite, che è una grandissima stronzata e lo sai bene.
Devi smetterla di inventare cazzate comunque

 No.39955

>>39952
Ti do del matto in culo perché sostieni tesi matte in culo senza neanche vergognartene, è letteralmente la definizione di matto che non possiede l'insight necessario per capire che quello che fa è totalmente fuori dalla realtà.
Poi magari IRL ste stronzate le tieni per te e riesci a vivere normalmente ma non vuol dire che tu sia comunque normale visto che ci credi davvero e probabilmente scoppiassero i pogrom vi parteciperesti perché sei, again, matto in culo.

>>39954
BASATISSIMI FRAGOLANTI.
Ocio che vi arrivano le accuse di avere il conto in shekels.

 No.39956

>>39954
E secondo te io dovrei dedurre che sono stato bannato dal sistema in automatico per avere scritto una parola in blacklist dopo aver letto “torna su 4chan”? Quale sarebbe poi questa o queste parole?
No chiedo perché se nel regolamento non c’è menzione non posso sapere di stare infrangendolo, almeno le basi dai…

 No.39957 SALVIA!

>>39956
Sì lo puoi dedurre perché il ban è in concomitanza al post contenente la parola e perché ti è stato detto più e più volte.

 No.39958

>>39957
>detto più e più volte

Che cosa? Schizzato e vai su /b/? A me suona come qualcuno che non vuole sentire cosa ho da dire che mi respinge, aka censura, non come ban imminente perché altrimenti avrei visto il tag moderatore.
Comunque basta così, inutile mettersi contro i padroni di casa, ce l’avete voi il coltello dalla parte del manico d’altronde.

 No.39959 SALVIA!

>>39956
>Non sa della blacklist
Nuovofrocissimo.
Che poi han pure tolto quel terribile effetto audio del VAI VIAAAAAAAAAAAAAAH sparato a cento decibel in concomitanza col ban, te lo saresti meritato tutto.

>>39958
>A me suona come qualcuno che non vuole sentire cosa ho da dire che mi respinge, aka censura,
No amico, la tua situazione attuale è come avere nella board un coprofago che non solo maneggia, si caccia in bocca e sputazza merda diffondendone il tanfo nella stanza dicendo nel mentre HMMMM CHE BUONA QUESTA MERDA DAI MANGIALA DAI DAI NON È MERDA MA SACHER VI PAGANO PER DIRE CHE QUESTA È MERDA, e non contento dopo essere stato accompagnato alla porta rientra dalla finestra e comincia a dire di essere lui la vittima, ovviamente continuando a far cadere la merda sui tappeti di casa.
Se te ne vai e non torni qui fai solo una cosa buona, c'è pure il chan apposta per quelli che han preso sul serio i memi sul nazifascismo, addio.

 No.39960 SALVIA!

>si lanciano merda fino ad 4 di notte di un giorno infrasettimanale
>Alle 10 del mattino silenzio
La cura per i vostri disordini si trova chiaramente in un centro per l'impiego

 No.39961 SALVIA!

>>39960
Sarà medifag turbosindacalizzato che non dorme.
Di notte veglia su di noi.

 No.39962

>>39959
Ma perché vi incazzate così tanto se vi toccano gli ebrei? Non capisco queste risposte emotive. Vi ricordo che il bene e il male non esistono, e che a nessuno frega un cazzo se questo pianeta esplode.

 No.39963

>>39946
>non con una sottocategoria arbitraria.
>Guarderei alle altre religioni se volessi preoccuparmi esclusivamente del terrorismo religioso.
E non parlavamo proprio di questo? Del fatto che il terrorismo religioso islamista non sia un problema ma solo uno strumento di propaganda? Ma quanto devi essere falso per proporre un confronto del genere quando l'argomento di discussione è proprio quello?
> "cose che mi possono uccidere" il terrorismo islamico è comunque molto in basso
No, il terrorismo islamico è molto più in alto per tasso di mortalità rispetto alle punture di zanzare. Come dicevo sopra: quante punture fanno le zanzare in totale e quante di queste portano alla morte? Quanti attacchi fanno gli islamisti e quanti di questi portano alla morte? Ecco, qui è tutta la falsità e propaganda che fanno subumani come te.
>QUALCUNO PENSI AI BAMBINI.
Beh, se i tuoi amici sabbianegri puntano ad uccidere bambini in quanto bambini (vedi il concerto di ariana grande), direi di sì, che dobbiamo pensare anche ai bambini, non ti pare? Le zanzare pungono per uccidere? No. I terroristi attaccano per uccidere? Sì. Quindi smettila, maledetto schifoso, non sono i populisti ad uccidere e massacrare, ma i terroristi.
>Sì guarda immagina la consolazione del morire sotto una macchina invece che per mano di un sabbianegro.
Ancora, se il sabbianegro mi punta con il suo camioncino dell'amore per il solo fine di uccidermi, sì, è molto diverso da chi muore in un incidente stradale casuale.
>Se non afferri questi concetti basilari mi pare inutile discutere oltre
Ma quali concetti basilari? I vostri tentativi di nascondere le responsabilità di una nota religione nell'aver sparso sangue in tutto il mondo? Sei solo un miserabile, le tue bugie e propaganda le ho smontate tutte. Studia, sabbianegro.
>non aggiunge niente alla conversazione
Aggiunge finché è funzionale a smontare le vostre bugie, coglione.

 No.39964 SALVIA!


 No.39965 SALVIA!

>>39946
>fa più danni come cavallo di battaglia dei partiti populisti e reazionari che di suo
Ah, potresti quantificare qui? A cosa ti riferisci? Mi sai fornire qualche dato in merito? A quali danni fai riferimento? I dati sui danni provocati dall'islamismo sono reperibili ovunque e già te li ho forniti, ora, di grazia, invece di riempirti la bocca con queste stronzate, metti qualcosa sul tavolo della discussione e smettila di nasconderti dietro lolsalvinio che cominci a diventare patetico, oltre che a puzzare di stantio visto che non hai fatto che ripetere questo argomento senza mai provarlo in alcun modo.

 No.39966 SALVIA!

>>39963
>>39965
Cioè finché non siamo tutti qui con te a urlare "ISLAM BAD" in coro ondeggiando tipo i gumba in supermario il film ci frantumerai i coglioni accusandoci di essere sbagliati per cose che tu, nella tua testa, immagini che diciamo?
Che delirio, CHE DELIRIO!
Reitero l'invito a migrare su altre piattaforme in cui il numero di fanatici, perché questo sei, un fanatico, è sufficientemente elevato da consentire il tipo di risposta che desideri.
La sezione commenti di YouTube, per esempio.

 No.39967

>>39966
>finché non siamo tutti qui con te a urlare "ISLAM BAD" in coro ondeggiando tipo i gumba in supermario
Lollo ai tuoi miserabili riferimenti culturali presi dai videogiochi, la miseria intellettuale del progressista medio. Comunque no, non mi interessa che voi mi diate ragione, mi interessa solo portare allo scoperto le vostre bugie e la vostra disgustosa propaganda, il vostro legittimare i morti compiuti da una ben nota religione, il vostro tentativo di schiacciare le responsabilità di questa tra i deliri paranoici.
>accusandoci di essere sbagliati per cose che tu, nella tua testa, immagini che diciamo?
In realtà ho sempre riportato i vostri greentext a dimostrazione della vostra retorica legittimante, del vostro continuo cercare responsabilità al di fuori per nascondervi dietro un dito e tentare di ignorare l'elefante nella stanza. Ho portato notizie e dati, voi invece?
>Reitero l'invito a migrare su altre piattaforme in cui il numero di fanatici, perché questo sei, un fanatico, è sufficientemente elevato da consentire il tipo di risposta che desideri.
Non sei nella tua camera dell'eco, coglione. Ora torna in moschea, sabbianegro, qui le tue bugie non passano.

 No.39968

File: 2xhz5zb.jpg (101,33 KB, 720x480)

>>39963
>quante punture fanno le zanzare in totale e quante di queste portano alla morte? Quanti attacchi fanno gli islamisti e quanti di questi portano alla morte? Ecco, qui è tutta la falsità e propaganda che fanno subumani come te.
Seh lol, quanti meteoriti giganti sono caduti sulla terra e quanti di questi portano alla morte? Ecco, UN SOLO METEORITE 65 milioni di anni fa ha portato all'estinzione dell'intera specie dominante sul pianeta.

Non ha senso che la tua classifica sia basata su "mortalità per numero di eventi": non morire in generale è più importante di "non morire per mano del terorrismo islamico" questo è il concetto basilare che non afferri, se non sei d'accordo (e non sembri esserlo) sei un ritardato senza speranza. Bada bene che - come abbiamo già più volte ripetuto - ciò non implica che il terrorismo non sia un problema o non vada combattuto, solo che a conti fatti stiamo già facendo un buon lavoro e che il continuo pestare a riguardo è irrazionale e arma propagandistica dei partiti populisti e reazionari che soffiano sul fuoco perché non hanno null'altro da offrire per ottenere voti.

Perché stai cercando di far passare che il nostro argomento sia 1 puntura di zanzara = 1 attacco terroristico? Non lo sta sostenendo nessuno e tutto il resto è fuffa che costruisci attorno. In ogni caso le cose sono due o non hai ancora capito quello che stiamo dicendo o stai trollando, addio per sempre.

 No.39969

>>39968
>Ecco, UN SOLO METEORITE 65 milioni di anni fa ha portato all'estinzione dell'intera specie dominante sul pianeta.
Cioè tu vuoi sostenere come argomento di paragone un evento catastrofico casuale con degli eventi non casuale ma del tutto intenzionale che si avverano con costanza in tutto il mondo da anni? Ma sei veramente una grandissima faccia di merda allora!
>non morire in generale è più importante di "non morire per mano del terorrismo islamico"
Lollo, le acrobazie mentali che siete disposti a fare pur di giustificare un culto di morte e violenza. Non si parlava comunque delle responsabilità che il terrorismo ha nel creare morti e distruzione? E di come per voi invece questa sia solo una scusa portata avanti dai leghisti? Chiaramente qui quindi, ai fini della discussione, la motivazione che porta alla morte ha un peso chiave che non si può ignorare.
>il continuo pestare a riguardo è irrazionale
Lollo, vallo a dire ai francesi, vallo a dire ai morti in africa e medio oriente.
>partiti populisti e reazionari che soffiano sul fuoco
Io ho sempre riportato dati e fonti attendibili che indicano in modo chiaro come il terrorismo islamico sia un problema in Europa e nel mondo. Perché tu continui a ridurre il tutto ai fantasmi che hai nella testa? Te l'ho chiesto anche prima, quali sarebbero i danni maggiori che tali populisti farebbero con le loro parole rispetto a quelli fatti dai terroristi con le loro bombe? Rispondi, su.
>sia 1 puntura di zanzara = 1 attacco terroristico?
Quindi nel vostro geniale paragone quante punture di zanzare equivalgono ad un attacco islamista?
>Non lo sta sostenendo nessuno
Trolli? Questo è l'unico argomento che avete presentato per dimostrare come il terrorismo sia una farsa, non lo avete mai approfondito anche davanti le mie richieste di chiarimenti e ora pretendi di non aver mai detto nulla di ciò? Nei tuoi stessi post continui a sostenere che il terrorismo sia un falso problema ingigantito ad arte e continui a parlare?
>non hai ancora capito quello che stiamo dicendo
L'ho capito, ma ho a più riprese dimostrato come non sia vero, non è che se continui a ripeterlo lo diventa magicamente, ritardato.

 No.39970 SALVIA!

>>39967
ISLAM BAD!
Due giorni di bile.

 No.39971 SALVIA!

>>39970
Come sempre, solide argomentazioni. Se uno non si piega ai vostri giochini e alla vostra vuota retorica priva di riferimenti, non potete che fargli la parodia.
Allora così, per chiudere, mi raccomando, giusto per essere coerente, se ti dovesse capitare di incontrare sulla tua strada una zanzara ed un terrorista, buttati verso il secondo, avrai più possibilità di sopravvivere.

 No.39972 SALVIA!

>>39971
>>39970
avete troppo tempo libero. Vi invito di nuovo a seguire questo mio consiglio >>39960

 No.39977 SALVIA!

>>39960
Lolquesto

 No.39980 SALVIA!

>>39969
>Lollo, le acrobazie mentali che siete disposti a fare pur di giustificare un culto di morte e violenza.
No, ho già espresso il concetto:
>tutte le religioni sono da ritardati, gli estremismi ancora di più e l'islam e qualche centinaio di anni più in ritardo delle altre

>Non si parlava comunque delle responsabilità che il terrorismo ha nel creare morti e distruzione

No

>E di come per voi invece questa sia solo una scusa portata avanti dai leghisti?

No, il "*solo* una scusa" lo stai dicendo tu ed è l'ennesimo strawman

>Chiaramente qui quindi, ai fini della discussione, la motivazione che porta alla morte ha un peso chiave che non si può ignorare.

Ti ci vedo a morire contento schiacciato da una macchina pensando a quanto sia stata una fortuna che i legislatori abbiano perso tutte quelle ore a combattere il terrorismo islamico

 No.39983 SALVIA!

>>39962
A me fottesega degli ebrei anzi di tutti quelli che ho conosciuto personalmente l'80% si impegnava ad essere una persona veramente di merda. Il punto è un altro, il tuo ragionamento è fallace e per questo è merda da malati di mente, potresti metterci veneti, teroni o musi gialli al posto dei cazzi scappellati e non cambierebbe una virgola, il problema non è contro chi sbraiti, il problema sei tu che lanci merda.

 No.39988

>>39962
Le persone filtrano le proprie esperienze attraverso una rete emozionale. Quando la risposta non ha a che fare con l'argomento in questione, ma è solo l'espressione dei propri sebtimenti riguardo l'intervento precedente, vuol dire che questa rete non consente (all'intervento precedente) di passare. La rete funge quindi da meccanismo di difesa/repulsione verso ciò che non vogliamo prendere in esame.
Le emozioni sono essenziali per capire al meglio gli stimoli esterni, ma quando fungono da schermatura diventano controproducenti.
Nello specifico, ci sono tesi o opinioni politiche su cui è tabù discutere, perché si ritiene che la discussione storica e le evidenze scientifiche siano già sufficienti per un giudizio unitario.
Può essere vero, oppure no.
Comunque ritengo degni di nota, perché produttivi di un tema specifico
>>39823
>>39824
>>39825
E ovviamente il riassuntivo
>>39740
E l'ottima fonte
>>39705

Il resto lo ritengo un rimpallo emozionale poco produttivo.

 No.39989

File: freeMarketWins.jpg (99,1 KB, 1200x748)

>>39988
È un gruppo di potere omogeneo e ricchissimo in murriga che non ha rappresentanti politici diretti e fa storcere il naso al popolo ancora di più, ciao.
Pittura relata.

Tuttavia, ti sei giocato la carta dell'antisemitismo classico citando il libro di Ford, quando ancora la teoria della montagna di merda non era diffusa e uno stupidotto si è preso la briga di citarlo per diffamazione e vincere la causa.

