[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/pol/ - Politica & Affari

Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 3jg2xli.jpg (53,68 KB, 660x414)

 No.40352

anon non è una bait sono semplicemente ignorante, ma dove nasce questa fascinazione per il regime nazista e fascista di una parte della popolazione quei regimi erano una merda ed hanno pure fallito

 No.40353

Dall'ignoranza, pura e semplice. L'unico patito che non sia completamente fuori di testa riconosce tutti gli errori del fascismo (tra l'altro è stato uno dei professori più bravi abbia mai avuto).
>eeeeeeeh ma l'ignoranza non spiega tutto
Chiaro, ma almeno lo spiega in parte, gran parte della gente vede di buon occhio un sistema politico che fa tutto per loro, anche se non solo lo fa male ma fa pure danni.

 No.40355

La vera domanda dovrebbe essere: perché quasi tutti condividono i principi del liberal-capitalismo? Siamo davvero giunti alla "fine della storia" teorizzata da Fukuyama? Perché i fascisti, i comunisti, e in generale i partiti antisistema sono così pochi e non godono di alcuna rappresentanza in parlamento?

 No.40356

Non ironicamente perché si stava meglio quando si stava peggio

 No.40357

>>40354
quindi ti basi su quello che ti dicono i tuoi nonni quando parlano della loro infanzia?

 No.40363

>>40359
>Aneddotica anteposta ai fatti
>Devastazione senza pari, morti di regime e come ciliegina sulla torta egemonia calvinista liberale per ottant'anni
>NO MA DEI CONTADINACCI MI HAN DETTO CHE ERA TUTTO BELLISSIMO
Non trollo e non è un commento da /b/ tu sei un coglione nel senso di deficit cognitivo e non dovresti postare su questa board.

 No.40365

>>40364
>Sanità pubblica
>Merito del DVCCIE
Kek dai trolla di meno spastico che neanche quelli di casadown ci credono davvero.

 No.40369

>>40363
Perché gli aneddoti dei nonni dovrebbero valere meno della roba letta su un libro?

 No.40370

>>40369
In realtà presi singolarmente hanno lo stesso peso.
Entrambi sono un piccolo scorcio su un panorama molto grande.
Per avere una idea chiara bisognerebbe collezionarne tanti di questi scorci di realtà.
Se tu hai un insieme di conoscenze con una certa visione di un fatto x e poi hai tutto un insieme di altre testimonianze che hanno la visione opposta, la prima domanda che ti devi fare è "perché c'è questa differenza?". Elaborando su questa differenza puoi cominciare a capire davvero come sono andate le cose.

 No.40372

È un fatto estetico OP, e fa appello a quella parte dell'uomo che vuole dominare. Sfortunatamente c'è anche un altro aspetto, cioè che a livello narrativo la sinistra è riuscita ad assimilare il nazionalismo ed il patriottismo al fascismo, così non è facile per alcuni essere patrioti o nazionalisti senza ricorrere al fascismo. Un peccato, perché la differenza sarebbe grossa.

 No.40374

L'aspetto sociale del fascismo (le colonie, la mutua, il dopolavoro, etc.) fu sempre molto apprezzato dalla popolazione. Alcune riforme (Gentile) e gli stessi codici vennero tenuti anche dopo perché fatti con criterio.

 No.40376

>>40370
Non tutte le testimonianze hanno la stessa credibilità, i nonni hanno subito sia la propaganda fascista che quella americana mentre i libri di storia sono influenzati quasi esclusivamente dal governo USA

 No.40380

>>40376
Ma non era tutto in mano alla sinistra una volta?
lol

 No.40385

>>40380
Mai stato, era la narrazione democristiana destropiangina che millantava un predominio della sinistra quando tranne alcune nicchie ha sempre predominato il pensiero filoamericano, liberale e di centrodestra. Ti han riscritto la storia davanti e manco te ne accorgi.

