[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/pol/ - Politica & Affari

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: ab67616d0000b273dc4c8b060….jpeg (99,39 KB, 640x640)

 tired-ruby-fossa No.47198

Parliamo di razzismo. Premetto di essere razzista e vorrei parlare con altri anon, sia razzisti che non razzisti, sul tema senza troppo larpaggio. Le ragioni per esserlo sono a mio avviso evidenti, i neri non hanno contribuito a nulla nel mondo e al contempo creano molti problemi. Quindi la domanda che faccio è questa: perché non essere razzisti?

 daring-taupe-cockroach No.47199

I negri raccolgono la frutta che mangi. Tu che fai?

 valid-aurometalsaurus-ape No.47200

>>47199
E guai a dire che la disponibilità di manodopera a basso costo rovini il processo di meccanizzazione dell'agricoltura, no?

 questionable-jupiter-dachshund No.47203

Te la faccio facile OP.
Il razzismo contro i negri, in italia nel 2022, non è credibile.
Non perché i negri siano particolarmente buono o non meritevoli di razzismo, ma semplicemente perché ci sono così pochi negri in italia che parlarne e sfiammarci sopra è surreale.
Sono una parte infinitesimale della popolazione, sono parte di flussi migratori che non hanno destinazione finale in italia, che rimangono sul suolo italiano perché costretti da leggi (italiane e comunitarie) ritardate e soprattutto hanno una storia di immigrazione in italia recente.
Quando tu in op dici
>al contempo creano molti problemi
Di cosa porcodio stai parlando?
Dei flussi migratori (composti in parte enorme da pachistani e altra sporcizia che non viene dall'africa ma dall'asia)?
della loro "indole violenta" (ma comunque meno violenta di quelle bestie dei latinoamericani)?
della loro "non voglia di lavorare" (tranne che sono i primi ad accettare lavori di merda pur di levarsi dalla strada, mentre subumani veri come i sabbianegri sono i primi a fare carte false degne di un napoletano pur di non lavorare)?
Odiare i negri è un controsenso perché sono un fenomeno relatiavamente recente, e la maggiorparte dell'odio che viene venduto viene da meme americani e propaganda.
Ci sono DECINE di etnie che sono in italia in numeri molto più numeroso con percentuali di crimini commessi molto più alte, primi fra tutti i rumeni e i marocchini. I porcodio di zingari vanno bruciati non ironicamente. I sudamericani vanno appesi per strada ma ci pensano già da soli ad ammazzarsi come mosche. i porcoddio di slavi anon, sempre pronti a fare bordello. Pure i cazzi di ucraini che ora tutti difendiamo sono spesso bestie violente e ritardate.
Ma i negri? Davvero con tutta la merda che ci circonda nel mondo reale dobbiamo sforzarzi di odiare una minoranza che in italia è sottopresente e sottorappresentata e che sarà rilevante almeno tra 20anni?

 valid-aurometalsaurus-ape No.47204

File: ex cathedra.jpg (67,84 KB, 620x438)

>>47203
Veramente proprio il fatto che sia un fenomeno recente e di livelli paragonabili a paesi con storie coloniali ribalta completamente il tuo discorso.

 questionable-jupiter-dachshund No.47205

>>47204
>fenomeno recente e di livelli paragonabili a paesi con storie coloniali
>livelli paragonabili a paesi con storie coloniali
SEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE
Anon, dai.
Stiamo parlando della popolazione italiana che ha circa 5M di stranieri regolari (e i primi gruppi etnici negri sono Nigeriani e Somali con circa 120k a testa) e 520k irregolari stimati nel 2021.
(qui il rapporto Ismu usato come fonte: https://series.francoangeli.it/index.php/oa/catalog/view/757/598/4493 )
Se butti un occhio ai dati francesi vedi subito che i negri regolari sono più di 2M.
https://en.wikipedia.org/wiki/Immigration_to_France

 valid-aurometalsaurus-ape No.47207

>>47205
>sono pochi
>li mandiamo a Sanremo come gli oscar dei poveri
>sono nel 99.9$ degli spot commerciali

È esattamente questo, facciamo lo stesso dei paesi coloniali pur senza avere una storia coloniale e una presenza rilevante.

 worn-foxtrot-gnu No.47208

>>47207
Ti piace la Nato e le basi americane in Italia? Allora accetta anche questo

 valid-aurometalsaurus-ape No.47210

>>47208
Ma veramente no.

 questionable-jupiter-dachshund No.47211

>>47207
Ah si certo, è il governo italiano che obbliga le aziende a metterceli.
Anon i negri in tv rimangono marginali, e sono nelle pubblicità perché le aziende vogliono far presa su un pubblico giocane e che accetta i negri.
Comunque riconosco il mio errore di parlare di numeri e date e visto che non volevo andare OT, sintetizzo.

I negri sono il male minore. Tutte le cose di cui vengono accusati i negri vengono fatte in percentuali maggiori da altre etnie che vanno maggiormente odiate. L'odio verso i negri è un meme importato dagli americani e da una percezione falsata dei flussi migratori, che includono sabbianegri e feccia varia in numeri maggiori dei semplici negretti.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47212

>>47211
Mah, implicare che siano "il male minore" rispetto alle altre comunità di imprenditori cinesi e alimentari bangli ignorando bellamente i vari ghetti di africani mi pare riduttivo.
Ci sarebbe anche da dare un occhio al contributo netto all'economia delle varoe etnie al netto delle spese che richiede il formarli ma qui il discorso si allargherebbe anche ai trasferimenti all'estero.

>Ah si certo, è il governo italiano che obbliga le aziende a metterceli.

C'è letteralmente la pittura della negra-trofeo da Sanremo nel post precedente.
Tra qualche giorno conto di beccare
pure il trailer del nuovo film finanziato dalla Unipol a tema multiculturale.
Questo per dire che non è solo "lo stato" ma che c'è una parte di popolazione che partecipa attivamente al progetto per motivi ideologici.