 No.39990

>>39980
>No, ho già espresso il concetto
E chiaramente non lo applichi, visto che poi ti rifiuti di riconoscere le responsabilità specifiche dell'islam, schiacciandolo sugli altri estremismi, nonostante sia quello che fa più morti di tutti. Ora, visto che tutte le religioni sono da ritardati, mi fornisci qualche dato in merito alle stragi compiute da religiosi induisti o shintoisti negli ultimi anni?
>No
Come no? Tutto il discorso parte dalla vostra affermazione - mai dimostrata - che il terrorismo islamista sia propaganda gonfiata ad arte e ora vuoi ignorare i morti? Ma vedi che sei proprio una faccia di merda?
>No, il "*solo* una scusa" lo stai dicendo tu ed è l'ennesimo strawman
Vediamo cosa dicevate su, allora
>>39675
>Sono una scusa che l'uomo mediocre usa per giustificare la propria mediocrità. È lo stesso discorso dei neri, dei terroristi e dei cazzi vari.
>>39846
>il messaggio era che immigrazione, terrorismo, froci e compagnia cantante nei paesi di primo mondo sono gli spauracchi go-to dei partiti politici populisti e reazionari
>>39848
>La frase di prima parla del terrorismo generico e di come lo si è usato come spauracchio per giustificare operazioni economiche militari su larga scala
>>39927
>l'unico a sventolare lo spauracchio del terrorismo islamico
Ti faccio notare inoltre che vi ho chiesto più volte di specificare cosa intendevate, ma non siete mai riusciti ad esprimere una risposta coerente (che non si contradicesse nel giro dello stesso post) o contestualizzare in modo adeguato la vostra posizione (notabile, ancora, il confronto con le morti per le zanzare e l'invocazione di Gheddafi, lollo).
Perché menti?
>Ti ci vedo a morire contento schiacciato da una macchina pensando a quanto sia stata una fortuna che i legislatori abbiano perso tutte quelle ore a combattere il terrorismo islamico
Intanto se si fosse combattuta meglio la tua religione di morte e violenza, ci saremmo risparmiati centinaia di morti innocenti, non trovi? O tanto le bambine morte a Manchester sarebbero morte comunque e quindi uno non deve porsi domande sulla causa che ha portato alla loro morte? Miserabile faccia di merda, continua pure a giustificare questi assassini, qui non passi, quindi stai al tuo posto.

 No.39991

>>39990
ISLAM BAD!
secondo giorno di bile

 No.39993

>>39991
La cosa che mi fa più ridere di tutto questo è che gli inculacammelli che si fanno saltare in aria per "ragioni" stanno universalmente sul cazzo a tutti MA deve arrivare un pazzo a dirci che non li odiamo "abbastanza".

Tutto questo è interessante perché marca la linea tra il prendere coscienza del problema e cercare soluzioni fattibili e razionali e andare full-fanatismo berciando alla Bannon (per restare sul largo) senza mai risolvere il problema anzi aggravandolo introducendo attrito nella società.
In realtà il nostro pazzo di quartiere "ISLAM BAD" sta facendo il lavoro dei terroristi destabilizzando ancora di più la società, imho.
Tutto questo per ragioni di campagna elettorale, ovvero becerissimo individualismo e, nel caso di chi non fa parte dell'elettorato passivo, dirattamente ascrivibile a una roba che può essere definita solo come "simpaggio del padronato".

 No.39994

>>39993
>In realtà il nostro pazzo di quartiere "ISLAM BAD" sta facendo il lavoro dei terroristi destabilizzando ancora di più la società, imho.
Lollo, quindi la colpa sarebbe la mia che metto in luce le vostre ipocrisie, la vostra morale contraddittoria e da deboli perdenti e non di chi massacra e di chi giustifica tali massacri? Ma vedi che sei davvero una faccia da merda? Perché non entri nel merito del mio post? Perché non rispondi alle domande di chiarimento che ti ho posto?
>Tutto questo per ragioni di campagna elettorale
AHAHAHAHA
>becerissimo individualismo
AHAHAHAHA. Quindi non voler legittimare un culto di morte e violenza sarebbe individualismo? Non cercare di accampare facili scuse ma individuare in modo diretto il problema sarebbe individualismo?
Davvero, ve ne dovete tornare da dove siete venuti, qui non passate, sabbianegri.

 No.39995 SALVIA!

File: basta_simpare.png (105,57 KB, 800x450)


 No.39996 SALVIA!

>>39995
Dimostrazione definitiva del vostro basso livello culturale e delle vostre scarse capacità dialettiche: se il mio interlocutore non è d'accordo con me e mette in discussione la narrazione contraddittoria e non sostanziata che faccio delle cose, allora deve essere il mio nemico immaginario. Immaginare che criticare ferocemente una religione reazionaria e violenta sia fare un favore al padronato (cosa sarebbe, tra l'altro?) vuol dire rifiutare di ascoltare la posizione dell'altro, ma essere già pronti a schiacciarlo su un immaginario che corrisponde alla semplicistica visione della realtà (buoni vs cattivi) che un certo progressismo falsamente di sinistra ha contribuito a creare. Che sia pura immaginazione, lo dimostra il fatto che non siate mai riusciti a sostanziare le vostre posizioni.
Non siete nelle vostre camerette dell'eco, ho dimostrato a più riprese la schifosa propaganda filoislamista che portate avanti, vi ho chiesto a più riprese di chiarire alcuni passaggi oscuri che avete dato per scontato (come il fatto che i populisti farebbero gli stessi danni dei terroristi), ma nulla, solo silenzio. Quindi ora stai al tuo posto, minorenne, il verso lo fai ai tuoi compagni di classe.

 No.39997 SALVIA!

>>39996
fatti curare

 No.39998 SALVIA!

>>39997
Come sempre, solide argomentazioni.

 No.40000

sto monitorando questo filo

 No.40001

>>40000
basato get delle forze dell'ordine

 No.40002

>>39993
>In realtà il nostro pazzo di quartiere "ISLAM BAD" sta facendo il lavoro dei terroristi destabilizzando ancora di più la società, imho.
Sì per questo credo sia un troll o una truppa cammellata, c'è troppa assurdità dietro alle secchiate di parole, il continuo strawman, l'appello all'emozione e il virtue signalling da salvatore della patria unico vero uomo che difende donne e bambini innocenti morti col sangue del vampivo uouo'.

Ormai non mi stupisco più di niente

 No.40004 SALVIA!

>>40002
>secchiate di parole
Lollo, immagino sia difficile per te riuscire a leggere più di 5 righe di testo, d'altronde è notorio come voi minorenni abbiate ormai lo span attentivo di un pesce rosso.
>il continuo strawman
Dimostrato a più riprese con tanto di estratti dai vostri post, ritenta.
>l'appello all'emozione
Tutto vero, tutto ampiamente dimostrato, per quanto ti dispiaccia, è vero che i tuoi amici sabbianegri puntano sempre gli innocenti e gli indifesi.
> il virtue signalling da salvatore della patria unico
Lollo, qui ormai si scade proprio nel delirio e nella ricerca ad ogni costo di fantasmi. Forza, dimostra dove avrei fatto ciò.
>Ormai non mi stupisco più di niente
Io invece continuo a stupirmi di come funziona la mentalità da camera dell'eco. Si ignorano le domande dell'altro e si finisce a farsi pompini a vicenda, convinti di avere ragione apriori.
Perché pensate che questo sia il vostro territorio e che chi non la pensa come voi sia un troll o addirittura qualcuno PAGATO DA SALVINIOOO? Perché voi potete impunemente sostenere che le zanzare siano più pericolose dei terrroristi?

 No.40005 SALVIA!

>>40004
ma basta ripetere sempre le stesse cose

 No.40006 SALVIA!

>>40005
Ho chiesto delucidazioni sulle accuse che mi sono state lanciate senza fornire alcuna motivazione e ti lamenti che ripeta le cazzate che voi avete prima di tutti sostenuto? Ma stai muto allora, no? Nascondi il filo e non rompere i coglioni, checca.

 No.40007 SALVIA!

>>40006
spergare così forte da un mese e passa è indice di talento

 No.40009 SALVIA!

>>40007
Invece non riuscire ad esprimere un argomento nello stesso lasso di tempo è indice di forte ritardo mentale e ingiustificata presunzione. Che ci vuoi fare, a ciascuno il suo.

 No.40011

>>40002
In realtà è una questione interessante.
Si può dire che, nello specifico, I populisti alla Bannon che cercano di raccattare voti con questo tipo di polarizzazione siano alla pari dei terroristi islamici nello scopo di destabilizzare la società per fini politici?

 No.40013 SALVIA!

>>40009
>>40009
È il mio secondo post in questo filo, ma vi ho letti. La tua posizione è chiara, ripetere le stesse cose all'infinito non ti porta all'improvviso su un piano valoriale superiore all'interlocutore. Vi siete parlati, siete in disaccordo: stop.
Non di discute mai per convincere l'altra parte, ma per convincere la platea, dacci un taglio

 No.40014 SALVIA!

>>40013
>devi discutere per il motivo che dico io

 No.40015 SALVIA!

>>40014
>non comprendo i testi scritti: il post

 No.40018 SALVIA!

>>40015
>non comprendo ciò che io stesso scrivo: il post

 No.40025 SALVIA!

>>40015
>>40013
Hai rotto i coglioni, metaposter infame. Nascondi il filo e smettila di piangere, i tuoi pareri non interessano a nessuno, sopratutto visto come non riesci ad inserire contenuti ma solo a fare sterili polemiche.

 No.40028 SALVIA!

File: goombas_dancing.jpeg (8,69 KB, 278x181)

>>40025
SILAM BAD!
SILAM BAD!
SILAM BAD!
tre giorni di bile

 No.40029 SALVIA!

>>40028
Grazie per aver subito rivelato come anche il metaposter faccia parte del gruppetto dei lolgiovani democratici che da qualche tempo infesta questo posto.
Ho a più riprese dimostrato quanto sostenevo, riportando fatti e dati. Da voi niente, se non insulti e deboli parodie.
Continua pure così, ogni tuo post è la dimostrazione della vostra mancanza di contenuti e del fatto che traiate forza solo dal branco e dalla ripetizione ossessiva di facili slogan (tipica mentalità da musulnegri, in effetti). Il tuo culo è in fiamme e non riesci neanche a nasconderlo, lol.

 No.40032

>>40011
Secondo me sì, è da mettere sullo stesso piano di tutte le altre campagne di disinformazione recenti, dai negazionisti del covid all'elezione di Trump passando per la brexit e l'avanzamento delle destre insensate in Europa

 No.40033 SALVIA!

>>40029
non sono lui

 No.40035

>>40032
Eh già, chissà perché stanno avanzando le destre in Europa, sicuramente non c'è un motivo legato alla frustrazione.

 No.40036 SALVIA!

>>40032
>è da mettere sullo stesso piano di tutte le altre campagne di disinformazione recenti
>altre campagne di disinformazione
Ma se vi ho dimostrato a più riprese che il terrorismo islamista è vero e reale (e non un'esagerazione frutto di campagna di disinformazione), che in tutte Europa (anche in Germania, UK, Francia, certo non i posti che riterreste essere il covo dei cattivoni populisti) vengano prese iniziative per il contrasto all'estremismo islamista, come il terrorismo non faccia solo vittime in Europa ma anche in TUTTO IL MONDO, come potete sostenere che l'islamismo sia solo frutto di propaganda finalizzato ad un ritorno elettorale?
Io salvio perché tanto con voi è inutile parlare, vi siete fatti il vostro circoletto all'interno del quale vi fate pompini a vicenda dandovi ragione senza avere contraddittorio. Veramente indice del degrado del livello di discussione attuale, tutto compartimentato in gruppetti non disposti alla discussione, ma solo al consenso di chi già la pensa come loro.
>>40033
Infatti, ma siete tutti parte dello stesso gruppetto di lobotomizzati. Non si capisce d'altronde perché il metaposter tolleri tranquillamente post ripetitivi fatti dai classici ritardati, ma ci dia dentro contro chi critica questa modalità di condurre una discussione attraverso prese in giro e parodie.

 No.40037

>>40035
>motivi legati alla frustrazione
>votare con la pancia senza riflettere
C'è del vero in quello che dici.

 No.40038

>>40037
E comunque un'altra riflessione importante può essere fatta su come questa emergenza dovuta alla frustrazione, che potrebbe essere vista come "rigetto" di una politica non vicina alle persone sia più virulenta in paesi con storici importanti di malapolitica e corruzione.
È altresì interessante vedere se chi si propone come "soluzione alternativa" non sia un fuoriuscito dalla stessa classe politica famosa per essere corrotta.

 No.40039

>>40038
Molto è dovuto anche alla percezione, sicuramente ci sono dei problemi di base e una giusta frustrazione, ci sono poi sicuramente delle mancanze comunicative dall'altra parte ma i populismi giocano sporco su sentimenti di difficile gestione, insomma è più facile soffiare sul fuoco che spegnere l'incendio.

lollo comunque all'ennesimo strawman

 No.40040

>>40038
>È altresì interessante vedere se chi si propone come "soluzione alternativa" non sia un fuoriuscito dalla stessa classe politica famosa per essere corrotta.
Interessante suggestione, vediamo allora chi propone queste "soluzioni alternative"
https://www.repubblica.it/esteri/2020/12/05/news/francia_imam_parigi_riforma_islam_macron-277153751/
https://www.ansa.it/sito/videogallery/mondo/2020/11/10/ue-charles-michel-pensa-alla-fondazione-di-un-istituto-europeo-per-formare-gli-imam_415c8173-4d6f-4137-81fd-5cec1ac48465.html
https://ilmanifesto.it/la-germania-apre-la-scuola-per-imam/
E queste sono solo alcune delle iniziative proposte nell'ultimo anno. Non vedo lolsalvinio, però.

 No.40041

>>40035
Il motivo per cui le destre avanzano è che il livello base di accesso agli strumenti informatici è ormai a livelli di bonobo ritardato.

 No.40043 SALVIA!

>>40042
Quante persone ha massacrato lolBannon? Quante persone hanno massacrato i terroristi islamisti?
Salvia al primo thread a pagina zero perché state diventando ridicoli, ormai neanche fate più finta di rispondere a chi non la pensa come voi.

 No.40044

>>40039
>insomma è più facile soffiare sul fuoco che spegnere l'incendio
E qui si ritorna alla domanda di prima. Si può configurare come sedizione alla pari del terrorismo di matrice islamica o in generale del terrorismo?
In ogni caso, quale strawman? Non mi guardo un video di venti minuti di Salvini che non sia il "LoFi con Salvini che elenca cose".

 No.40045 SALVIA!

>>40044
Ho risposto qui al tuo post deletato >>40043
Riflettici, è un dato quantitativo facilmente confutabile nel caso fosse anche questa propaganda. Inoltre più sopra ho riportato diverse iniziative portate avanti da politici che non definireste amici di Bannon, perché non le commenti?

 No.40046

>>40043
Io capisco che pensare statistico non sia nella natura umana, ma a bocce ferme ci dovresti mettere più impegno.
La tesi è: spingere l'acceleratore sulle insicurezze delle persone per portare avanti le proprie politiche è giusto? In Europa è più probabile essere investiti da un ubriaco o essere uccisi in un attentato islamico? I gravissimi atti terroristici di matrice islamica sono un problema reale di tutti i giorni o sono solo l'ennesima distrazione di massa messa in moto dai Mass media per vendere di più? Sono tutte domande legittime che possono essere argomentate su più livelli, nello specifico il tuo è un livello molto emotivo che a modo suo è legittimo ma che dovresti smettere di cercare di imporre agli altri con fallace logiche e violenza verbale.