 No.40386

È come per l'altra volta: aspettative disattese, crisi economica, alienazione, sgretolamento dei paradigmi precedenti.
Stavolta gli organismi internazionali e l'interdipendenza economica sono una rete sufficiente a mantenere il regime democratico pluripartitico.
Se parli proprio dei nostalgici, sono i discendenti di quella fetta di popolazione (borghesia o picchiatori) che dal regime ci guadagnò, schiacciando tutti gli altri.

 No.40388

Ora vorrei fare anche un altra domanda come mai in altri paesi come la germania non ci sono così tanti nostalgici?
>>40374
ma le colonie c'erano pure prima del fascismo e la campagna d'etiopia fu un mezzo fallimento e la parte sociale del fascismo mi sembra molto ingigantita dalla propaganda infatti ho fatto (sono op) questa domanda per capire.

 No.40389

>>40380
>una volta

 No.40390

>>40385
>>40389
Boh 'nzomma decidetevi.
Dire che la storia è stata riscritta dagli angloamericani per demonizzare il faccismo è incompatibile con il dire che la storia è stata scritta dalla sinistra per demonizzare il faccismo altrimenti viene da pensare che, alternativamente: gli angloamericani siano di sinistra oppure tutta questa storia è di nuovo una narrazione faccista di nemico esterno potentissimo e debolissimo allo stesso tempo, facilissimo e contemporaneamente difficilissimo da giustificare.

Ah, ovviamente, al 2021 per fare i nostalgici è necessaria una giustificazione, altrimenti la cosa più naturale da pensare è di tirnare su /b/ con una certa velocità.

 No.40397

>>40388
No le colonie d'Africa, testone, le colonie estive dove venivano spediti i bambini a far vacanza. :)

>>40390
Semplificando molto: la sinistra ha in mano la scuola, gli Stati Uniti il cinema.

 No.40403

>>40388
>come mai in altri paesi come la germania non ci sono così tanti nostalgici?
Perché c'è più benessere.
Il malcontento, anche nella forma di rimpianto di un regime, è direttamente collegato al benessere, ai diritti sociali di cui possono usufruire le parti più vulnerabili della popolazione, al sistema educativo, alle aspettative e alla considerazione di cui gode l'apparato statale, sia come istituzioni che come proposta partitica.

 No.40404

File: batt.jpg (80,23 KB, 960x1280)

ah guarda anon non lo so proprio

 No.40662

i treni arrivavano in orario e le funivie non precipitavano

 No.40671 SALVIA!

>>40662
e si merdapostava cercando attenzioni solo su /b/

 No.40675

>perché quando non sei niente sentirsi parte di un gruppo coeso e temuto pompa l'autostima

>perché ti senti nel giusto quando sei un morto di fame e fai parte di una fazione che promette vendetta contro i responsabili dello stato di cose


>perché le divise son sempre belle e a indossarle si scopa anche


ecco perché anon è comunis… emm… fascio!

 No.40766

>>40355
Perché i principi del liberal-capitalismo, uniti ad un'egemonia economica e culturale sul resto del mondo (dell'occidente), hanno creato prosperità ed un senso di sicurezza. Non siamo ancora arrivati alla fine della storia

 No.40767

>>40355
perché quelle sono etichette morte. Praticamente di fronte a te hai il revival delle ideologie nazionaliste, isolazionista e economicamente stringenti + vari partiti populisti pigliatutto come i grillini e cerchi risposte in persone che si definiscono comunisti e fascisti? Detto questo considera che il sistema in cui viviamo ha già dimostrato di fagocitare tranquillamente le istanze antisistema facendo proprie le cose più integrabili e rendendo inoffensive le istanze che potrebbero minarlo dall'interno. La società liberale di fine ottocento è morta con l'avvento dell'ideologia comunista che ha lasciato come strascico nel mondo occidentale solo società liberal-sociali, non c'è un paese sviluppato che non abbia un'economia aperta di mercato accompagnato da un sistema di welfare per chi rimane indietro. Ora, in questo periodo di vacche magre, stiamo vedendo lo Stato che torna un po' indietro sui suoi passi ma i deliri neoliberisti sono solo nella testa di chi ne parla, come dice l'anon sopra: la Storia non è finita, ne abbiamo ancora di cose da vedere.