Che sono gli stessi che diventeranno i peggiori razzisti sul modello delle SA quando la situazione precipiterà.
Perché il punto reale della faccenda è sempre lo stesso: "quali altri modelli di multiculturalismo funzionante esistono al mondo"?

 lustrous-cinereous-abyssinian No.47213

>>47203
>>47211
Volevo fare circa lo stesso discorso, grazie anon.
Aggiungo che il focus dell'odio verso i negri-negri è uno specchietto per le allodole per distrarti da chi te lo sta mettendo in culo veramente che vuole a tutti i costi dirottare il tuo odio verso un'etichetta precisa e non verso un problema sistematico razzialmente agnostico e squisitamente di classe. Detto semplice, il problema non sono i negri ma il sistema che importa umani semicivilizzati ed ha tutto l'interesse a mantenerli tali in quanto ottimo pilotaggio del dissenso.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47214

>>47213
>Cercano di deviare il problema verso la lotta di classe
Questo tentativo maldestro di voler paragonare i morti di fame indigeni a quelli appena arrivati dall'Africa sarà proprio la miccia che farà arrivare il quarto reich.

 lustrous-cinereous-abyssinian No.47215 SALVIA!

>>47214
>Divide et impera: edizione lumpen
Cristo santo un secolo e mezzo di applicazione di cazzi nel culo e ancora non l'avete capito.
Abbandono la discussione perché mancano le basi e a lavare il negro si perde tempo e sapone.

 lone-seashell-albatross No.47216

>>47200
Se la meccanizzazione fosse veramente ad uno stadio efficiente potresti avere pure le legioni di schiavi di mordor, comunque le aziende meccanizzerebber

 questionable-jupiter-dachshund No.47220

>>47215
>>47213
>lustro e cinereo abissino
MMMMM ID assolutamente non sospetto, in un thread sull'odio verso i negriovviamente si scherza, fratello africano

>>47212
Ho parlato di male minore rispetto a comunità che hanno metodi e atteggiamenti altrettanto scimmieschi ma che non vengono attaccati attivamente come i negri. Tra l'altro ero sicuro di aver descritto il mio odio per indiani/pachistani/bengali e il loro parassitismo ma me lo sono perso, oibò.
> ignorando bellamente i vari ghetti di africani
Ripeto: i ghetti nelle grandi città li ho visti perpetrati attivamente da altre etnie, sabbianegri arabi in primis sopratutto nelle case e nei quartieri popolari (es: case Aler a milano).
>Questo per dire che non è solo "lo stato" ma che c'è una parte di popolazione che partecipa attivamente al progetto per motivi ideologici.
I motivi sono puramente monetari, non ideologici. Fa comunque schifo e perpetuano una rappresentazione non vera della realtà? Si. Lo fanno per (((motivi)))? L'unico motivo è il denaro.
>>47214
Nonostante il lindo e cinereo abissino che quoti faccia propaganda comunista da 5a liceo non penso che abbia tutti i torti.
Un certo tipo di immigrazione sicuramente è un problema, la soluzione non è impostare un discorso sul "eh ma i negri negreranno"

 valid-aurometalsaurus-ape No.47223

>>47220
> i ghetti nelle grandi città li ho visti perpetrati attivamente da altre etnie
Veramente i ghetti in Puglia che fornivano mano d'opera alla moglie del questore dell'ufficio a fianco a quello del ministero degli interni è roba da Tg.

 tired-ruby-fossa No.47225

>>47203
Anon, perdonami ma secondo me stai facendo parecchia confusione. La mia domanda era come si fa a non essere razzisti. Tu rispondi ma ti perdi in una miriade di paragoni relativi, e secondo me ha poco senso. I sudamericani sono più violenti dei negri? Sta bene, ma non devo mica scegliere. Io li voglio fuori entrambi, voglio la popolazione bianca europea libera dal tumore multiculturale. O comunque deve esserci una GROSSA barriera d'entrata per accedere al nostro mondo. Poi per me i marocchini sono negri, i sudamericani di fatto pure. Gli slavi non lo sono e non mi preoccupano particolarmente, ma comunque stesse a me avrebbero GROSSE difficoltà ad accedere al paese. Restano i romeni, che accorpo agli slavi. Gli zingari non fanno parte dell'umanità post-agricola e fosse per me andrebbero sterminati a vista peggio della malaria. Ma non si può fare, quindi anche lì cacciarli tutti politicamente. Il tuo argomento centrale: i negri sono pochi in Italia e costituiscono una minaccia terziaria. Verissimo, ma anche qui non è che devo selezionare tra le minaccie e prendere per forza qualcosa in culo. Posso anche rigettarle tutte.

Comunque vorrei parlare con antirazzistafag e vedere in anonimato come difende il tema o se è solo virtue signaling.

 nutritious-ginger-insect No.47226

Il razzismo è una cazzata.
E' l'individuo che conta. Ci sono bianchi coglioni, e ci sono negri coglioni. Disprezzare o apprezzare qualcuno per una questione di "razza" è ritardato.
Un altro conto però sono culture, religioni, ideologie, e via dicendo.
Dire che i paesi "bianchi" sono più avanzati non è razzismo. E dalla "bianchezza" che sono venute fuori tutte le cose che adesso sono considerate "modernità".

 questionable-jupiter-dachshund No.47232

>>47225
Avendo parlato tu dei negri nello specifico in op pensavo fosse un thread sulla falsariga di quelli americani "NEGRACCI BAD", e ho risposto di conseguenza cercando di spiegare perché i negracci siano un bad relativo, qui in italia.
Grazie per il chiarimento, OP.
E per rispondere alla tua domanda, al netto di tutto direi qualcosa sulla falsariga di >>47226 tranne che gli zingararacci.

 prize-zulu-siamese No.47289

il problema non è il numero assoluto degli immigrati (basso, se paragonato a altri paesi) ma la concentrazione che questi hanno.

Sono tutti negli stessi posti che casualmente sono gli stessi dove il razzismo dilaga.

Se vivi a Borghetto Santo Spirito è ovvio che il problema immigrazione ti interessi il giusto, se vivi nelle grandi città possibilmente nei quartieri più poveri allora è facile che ti sia scontrato con il problema immigrazione.

Facciamo di tutta l'erba un fascio e consideriamo "negri" tutti i "non bianchi" se visiti città come milano, roma, napoli… ma anche solo prato con il problema dei cinesi per dire, la situazione è fuori controllo

avete mai girato a roma termini di notte?
avete mai visitato milano centrale anche in pieno giorno?

il degrado, la violenza e lo spaccio correlati a una massa di poveri nullatenenti è indubbio, era così anche quando noi italiani andavamo con una valigia di cartone ovunque nel mondo…

il problema è che qui è casa mia e se non ci pensiamo noi a casa nostra è impossibile pensare di evolverci come nazione

l'altro problema è la over-rappresentazione delle minoranze etniche in tutti i canali di informazione, nella cultura e nell'arte.
beh, li è moda, alla fine molti importano in modo acritico il modo i ragionare che arriva da oltreoceano… è il frutto della società capitalista e del colonialismo economico e culturale degli usa nel resto del mondo.
oltre al fatto che pensando sempre al pianeta, alle minoranze e ai ghei si smette di ragionare sull'unica vera lotta: ricchi contro poveri.