 No.40047

>>40040
>>40045
Non credo che francesi e tedeschi abbiamo uno storico di corruzione come possono avercelo i bulgari, quelli della romania o noi italiani (tangentopoli? prima repubblica? trattativa stato-mafia? anni di piombo? ingerenze dei servizi segreti esteri che hanno handpickato i nostri vecchi politici tra quelli più ricattabili in modo da porterli sempre controllare e quando gli amerilardi se ne sono andati è stata fatta carne di porco? scarcerare qualcuno poiché è la nipote di mubarak?) quindi non credo tenga il paragone.
Rispondendo più nel merito, non capico cosa dovrebbero significare quei link.
Normare l'accesso alla professione di santone sabbianegro e metterlo sotto l'egida (no pun intended) dello stato è una cosa abbastanza forte, come se da noi le regioni avessero l'ultima parola su chi viene ordinato prete e non il contrario con gli insegnanti di religione scelti dalla curia vescovile.
Non capisco davvero che cosa vuoi dire.

Quello che si evince dai fatti è che i non-populisti hanno avanzato proposte per normare e statalizzare il culto del sabbianegrismo per cercare di renderlo innocuo e gestito dallo stato.

 No.40048

>>40044
>Si può configurare come sedizione alla pari del terrorismo
Sì e no, emotivamente e materialmente fa meno danno "immediato" nelle democrazie avanzate - a lungo termine una classe politica di inefficaci fanfaroni che toglie risorse allo stato ha un impatto tipo domino sulla vita di tutti.
>quale strawman
Ah no scusa non era nel video, era per il tipo che insiste a tirare secchiate di parole e ad attribuirci posizioni che non abbiamo.

>>40046
Buona fortuna, non credo riuscirai a ragionarci

 No.40049

>>40047
>Non credo che francesi e tedeschi abbiamo uno storico di corruzione come possono avercelo i bulgari, quelli della romania o noi italiani
Esatto, quindi ciò dimostra come prendere iniziative, esprimersi e muoversi attivamente contro il radicalismo islamico non sia una prerogativa dei partiti populisti, ma di chiunque abbia a cuore la salute della propria popolazione, invalidando pertanto l'equazione sopra proposta.
>Normare l'accesso alla professione di santone sabbianegro e metterlo sotto l'egida (no pun intended) dello stato è una cosa abbastanza forte
>Non capisco davvero che cosa vuoi dire.
Dai che ci sei quasi. Questa è la dimostrazione di come vengano ovunque prese iniziative per arginare il problema del radicalismo islamico, problema che non è quindi mera propaganda per nutrire i fini elettorali di alcuni partiti, come più volte avete detto. Chiaro?
>>40046
>In Europa è più probabile essere investiti da un ubriaco o essere uccisi in un attentato islamico?
Falsa equivalenza: da una parte hai un atto intenzionale finalizzato a portare morte e distruzione, dall'altra la stupidità umana. Stai tornando al discorso delle zanzare, forza su, puoi fare di meglio.
> I gravissimi atti terroristici di matrice islamica sono un problema reale di tutti i giorni o sono solo l'ennesima distrazione di massa messa in moto dai Mass media per vendere di più?
La prima che hai detto, come dimostra la cronaca recente europea e mondiale, come dimostrano le operazioni di polizia continue, come dimostrano le iniziative prese in tutta Europa per arginarlo. Di nuovo: davanti tutta questa mole di evidenza, come fai ancora a dire che il terrorismo islamista è
>solo l'ennesima distrazione di massa messa in moto dai Mass media per vendere di più?
> il tuo è un livello molto emotivo
Non dire, ho sempre provato la mia posizione con dati e riferimenti. Emotivi sono stati sicuramente i tentativi di paragonare il terrorismo alle zanzare.
Ora, di nuovo, visto che vuoi evitare ricorsi all'emotività, puoi dirmi quante persone ha ucciso Bannon e quante persone hanno ucciso gli islamisti? Si tratta di un dato quantitativo, forza, su.

 No.40052 SALVIA!

>>40050
>Non penso che ad oggi ci sia una crisi di fronte a noi dovuta all'estremismo islamico sia perché le ffoo lavorano bene sia perché i numeri sono ancora pochi
Dovevano pensare lo stesso i francesi qualche anno fa.
>Il problema forse lo vedremo fra 30 anni con le seconde generazioni adulte
Non è che questi problemi compaiano da un giorno all'altro, così per magia o saturazione. Piuttosto è un percorso sotterraneo, costante e progressivo, che in quanto tale non può essere ignorato o ridotto perché
>tanto da noi ce ne sono ancora pochi
Ecco la differenza tra chi si fa ancora domande del tipo
>I gravissimi atti terroristici di matrice islamica sono un problema reale di tutti i giorni o sono solo l'ennesima distrazione di massa messa in moto dai Mass media per vendere di più?
E chi già vede il problema nella sua realtà attuale e concreta, non allontanandolo in una dimensione futura, irrealizzabile, perché, come noti tu
>ma fra 30 anni per quanto ne sappiamo il cambiamento climatico si sarà fatto cargo di noi.

>Vedi che a fare meno il culocattivo si riesce a discutere?

Lollo, ho ripetuto le stesse cose per tutto il filo e mi sono visto solo lanciare merda addosso, per favore.

 No.40054

>>40049
E ora spieghi come fa una affermazione del tipo
>"qualcuno non populista ha proposto delle soluzioni al problema"
a negare una affermazione del tipo
>"i populisti berciano come ossessionati su ISLAM BAD per ragioni di campagna elettorale"
Inoltre, spiega come questo si collega allo strawman del
>"VOI! ignorate il problema del terrorismo islamico"
senza incartarti dimostrando da solo che non solo gli amichetti tuoi parlano del problema del terrorismo islamico.

Tutto questo nella cornice in cui i partiti populisti non hanno mai proposto una cazzo di soluzione concreta quando invece abbiamo avuto in passato casi di "sistematico assenteismo" tra le stesse fila e istanze in cui qualcuno associato a quel tipo di partito ha fatto cadere il proprio stesso governo.

 No.40057

>>40054
>a negare una affermazione del tipo
Lo nega perché si partiva dal presupposto che il terrorismo islamico non sia una preoccupazione concreta, ma solo qualcosa che viene alimentata dalla propaganda populista. Cito dai vostri post precedenti
>>39846
>immigrazione, terrorismo, froci e compagnia cantante nei paesi di primo mondo sono gli spauracchi go-to dei partiti politici populisti e reazionari
>>39848
>terrorismo generico e di come lo si è usato come spauracchio per giustificare operazioni economiche militari su larga scala in cagatoi del terzo mondo
>>39850
>il tuo post è fearmongering
>>39856
>le punture di insetto uccidono più persone all'anno in europa del terrorismo
>>39857
>Lo strumentalizzare lo spauracchio del terrorista inculacammelli per fare campagna elettorale è reale a sua volta.
>>39875
>l'ordine di grandezza del terrorismo in europa lo fa il verme solitario, c'era da prendere animali più sfigati.
> Al giorno d'oggi è l'arma propagandistica dei partiti populisti e reazionari che soffiano sul fuoco perché non hanno null'altro da offrire per ottenere voti.
>come se ciò aggiungesse qualcosa alla discussione o some se ai morti importasse di come sono morti
E poi basta, che mi sono stancato, vatti a rileggere il filo.
>spiega come questo si collega allo strawman del
Nessuno strawman, è tutto riportato nei greentext di sopra.
>incartarti
Già te lo ho chiesto prima e hai subito corretto il tiro, ma vedo che ci riprovi, quindi te lo richiedo: dove sono entrato in contraddizione? Dove mi sarei incartato?
>dimostrando da solo che non solo gli amichetti tuoi parlano del problema del terrorismo islamico.
Eh? Puoi riformulare in italiano? Ho già dimostrato che non sono solo i populisti a prendere seriamente il problema del fondamentalismo islamico.
>i partiti populisti non hanno mai proposto una cazzo di soluzione concreta
>invece abbiamo avuto in passato casi di "sistematico assenteismo" tra le stesse fila e istanze in cui qualcuno associato a quel tipo di partito ha fatto cadere il proprio stesso governo.
E questo come si lega all'argomento di discussione? Ho già ampiamente dimostrato che la preoccupazione per il terrorismo islamico è trasversale alle linee politiche e ai vari paesi, confutando dunque la linea che avete portato avanti fino ad ora e che ho riportato nei greentext di sopra. Perché hai il culo in fiamme? Brucia la verità, eh?

 No.40067

>>40057
>incapacità di comprendere un testo scritto, quasi dislessia
>delirio allucinatorio con interpretazione del testo funzionale al proprio "mondo interiore"
https://www.brunel.ac.uk/news-and-events/news/articles/Schizophrenia-Reading-ability-is-severely-impaired

Non autosalvio perché ne sono genuinamente convinto.

 No.40069

>>40052
>tanto da noi ce ne sono ancora pochi
Comunque, chiunque ragioni così dovrebbe un attimo riflettere su quell'"ancora". Tutto sommato denota una consapevolezza di dove l'islam vada a parare. Se ad anon diagnosticassero un tumore allo stato iniziale, si opporrebbe alla chirurgia perché non sta ancora minacciando direttamente la sua sopravvivenza?

 No.40079 SALVIA!

>>40067
Peccato che abbia riportato tutti i passi da voi scritti che confermano il pensiero ipocrita e ritardato che continuate a portare avanti. Davvero, evita di commentare, hai a più riprese dimostrato la tua ignoranza e pochezza intellettuale, non continuare a metterti in imbarazzo da solo, subumano.
>>40069
Vaglielo a spiegare a questi sabbianegri. Inutile, sono dei lobotomizzati, sarebbero anche contenti di finire sotto un camion dell'amore perché
>ehehe almeno non sono islamofobo, gliel'ho fatta vedere a salvinio

 No.40082 SALVIA!

>>40079
>quattro giorni di bile e delirio dislessico.

 No.40083 SALVIA!

>>40082
Ma invece di continuare con questi post da reddit, perché non provate a confutare almeno una delle cose che ho affermato? Sarete almeno in tre, forse insieme riuscite ad arrivare alla maturità cognitiva di una persona normale.

 No.40084

>>40083
Il sarcasmo è la via di fuga più funzionale.
È la concretizzazione linguistica della condizione passivo-aggressiva: si attacca mentre si fugge dal merito della questione.
Esprimere le opinioni assertivamente è una conquista dell'età adulta, relativa a uno sviluppo psicofisico senza carenze affettive.

 No.40085 SALVIA!

>>40083
>>40084
>cinque giorni di bile
Non si può discutere con qualcuno che travisa di proposito quello che tu vuoi affermare in modo da costringerti a delirare con lui.

 No.40086 SALVIA!

>>40085
Quale parte del vostro discorso avrei travisato? Ho riportato più volte i vostri continui tentativi di giocare al ribasso con il problema del terrorismo islamista (tra l'altro, proprio di oggi la notizia dell'arresto di un simpatico sabbianegro che voleva compiere un attentato in Germania), ho più volte sottolineato la vostra ignoranza della storia più o meno recente, ho più volte illuminato i grossolani errori che reggevano i vostri ridicoli confronti fatti con il solo proposito di deligittimare il problema del terrorismo. Quindi? Dai, stai al tuo posto, minorenne.

 No.40087

>>40085
Non sto dando ragione a lui, sto spiegando il tuo comportamento.
Hai appena confermato il mio post, comunque, dicendo "non si può discutere etc".
Qui l'unica cosa che puoi fare è discutere. Il tuo rispondere "sei schizzato/medicine/bile" è discutere. Più precisamente è discutere in maniera passivo/aggressiva attraverso il sarcasmo.
Continuare a rispondere "non si può discutere" è paradossale. Interessante per me che guardo, ma paradossale.

 No.40088

>>40087
Sono giorni che travisa ciò che gli viene detto , indipendentemente da cosa e come gli viene detto.
Ad un certo punto viene il dubbio che lo faccia apposta o che sia schizzato IRL.
A questo punto dimmi te che si deve fare.
Anzi, la domanda è: quale è la soglia per cui è appropriato continuare a discutere?

 No.40089 SALVIA!

>>40088
>indipendentemente da cosa e come gli viene detto.
A me sembra di aver sempre risposto in modo pertinente a ciò che avete detto (o meglio ripetuto in gruppo come scimmie). Te lo chiedo di nuovo: quale parte del vostro discorso avrei travisato?
>è appropriato continuare a discutere?
Ma infatti, al contrario di quanto sostiene >>40087 voi non state discutendo. La discussione è dialettica, si fa in due, voi state portando avanti i vostri discorsi senza render conto dell'interlocutore, o al massimo lo prendete in considerazione per insultarlo. Ciò chiaramente non è discutere.
Ancora, stai al tuo posto, non te lo puoi davvero permettere.

 No.40090

>>40088
STAI continuando a discutere, anche se ti limiti a offenderlo.
E stai discutendo alle sue condizioni.
La soglia la decidi tu, io che ne so. Però so che per prendere le redini del discorso si porta una propria tesi e si argomenta. Incentrare la discussione sulla presunta pazzia del proprio interlocutore è una strategia perdente sotto tutti i punti di vista.
Se DAVVERO non vuoi più discutere basta smettere di rispondere.

 No.40091 SALVIA!

>>40090
>STAI continuando a discutere, anche se ti limiti a offenderlo.
Chiaramente non conosci il significato delle parole che usi
https://www.treccani.it/vocabolario/discutere/
>E stai discutendo alle sue condizioni.
Lollo, ora vorresti far credere che sia stato io ad obbligare questi minorenni ad insultare ed esprimersi in maniera ripetitva e vuota, mentre ho sempre e a più riprese chiesto di esprimersi in modo chiaro e compiuto.
Vatti a rileggere il filo, siete proprio senza vergogna.

 No.40092

>>40090
Ma a me piace vederlo strillare e il fatto che lui strilli in quel modo porta acqua al mulino di tutti tranne che al suo.
Allora, discuto con te e tento di fare un riassunto, sperando di arrivare a qualche forma di chiarezza.
Si parlava di ebbri e compagnia cantante, quando ad un certo punto un tizio se ne è uscito fuori con un post secondo me scritto alla cazzo >>39675.
Ecco, secondo me quel post voleva dire che gli ebbri sono stati sistematicamente usati come capro espiatorio per un sacco di cose e l'antisemitismo storico ha avuto molte istanze per cui i signori, feudali e non, aizzavano il popolo contro gli ebrei locali per una serie molto grandi di ragioni che possono essere ancora sovrasemplificate in "panem kosher e circensem coi ricciolini".
In teoria non è verissimo quel discorso della mediocrità perché si tratta di strategie politiche molto ben definite e che sono state utilizzate per millenni.
Accusare qualcuno di essere un mediocre solo perché cade preda di certe strategie non mi pare una cosa corretta.

Tuttavia è comunque chiaro che tratta di una strategia politica basata sulla disinformazione e sulla manipolazione delle persone.
A questo punto potrebbe essere anche corretto mettere dentro i negri, insieme agli ebbri, nella lista di minoranze spesso usate a scopo politico, con campagne basate sulla disinformazione e sulla manipolazione delle persone.