 No.40768

>>40388
>Ora vorrei fare anche un altra domanda come mai in altri paesi come la germania non ci sono così tanti nostalgici?

Perché la Germania la guerra l'ha persa con una sconfitta e un'occupazione militare, finita in una spartizione del paese per mezzo secolo. Non c'è stato niente da rimpiangere. Noi ci siamo imbarcamenati in una guerra civile per un paio di anni, e cacciati i tedeschi dall'Italia le due parti si sono ritrovate costrette a fondare un nuovo stato assieme.

 No.40780

>quei regimi erano una merda ed hanno pure fallito
Lo dici tu

 No.40783

>>40780
Che abbiano fallito è un dato di fatto, la Germania non è nazista e l'Italia non è fascista

 No.40786

File: zn7b2lj.jpg (111,57 KB, 728x546)

>>40783
Certo, è stata ovviamente una tragedia ma quando i padroni del mondo e i loro cagnolini a guinzaglio ti vogliono morto, ti difendi e poi perisci perché loro sono dieci volte di più

 No.40788

File: nazionalista clericale con….PNG (178,42 KB, 295x302)

perché come per tutte le cose, qualcuno in quei regimi ha prosperato (non solo chi era allineato ideologicamente), i figli di questa gente che hanno imparato in famiglia che prima si stava meglio, e per loro era vero, a loro volta lo insegneranno ai loro figli e via così.
Per esempio, prendi una bella famiglia fascista: il trisnonno aveva la fabbrichetta protetta dalle politiche di regime e ha fatto fortuna in un mercato drogato e fortemente protezionista, per un motivo o per l'altro nel dopoguerra ha dovuto ridimensionare l'azienda (perché faceva prodotti obsoleti, perché in un mercato più libero si è rivelato un incapace, etc.), o magari ha smesso di cresce come sotto il regime, rimanendo comunque un borghese modesto ma non piccolo; i figli sono nati durante il regime e notano bene il cambio di tenore di vita dopo la guerra, i nipoti vanno all'università e vivono il '68, si schierano subito contro i comunisti, la loro conoscenza del regime è infatti filtrata dal rancore del nonno e dei genitori, che nel mentre hanno idealizzato quegli anni per loro d'oro, si fanno la loro vita come tutti attraverso gli anni delle contestazioni e ai loro occhi il Paese viene stuprato dai comunisti e le loro pretese contro l'ordine sociale, a questo punto anche l'intellettualismo, le manifestazioni, la libertà sessuale etc. si aggiungono al rimpianto del regime rinforzandosi l'un l'altro e vengo passate intatte ai bisnipoti; negli anni '80 il clima politico si addormenta un po', i bisnipoti sono ormai consumisti, anche se politicamente schierati come i genitori, e riescono a far fortuna in quegli anni strani, forti degli agganci e del capitale della famiglia, nonostante tutto mai modesto, in questi anni imparano l'amore per la libertà e il capitale. Si arriva così al classico liceale borghese e fascio, che non deve quasi nulla di quello che ha al regime, ma continua a considerarlo un'epoca d'oro, ora non più solamente per il trisnonno, il Paese tutto (se poi esce socialmente inetto lo si trova a spergare sui chan, ai raduni come in pic, o entrambi, in ogni caso sperga).

 No.40789

>>40786
>urss
>started axis
Lol, solo un americano può scrivere una porcata simile. Da quando il patto Molotov-Ribbentrop vale come entrata nell'Asse? È vero che ci sono state negoziazioni dopo il patto di non aggressione, ma si sono arenate in un nulla di fatto.