O come diceva qualcuno, alla lotta di classe.

 nutritious-ginger-insect No.47290

>>47289
>il problema non è il numero assoluto degli immigrati (basso, se paragonato a altri paesi) ma la concentrazione che questi hanno.
Per me il problema è la mancanza di autopreservazione. I cosiddetti paesi bianchi hanno deciso di autofustigarsi perché hanno portato troppa scienza e civilizzazione nel mondo, e quindi devono espiare da questo orribile abominio.
Quindi ora si cerca di distruggere la propria identità nazionale. Se c'è una integrazione dello straniero come si deve, se c'è una politica, una legislazione mirata a preservare cosa rende l'Italia, Italia. Un rapporto con i migranti che mette i puntini sulle "i" e gli si dice "questa è l'Italia, se non ti piace come viviamo e come parliamo vattene a fanculo a negrolandia da dove sei venuto". Allora non importa quanti stranieri e dove, e di quale razza.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47291

Nessuno è razzista finché non vive in mezzo agli immigrati. Poi cambiano tutti in fretta idea quando assaporano sulla propria pelle la società multietnica.

 nutritious-ginger-insect No.47292

>>47291
Vero. Difatti continuo a considerare tutte le tematiche di tipo "social justice" come letterali "problemi da primo mondo".
Dove la gente davvero deve guadagnarsi la pagnotta, e si ha da faticare invece dui passare le giornate a fapparsi sui porni mentre si mangia junk food, migranti, frociaggine, feminazismi, sono cose che non gliene sbatte niente a nessuno.
E' tutta virtù in mostra, per guerrieri da tastiera.

 standard-tomato-somali No.47293

Perché non essere razzisti?
Perché il punto non è la razza, ma la ricchezza. Il problema non è che sono negri ma che sono poveri, dove poveri non intende una situazione personale ma secolare che permea cultura e mentalità. Infatti gli italiani poveri, al sud, sono poco meglio

Tranne gli zingari, lì il razzismo è giusto. Fossimo un paese civile si porterebbero via i figli alle famiglie per rimuovere il problema in un paio di generazioni.

 standard-tomato-somali No.47294

>>47291
Però le città, dove si concentrano gli immigrati, votano meno partiti contro gli immigrati rispetto alla provincia dove ci sono molti meno immigrati.

 nutritious-ginger-insect No.47295

>>47293
>ma che sono poveri
Non proprio. Pure i cinesi sono poveri. Almeno quelli che aprono i negozietti di cineserie. Ma non danno fastidio a nessuno.
Il problema coi negri è legato a questioni morali e criminali.
I cinesi non te li ritrovo a svaliggiarti casa, a molestarti la tipa che stalkeri, a vendere droga per strada, e nella peggiore delle ipotesi a fare attentati in giro.
Non ti chiedono di adeguarti a loro perché senno sei razzista. Non ti ritrovi con la boldrini che indossa il cheongsam invece dell'hijab.
I negri, o meglio gli africani, poichè gli afroamericani sono praticamente bianchi abbronzati, sono musulmani, incivili, e invadenti. E odiano il nostro stile di vita e i nostri valori.

 violent-amber-angelfish No.47297

>>47295
Belli questi cinesi di shroedinger poveri ma con abbastanza soldi/risorse/backup da aprire un negozio.

 nutritious-ginger-insect No.47298

>>47297
E secondo te lo fanno coi loro soldi?
I negozi vengono finanziati dalle mafie cinesi, al povero coglione che vedi alla cassa probabilmente viene dato solo mezzo chilo di riso al mese come paga. Da cui detrarre quello che preleva dal negozio per necessità personali.

 violent-amber-angelfish No.47299

>>47298
Belli questi cinesi di shroedinger che non danno fastidio a nessuno ma sono finanziati dalle mafie cinesi.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47300

>>47294
Non puoi considerare le città come un blocco unico, visto che sono tipicamente insiemi socio-economici molto diversi tra loro. Vai a vedere come il voto è ripartito tra i quartieri ricchi, dove gli unici immigrati che vedono sono quelli che gli puliscono casa, e quelli poveri ad alto tasso di immigrati. Inoltre devi considerare l'altissimo tasso di astensionismo tipico di questi ultimi contesti, da qui il risultato totale è tipicamente sbilanciato da una parte.

 nutritious-ginger-insect No.47301

>>47299
Infatti…
Da fastidio solo al cinese stesso.

 standard-tomato-somali No.47302

>>47295
I cinesi sono meno "rumorosi", non problematici.

 drafty-drab-sponge No.47303

>>47203
Ma con che sfaccimma mi vieni a dire che sono pochi.

 large-uniform-catfish No.47304

>>47203
il fatto è che possiamo vedere negli altri stati il risultato di avere un'alta percentuale di negri (e non sto parlando di sudamericani o arabi, parlo proprio dei negri negri), i numeri non mentono.
fammi un esempio di paese che ha un'alta percentuale di popolazione negra che non ha subito un aumento di criminalità e violenza.
il fatto che siano dannosi non credo che sia contestabile, però da qui a dire che non abbiano gli stessi nostri diritti è tutta un'altra storia, sono razzista ma riconosco il fatto che l'individuo singolo non ha le colpe dell'intera comunità, il problema dei cosiddetti flussi migratori è che vanno a interferire con il normale adeguamento della popolazione, siamo in un periodo particolare della sotria dove la popolazione sta diminuendo e i nostri governi stanno impazzendo per adeguare questo fatto al nostro sistema economico che invece si basa su un insostenibile crescita perenne, i due fatti sommati creano un cambiamento demografico, è matematica.

 thunderous-salmon-pekingese No.47307

>>47303
Non si muove con i mezzi pubblici

 impure-aureolin-eagle No.47308

Il razzismo è sintomo di debolezza estrema, se sei forte non ti curi minimamente del resto della gente, benché meno del colore della loro pelle.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47309 SALVIA!