A questo punto, però, anche in riferimento a quello che è successo con la politica estera (e anche interna) americana post 11-settembre, è possibile ascrivere "i terroristi islamici" a questa lista.
Gli inculacammelli con la cintura di esplosivi possono anche essi essere visti come una "minoranza" come ebbri e negri, poiché sono "identificabili" e "stereotipizzabili".
La differenza con negri ed ebbri sta nel fatto che, nello specifico, esiste uno storico di terrorismo internazionale cominciato con le stragi di Monaco.
In altre parole, la minaccia è molto reale.
Tuttavia, in riferimento agli interventi statunitensi in Iraq in seguito alla menzogna sulle WMD non mi puoi venire a dire che no, il terrorismo islamico non è stato strumentalizzato per ragioni politiche.
Allo stesso tempo, a meno di non considerare tutto l'islam come islam radicale, non mi puoi dire che l'essere islamici NON sia stato utilizzato per identificare minoranze per ragioni di campagna elettorale.

Nota bene: io considero tutto l'islam tendenzialmente come islam radicale, per l'assenza di laicità. Come per tutte le religioni radicali, considero la sua perniciosità in rapporto al suo target: una persona colta, istruita e senza problemi economici ha molte meno possibilità di farsi circuire da un prete o da un imam.
Proprio per questo motivo lo considero un problema di ordine sociale che va affrontato con istruzione e miglioramento delle condizioni di vita che, come hanno fatto per il cristianesimo, dovebbero portare ad una progressiva deradicalizzazione. Il fatto di irregimentare gli imam è un "di più" che non è stato fatto per il cristianesimo.

Tornando al discorso dei travasi di bile, da quel post >>39675 in poi, il nosto Goomba "SILAM BAD" di quartiere è partito con le sue invettive per cui, in effetti, non ha ripetuto altro che accuse su accuse di non odiare "abbastanza" l'islam.
Nessuno, in tutta la catena dei post, ha affermato che il problema del terrorismo islamico, dalle stragi di monaco, all'undici settembre, ai giri in camioncino, non sia un problema reale, ma che viene spesso strumentalizzato.
Ad esempio: considerare il problema di sicurezza interna compito di polizia e controspionaggio per impedire attacchi terroristici eterodiretti come punto di appoggio per una filippica per cui tutti gli islamici devono venire odiati e guardati con sospetto.
"Come fai a sapere chi è islamico? Quello li "sembra" islamico. Stai attento che si fa saltare per aria. Lo puoi odiare."

Se "nessuno" ha mai detto che il terrorismo islamico NON è un problema reale, allora come mai il nostro goomba dice che gli altri lo dicono?
L'unica possibilità è che mettere in prospettiva il problema del terrorismo islamico costituisce, per lui, un suo endorsement.
A questo punto il vero oggetto del contendere sarebbe il seguente:

"mettere in prospettiva il problema del terrorismo islamico, sarebbe da considerare automaticamente come l'avvallo dello stesso?"

Prima di continuare vorrei che ci chiarissimo su questo.

Bacioni.

 No.40093 SALVIA!

>>40092
>Tuttavia, in riferimento agli interventi statunitensi in Iraq in seguito alla menzogna sulle WMD non mi puoi venire a dire che no, il terrorismo islamico non è stato strumentalizzato per ragioni politiche.
Chiaramente non conosci la differenza tra Guerra in Iraq (dal 2003) e Guerra in Afghanistan (dal 2001). Anche la questione delle armi di distruzione di massa non ha nulla a che fare con i terroristi islamisti. Ancora, dimostri le tue scarse conoscenze storiche, come quando hai provato a tirare fuori il discorso di Gheddafi. Ancora, non spieghi gli attentati in Europa, che nulla hanno a che fare con tutto questo.
>non mi puoi dire che l'essere islamici NON sia stato utilizzato per identificare minoranze per ragioni di campagna elettorale.
Sono minoranze rumorose e che tengono e tendono ad identificarsi da sole, nessuno ha costruito l'immagine del musulmano, perché erano già loro a fornirla.
>Proprio per questo motivo lo considero un problema di ordine sociale che va affrontato con istruzione e miglioramento delle condizioni di vita che, come hanno fatto per il cristianesimo, dovebbero portare ad una progressiva deradicalizzazione.
Arabia Saudita, Qatar, Dubai, Francia, Belgio, Inghilterra, ti provano tutte sbagliato da tutti i punti di vista (sia che il miglioramento delle condizioni di vita porti a deradicalizzazione, sia che l'istruzione porti alla stessa).
>non ha ripetuto altro che accuse su accuse di non odiare "abbastanza" l'islam.
Falso, ho semplicemente messo all'indice i vostri tentativi di schiacciarlo su altri complottismi, di negarne il portato e le violenze perpetrare in suo nome (ora non ripeti più la storiella delle zanzare?).
>"Come fai a sapere chi è islamico? Quello li "sembra" islamico. Stai attento che si fa saltare per aria. Lo puoi odiare."
Becerissima banalizzazione. Il fondamentalismo islamico non si manifesta solo in bombe, ma è un pensiero pervasivo, che anima implcitamente od esplicitamente la stragrande maggioranza dei musulmai in Europa. Vedi a questo proposito anche il caso Saman. Quindi sì, non legittimare a priori una religione reazionaria, violenta e primitiva, non solo si può fare, ma è anche giusto farlo. Altrimenti si finisce nel discorso che facevate più sopra, cioé che non sia un problema perché tanto
>ne abbiamo ancora pochi

>Se "nessuno" ha mai detto che il terrorismo islamico NON è un problema reale

Vedi qui >>40057 tutti i greentext che ho riportato.
>mettere in prospettiva il problema del terrorismo islamico
Ma non lo avete mai messo in prospettiva, anzi, avete semplicemente ripetuto che è un problema gonfiato ad arte, riducendolo agli altri complottismi, quando - come vi ho a più riprese dimostrato - non è così, ma è un problema costante, per cui vengono continuamente prese iniziative, che non pertengono quindi solo ai lolpopulisti.
Curioso comunque come ti abbia invitato più volte a spiegarti ma tu non abbia mai detto nulla. Ora forse credi di aver trovato un interlocutore che ti dia ragione a prescindere, chiaramente quindi non cercate una discussione, ma vi limitate a raccogliere consenso.

 No.40094

Ma secondo voi quale problema ha? Non capisce davvero o fa apposta?

 No.40095

>>40094
Evidentemente l'esistenza di qualcuno che non odia l'islam quanto lui lo triggera al punto da fargli presupporre sia un islamico o un simpatizzante anch'egli (chiamare con nomi "arabi"?).
A posta non lo fa, secondo me.

 No.40096

>>40091
>Chiaramente non conosci il significato delle parole che usi
Leggi i link che posti:
>muovere obiezioni, esprimere dubbî, fare delle riserve, o più genericamente manifestare le proprie idee e opinioni in contrasto con quanto altri vuole o sostiene: se sai che ho ragione io, perché discuti?; non discuto più, fa quello che credi, ma io resto del mio parere. Con compl. oggetto, d. qualche cosa, metterne in dubbio la validità o la consistenza, fare delle obiezioni o delle riserve

 No.40097 SALVIA!

>>40096
Mi sai dire in quale accezione della definizione da me fornita faresti rientrare post del genere
>>40082
Davvero, so che capire un testo semplice ormai è chiedere tanto, ma almeno evita di fare il saccente, non te lo puoi proprio permettere, subumano.
>>40094
>>40095
Pseudo-obiezioni (in realtà insulti, ma visto il livello di italiano dimostrato, magari pensate che anche questa sia una discussione) a cui ho già risposto sopra, perché quindi non rispondete entrando nel merito del mio post? O se proprio non riuscite tornate nella fogna da cui siete usciti.

 No.40106 SALVIA!

>>40097
>sei giorni di bile

 No.40107 SALVIA!

>>40106
Intanto ieri la solita musulmerda vile e schifosa ha ucciso 3 donne con il classico attacco con coltello a sorpresa contro vittime innocenti e indifese.
La cosa divertente è che dopo avervi arato con le argomentazioni e aver smontato la vostra scarsissima conoscenza della storia, non devo fare più nulla, ci pensano sempre i vostri amici sabbianegri a confermare la realtà delle cose.

 No.40108 SALVIA!

Lol ma è ancora convinto che qualcuno abbia sostenuto che il terrorismo islamico non esiste?

 No.40109 SALVIA!

>>40108
Sai leggere? Ho più volte argomentato, riportando in modo appropriato i vostri post, i vostri tentativi di ridurre il problema del terrorismo a un'arma di propaganda (da ricordare ancora e sempre i tentativi di far passare le zanzare come più pericolose dei terroristi). Vedi anche qui >>40057
Ora, che la storia prova per l'ennesima volta che sono nel giusto, perché insisti? Stai zitto e riconosci che il terrorismo islamista non è un'arma retorica per acchiappare voti, ma un problema concreto e attuale.

 No.40116

Perché loro hanno successo ed i subumani di destra no. Lo so che sembra un discorso da /b/ ma è così, è inutile girarci attorno è solo spietata invidia che si trasforma in violenza.

 No.40117

>>40116
>108 paesi invidiosi

Top kek

 No.40118

>>40117
Quanti di questi fan parte del primo mondo?

 No.40121


 No.40123 SALVIA!

>>40121
>>40118
>>40116
>>40117
Non capisco perché vi si deve dire regolarmente di tornare su /b/ a tirarvi addosso la merda.

 No.40130

>>40116
Bravo è sempre colpa degli altri, mai prendersi la responsabilità individuale per i propri fallimenti.

 No.40132

>>40116
>ed i subumani di destra no
Non puoi spiegare una cosa che succede da millenni con una storia che vale per l'ultimo secolo.

 No.40133

>>40123
Quello scambio sarebbe tirarsi la merda addosso? Una semplice battuta in reazione ad una evidente cazzata seguita da domanda e risposta sotto forma di link.

Quando iniziate a usare l’ID da moderatore se dovete richiamare la gente anziché fare post a cazzo così che non si capisce mai se siete staff o frustrati a caso che giocano a fare la polizia del forum?

 No.40135

>>40130
>Fallimenti
>Ebrei
>Secondo gli stessi che li odiano stanno al vertice del mondo
Fate pace col cervello fascidemmerda.

 No.40148 SALVIA!

>>40109
>sette giorni di bile

 No.40152 SALVIA!

Non ho capito come siete arrivati a parlare degli islamici in un filo sugli ebrei

 No.40154

>>40109
Abbocco per l'ultima volta, vediamo se capisci così:

1. Dire che una cosa è X non significa dire che una cosa non sia Y, siamo d'accordo?
Se io dico
>il terorrismo islamico è spauracchio di partiti populisti e reazionari
non sto dicendo
>il terrorismo ilsamico è *SOLO* spauracchio dei partiti populisti e reazionari
siamo d'accordo? C'è una parola in più nella seconda frase, facci caso. Nota come quella parola manchi

2. Per tirare acqua al tuo mulino continui a dire cose che razionalmente non hanno senso, te lo stiamo dimostrando e ogni volta fuggi in una scatola più piccola per rimanere in uno spazio locale dove la tua testi è imperturbabile. Ti abbiamo fatto esempi di cose molto più letali del terorrismo islamico in europa (eventi più o meno frequenti in cui più o meno gente muore per evento ma con un totale comunque più alto) e hai tirato fuori assurdità tipo:
>>39939
>quante punture fanno in totale le zanzare e quante di queste portano alla morte? Invece, quanti attacchi fanno gli islamisti e quanti di questi portano alla morte?
= "eeeh no conta il numero di morti per evento, non il numero di morti totale"
>>39893
>se prendessimo come confronto i morti per terrorismo che fanno le altre religioni (un termine di paragone più appropriato)
= "eeeh no conta il numero di morti fatti dagli estremisti delle altre religioni"
>>40049
>Falsa equivalenza: da una parte hai un atto intenzionale finalizzato a portare morte e distruzione, dall'altra la stupidità umana
= "eeeh no conta il numero di morti fatti dagli altri terroristi"

Anche quando ti è stato chiesto direttamente hai insisito nel ripetere che non è il numero di morti che importa ma bensì importa come si muore, che è una cosa di una stupidità tale che non posso davvero credere tu non stia trollando.
Mettiamola così: il genio della lampada ti dà un desiderio con cui puoi far sparire una causa di morte dalla faccia della terra, quella che vuoi, quale scegli? Quale salva la vita a più persone? Non è l'abolizione del terrorismo islamico.

Significa forse che il terrorismo islamico non sia da combattere monitorare reprimere e fermare? No e non l'ha detto nessuno, ciò non toglie che l'effettiva incidenza del fenomeno sia da inquadrare coi numeri che effettivamente fa (bassi anche grazie alle operazioni di contrasto che nessuno sta mettendo in dubbio).

Ha già detto tutto >>40046 - stai pensando in modo emotivo e non razionale/statistico. Benché tu creda a quello che dici in >>40049
>La prima che hai detto ("un problema reale di tutti i giorni"), come dimostra la cronaca recente europea e mondiale, come dimostrano le operazioni di polizia continue, come dimostrano le iniziative prese in tutta Europa per arginarlo.
Ciò non corrisponde al vero. Sicuramente è il "problema" di quelli che se ne occupano ma per milioni di europei che fanno la propria vita tutti i cazzo di giorni non credo ce ne sia uno che consideri il rischio terrorismo islamico quando organizza le vacanze o la partecipazione a concerti ed eventi.

E quindi si ritorna al punto principale, sai chi soffia sul fuoco del terrorismo tutti i giorni e lo manda su tutti i media e tutti i giornali benché abbia una letalità effettiva inferiore a quella dei mobili ribaltati che schiacciano le persone? I partiti populisti e reazionari e i media in cerca di click facili.

 No.40156

>>40154
Ecco, questo è un post OTTIMO, ad esempio. Trattare il tuo avversario da pari è il primo presupposto per vincere con lui e con gli spettatori.

 No.40157 SALVIA!