 No.40795

>>40789
E ricordiamoci che letteralmente gli Alleati si "dimenticavano" di rispondere alle richieste russe di alleanza antinazista.
Porcodio chi ha postato quella pic credendoci deve cagarsi in mano e mangiarla.

 No.40819

File: 25cso3l.jpg (37,29 KB, 500x212)

>>40789
>>40795
La foto l'ho presa di sfuggita, questa va meglio?

 No.40827

>>40788
al liceo avevo una compagna di classe di sinistra moderata, borghese, figlia di medici buonpensanti cattolici (insomma votanti PD). Era molto ricca ed era ovviamente pro-unioni civili pro-immigrazione e pro-miscua (diceva di indossare il perizoma e spiegava alle altre com'era il sesso anale). Un giorno la prof di storia ci chiese di raccontare aneddoti dei nostri nonni sul fascismo, e quella rivelò nientemeno che suo nonno era gerarca. Che sorpresa
la gente usa le ideologie soltanto per arrivare alla prosperità personale, e se le circostanze cambiano sono tutti bravi a fare i camaleonti. Ci sono arrivato leggendo alcuni scritti di un tedesco sulla depravazione dell'intepretazione giuridica in Germania. Praticamente, il tizio sosteneva che oggi come ieri la classe dirigente tedesca sta abusando del diritto per adattarlo all'ideologia del tempo. Nonostante i cambi di regime, rimangono a galla sempre gli stessi gruppi sociali, che con un trasformismo pazzesco si adattano subito all'aria che tira. Sono parassiti

 No.40834

>>40819
>l'ho presa di sfuggita
Comprensibile
>questa va meglio?
Continuo a non capire perché l'Unione Sovietica viene rappresentata di un colore diverso rispetto al resto degli Alleati: con mezza Italia e il nord della Francia alleati la mappa rappresenta la situazione nell'estate del '44, i russi si sono uniti ad inglesi e compagnia nel '41 dopo l'invasione tedesca, prima ancora di Pearl Harbor e degli americani, perché cazzo sono rossi?
Mi puzza tantissimo di revisionismo da Guerra Fredda. Nulla contro di te anon, solo non capisco queste cartine.

>>40827
Ma infatti le possibili evoluzioni sono infinite, è sufficiente un adolescente ribelle a ribaltare la fede politica nel giro di una generazione. Per cambiamenti di questo tipo devi avere il "lusso" di non essere al potere, ovviamente chi è al vertice tenta di restarci con le unghie e con i denti. Un altro esempio può essere Formigoni: figlio di un podestà (tra l'altro protagonista di una strage di civili), di fede catto-liberale e con tutte le magagne che conosciamo.

 No.40835 SALVIA!

>>40834
Rettifico, non erano civili ma partigiani sparati per rappresaglia.
Coi civili si limitava a sequestri e intimidazioni.

 No.40848

>>40827
>Trasformismo pur di restare al potere
[UR-FASCISMO INTENSIFICA]
>>40834
Vabè i liberali, nell'accezione borghese del termina, son sempre i mandanti occulti dei fasci e delle varie dittature con le camicie scure che si sporcan le mani e la classe dominante che ne esce quasi sempre in piedi e (ri)pulita.

 No.40870

>>40848
Comunque quella minchiata di Eco viene presa troppo sul serio. Se ogni essere umano interessato al potere prima che alle ideologie fosse fascista, va a finire che il fascismo sarebbe lo stato fondamentale dell'uomo, oltre che una enorme fetta di storia umana.

 No.40888

>>40870
Ovviamente è una definizione abusata, ma di puttane trasformiste come il fascismo se ne son viste poche nella storia, giusto forse qualche singolo caso alla Enrico IV ma non con la stessa reiterazione di voltafaccia come modus operandi.

 No.40892

>>40888
Vabè, erano fascisti anche gli imperatori Romani come Mongoli per cui funzionava che "purché comandi io potete credere a quel cazzo che volete"?



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]