>>47303
>>47307
In realtà dice una cosa giusta: i negri, intesi in senso stretto come africani subsahariani, sono relativamente pochi rispetto a bengalesi/pakistani, di cui c'è stata una vera e propria invasione negli ultimi 10/15 anni, e sabbianegri vari. Per mia esperienza, i negri sono anche infinitamente meglio dei sabbianegri e tendono ad integrarsi meglio dei pakistani/bengalesi, specie se non musulmani.

 lustrous-cinereous-abyssinian No.47311

>>47309
This, per quanto sia sempre divertente fare le battute sugli sporchi negracci, se non sono musulmani si integrano molto ma molto meglio di sabbianegri e currynegri.

 wet-sierra-ferret No.47312

>>47300
Anche non considerando le città come un blocco unico, la parte
>Nessuno è razzista finché non vive in mezzo agli immigrati
è una puttanata, dimostrata dal fatto che la provincia, dove gli immigrati sono pochi, votino partiti contro gli immigrati.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47314 SALVIA!

>>47312
Se ti riferisci al fatto che la lega prende molti voti nelle province del nord, è perché ha alle spalle una storia di buone amministrazioni locali in province ricche in cui si tende a dare continuità di voto. Basare la visione su ciò che poi i partiti dicono o fanno a livello nazionale non aiuta a capire gli orientamenti di voto in provincia. Insomma, la lega non è solo un partito che odia gli immigrati, a livello locale fanno anche altro.
>>47309
Ovviamente tutto questo discorso non può prescindere da un fatto fondamentale e troppo spesso dimenticato: si possono assimilare o integrare gli individui, non è possibile assimilare o integrare le comunità. Il problema si è venuto a creare in maniera evidente proprio quando ne sono stati fatti entrare troppi tutti insieme.

 daring-taupe-cockroach No.47327

Ricordatore che parlare di "integrazione" è inerentemente SOCIALISTA. Che siate favorevoli, che siate contrari, il concetto di integrazione stesso parte dal punto di vista della società. Insomma siete delle zeccacce.

 sniveling-ecru-monkey No.47329

>>47327
A me sembra inerentemente capitalista. Quelli che vogliono l'integrazione sono i detentori del capitale perché vogliono più manodopera a basso costo, infatti i comunisti DOC erano ben contrari all'immigrazione di massa. A questi vanno aggiunti i militari che vogliono più carne da cannone possibile.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47331 SALVIA!

>>47327
Un bell'ad hominem non mi sembra una grande argomentazione.
Comunque il concetto giusto che dovrebbe essere chiamato in causa è quello di assimilazione e non di integrazione.

 silent-venus-monkey No.47334

>>47327
peccato che tutti i paesi SOCIALISTI siano sempre stati contrari all'immigrazione di massa, per non parlare delle emigrazioni, leggiti i discorsi di grandi leader socialisti africani come Samora Machel e Thomas Sankara.

 beneficial-flame-ferret No.47337

>>47314
A me sembra che qua al nord ormai la lega venga votata a prescindere e per inerzia, in un comune vicino al mio avevano sciolto la giunta leghista perché sindaco e metà assessori sono stati beccati a rubare, ma alle elezioni successive la popolazione ha fatto stravincere ancora la lega

 breakable-uniform-quoll No.47346

Ma uno stato a maggioranza negra che non sia una merda, l'abbiamo trovato? No? Sarà un caso

 nutritious-ginger-insect No.47349

>>47346
Qualsiasi stato a maggioranza negra era allo stato tribale fino a non molti anni fa. E lo sono in gran parte anche adesso. Di conseguenza anche la loro mentalità è tribale. Continuano a farsi la guerra come quando lo facevano fra le loro tribù per conquistare provviste e femmine.
L'islam c'ha messo anche il suo.

 tired-ruby-fossa No.47350

File: IQ_Bladk_White.jpg (36,85 KB, 655x481)

Quello che sfugge a mio avviso alla maggior parte dei postanti è una autentica visione razzista. State parlando di negri e sabbia negri come se fossero una variazione sullo stesso tema bianco e non invece qualcosa di radicalmente altro da noi occidentali. Come si fa a integrare due gruppi con uno scarto di QI così elevato? Perché i negri non hanno mai prodotto nulla di intellettualmente rilevante e i sabbia negri hanno copiato i risultati dei greci e dei romani? Ovviamente veniteci a dire che sono stati oppressi da noi ed è solo una questione ambientale, certo.

 luminous-jasmine-salamander No.47351

Beh è una domanda con una risposta facile.
Tutti gli uomini sono stati decisi come uguali nella legge universale dei diritti fondamentali dell'uomo, che è la legge intercontinentale più riconosciuta al mondo, prima di qualsiasi costituzione nazionale, nella stragrande maggioranza dei paesi terrestri.
Uguali nel senso di pari diritti (fondamentali) senza distinzione alcuna.
In pratica lo abbiamo deciso noi che la discriminazione, compresa quella razziale, è illecita.
Detto questo, un diritto fondamentale è anche la libertà di pensiero, puoi pensare/odiare/maledire/criticare/ragionare in maniera più negativa possibile contro chiunque, fin tanto che non inizi a lederne diritti più importanti.
In alternativa puoi proporre che l'Italia disconosca la dichiarazione dei diritti fondamentali dell'uomo e poi proporre una reintroduzione delle leggi razziali, oppure trasferirti in un paese che non riconosce questa legge.

 large-uniform-catfish No.47352

>>47351
>pari diritti (fondamentali)
migrare per motivi economici non è un diritto

 luminous-jasmine-salamander No.47353

>>47352
Non vedo cosa c'entri

 large-uniform-catfish No.47354

>>47353
hai ragione, post incompleto, volevo ricollegarmi all'immigrazione.
intendevo che nonostante il fatto che migrare per motivi economici non sia un diritto, se dici che non vuoi immigrazione dall'africa, ti dicono che discrimini.

 imperfect-sangria-crab No.47355

>>47354
Ma infatti quelli che definiscono "razzismo" qualunque cosa sono analfabeti funzionali.
Io mi fermo al significato base, della serie che non puoi far scendere da un autobus un negro perché negro, ecco. Non altre puttanate petalose.
Comunque tolte le cazzate dei negri, quelli che contano sono ancora abbastanza coi piedi per terra, non credo sentiremo mai la cassazione affermare che non ciucciare un cazzo negro è reato.
Tanto mi basta.

 harmonious-shadow-eagle No.47358

>anon non sa che agli occhi degli WASP è nero pure lui

che ridere signori che ridere!

 hospitable-limerick-pademelon No.47360

>perché non essere razzisti?