>>40156
Sì ma è dall'inizio che lo facciamo tutti e abbiamo smesso dopo la terza volta che ci chiamava ahmed e abdul

 No.40194

>>40154
>siamo d'accordo?
No, perché il gioco retorico è proprio in questo, giocare a ribasso con un problema concreto, ridurlo a spauracchio (come ribadisci tu con la tua asserzione) e oscurare il fatto che invece tutti (non solo i populisti) prendano iniziative contro di esso.
>"eeeh no conta il numero di morti per evento, non il numero di morti totale"
Sì, esatto, è così che si definisce la mortalità/letalità di un evento, in proporzione, non in assoluto. Quante zanzare esistono al mondo? Quanti terroristi?
>"eeeh no conta il numero di morti fatti dagli estremisti delle altre religioni"
Sì, mi sembra un metro di paragone ben più adeguato per definire la mortalità di una religione e le problematiche legate ad una ben specifica religione e ancora non hai dimostrato in alcun modo il contrario.
>"eeeh no conta il numero di morti fatti dagli altri terroristi"
Sì, le motivazioni sono completamente differenti. O mi vuoi far credere che l'attentato di Nizza possa esser fatto passare come un incidente automobilistico? Vedi a questo proposito come tale attentato abbia fatto un numero di morti superiore a qualsiasi incidente automobilistico. Come puoi escludere le intenzioni dalla gravità di un'azione?
Le mie tre affermazioni non riducono in alcun modo l'area di applicazione del confronto, non sono in contraddizione ma in perfetta continuità. Infatti non riesci a dimostrare la contraddizione che pretendi ci sia.
>non è il numero di morti che importa ma bensì importa come si muore, che è una cosa di una stupidità tale che non posso davvero credere tu non stia trollando.
No, in realtà ho riportato sempre il numero di morti alla loro dimensione propria, riconoscendo quindi che il terrorismo islamista fa più morti di qualsiasi altro terrorismo religioso (o terrorismo tout court). Quindi non vale in alcun modo il tuo avversativo
>bensì
Ma è piuttosto additivo: alto numero di morti rispetto qualsiasi altra religione E in più il fatto che uccida innocenti e indifesi, con metodi brutali e violenti.
>No e non l'ha detto nessuno
Tutti i vostri discorsi in realtà erano proprio incentrati nel definire il terrorismo islamista come un problema marginale (cosa che fai ancora tu subito dopo), un'arma di propaganda populista, quando invece è proprio il contrario: il terrorismo islamista è un problema centrale in Europa e nel mondo, come dimostrano proprio le operazioni che vengono continuamente compiute per arginarlo.
>non credo ce ne sia uno che consideri il rischio terrorismo islamico quando organizza le vacanze o la partecipazione a concerti ed eventi.
Beh, a me risulta che tutte le zone pubbliche che attirano molte persone abbiano ormai barriere in cemento per evitare proprio i simpatici camion della morte, mi risulta che i controlli sugli arei e nelle stazioni siano rafforzati da anni sempre per arginare i problemi del terrorismo islamico, allo stesso modo prima di grandi eventi sportivi o concerti. Quindi sì, in effetti il problema lo viviamo sulla nostra pelle ogni volta che organizziamo le vacanze o partecipiamo a concerti ed eventi.
>benché abbia una letalità effettiva inferiore a quella dei mobili ribaltati che schiacciano le persone?
Vedo che insistete ad usare termini italiani che non conoscete e sopratutto a proporre termini di confronto ridicoli, completamente avulsi da motivazioni e intenzioni. Il tasso di letalità si definisce dalla proporzione tra i morti e i casi. Quanti mobili si ribaltano e uccidono qualcuno? Quanti attacchi terroristici vengono compiuti e portano alla morte di persone? Ecco, con l'adeguata proporzione vedi anche tu che il terrorismo è ben più letale di un mobile che si ribalta.

 No.40204 SALVIA!

>>40194
>otto giorni di bile

 No.40205

>>40194
>è così che si definisce la mortalità/letalità di un evento
E siamo tutti d'accordo. Ma non stiamo parlando di classificare la mortalità di un evento, è ovvio a tutti che un attentato terroristico faccia più vittime di una puntura di zanzara, perché pensi ciò sia argomento di discussione?
Stiamo parlando di rischio alla vita quotidiana degli europei, che è una misura data quantomeno da un rapporto tra frequenza dell'evento (o probabilità di esserne parte, se vuoi) e impatto dell'evento, no?

Se guardi solo l'impatto (mortalità per evento) allora in cima alle classifiche salta il meteorite che per UN evento fa milioni e milioni di morti, eppure siamo entrambi concordi nel dire che il terrorismo islamico in una classifica di rischio alla vita quotidiana stia molto più in alto del meteorite, no? Ed è perché la probabilità che un cazzo di meteorite colpisca la terra è molto bassa, no? Applica la stessa logica.

>oscurare il fatto che invece tutti (non solo i populisti) prendano iniziative contro di esso.

Nessuno ha messo in dubbio l'esistenza delle iniziative anti terrorismo - ciò comunque non lo rende un problema più grave di altri. I populisti peraltro non prendono iniziative contro di esso, gridano e soffiano sul fuoco per prendere voti.

>mi sembra un metro di paragone ben più adeguato per definire la mortalità di una religione e le problematiche legate ad una ben specifica religione e ancora non hai dimostrato in alcun modo il contrario.

Nessuno sta mettendo in dubbio che gli estremisti islamici facciano più morti di quelli delle altre religioni, perché pensi che questo sia un punto di discussione?

>le motivazioni sono completamente differenti

In che modo le motivazioni incidono sul rischio alla vita quotidiana degli europei? La probabilità di un evento è data dalla frequenza delle sue manifestazioni, non dalle sue motivazioni.

>Come puoi escludere le intenzioni dalla gravità di un'azione?

Nessuno sta parlando della gravià delle azioni, è ovvio a tutti che un attentato terroristico sia un'azione molto più grave di un incidente stradale. La gravità dell'azione non incide sul rischio alla vita quotidiana degli europei, il rapporto rimane tra probabilità e impatto.

>riconoscendo quindi che il terrorismo islamista fa più morti di qualsiasi altro terrorismo religioso

Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.

>alto numero di morti rispetto qualsiasi altra religione E in più il fatto che uccida innocenti e indifesi, con metodi brutali e violenti

Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.

>a me risulta che <azioni di contrasto>

Nessuno le ha messe in dubbio, le ho menzionate io nel mio messaggio. L'esistenza di azioni di contrasto efficaci appunto riduce l'effettivo pericolo ai numeri che fa.
Non fosse così saremmo tutti preoccupatissimi per il vaiolo, il colera, la peste o altre cose letali che farebbero disastri senza azioni di contrasto. Eppure non lo siamo, perché le condizioni attuali non giustificano un tale livello di allarme e scassamento di cazzo.

>Il tasso di letalità si definisce dalla proporzione tra i morti e i casi

Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.

>con l'adeguata proporzione vedi anche tu che il terrorismo è ben più letale di un mobile che si ribalta

Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.
Spiegami perché il rischio alla vita quotidiana degli europei dovrebbe essere calcolato in base alla potenziale o reale letalità di un singolo evento e non alla concreta reale probabilità che tale evento colpisca un individuo.

 No.40208

>>40205
>perché pensi ciò sia argomento di discussione?
Ma sei stato tu stesso che poco più sopra parlavi di letalità >>40154
> Ti abbiamo fatto esempi di cose molto più letali del terorrismo islamico in europa
>abbia una letalità effettiva inferiore a quella dei mobili ribaltati che schiacciano le persone?
Perché ora vuoi fare finta che questo aspetto non sia stato argomento di discussione?
>Stiamo parlando di rischio alla vita quotidiana degli europei
E infatti un attentato terroristico è molto più rischioso che una puntura di zanzare, proprio perché se avviene è molto più probabile che possa procurare un danno. Riporto la definizione di un'altra parola che non mi sembra tu conosca ma di cui fai uso in modo piuttosto leggero
https://www.treccani.it/vocabolario/rischio_%28Sinonimi-e-Contrari%29/
>eventualità di subire un danno connessa a circostanze più o meno prevedibili
>I populisti peraltro non prendono iniziative contro di esso, gridano e soffiano sul fuoco per prendere voti.
Non è vero, anche i partiti populisti partecipano alle votazioni parlamentari e alle leggi che portano poi alla messa in atto di azioni contrastanti il terrorismo.
>perché pensi che questo sia un punto di discussione?
Lo proponevo come paragone più adeguato per valutare la pericolosità dell'islamismo, certo più delle zanzare e dei meteoriti.
>La probabilità di un evento è data dalla frequenza delle sue manifestazioni, non dalle sue motivazioni.
Chiaramente le motivazioni incidono sulla probabilità che un determinato evento avvenga. Se io sono motivato ad uccidere innocenti in nome dell'islam, è molto più probabile che io lo faccia se non lo fossi, proprio perché mi mancherebbe una motivazione per farlo.
>La gravità dell'azione non incide sul rischio alla vita quotidiana degli europei, il rapporto rimane tra probabilità e impatto.
Quindi mi stai dicendo che un impatto volontario, fatto apposta per massimizzare le vittime come quello di Nizza, possa essere considerato lo stesso di un impatto dovuto ad un colpo di sonno? Nel primo caso la probabilità di fare vittime aumenta, proprio perché c'è l'intenzione di farle. Trolli?
>Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.
In realtà più sopra c'era chi rideva di me perché rimarcavo proprio questo aspetto.
>Eppure non lo siamo, perché le condizioni attuali non giustificano un tale livello di allarme e scassamento di cazzo.
Purtroppo l'islamismo non è stato debellato come il colera, vaiolo o peste in Europa, la cronaca recente dimostra proprio questo, quindi le condizioni sono del tutto diverse da quelle di queste malattie. Also, ti ho già fatto notare sopra la cazzata che hai detto su feste, uscite e viaggi, davvero, esci di casa che sei imbarazzante.
>Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.
Dioporco, ma se usate a sproposito i termini, sarà pure giusto che qualcuno vi faccia notare che sbagliate?
>Cosa che nessuno ha messo in dubbio e non è il punto della conversazione.
Lolwut? Lo dici proprio tu sopra
>abbia una letalità effettiva inferiore a quella dei mobili ribaltati che schiacciano le persone?
Trolli?
>Spiegami perché il rischio alla vita quotidiana degli europei dovrebbe essere calcolato in base alla potenziale o reale letalità di un singolo evento
Proprio per questo motivo vengono prese iniziative - che anche tu hai riconosciuto - per arginare il terrorismo islamico, sono tutte iniziative calcolate sul danno potenziale, proprio per questo si chiamano di prevenzione. Se queste non venissero prese, la probabilità di un tale evento aumenterebbe esponenzialmente. Capisci che quindi non sono due cose mutualmente esclusive o lo fai apposta?

 No.40221

File: Moving-the-goalposts-300x2….jpg (29,71 KB, 300x240)

>l'intero filo negli ultimi post
Non fatevi baitare da Pepino, stiamo parlando di come e perché vengono odiati gli ebbri, il filo del discorso era arrivato allo sfruttamento ignoranza e dell'invidia ripartiamo da lì.

 No.40224

File: ys92f0g.jpg (124,64 KB, 591x579)

>>40208
>Lo proponevo come paragone più adeguato per valutare la pericolosità dell'islamismo, certo più delle zanzare e dei meteoriti.
No scusa se misuri per letalità del singolo evento la morte per meteorite sta in cima (1 evento = milioni di morti), se fai una misurazione che tiene conto della probabilità allora la morte per meteorite finisce in basso perché ad oggi in europa è più probabile morire (in ordine) per puntura di insetto, ribaltamento di mobile e attentato terroristico che per meteorite.

>parlavi di letalità

>Perché ora vuoi fare finta
https://www.treccani.it/vocabolario/letalita
Sì scusa, ovviamente lo intendo (io come tutti gli altri) nell'accezione che mappa a "mortalità", non stiamo parlando in linguaggio tecnico medico e se fino ad ora hai letto letalità e hai pensato solo a "morti per numero di eventi" sei un ritardato senza speranza.

>Chiaramente le motivazioni incidono sulla probabilità che un determinato evento avvenga.

Non significa nulla, abbiamo i dati, sappiamo esattamente quanti eventi sono successi e i loro effetti.

>>La gravità dell'azione non incide sul rischio alla vita quotidiana degli europei, il rapporto rimane tra probabilità e impatto.

>Quindi mi stai dicendo che un impatto volontario possa essere considerato lo stesso di un impatto dovuto ad un colpo di sonno
??? Come cazzo ci hai letto sta conclusione? Per come abbiamo definito impatto (= numero di morti per evento) non sto affatto dicendo ciò, ma pure a prescindere dalla definizione non sto affatto dicendo ciò.

>Se queste non venissero prese, la probabilità di un tale evento aumenterebbe esponenzialmente. Capisci che quindi non sono due cose mutualmente esclusive o lo fai apposta?

Sì, se questa cosa sotto controllo non fosse sotto controllo sarebbe davvero un bel problema, hai ragione!

https://www.statista.com/topics/3788/terrorism-in-europe/
>In 2019, the number of terrorist attacks in the European Union fell to 119, the fewest number of attacks in years. As a consequence of this, the number of terrorist fatalities in Europe fell to ten in 2019, the lowest number of deaths due to terrorism since 2014, when there were just four. The United Kingdom had the highest number of terrorist attacks in Europe in 2019, at 64, compared with seven in France, and just three in Germany.

Vabè mi eclisso davvero, le cose si son capite.

 No.40233

IQF:
>se ancora non siamo un guerra aperta con l'islam, l'islam fa solo bene

 No.40266

>>40224
>No scusa se misuri per letalità del singolo evento la morte per meteorite sta in cima (1 evento = milioni di morti), se fai una misurazione che tiene conto della probabilità allora la morte per meteorite finisce in basso perché ad oggi in europa è più probabile morire (in ordine) per puntura di insetto, ribaltamento di mobile e attentato terroristico che per meteorite.
Esatto, proprio per questo sia il meteorite che le zanzare sono paragoni fuori luogo, proprio perché non permettono di cogliere nella specificità la pericolosità dell'islamismo. Se mettiamo invece il terrorismo islamico su una scala più appropriata, ecco che si rivela come sia in assoluto la forma di terrorismo più pericoloso e quindi, in quanto tale, un pericolo vero e costante.
>Sì scusa, ovviamente lo intendo (io come tutti gli altri) nell'accezione che mappa a "mortalità"
Che è un'accezione che perde di ogni validità, cioè che non riesce veramente a far comprendere la pericolosità di un evento. Non è un caso infatti che tu lo abbia usato proditoriamente per inserirci le zanzare. Chiaramente, se il termine è restituito alla sua dimensione più appropriata e non ingenua, ecco come risulta chiaro che paragonare il terrorismo alle zanzare è proprio una mossa da facce di merda. Non trovi?
>Non significa nulla
Come non significherebbe nulla? Mi vuoi dire quindi che le motivazioni del terrorismo islamista non inciderebbe sull'attentato? Ma sei ritardato o lo fai apposta?
>pure a prescindere dalla definizione non sto affatto dicendo ciò.
Escludendo l'intenzionalità come fattore dell'azione, chiaramente non riesci più a comprendere che un'azione fatta con l'intenzione di uccidere è ben più pericolosa (cioé porta ad aumentare i morti per evento) di un'azione non intenzionale.
>Sì, se questa cosa sotto controllo non fosse sotto controllo sarebbe davvero un bel problema, hai ragione!
Esatto, cosa ti sfugge di questo ragionamento banale? L'essere sotto controllo non è una proprietà che le deriva magicamente da chissà cosa, ma è un effetto delle misure che sono state prese in tal senso. Chiaro?
Non capisco cosa vorresti dimostrare con il link finale, a me 119 attacchi sembrano comunque moltissimi e il termini di paragone arriva solo al 2014 (il 2015 te lo ricordi?), indice chiaro di come il terrorismo in Europa sia un problema costante, concreto e attuale. Also, basta un attentato fatto bene per far salire vertiginosamente il conto dei morti. Inoltre, per la riduzione di questo numero di attentati dobbiamo sicuramente ringraziare le misure di prevenzione (e non le musulmerde e la lolintegrazione), che nascono proprio dal considerare il terrorismo come un problema concreto e non un'arma di propaganda.
>Vabè mi eclisso davvero, le cose si son capite.
Sì, hai ragione e si sono capite da molti post, non si capisce perché insisti, non hai risposto ad un cazzo e hai proposto solo ridicoli termini di paragone, dimostrato la tua ignoranza in storia, rivelato la debolezza del tuo discorso nutrito solo da una gratuita avversione perché
>OH NO SALVINIO è STATO CATTIVO CON I MIEI AMICI SABBIANEGRI
Buona giornata.

 No.40267 SALVIA!

>>40266
>nove giorni di bile.

 No.40293 SALVIA!