1 - Perché non ha senso essere sempre incazzati e discriminare il prossimo.
2 - Storicamente è provato che ogni volta ci siano state segregazioni e cose così, sono nati sempre dei casini
3 - I casini ci sono sempre. Sia prima che adesso con "l'inclusione". A sto punto proviamo con questa politica qua e vediamo come sarà la società fra 50 anni.
4 - Nel mentre cerchiamo di fare il possibile per ridurre la povertà sia nel nostro paese che in quelli africani, slavi, latino-americani, ecc.
Come? Non lo so. Ma è dove c'è la povertà, sia culturale che economica, che nascono casini. Quindi facciamo politiche atte a promuovere la cultura e, soprattutto, l'economia del paese.

 large-uniform-catfish No.47361

>>47360
>A sto punto proviamo con questa politica qua e vediamo come sarà la società fra 50 anni.
guarda com'è andata bene in america, vogliamo fare la stessa fine?

 nutritious-ginger-insect No.47362

>>47361
Esatto.
Multiculturalismo e multietnicità significa soltanto averci tutti con le zanne al collo di tutti. E dover misurare ogni azione e parola per "non offendere". Che al contempo è anche un formidabile strumento di autopolizia e controllo della popolazione. Gente che cerca in tutti i modi di infangare gli altri, svelandone segreti e altarini. Necessità di doversi moralmente e soprattutto politicamente adeguare ai dettami del grande fratello per non essere "cancellati". Ogni "influencer" dall'attore famoso, al giornalista, alla semplice camputtana con mille abbonati all'onlyfans, ha il DOVERE, come persona in grado di dar forma alla morale, di cantare e suonare le politiche pre-approvate, altrimenti deve essere de-piattaformata.
A questo punto il vero scopo di chi vuole una società multirazziale/multiculturale è palese. Con la scusa della diversità e del politically correct si può tenere la popolazione in una morsa di ferro, e farli sembrare brutti se protestano perché vogliono più libertà, brutti nazistoni!

 wellworn-razzmatazz-camel No.47365 SALVIA!

>>47360
Lollo. Esci di casa, non hai bisogno di aspettare 50 anni per vedere come funziona la società multietnica.

 breakable-uniform-quoll No.47369

>>47365
Un esempio di una società che è diventata multietnica senza diventare merda? Cerchiamo di non rifare gli errori degli altri.
Gli usa erano messi bene finché erano apertamente razzisti, Sudafrica idem.

 thunderous-salmon-pekingese No.47370

>>47369
Definisci società di merda
Elenca società che non erano merda

Comunque è tutto inutile l'Europa è morta con il crollo della Germania nazista, qualsiasi politica rivolta a mantenere in vita questo continente morto viene subito distrutto dalla legge di Godwin

 violent-amber-angelfish No.47371

>>47361
>>47362
>>47369
>>47365
Sono solo io che vedo che tutte le nazioni più ricche e prospere del pianeta sono multietniche e che mano mano che aumenta l'uniformità e la reazionarietà dei governi ci si avvicina sempre più verso paesi in via di sviluppo e poi direttamente cagatoi del terzo mondo?

 wellworn-razzmatazz-camel No.47372

>>47369
Ridevo dell'ingenuità dell'anon che quotavo. Abito in una zona ad alto tasso di immigrati, non ho bisogno di vedere come le cose andranno tra 50 anni, come se poi fosse possibile tornare indietro.
>>47371
Le società più funzionali e prospere del pianeta sono invece società composte per la stragrande maggioranza dalla stessa etnia. Di che parli? Il Giappone, la Svizzera, i paesi scandinavi sono l'esempio più chiaro in questo senso. Dall'altra parte hai invece quel cagatoio degli Stati Uniti, il Sud America, i paesi africani. Porta degli esempi più concreti, perché non capisco proprio a quali nazioni tu ti possa riferire.

 violent-amber-angelfish No.47373


 wellworn-razzmatazz-camel No.47374

File: List_of_countries_ranked_b….png (379,25 KB, 1466x958)

>>47373
Grazie, dimostra proprio ciò che sostenevo. Anche se fa ridere per quanto queste liste sono fatte male. Basti considerare come
>ethnic fractionalization is approximated by a measure of similarity between languages
Da ciò deriva il fatto davvero molto buffo per il quale nella cartina che allego in pic, paesi come Svizzera e Belgio vadano verso l'arancione (quindi nella tua testolina sarebbero società multietniche) perché si parlano lingue diverse. Ora capisci bene perché mi viene da ridere se devo considerare il Belgio etnicamente diverso per la presenza del fiammingo e del francese, o la Svizzera etnicamente diversa per il fatto che si parli francese, italiano e tedesco. Ah, il criterio per cui poi francese, italiano e tedesco o fiammingo e francese non siano lingue imparentate tra loro mi sfugge, visto che sono tutte lingue indoeuropee, quindi per definizione lingue geneticamente imparentate tra loro.

 wet-sierra-ferret No.47375

>>47358
Questo è un altro capitolo, però vero.
Un motivo per non essere razzisti è che si è sempre i negri di qualcun altro, e quindi bisogna trattare gli altri bene per essere trattati bene.

E sarebbe anche da discutere che bianchi/neri/gialli è una divisione del cazzo, che funziona in america perché sono un meticciato di "bianchi" (slavi, tedeschi, anglosassoni, irlandesi, italiani) e che è stata importata da no. Si è poi diffusa perché è semplice e veloce, però non riesce a spiegare la complessità del mondo fuori dall'america (eg le varie etnie negre che si odiano, il puttanaio jugoslavo eccetera).
Definizioni anche molto soggettive, perché ad esempio quale europeo direbbe che il nord africa è bianco? eppure lo è, per gli americani.


Però io mi rendo conto di essere "fuori dal tempo", io ancora ritengo gli slavi diversi da me, cringio quando vedo polacchi o ungheresi che pensano di essere protettori dell'Europa. Mi rendo conto che culturalmente hanno vinto gli americani, hanno ragione loro, per lo zoomer moderno siamo tutti bianchi, la stessa gente.

 violent-amber-angelfish No.47376

>>47374
Ci sono tre colonne in quella tabella.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47377

>>47376
Sì, per questo ti ho messo la pic che riporta come legenda la
>ethnic fractalization
E non quella linguistica. Comunque, come riportato, almeno da quel che si intuisce dalla pagina wikipedia scritta veramente male, sembra che anche la misura di diversità etnica tenga in considerazione quella linguistica. Da qui l'unica interpretazione plausibile del fatto che ti ho riportato sopra per il Belgio e la Svizzera. O mi vuoi davvero far credere che la Svizzera sia un paese multietnico come il Brasile (0.531400 vs 0.540800, i valori presentati rispettivamente per l'ethnic fracatalization)?
Fosse così, sarebbe veramente fatta con il culo, dai.

 large-uniform-catfish No.47378

>>47375
>Definizioni anche molto soggettive, perché ad esempio quale europeo direbbe che il nord africa è bianco?
Arabi e Negri non sono la stessa cosa.
gesù voi antirazzisti siete più razzisti dei razzisti veri.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47380 SALVIA!

>>47378
Credo stia dicendo più o meno la stessa cosa. Sicuramente gli arabi non entrerebbero in nessun criterio di "bianco" che potrebbe averne un eruopeo.
>>47375
>quindi bisogna trattare gli altri bene per essere trattati bene.
Questo non a senso, però. Chi tratti da negro non è lo stesso che tratta te da negro. Così, ad esempio, il fatto di trattare bene i sabbianegri, gli immigrati che arrivano in Italia, non ti garantisce in nessun modo che i tedeschi, il paese in cui molti italiani vanno a fare gli immigrati, trattino bene te.

 violent-amber-angelfish No.47382

>>47377
Hai ragione tu, i dati sono sbagliati, ciao.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47383


 large-violet-burmese No.47386

Qua >>47360

>>47361

>guarda com'è andata bene in america, vogliamo fare la stessa fine?


Ovvero? L'America è risultato di segregazioni e discriminazioni, sia etnico che salariale. È ovvio che da problemi del genere, nascano ulteriori problemi. Ogni azione ha la sua conseguenza.
Se in superficie la società "prosperava", la pentola pian piano iniziava a bollire sempre di più. Per poi scoppiare.

>>47369

>Gli usa erano messi bene finché erano apertamente razzisti, Sudafrica idem.


Vedasi sopra.
Creare una classe A e una classe B non ha mai portato benefici a lungo andare. Ci sono sempre stati conflitti che poi si sono diramati in altrettanti problemi in diverse categorie.
La segregazione è solo un "beneficio" apparente. È un po' come nascondere i problemi sotto un tappeto e i nodi, prima o poi, vengono sempre fuori.


>Eh, ma il politicamente corretto…


Il politicamente corretto è un problema, ovvio. Un conto è includere, ma un altro conto è esagerare fino all'esasperazione. Ma ogni idea ha la sua nascita, la sua gloria e, se risulta assurda, la sua morte. Ora il pc sta avendo il suo momento d'oro, un po' per ideologia e un po' perché vende. Siamo una società basata sull'economia e quindi, dal punto di vista culturare, il pc è ottimo per vendere un prodotto. Dopotutto l'importante è che se ne parli, no?
Ma così come ci sono forti sostenitori del pc, ce ne sono altri contrari. E deve essere così. Ci deve essere confronto e ragionamento, purtroppo a volte anche usando l'aggressività, altrimenti non si ottengono i risultati sperati, ovvero quello di far ragionare la gente e sensibilizzarla.

>Eh, ma i negri…


Chiunque è razzista. Probabilmente anche Gandhi o Madre Teresa avranno tirato qualche accidente nei confronti di qualche entia, ma poi sono andati avanti per la loro strada.
La gente discrimina per natura, è normale. Ma cosa la fa star tranquilla?
Il benessere.
Gli stranieri che violentano il prossimo, fisicamente o psicologicamente, sono quasi sempre dei disperati. È nei luoghi dove c'è ignoranza e povertà che si creano i problemi e arretratezza culturale ed economiche. Vedasi l'enorme divario tra nord e sud Italia.
Ora: già l'Italia è un paese con le pezze al culo, estremamente burocratico (con le sue varie diramazioni di problemi), vecchio(con le sue varie diramazioni di problemi) e divisivo di regione in regione. Se poi accogliamo altri disperati È ovvio che si creeranno ulteriori casini, se non si affrontano bene i problemi.
Ma non possiamo farlo solo noi, è un problema più grande. Europeo (con le sue varie diramazioni di problemi).
La cosa più importante è che la risoluzione dei problemi richiede tempo. I migliori investimenti sono a lungo termine.

 wellworn-razzmatazz-camel No.47387 SALVIA!

>>47386
E come lo crei questo benessere se continui a importare gente dal terzo mondo per abbassare i salari e comprimere i diritti? Il tuo è il solito copione progressista del
>vediamo come va
Quando ormai sono almeo 15 anni che in Italia viviamo il fenomeno, in altri paesi europei anche di più. Le cose non sono andate come si raccontava, le diverse etnie non fanno girotondi tenendosi per mano, non c'è stata ricchezza, pace e benessere per tutti. D'altronde, non sorprende che tu concluda il tuo discorso con la solita retorica generica e vaga, l'idea mai dimostrata dello sviluppo perenne dato dall'aumento continuo del bacino di consumatori.
Mi sembra di leggere un discorso di Gentiloni.

 untried-copper-herring No.47389

>>47375
esatto questo è il punto
per fortuna o purtroppo NON esiste un modo univoco per separare bianchi e neri (o contare quante razze ci sono)
diventa tutto un generico "noi vs loro"
adesso arriverà razzistanon a dire che in realtà devi misurare il cranio o roba del genere e attacca con il discorso di Di Caprio in Django

 large-uniform-catfish No.47402

File: riddle.png (836,5 KB, 740x743)

>>47386
il risultato di segregazioni e discriminazioni era l'america degli anni '60, il miglior periodo storico per vivere in america, è da quando hanno cambiato atteggiamento sono diventati un cesso.
che poi sia un sistema assurdo e sbagliato siamo d'accordo, io sono per il totale isolazionismo.

>>47387
>15 anni di vediamo come va
questo
e 15 anni di casi isolati non rappresentativi dell'intera comunità X



inb4: ban per l'immagine, non siamo su b

 large-violet-burmese No.47409

>>47387

>E come lo crei questo benessere


Ah non lo so. Non sono un politico o economista, quindi non ti saprei dire.
Ma siccome io sono a contatto con delle partite iva, posso proporre di abbattere drasticamente la burocrazia per le imprese. Davvero, voi non avete idea delle tasse che una p. iva, che sia normale o a regime forfettario, deve pagare. Tasse ridicole assurde.
È praticamente impossibile partire da zero, fare impresa e durare a lungo.

Ma ovviamente ci sono altri millemila modi per trovare denaro, ma siccome non sono un economista i miei saranno solo idee e proposte da bar.

>… se continui a importare gente dal terzo mondo per abbassare i salari e comprimere i diritti?