>>40266
letteralmente
>guardare il dito invece della luna: il post
Anon se il tuo ragionamento non fila quando rimuovi le etichette allora il tuo ragionamento è sbagliato - non a caso continui a tirare in mezzo nuovi elementi, attribure conclusioni campate sul nulla e a creare confusione.

Io questa tua ulteriore merda non la spalo, ti dico solo che:

>L'essere sotto controllo non è una proprietà che le deriva magicamente da chissà cosa, ma è un effetto delle misure che sono state prese in tal senso. Chiaro?

È chiaro a tutti sin dall'inizio, solo tu pari non averlo capito.

 No.40299

>>40293
>non a caso continui a tirare in mezzo nuovi elementi, attribure conclusioni campate sul nulla e a creare confusione.
Non direi, gli unici che continuano a buttare cose in mezzo alla discussione (dalle zanzare a Gheddafi, dal fatto che il terrorismo non provochi problemi alla vita quotidiana della gente ai mobili che si ribaltano) sei stato tu, tu che continui ad attribuire il significato che ti fa piacere ai termini e non render conto delle cazzate che da questi discendono, tu che non rispondi alle evidenze che ti ho portato a più riprese. Quindi, stai muto ed eclissati sul serio, testa di cazzo, hai rotto sinceramente i coglioni.
>Io questa tua ulteriore merda non la spalo
Lollo, non sai che dire, bene, allora stai muto.
>È chiaro a tutti sin dall'inizio
Non direi, visto che eravate voi a forzare il paragone con le zanzare e i meteoriti, quindi, di nuovo, stai muto, non te lo puoi proprio permettere, subumano.

 No.40303 SALVIA!

>>40293
Ah, so che sei un faccia da merda che non entra mai nel merito delle tue affermazioni (come quando dicevi che mi contraddicevo e quando ti ho chiesto di mostrarmi le contraddizioni nel mio discorso sei stato muto), ma quali etichette rimosse toglierebbero senso al mio ragionamento? Parli delle etichette a cui dai tu un senso a tuo piacimento e che misinterpretandole ti permettono di confrontare i morti del terrorismo con quelli per zanzare e mobili ribaltati? L'unico che si nasconde dietro un dito sei tu, mio caro minorenne sabbianegro.

 No.40307

>>40303
Ah vedo che siamo di nuovo al "importa di più come si muore che di morire".

Facciamo sta prova, anon, mi fai il piacere di scrivere un preciso metro di giudizio - tipo formula - con il quale si può attribuire un tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito?

Dimmi proprio i fattori che prendi in considerazione e le loro relazioni.
Poi una volta arrivati alla formula la valutiamo concettualmente in astratto e poi la applichiamo ai vari casi, ok?

 No.40316

>>40307
>Ah vedo che siamo di nuovo al "importa di più come si muore che di morire".
Ovviamente come si muore ha una sua importanza, visto che sinceramente la prospettiva di morire investito da un camion mentre sto passeggiando per mercatini è un qualcosa che si potrebbe evitare e che non è casuale, come il morire schiacciato da un armadio.
>il quale si può attribuire un tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito?
Ma riesci a comprendere un concetto complesso come il terrorismo che prende in causa diversi fattori, come l'intenzione motivata da puro odio per gli autoctoni che non condividono la religione che ti sei portato appresso dal cacatoio dal quale provieni, come il fatto che il problema dell'islamismo non si esaurisce solo nell'atto eclatante violento dell'attentato ma è pervasivo di un'intera cultura, come il fatto che al mondo esistano centinaia di religioni e l'unica che fa morti è l'islam? Vuoi solo banalizzare il discorso,. Per farlo possiamo comunque confrontare i morti fatti dall'islam rispetto ad un termine di paragone adeguato, come gli attacchi terroristici in generale e in particolare quelli fatti in nome di qualche religione. Quanti attentati sono stati compiuti in totale? Quanti attentati sono stati compiuti in nome dell'islam? Quanti morti hanno fatto i primi? Quanti i secondi? Da qui puoi avere una prima, per quanto parziale e incompleta (d'altronde nessuno statistico ha inventato tale tasso di pericolosità reale, se non il tasso di mortalità, che però a te non va bene, se no il discorso del cazzo e della merda non regge) del problema specifico rappresentato da un culto di morte e violenza come è l'islam. Confrontarlo con gli incidenti automobilistici è da facce da merda e lo sai.

 No.40318 SALVIA!

>>40316
neanche morire schiacciato da un armadio è casuale, scemo

 No.40319 SALVIA!

>>40318
Dioporco, ma lo vedi che sei proprio una faccia da merda? Secondo te è l'armadio che vuole schiacciarti come lo vuole fare una musulmerda alla guida di un camion? Dove è l'intenzionalità nel primo caso?
Hai rotto il cazzo, eclissati per davvero.

 No.40362

>>40319
Siamo in più di uno a risponderti eh, comunque non sviare, scrivimi un preciso metro di giudizio - tipo formula - con il quale si può attribuire un tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito.

Mettici dentro l'intenzionalità e quello che vuoi.

Toh, ti rispondo pure alla spataffiata che hai messo lì sopra:
>il problema dell'islamismo non si esaurisce solo nell'atto eclatante violento dell'attentato
vero
>come il fatto che al mondo esistano centinaia di religioni e l'unica che fa morti è l'islam?
unica unica no ma è quella che ne fa di più
>Vuoi solo banalizzare il discorso
no
>Quanti attentati sono stati compiuti in totale?
non ho voglia di andare a guardare, quale orizzonte temporale? possiamo dire qualche migliaio negli ultimi 10 anni?
>Quanti attentati sono stati compiuti in nome dell'islam?
probabilmente quasi tutti
>Quanti morti hanno fatto i primi?
se intendi "quanti morti hanno fatto gli attentati compiuti in totale" ti direi boh, non ho voglia di andare a guardare, a memoria direi un 40k letto non mi ricordo dove
>Quanti i secondi?
se intendi "quanti morti hanno fatto gli attentati compiuti nell nome dell'islam" probabilmente il 95~99% del totale
>Confrontarlo con gli incidenti automobilistici è da facce da merda e lo sai.
dipende dall'oggetto della conversazione

Adesso che abbiamo stabilito *per l'ennesima volta* che il sabbianegrislam è la religione peggiore del mondo, possiamo tornare sul punto della discussione?
Condividi per piacere il tuo metro di giudizio con il quale classifichi i pericoli per la vita di un europeo? Quel ragionamento che ti fa dire "x è più pericoloso di y" e tiene conto di tutto quello che ti venga in mente.

 No.40391

>>40362
>possiamo tornare sul punto della discussione?
Perché fai finta che non lo fosse? Dopo aver giocato per tutto il filo al ribasso con le responsabilità e colpe di un culto di morte e violenza? Dopo avervi invitato a riconsiderare le facili conclusioni che vi portavano a vedere nei pericoli dell'islamismo una storiella ingigantita dai partiti populisti?
>Condividi per piacere il tuo metro di giudizio con il quale classifichi i pericoli per la vita di un europeo?
Non ti bastano ancora le veloci considerazioni che ti ho invitato a fare? Già da tutte queste, come puoi non riconoscere l'effettiva minaccia che l'islam rappresenta?
Comunque un criterio semplicistico potrebbe essere: l'esistenza di agenti (quindi non di singoli individui, ma di intere comunità coese al loro interno e che spesso ricevono anche finanziamenti dall'esterno) il cui fine è la distruzione della cultura e società europea. Il pericolo più grande per un europeo, è rappresentato da chi gli porta la guerra in casa e da chi è motivato a fare questo da un puro e genuino odio verso gli europei (ecco il fattore determinante dell'intenzionalità).

 No.40394

>>40391
Scusa, parlando nel contesto di classificazione del
>tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito
Credo servano criteri un po' più ampi, poniamo il caso esistano più gruppi che posseggono le caratteristiche che hai descritto, come li differenzieresti? Metti che uno fa mille morti al giorno e l'altro diecimila all'anno.

Inoltre, visto che stiamo parlando di eventi astratti, se ce ne fosse uno senza agenti che fa una strage accidentale ogni mese non sarebbe anche esso un fenomeno da considerare tra le cose che mettono in pericolo la vita degli europei?

 No.40395

>>40394
>poniamo il caso esistano più gruppi che posseggono le caratteristiche che hai descritto, come li differenzieresti? Metti che uno fa mille morti al giorno e l'altro diecimila all'anno.
Ma che domanda è? Sarebbe più pericoloso il primo, visto che all'anno farebbe 365000 vittime, mostrando in questo una maggior organizzazione, coesione interna e decisione nel portare avanti il suo fine di distruzione.
>se ce ne fosse uno senza agenti che fa una strage accidentale ogni mese non sarebbe anche esso un fenomeno da considerare tra le cose che mettono in pericolo la vita degli europei?
Manca l'intenzionalità, la decisione, l'organizzazione finalizzata a portare morte e distruzione. Parli di stragi accidentali ogni mese, come se queste potessero avvenire metodicamente. Se c'è metodo c'è intenzione e quindi chiaramente non potrebbero più essere accidentali.
Nota comunque come per la mia definizione potrebbero essere benissimo gli induisti, i sudamericani o l'associazione dei pescatori (ma non gli armadi, mi dispiace), comunque guarda un po', invece sono proprio e sempre loro!

 No.40401

>>40395
>Sarebbe più pericoloso il primo, visto che all'anno farebbe 365000 vittime
Ok, e, giusto per conferma, se le 10 mila vittime all'anno fossero concentrate in due eventi? Quali dei due gruppi riterresti più pericoloso?

>mostrando in questo una maggior organizzazione, coesione interna e decisione nel portare avanti il suo fine di distruzione.

Questa mi pare una conclusione un po' azzardata senza sapere tutti gli altri dati ma ok, non è importante.

>Manca l'intenzionalità, la decisione, l'organizzazione finalizzata a portare morte e distruzione.

No scusa ma questo che significa? Se mancano quei presupposti allora le cose non sono pericolose? Il pericolo posto alla vita di un europeo da un evento intenzionale deciso e organizzato che fa un morto è più alto del pericolo posto da un evento accidentale che fa 1000 morti? Non credo proprio, no?

>Parli di stragi accidentali ogni mese, come se queste potessero avvenire metodicamente

No, non parlo di metodo, parlo di eventi accidentali senza agenti attivi (magari passivi ma ignoriamoli), tipo, boh, fughe di gas, crolli di infrastrutture, terremoti, dissesti idrogeologici.
Siamo d'accordo che questi eventi benché in assenza di agenti attivi siano un fenomeno da considerare tra le cose che mettono in pericolo la vita degli europei?

 No.40402

>>40401
>se le 10 mila vittime all'anno fossero concentrate in due eventi? Quali dei due gruppi riterresti più pericoloso?
Dove vuoi andare a parare? Vuoi fare un rapporto numero morti/evento? Mi sembra che ora tu stia facendo il furbo, cercando di sviare il punto della discussione, che rimane sempre quello: l'islamismo è un'arma di propaganda per i populisti o è un problema reale e concreto? Da questo è nato tutto, qui si ritorna e qui si finisce, come ormai hai anche ammesso tu.
>mi pare una conclusione un po' azzardata senza sapere tutti gli altri dati ma ok, non è importante.
Per fare tutti quei morti tutti i giorni, beh, sì, penso sia abbastanza ovvio che ci voglia più organizzazione (poter disporre dei mezzi ogni volta necessari e trovare ogni volta obiettivi sensibili, oltre ad una maggiore organizzazione tra i diversi attori coinvolti), più coesione (nessuno del gruppo deve tradire), e determinazione, visto che è un evento reiterato.
>Se mancano quei presupposti allora le cose non sono pericolose?
Chi ha detto questo? La vuoi smettere? Comunque, come ti ho detto già decine di volte, il mobile che ti casca addosso è una cosa e rappresenta un pericolo circostanziato e di fatto fortuito, una musulmerda che ti investe con il camion, no, non è fortuito né circostanziato. Quindi, nella prospettiva della vita quotidiana di un europeo, il secondo è più pericoloso, perché mira direttamente alla sua morte.
>Siamo d'accordo che questi eventi benché in assenza di agenti attivi siano un fenomeno da considerare tra le cose che mettono in pericolo la vita degli europei?
Ma chi lo ha mai negato? Vedo che torni a fare il furbo, l'islamismo è su un livello qualitativo di pericolosità diversissimo da una fuga di gas, chi vuole accostare i due fenomeni lo fa solo proditoriamente, ma è ovvio che non possano essere posti sulla stessa scala (se non, appunto, come avete fatto voi per tutto il filo).
Ho già risposto all'argomento del discutere: l'islamismo è un problema concreto e attuale, non un'arma di propaganda.

 No.40407

>>40402
Puoi rispondere alle domande per piacere? Non c'è niente dietro.

Poi, la domanda:
>l'islamismo è un'arma di propaganda per i populisti o è un problema reale e concreto?
È malposta perché è dall'inizio che ti diciamo che le due cose non sono in alternativa, semmai sei tu che stai dall'inizio cercando di disputare che sia
>un'arma di propaganda per i populisti
Cosa che noi sosteniamo ASSIEME al fatto che il fenomeno esista e sia reale ma non ai livelli di allarme e preoccupazione dipinti dalla propaganda dei partiti populisti e reazionari.

Per far proseguire la conversazione serve una metrica chiara e condivisa con cui valutare il tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito, poi la applichiamo ai fenomeni e vediamo.
Altrimenti continui a ciurlare nel manico e non ne usciamo più.

 No.40408 SALVIA!

Ho perso il conto. A quanti giorni di bile siamo?

 No.40409

>>40407
>Puoi rispondere alle domande per piacere?
Ho già risposto, sai leggere?
>Per far proseguire la conversazione serve una metrica chiara e condivisa con cui valutare il tasso di reale pericolosità per la vita di un europeo di un fenomeno astratto indefinito, poi la applichiamo ai fenomeni e vediamo.
Ed è proprio qui che vuoi fare il furbo. Non si è mai parlato di fenomeni astratti indefiniti, ma sempre di fenomeni ben noti, con le loro qualità e specificità. Siete voi che volete mischiare le carte in tavola. Così, porre le fughe di gas al fianco del terrorismo islamista impedisce di coglierne le caratteristiche particolari che pongono questi come fenomeni molto diversi.
>non ai livelli di allarme e preoccupazione dipinti dalla propaganda dei partiti populisti e reazionari.
Ancora? Intanto non ho ancora visto da nessuna parte nessuno di voi dare esempi pratici di propaganda populista e reazionaria. Se non la pic di Salvini qui >>40224, che in realtà suggerisce il contrario, cioé che pure uno come Salvini contro il terrorismo islamista firmava atti e non faceva solo propaganda. Inoltre, come ho già ampiamente dimostrato, non sono solo i populisti a intraprendere azioni contro l'islamismo, ma è una lotta che è trasversale ad ogni orientamento politico, proprio perché se ne riconosce il peso.
Quindi, al momento abbiamo dimostrato solo che
>il terrorismo e il fondamentalismo islamista è un problema reale e concreto
ma non che
>il pericolo rappresentato dal terrorismo e fondamentalismo islamista è accentuato dai populisti
Dunque, perché parli? Perché invochi metriche per fenomeni astratti? Perché prima (>>40362
) dici che l'intenzionalità è un fattore che si può prendere in considerazione e poi ritiri fuori ancora eventi accidentali?
Davvero, non avete mai contribuito positivamente alla discussione, ma avete solo sempre tentato di correggere il tiro (prima affermando che il terrorismo islamista fosse propaganda, ora concedendo che è un problema vero ma anche propaganda).
Per chiudere la discussione, dal sito del Consiglio dell'UE
https://www.consilium.europa.eu/it/policies/fight-against-terrorism/
Di 7 giorni fa, la prima cosa che si legge
>Il terrorismo costituisce una minaccia alla nostra sicurezza, ai valori delle nostre società democratiche e ai diritti e alle libertà dei cittadini europei.
>La lotta al terrorismo è una priorità assoluta per l'UE, gli Stati membri e i partner internazionali.
>priorità assoluta
>assoluta
Siete ridicoli.