Questo è un altro problema che si sviluppa in altri problemi. È un problema sociale, economico e strutturale. Ovviamente c'è un businnes dietro. E sulla superficie vediamo solo il problema della scarsa integrazione, ecc, ma a monte di sono dilemmi mai affrontati seriamente, ecc.

Il punto è che non puoi bloccare l'immigrazione. O se riesci, ne devi accettare le conseguenze. Viviamo in un sistema economico sempre più globalizzato e questo comporta costi e benefici. Uno dei problemi è l'estrema ricchezza da una parte e una enorme povertà dall'altra.
L'Africa, ad esempio, è un continente con enormi problemi derivati da altre azioni che hanno scaturito altre azioni e così via. L'Occidente viene visto come la Mecca e quindi tutti vogliono stabilirsi in Europa, un continente con i suoi e i suoi contro.
Lo scontro tra civiltà, sia dal punto di vista sociale che religioso, ha portato sempre problemi e benefici. L'unica cosa da fare è pensare a come risolvere i problemi in modo tale da ottenere benefici ora e, soprattutto, nel lungo periodo.

>eh, ma quando si stava bene


"Il quando si stava bene" appartiene al passato. Basta. Bisogna guardare avanti e trovare nuove idee, nuove proposte e nuove tencologie affinché possano portare benessere a tutti.
A me sarebbe piaciuto vivere nella Venezia rinascimentale o mi piacerebbe passare qualche giorno nelle colonie lunari o di Marte. Ma sapete una cosa? Non si può. Basta osannare periodi e ideologie morte e sepolte, poiché è tempo di crescere.

 large-uniform-catfish No.47410

>>47409
>Ah non lo so.
insomma il solito "non so come risolvere il problema, ma visto che la tua soluzione non mi piace preferisco che non venga fatto nulla"

>voi non avete idea delle tasse che una p. iva

ho aperto la mia poco prima di Fukushima, lo so bene.

>Il punto è che non puoi bloccare l'immigrazione. O se riesci, ne devi accettare le conseguenze. Viviamo in un sistema economico sempre più globalizzato e questo comporta costi e benefici. Uno dei problemi è l'estrema ricchezza da una parte e una enorme povertà dall'altra.


credo che tu abbia frainteso la globalizzazione, la diseguaglianza di ricchezza è il fine ultimo, non un costo, è la globalizzazione a mantenere il terzo mondo povero.
mettiti nei panni di un negro intelligente, magari riesci miracolosamente a trovare il modo per studiare, magari diventi ingegnere, e poi? apri una fabbrica di sabbia in Namibia? l'unica alternativa è emigrare perché non ci sono opportunità, dato che tutte le necessità possono più economicamente essere aquistate all'estero.
Per esempio per avere il fertilizzante è necessario avere un'intero sistema industriale su larga scala, poiché certe lavorazioni chimiche richiedono enormi livelli di scala per essere prodotti a prezzo basso (come il ferro, l'acciaio, la gomma ecc) ovviamente nessun paese emergente può permettersi un investimento simile, quindi comprano il fertilizzante all'estero, ma questo impedisce a tutta la catena produttiva e all'indotto di prendere piede, cosa che priva il paese di lavoratori specializzati che fuggono dalla mancanza di opportunità, e il paese rimane povero, a fare da madre surrogata per gli stati che non volgiono fare più figli.
non stiamo finanziando il terzo mondo perché siamo caritatevoli, lo facciamo perché così li teniamo per le palle.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47411

>>47410
>è la globalizzazione a mantenere il terzo mondo povero
>La Cina è diventata la prima potenza economica al mondo grazie alla globalizzazione

La soluzione all'immigrazione dall'Africa è il neocolonialismo.

 large-uniform-catfish No.47413

>>47411
veramente la Cina è diventata prima potenza al mondo proprio perché ha rigettato la globalizzazione e l'ha sfruttata a suo vantaggio, non ha comprato i prodotti dell'occidente, ma li ha incominciati a produrre fregandosene dei brevetti, dell'inquinamento e dei diritti fondamentali dei lavoratori, battendo i governi occidentali al loro stesso gioco in cui non possono più essere competitivi perché noi a loro differenza abbiamo capito che non è un sistema economico scalabile all'infinito, senza causare danni irreparabili.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47414

>>47413
veramente i prodotti occidentali, appena hanno potuto permetterseli, hanno iniziato a comprarli eccome.

>diritti fondamentali dei lavoratori

È una questione culturale, per i cinesi avere un posto di lavoro è avere un'opportunità di arricchirsi.
Questo perché la dottrina del partito è "andate e arricchitevi" per evitare altre rivolte sociali tipo Tienanmen.
Da noi i la dottrina del partito socialista (o di quello che ne resta) e dei sindacati è imbrigliare le masse in supercazzole per tenerle per sempre in stato di bisogno per poterle sfruttare all'infinito.
Ma ci sarà tempo per parlarne più avanti.

>non è un sistema economico scalabile all'infinito, senza causare danni irreparabili

Nel frattempo, proprio in questo filo siamo a guardare i problemi di un sistema economico che rifiuta di far sviluppare l'Africa.
E con la Cina che invece se la sta pappando.
Ma continua pure con la propaganda da casa del popolo mentre ci impoveriamo sempre di più.

 large-uniform-catfish No.47415

>>47414
>veramente i prodotti occidentali, appena hanno potuto permetterseli, hanno iniziato a comprarli eccome.
sei consapevole che l'economia non gira attorno alle borse di Prada, vero?
sto parlando acciaierie, fonderie, stabilimenti petrolchimici, cementifici, fabbriche, mangimifici, il settore primario e secondario dell'economia, c'è un motivo se li chiamano "primario" e "secondario"

>È una questione culturale

ah bhe, se la prendi da quel punto di vista allora quei poveracci devono ringraziare di non diventare cibo.
seriamente pensi che le condizioni di lavoro in Cina siano ok perché tanto "è una questione culturale"?

>propaganda da casa del popolo

spetta, ricordami da che parte stanno, non ho capito se mi stai dando del comunista o del fascista.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47419

>>47415
Il settore primario è l'agricoltura, il secondario l'industria e il terziario sono i servizi.
Attualmente l'acciaio è in mano agli indiani (ArcelorMittal è di un indiano), i cinesi sono secondi.
Questo per essere pignoli.

https://www.metallirari.com/20-grandi-produttori-acciaio-mondo/

>seriamente pensi che le condizioni di lavoro in Cina siano ok perché tanto "è una questione culturale"?

No, è proprio il tuo considerare la cosa che è completamente lunare e figlio di una nostra situazione deviata che vuol pensare alla gente che far l'operaio a vita sia una cosa desiderabile in cambio di supercazzole.
Ma lasciamo perdere questo discorso, ci sarà tempo per farlo al momento giusto. ora sarebbe solo un farti ripetere le solite cazzate da sindacato leninista e francamente non ho voglia di sciropparmele.

>non ho capito se mi stai dando del comunista o del fascista.

Scegli tu il colore che ti piace di più.

 large-uniform-catfish No.47425


 silent-venus-monkey No.47525

>>47414
>rivolte sociali tipo Tienanmen

che di 'sociale' non aveva proprio un cazzo essendo un tentativo, fortunatamente abortito di rivoluzione colorata made in Usa

 quickwitted-cerulean-worm No.47526

>>47308
/filo
Non che ci sia nulla di male nell'avere qualche debolezza, anche così massacrante, comunque.

 valid-aurometalsaurus-ape No.47528

>>47425
L'azionista di riferimento di Arcelor-Mittal è indiano

 valid-aurometalsaurus-ape No.47529

>>47525
Sia come sia, da quando i cinesi sono impegnati ad arricchirsi hanno smesso di creare problemi al partito.

 large-uniform-catfish No.47536

File: 135509327021.jpg (30,59 KB, 500x455)

>>47528
ArcelorMittal: 78.5 Mt
India: 109.3 Mt
Cina: 920 Mt

https://en.wikipedia.org/wiki/ArcelorMittal

https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by_steel_production

può essere pure della papua nuova guinea, rimane un decimo di quanto producono i cinesi.

 quarrelsome-mauvelous-parrot No.49814

Il discorso sarebbe lungo… molto lungo. Per farla facile in linea di massima siamo razzisti verso i poveri questa è la verità!!! Classi sociali economicamente molto inferiori alla nostra, ambulanti sudati e puzzolenti che identifichiamo come negri (nord Africa… India… poco cambia) Se posso dire la mia, non condivido questo pensiero, ma lo comprendo. A me stanno più sul cazzo delle cose che con il razzismo c’entrano ben poco. I diplomi regalati a tutti somari (perché è cambiato il concetto d’istruzione in Italia), la pressione fiscale, le cooperative, i milioni di parassiti (falsi invalidi… tutti i vecchi sono invalidi), pensioni d’oro e privilegi a politici e militari, una sanità che non funzione e UNA CAZZO DI LEGGE ELETTORALE CHE NON SI FA!!! e rende l’Italia un paese senza governo…. RENZI, CONTE, DRAGHI (per citare esempi recenti) gente che non abbiamo mai votato e che ci governa!!!! Da anni… e stiamo a prendercela con i negri!!! Ma sticazzi!!!! E parla uno schifato dal politicamente corretto. Contrario ai nomi ipocriti (un frocio è un frocio) contrario a molte cose…. E assolutamente distante dall’ipocrisia della sinistra!!!!

 fast-eggplant-marten No.49818

File: 4d72edf.jpg (70,83 KB, 608x530)

è una questione culturale più che di razza, le culture non sono tutte uguali. Infati: questo
>>47331
se emigri in un posto dovresti essere tenuto ad adattarti alla cultura del posto. No lenzuoli hijab in testa, no scippo come tradizione di famiglia, no machete per strada

 vacant-mauve-lynx No.49821 SALVIA!

Razzista con nessuno tranne che con gli zingari

 general-arsenic-kakapo No.49825

I negri saranno anche pochi in Italia (non lo sono e le cifre ufficiali me le metto al culo, è pieno di clandestini, incalcolabili), ma il problema vero è che a fare i conti con il rifiuto di integrazione da parte di questi soggetti sono le classi più povere, mentre il borghesuccio si bea della negressa che con buona dizione ti invita a comprare l'ultimo prodotto alla moda fra ammiccamenti esotici.
Sarò in prima linea negli squadroni della morte per la pulizia etnica.

 apprehensive-sangria-sandpiper No.49961

>>49821
This.

 practical-juliett-goldfinch No.50337

Il problema di essere razzista e' che fai a figura del poveraccio, quindi potrai andare solo con poveracce ed il risultato sara' che farete altri poveracci. Quindi se vuoi essere razzista almeno tenta di dissimularlo perche' a questo punto della storia ti porta piu' svantaggi che vantaggi.

 apprehensive-quartz-barnacle No.50342

>>50337
THIS. Se sei ricco devi essere classista, non razzista.

 normal-fandango-snowshoe No.50399

>perché non essere razzisti?
perché se hai giocato bene le tue carte i negri non ti danno alcun tipo di problema. Non competi con loro in ambito lavorativo, portano nuovo ossigeno al paese ormai vecchio e comunque spostano il collasso a qualche decennio più avanti e ciò fa la differenza tra il sistema che collassa quando sarai già morto e sepolto oppure il sistema che collassa quando stai per andare in pensione.

 apprehensive-quartz-barnacle No.50402

>>50399
>not my problem-ism
>not even trying to fix-it
Siete peggio dei negracci voialtri.

 burdensome-wine-curlew No.50601

OP come vedi la questione è complessa, ma sostanzialmente quando dici
>i neri non hanno contribuito a nulla nel mondo e al contempo creano molti problemi
E' sacrosanto, però è la reazione dei bianchi al problema negri che è da osservare e da discutere. perché la cosa allora ha mille sfumature e purtroppo c'è sempre chi lecca i negri, e mi sa che qui ci siamo giocati la patria della razza bianca (che sarebbe l'Europa, il "giardino del mondo") per sempre per colpa loro. Per lo meno l'Europa occidentale, quelli dell'Est sembrano tirare dritti…chissà per quanto resisteranno.
Aggiungici che la destra è debole e demonizzata ancora nei media, parlare di coscienza razziale o difesa della razza è ancora tabù e chissà per quanto ancora lo sarà. Probabilmente sarà troppo tardi.
>>50337
>>50342
>millenni di evoluzione buttati nel cesso perché non si ha il coraggio di dire la verità e/o di apparire poveri anche se non lo si è
Senza palle del cazzo.
>>49825
Speriamo che la classe operaia (o come la si voglia chiamare) non si faccia lavare il cervello, se c'è una speranza sono loro. I ricchi sono al 99% dei borraioli froci progressisti e, ovviamente, leccanegri.

Scusate se dico cose già ripetute ma col catso che mi metto a leggere tutto il filo.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]