 No.40449 SALVIA!

>>40409
>Almeno un mese e mezzo di bile tra strawmen, namecalling e spostamenti di paletti.
Un terrapiattista modello standard avrebbe perso la concentrazione dopo un paio di giorni. Un demagogo populista dopo due settimane. Qui siamo parlando di qualcuno veramente ossessionato. Sono basito.

 No.40452 SALVIA!

>>40449
Muto, Ahmed, il tuo culto da sabbianegri e inculacammelli è odiato da tutti in tutto il mondo. I motivi li sappiamo tutti, siete solo degli assassini e dei subumani, il fatto che tu non sia mai riuscito a produrre un messaggio con un contenuto ne è solo una riprova.
Dai, che tra poco ti tocca passare in mosche per farti inculare dal tuo imam.

 No.40470

>>40409
Anon, che palle ste filippiche. Continui a credere che stiamo cercando di fregarti o che stiamo cercando di shillare l'islam benché ognuno di noi l'abbia criticato in più occasioni, basta, è impossibile discutere così.

Ti sto chiedendo cose non "per fare il furbo" ma perché i tuoi ragionamenti sono fallaci e ogni volta che te lo faccio notare tiri dentro secchiate di parole e cose irrilevanti.
Grazie al cazzo che la lotta al terrorismo è priorità assoluta - nessuno lo sta mettendo in dubbio, è giusto che sia così. Tantissime altre cose sono nella stessa situazione, non si sta parlando di questo.

Leggiti questo e ciao https://www.washingtonpost.com/news/monkey-cage/wp/2015/11/23/youre-more-likely-to-be-fatally-crushed-by-furniture-than-killed-by-a-terrorist/
L'evidenza dice che la strumentalizzazione di certi fenomeni per fini elettorali è lampante, libero di non crederci e di vivere la tua vita letteralmente terrorizzato e fare così il gioco dei terroristi.

Aslutti.

 No.40480 SALVIA!

>>40470
>i tuoi ragionamenti sono fallaci
Ancora? Non lo hai mai dimostrato, ogni volta che hai provato ad accostare il terrorismo a qualche evento causale X ti ho illustrato perché era sbagliato e come sei solo una faccia da merda, inculacammelli. Ancora che forzi paragoni ridicoli presi da lolsiti americani? Va tutto tra le zanzare, è inutile, non è continuando a forzare questi paragoni fuori da ogni logica che avrai ragione.
Non hai mai dimostrato nulla, quindi, muto.
> Tantissime altre cose sono nella stessa situazione, non si sta parlando di questo
Lolwut? Tutto il vostro discorso ruota attorno al fatto che il terrorismo non sia una priorità, un problema reale e concreto e ora che ti dimostro come anche per la UE questo non sia un problema ingigantito ma reale ti rimangi tutto? Ma lo vedi che sei proprio un minorenne di merda? Avete rotto il cazzo, studiate, poi parlate. Dimostrami che la UE abbia tra le sue priorità la lotta alle zanzare o la lotta ai morti schiacciati da armadi.
>L'evidenza dice che la strumentalizzazione di certi fenomeni per fini elettorali è lampante
Quali evidenze? Il confrontare in numeri assoluti i morti schiacciati da un terrorista con i morti schiacciati da un armadio? Queste me le chiami evidenze? Ma fammi il piacere, ti ho già a più riprese spiegato perché il paragone è sbagliato su tutti i livelli e tu, giustamente, non hai mai risposto in merito.
Avete stancato, andatevene a succhiare il cazzo di terroristi e sabbianegri altrove.

 No.40486

File: ddkme1e.jpg (31,19 KB, 416x283)

>>40480
No anon, ti ho sempre risposto nel merito e ti ho dimostrato con chiari esempi come il tuo ragionamento fosse sbagliato ma hai continuato a svicolare. Per questo ho ribaltato la richiesta per farti esprimere il criterio di valutazione tuo così da poterlo poi applicarei ai dati, ma non ci siamo arrivati perché hai ribaltato il tavolo e cosparso merda ovunque.

I morti sono morti e te lo dimostro per assurdo: se le caldaie scoppiassero e facessero mille morti al giorno allora sarebbero una delle prime fonti di preoccupazione per la vita degli europei, più dei terroristi anche se ne facessero 10k all'anno.

Se 1000 al giorno non ti bastano metticene 10 mila, mettine un milione al giorno - non importa - è una dimostrazione per assurdo che fa capire che l'intenzionalità conta poco, conta l'effettivo pericolo che è dato dai crudi numeri.
Non saresti forse d'accordo che un fenomeno *qualsiasi esso sia* che uccide un milione di europei al giorno sarebbe da considerare più pericoloso e degno di risposta politica di un altro fenomeno *qualsiasi esso sia* che ne fa 10k all'anno su una popolazione di ~750 milioni di persone?

Questo esercizio mentale si chiama mettere alla prova la tua tesi ("conta l'intenzione") e vedere se regge. Se trovi un caso in cui non regge la tua tesi va cambiata e raffinata, tipo, certo, ci puoi tirare in mezzo i fattori di amplificazione (e.g. emulazione, ulteriore radicalizzazione) e i trend e l'intenzione ma *di fatto* entro certi limiti altri fattori (tipo la probabilità di morirci pro capita) hanno largamente la precedenza.


Prendi i numeri reali del terrorismo in Europa e capirai perché tutti qui e il WASHINGTON POST ti stiano dicendo che nei fatti i mobili rappresentino un pericolo più grande del terrorismo alla vita degli europei: è un dato di fatto.
Se di fronte a tutto questo continui a pensare che noi come il washington post siamo islamisti e shill hai seri problemi mentali.

Se sei contento così nelle tue convinzioni allora amen, vivi nel terrore e continua a votare gli inefficaci fanfaroni che fanno leva su emozioni e paura per arraffarsi i tuoi voti e poi nei fatti non fare - nel migliore dei casi - nulla che tutto il mondo non stia già facendo (proteggere i propri cittadini) e nel peggiore dei casi rovinare con patetiche spacconate gli equilibri internazionali in zone calde; favorendo le radicalizzazioni e l'odio verso il primo mondo.

Che - prima che mi dai ANCORA del filoislamico - io nuclearizzerei tutto il pianeta al di fuori dell'Europa e in special modo africa e medio oriente, facendo particolare attenzione a distruggere ogni simbolo religioso, MA nel mondo vero ciò non si può fare quindi bisogna restare nella realtà oggettiva di numeri e statistiche.

 No.40488

>>40486
>No anon, ti ho sempre risposto nel merito e ti ho dimostrato con chiari esempi come il tuo ragionamento fosse sbagliato ma hai continuato a svicolare.
Non lo hai mai fatto, di cosa stai parlando?
>se le caldaie scoppiassero e facessero mille morti al giorno allora sarebbero una delle prime fonti di preoccupazione per la vita degli europei, più dei terroristi anche se ne facessero 10k all'anno.
Esempio totalmente diverso, inconfrontabile. Ti risulta che le caldaie si organizzino per esplodere e uccidere persone? Ti risulta che il fine delle caldaie sia fare delle stragi? Come puoi paragonare allora queste alle morti per il terrorismo? Basta, hai già tirato fuori troppe volte questo tipo di confronti e ogni volta è la stessa cosa. I morti non sono tutti uguali.
>l'intenzionalità conta poco, conta l'effettivo pericolo che è dato dai crudi numeri.
No, l'intenzionalità conta eccome ed è per questo che per l'UE non è una priorità assoluta la lotta alle caldaie.
>Non saresti forse d'accordo che
E dimmi un po', qual è proprio quel fenomeno che è considerato pericoloso e degno di risposta politica? Il terrorismo islamista! Come ti ho ampiamente dimostrato, riportando fonti e notizie delle iniziative che vengono prese in tal senso. Vedi, qui non è un gioco retorico o matematico, ma si partiva sempre dalla stessa cosa
>Il terrorismo islamista è un pericolo vero e concreto
Ampiamente dimostrato
>il terrorismo islamista è un problema esagerato a fini propagandistici
Ancora mai dimostrato.
>è un dato di fatto
Non è un dato di fatto, coglione. Quanti mobili cascano addosso alle persone all'anno? Quanti di questi provocano la morte delle persone? Fatti la stessa domanda inserendo come termine gli attacchi terroristici e vedrai che questi ultimi sono molto più pericolosi dei primi. Ancora, già te l'ho detto per le zanzare, le cose non cambiano.
> vivi nel terrore
Perché credi che se io riconosco il problema rappresentato dal terrorismo islamista (e non giochi a ribassarlo) debba avere paura dei tuoi amici inculcammelli?
>continua a votare gli inefficaci fanfaroni che fanno leva su emozioni e paura
Mai detto di votarli, di cosa parli? Dimostrami che il terrorismo islamista sia un problema ingigantito dalla propaganda populista, stiamo parlando di questo, forza, su.
>rovinare con patetiche spacconate gli equilibri internazionali in zone calde
Quindi stai dicendo che è colpa dei populisti (chi? dove? quando?) se i poveri sabbianegri ammazzano innocenti?
>nella realtà oggettiva di numeri e statistiche.
Lollo, come immaginavo tu non sai nulla di numeri e statistiche. Come ti direbbero in qualsiasi facoltà di statistica, non si possono confrontare le mele con le pere, che è esattamente ciò che stai facendo.

 No.40489 SALVIA!

>>40486
Ah, aggiungo che trovo molto ironico il fatto che ora invochi i numeri e le statistiche (MINKIA SE NON RIESKO A KUANTIFIKARE NON KAPISKO), mentre prima, quando ricorrevo all'indice statistico di letalità come primo indizio per cogliere i fenomeni in gico, tu abbia rifiutato di utilizzarlo perché altrimenti faceva cascare tutto il tuo giochino retorico.
Davvero, torna nella fogna da cui sei uscito, minorenne.

 No.40497 SALVIA!

>>40488
>>40489
>tredici giorni di bile

 No.40501

Mi faccio un ultimo giro poi giuro che la smetto, lol.

>>40488
>Non lo hai mai fatto, di cosa stai parlando?
I tuoi argomenti si possono ridurre a:
1. l'intenzionalità è un parametro primario per valutare la pericolosità di un fenomeno
2. la letalità di un singolo evento è un parametro primario per valutare la pericolosità di un fenomeno

1 è un argomento facilmente confutabile: dati un fenomeno qualsiasi non intenzionale A che fa un miliardo di morti all'anno e il fenomeno intenzionale B che fa 1 morto all'anno, B non conta un cazzo.
Per far contare qualcosa B devi spostare i numeri di entrambi fino a che siano nello stesso ordine di grandezza, pertanto l'ordine di grandezza conta molto di più dell'intenzionalità.
Spiega perché non sarebbe così se vuoi un minimo di credibilità, andare a ripetere "HEEERP MA NON È INTENZIONALE DEEERP COME FAAAI A CONFRONTARLI HURR I MORTI SONO MORTI DURR" non è un argomento.

2 è un argomento facilmente confutabile perché guarda un singolo evento e non tiene conto della frequenza degli eventi, una cosa che succede poco spesso e fa tanti morti per avvenimento non è automaticamente più pericolosa di una cosa che succede molto spesso e ne fa meno per avvenimento, devi tirare le somme e vedere quale dei due fa più danno.
Spiegami perché non sarebbe così, io ti ho già fatto l'esempio del meteorite (altissima letalità eppure bassa preoccupazione) e ti posso subito fare un esempio opposto (bassa letalità, altissima preoccupazione): se le zanzare in europa uccidessero per 100 miliardi di punture 1 milione di persone (letalità 0.001%) sarebbero un problema molto più grave di un evento che da solo fa 1000 vittime.

>Ti risulta che le caldaie si organizzino per esplodere e uccidere persone?

>l'intenzionalità conta eccome ed è per questo che per l'UE non è una priorità assoluta la lotta alle caldaie.
Rieccoti a guardare il dito invece della luna.

 No.40505

>>40501
>1. l'intenzionalità è un parametro primario per valutare la pericolosità di un fenomeno
Attenzione, l'intenzionalità è un parametro primario per valutare QUALITATIVAMENTE la pericolosità di un fenomeno, non quantitativamente, d'altronde l'intenzionalità è un fattore qualitativo, difficilmente quantificabile. Quindi serve come criterio per porre i fenomeni nella loro giusta cornice, per impedire confronti fini a se stessi, come tutti quelli che avete proposto fino ad ora.
>non è un argomento.
Lolwut? L'ho spiegato già diverse volte, perché fai finta di ignorarlo? Se il punto della discussione è
>il terrorismo islamista è un problema ingigantito dalla propaganda populista
Per poterlo affrontare va condotto nella sua dimensione appropriata, come dicevo sopra: non si mischiano le mele con le pere. Aspetto ancora che dimostriate il contrario.
>è un argomento facilmente confutabile perché guarda un singolo evento e non tiene conto della frequenza degli eventi
In realtà, il tasso di letalità tiene in considerazione proprio questo rapporto tra morti e frequenza dell'evento. Di che parli?
>devi tirare le somme e vedere quale dei due fa più danno.
Se sono fenomeni diversissimi tra loro, non si può tracciare una linea arbitraria e dire che sono sullo stesso piano. Questo lo sanno dapertutto ed è per questo che in Europa il terrorismo islamista è considerato un problema ben più grave di quello delle zanzare, nonostante in numeri assoluti facciano più morti. Per questo motivo trovi questo genere di confronti solo su giornali lolprogressisti, ma non troverai MAI nessun rapporto ufficiale che ponga come valido questo ridicolo confronto (dimostrami il contrario).
Ancora, siamo sempre lì. Al momento ho dimostrato in modo definitivo che
>il terrorismo islamista è un problema reale e concreto
Mentre ancora non avete in alcun modo dimostrato che
>il terrorismo islamista è un problema ingigantito dalla propaganda

 No.40514 SALVIA!

>>40505
>quattordici giorni di bile

 No.40541 SALVIA!


 No.40542 SALVIA!

>>40541
>quindici giorni di bile
>Achievement: Morisi è fiero di te.

 No.40543 SALVIA!

>>40542
Entra nel merito della discussione almeno una volta, sabbianegro, al momento continuo a dimostrare con fonti e notizie recentissime (questa è di oggi) il pericolo rappresentato dall'islamismo. Altrimenti stai in moschea a pregare, giusto quello è il posto in cui puoi stare, qui la tua propaganda filoislamista non passa.

 No.40544 SALVIA!

>>40543
Mi sono già espresso e aspetto una risposta sensata alla domanda che ho posto a proposito se mettere in prospettiva il terrorismo islamico significa avallare lo stesso.
Nel frattempo.
>X giorni di bile
>SILAM BAD
>goombas_dancing.gif

 No.40545 SALVIA!

>>40544
>una risposta sensata alla domanda che ho posto a proposito se mettere in prospettiva il terrorismo islamico significa avallare lo stesso.
Ma voi non lo avete mai messo nella sua giusta prospettiva, anzi, tutt'altro, avete sempre cercato di ridurre il problema primario da esso rappresentato (come vi ho illustrato riportandovi anche le parole della UE e mai quelle di Salvini e compagnia) forzando ridicoli paragoni che messi nella giusta prospettiva non hanno senso di esistere.
Siamo sempre là, sabbianegro, ora non cercare di cambiare discorso, dovete ancora dimostrare l'assunto su cui si impernia tutta la vostra difesa dell'islam, cioé che il radicalismo islamista sia un problema gonfiato ad arte.
Ancora, dopo due settimane, non sei riuscito a proporre un argomento sensato in merito, ciò dovrebbe farti riflettere, ma so che chiedere ad un sabbianegro di riflettere è chiedere tanto.
Spegni il culo, Ahmed, che si sente puzza di cammello bruciato fino a qui.

 No.40549 SALVIA!

>>40545
Egnente, SILAM BAD, MORISU-SAN.

 No.40552 SALVIA!

>>40549
Come sempre, solide argomentazioni e pertinenti, sei imbarazzante.
Hai il culo in fiamme da due settimane, Ahmed.

 No.40559 SALVIA!

>>40505
>Attenzione, l'intenzionalità è un parametro primario per valutare QUALITATIVAMENTE la pericolosità di un fenomeno, non quantitativamente, d'altronde l'intenzionalità è un fattore qualitativo, difficilmente quantificabile. Quindi serve come criterio per porre i fenomeni nella loro giusta cornice, per impedire confronti fini a se stessi, come tutti quelli che avete proposto fino ad ora.
Questa frase non ha senso logico né pratico, sei AI GPT3?
Non hai aggiunto niente e hai ripetuto la stessa cosa senza spiegare perché dovrebbe essere come dici. Dire che "è giusto così sennò le vostre obiezioni hanno senso" è pensiero circolare.
>Attenzione è qualitativo
>non quantitativo
>d'altronde è qualitativo

>non si mischiano le mele con le pere. Aspetto ancora che dimostriate il contrario.

Sei tu quello che sta facendo una differenza tra i morti accidentali e quelli intenzionali, noi diciamo che i morti sono morti, l'onere della prova è tuo.

>Se sono fenomeni diversissimi tra loro, non si può tracciare una linea arbitraria e dire che sono sullo stesso piano

È lo stesso fenomeno: la morte delle persone. Sono diverse le cause.
Le diverse cause vanno analizzate e confrontate con un metodo consistente che dopo decine di post ancora non sei riuscito a produrre.

 No.40560 SALVIA!

>>40559
>Questa frase non ha senso logico né pratico
Cosa ti sfugge? Dimmi dove mancherebbe di senso logico e pratico, mostrami la contraddizione.
>Dire che "è giusto così sennò le vostre obiezioni hanno senso" è pensiero circolare
No, in realtà ho sempre dato lo stesso senso all'intenzionalità, che è il senso ad essa comunemente attribuito.
>Attenzione è qualitativo
>non quantitativo
>d'altronde è qualitativo
Ah, capisco, hai problemi a leggere testi lunghi più di due righe. L'ultima frase non è un aggiunta alla seconda, ma un ribadire la prima, sottolineando l'impossibilità di renderla un parametro quantificabile. Se invece fossi capace di quantificarla, dimostralo. Il pensiero era: non ti può bastare l'intenzionalità per dire che un fenomeno è più pericoloso di un altro, ma questa è un criterio che serve ad inquadrare appropriatamente due fenomeni diversi. Se hai ancora problemi di comprensione, basta dirlo, te lo rispiego o puoi rileggere i miei post precedenti, dove dico sempre la stessa cosa.
>l'onere della prova è tuo.
Provato illustrando già ampiamente le differenze tra i morti, sia da un punto di vista qualitativo (vedi il fattore intenzionalità) che quantitativo (vedi il tasso di mortalità), vedi anche qui sopra. Tu devi invece ancora dimostrare che il terrorismo islamista è un fenomeno gonfiato ad arte e che morire per la puntura di una zanzara è lo stesso che morire per mano di un terrorista.
>È lo stesso fenomeno: la morte delle persone. Sono diverse le cause.
Ma - dopo non essere riuscito a dimostrare l'oggetto primo del dibattito, cioé che il terrorismo sia propaganda - non sei tu quello che sta cercando di spostare il discorso proprio sul fatto che le cause in questo caso non c'entrino nulla? Cioè che se la causa della tua morte è una zanzara, un armadio o un terrorista, è comunque lo stesso? Lo hai ripetuto diverse volte, almeno evita di cadere in queste stupide contraddizioni.
>Le diverse cause vanno analizzate e confrontate con un metodo consistente che dopo decine di post ancora non sei riuscito a produrre.
In realtà ho dato già molti elementi per analizzare e porre adeguatamente le diverse cause e ho anche dimostrato che per le istituzioni il terrorismo è un problema più grande di quello delle zanzare. Tu invece prima vuoi ignorare le cause, dicendo
>non importa come muori, quindi posso confrontare i numeri assoluti delle zanzare con quelli dei terroristi
E ora mi vieni a chieder conto delle cause? Ma lo vedi che sei davvero una faccia di merda?

 No.40566

>>40560
Secondo me se scriviamo tutti SILAM BAD dopo un po'si fa una sega, si mangia un panino preso ad una sagra e se ne torna da dove è venuto guidando una pala caricatrice meccanica spesso impropriamente chiamata ruspa.
Comincio io.
SILAM BAD
SILAM BAD
SILAM BAD
>due settimane intere di bile
SILAM BAD
SILAM BAD
SILAM BAD

 No.40567 SALVIA!

Ma chi ve lo fa fare di continuare a rispondere al mentecatto?

 No.40568

>>40567
Era divertente finché cercava di dare senso alle sue parole, ora che va di insalata e pensiero circolare basta

 No.40569 SALVIA!

>>40567
>>40568
Lolwut? Siete entrati in contraddizione sostenendo che prima le cause non contano, quindi si possono confrontare i morti per le zanzare ai morti per il terrorismo e poi - messi davanti l'evidenze che sono fenomeni del tutto diversi ed imparagonabili - avete concluso che le cause sono diverse.
Al momento quindi abbiamo solo dimostrato che
>il terrorismo islamista è un problema d'assoluta priorità in Europa
Ciò che sostenevo io sin dall'inizio, ma non ancora che
>il terrorismo è un problema gonfiato ad arte dalla propaganda populista
Ciò che sostenevate voi sin dall'inizio. A questo abbiamo potuto aggiungere però un ulteriore tassello
>il terrorismo islamista è un problema sgonfiato ad arte dalla propaganda progressista
Come potete quindi sostenere di avere ragione? Davvero, so che siete abituati a ragionare per camere dell'eco, quindi più una cosa viene ripetuta più pensate che questa sia ragionevole, ma davanti al fatto che da più di due settimane non siate MAI riusciti a dimostrare l'assunto di partenza, come fate a credere di aver ragione?
Passate una buona giornata, aver mandato i vostri culi in fiamme per due settimane è stato veramente divertente.

 No.40570 SALVIA!

>>40568
>pensiero circolare
Ah, aggiungo perché ho notato solo ora che ancora tenti di forzare questa idea molto bislacca, che la parola d'altronde abbia un valore causale, sei sempre quello che non conosce le parole che usa, giusto?
https://dizionario.internazionale.it/parola/daltronde
Dai, Ahmed, prima o poi anche tu la finisci la scuola dell'obbligo.

 No.40580 SALVIA!

>>40569
"guardate: ignorando tutte le vostre obiezioni e prendendo per oro colato tutto quello che dico ho ragione io"

 No.40584 SALVIA!

>>40580
>ignorando tutte le vostre obiezioni
Quali obiezioni avrei ignorato? Che le zanzare sono più pericolose dei terroristi?
Ancora non avete dimostrato niente di quanto andavate affermando, da dove vi viene questa arroganza che vi fa dire
>chi non la pensa come me è un malato mentale
?
Dai, su, stai al tuo posto, ho sostanziato tutte le mie affermazioni, voi non siete ancora riusciti a dimostrare il vostro punto, se non proponendo ridicoli paragoni e cadendo in contraddizione.

 No.40585

>>40584
>sedici giorni di bile

 No.40608 SALVIA!

>>40584
>"No davvero se dico che le vostre cose non contano e sono ridicole perché sì è ovvio che abbia ragione io"

 No.40619 SALVIA!

>>40608
Cominci a ripeterti, che problemi hai? Ti brucia così tanto il culo?
Ti ho già chiesto di dirmi quali obiezioni avrei ignorato, perché non rispondi? Comunque sì, i confronti con gli armadi e le zanzare sono ridicoli e lo ho già dimostrato a più riprese, sono confronti proditori, fatti apposta per mischiare più piani ed è per questo che per la UE il terrorismo islamista è una
>priorità assoluta
Come ho dimostrato a partire da documenti ufficiali, mentre non lo sono le zanzare o gli armadi (dimostrami il contrario). Comunque non avete ancora dimostrato il punto che sollevavate, non vedo davvero da dove vi venga tutta questa arroganza, lo avete capito o no che non siete nella vostra camera dell'eco?

 No.40625 SALVIA!

>>40619
>non si possano confrontare i morti per cause diverse perché nel terrorismo c'è l'intenzionalità
>perché importa l'intenzionalità?
>perché sennò avete ragione voi

Questa è stata la discussione degli ultimi mille post, più un sacco di merda che tiri dentro ogni volta per confondere le acque tipo sta cosa dell'UE come se qualcuno avesse messo in dubbio che la lotta al terrorismo fosse importante a parte te nei tuoi strawman.

 No.40626 SALVIA!

>>40625
>perché importa l'intenzionalità?
>perché sennò avete ragione voi
AHAHAHAHAHA
Come ho già spiegato più volte, l'intenzionalità importa perché permette di vedere questi come eventi del tutto diversi ed inconfrontabili tra loro. Sbagliato è pretendere di confrontarli in base ai numeri di morti in assoluto, ignorando le cause. D'altronde lo avete detto anche voi che le cause sono diverse, quindi - ai fini della discussione, cioé se il terrorismo sia un problema gonfiato ad arte dalla propaganda - cogliere le cause è un elemento fondante per inquadrare adeguatamente i fenomeni, cioé per evitare che voi sgonfiate ad arte un problema vero e reale.
>tipo sta cosa dell'UE
>come se qualcuno avesse messo in dubbio che la lotta al terrorismo fosse importante
Fermo un attimo, tutta i vostri argomenti ruotano attorno al fatto che il terrorismo sia un problema esagerato dalla propaganda populista, io vi ho dimostrato che invece è un problema prioritario per tutti (riportando le parole dell'UE e di tanti politici europei non-populisti) e ora mi vuoi venire a dire che portare questi esempi sia confondere le acque? Ma lo vedi che sei una grandissima faccia di merda?
Ricapitolando
>valgono solo le cose che tirate in ballo voi
Ma
>non siete mai riusciti a tirare in ballo elementi che suffragassero le vostre ipotesi
Bravo ritardato, sei un degno sabbianegro.

 No.40627 SALVIA!

>>40626
>diciassette giorni di bile

 No.40628 SALVIA!

>>40627
Quando riuscirai a giustificare in quale piano della razionalità e dell'esistenza (al di fuori della propaganda progressista, sia chiaro) sia valido confrontare i morti per zanzare con i morti per terrorismo, potrò cominciare a credere che abbiate qualcosa da dire e che non siete solo dei lobotomizzati che portano avanti ostinatamente una presa di posizione che poi non riescono neanche a giustificare.

 No.40629 SALVIA!

>>40626
La tua insalata di parole sull'intenzionalità non ha senso, te l'ho già dimostrato ed è una delle cose che stai ignorando per darti ragione.

Evento A non intenzionale fa un milione di morti al giorno.
Evento B intenzionale e cattivissimo fa un morto al giorno.
Cosa è più pericoloso per la vita di un europeo? Ovviamente A.
Conta l'intenzionalità? No.

Quando conta l'intenzionalità nella valutazione di un pericolo? A simili ordini di grandezza di probabilità di morire.

 No.40631 SALVIA!

>>40629
>Cosa è più pericoloso per la vita di un europeo? Ovviamente A.
Ma se sono eventi del tutto diversi tra loro, come puoi in un primo momento fare il confronto? Questo non lo avete mai spiegato, cioé in base a quale criterio posso confrontare i morti con le zanzare con i morti per il terrorismo?
>Conta l'intenzionalità? No.
Sì che conta, visto che li qualifa come eventi diversi tra loro. Non si mischiano le mele con le pere.
>A simili ordini di grandezza di probabilità di morire.
In realtà tu stai proprio confrontando ordini di grande diversi, visto che prendi come buoni i numeri assoluti e non invece la probabilità che un evento porti alla morte. Ancora, quante zanzare pungono le persone? Quante di queste provocano la morte delle stesse? Se posto quindi in un ordine adeguato, anche qui il confronto non regge ed è più probabile morire durante un attacco terroristico, che dopo essere stati punti da una zanzara.
>Cosa è più pericoloso per la vita di un europeo? Ovviamente A.
Ah, aggiungo che anche per l'UE ciò non è vero, infatti il terrorismo è considerato un problema prioritario, al contrario delle zanzare o degli armadi.

 No.40683 SALVIA!

>>40631
>è più probabile morire durante un attacco terroristico, che dopo essere stati punti da una zanzara.
Vabè scemo io che discuto con uno che ritiene opportuno fare questa precisazione, addio.

 No.40735 SALVIA!

>>40683
Sei ritardato? Tutto il vostro delirante discorso si basava proprio sul fatto che le zanzare siano più pericolose dei terroristi (mischiando proditoriamente numeri assoluti e numeri per evento) e ora ti rimangi tutto? Vatti a nascondere, subumano inculacammelli, la vostra propaganda filoislamista non passa.

 No.40748

>>40735
>diciassette giorni di bile

 No.40798 SALVIA!

>>40735
Smettila coglione

 No.40808 SALVIA!

>>40798
>>40798
Lollo, il culo in fiamme di questi inculacammelli è qualcosa di veramente spassosissimo. Ancora
>non un argomento
Se tutto il mondo vi odia, ci sarà pure un motivo, no?

 No.40828 SALVIA!

>>40808
Abbiamo detto peste e corna dell'islammerda tutti quanti eppure non hai ancora capito di essere un coglione

 No.40853 SALVIA!

>>40828
Ma quando mai, faccia da merda? Il vostro è sempre stato un discorso assolutorio, incapace di elaborare una critica ma solo di proporre fuorvianti paragoni che non permettono di cogliere il fenomeno adeguatamente.
Ora, muto, minorenne sabbianegro, ne hai ancora di cose da imparare.

 No.40908 SALVIA!

>>40853
Le capriole mentali per darmi del sabbianegro rispondendo a un post in cui letteralmente scrivo "islam merda" ce le dovresti spiegare.

 No.40968 SALVIA!

>>40908
Cazzo me l'ero perso.
>>40808
>20 giorni di bile
>>40853
>21 giorni di bile


[Ultimi 50 post]
[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]