[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/s/ - ( ͡° ͜ʖ ͡°)

Donne e uomi 3D, 2D, col cazzo, senza, etc.
Insomma un po' quel che ti pare (18+), non siamo i tuoi genitori.
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: _.jpg (2,01 MB, 5708x5708)

 No.35454

Buongiorno carissimi colleghi anon.
Ispirato dall'altro anon che si è messo a raccontare delle sue esperienze, vorrei anche io mettermi al servizio di voi miei compagni e narrare di come sono addivenuto in contatto con ben 44 dame (ad oggi).
Niente namefag, niente samefag, niente cazzate, solo la mia voglia di scrivere e la vostra curiosità.
Sarò prolisso e il più descrittivo possibile, sempre aperto a vostre domande e richieste.
Attendo, quindi, solo voi: chiedete di un numero da 1 a 44 e vi sarà dato.

 No.35455 SALVIA!

che palle

 No.35457 SALVIA!

no zio riusa l'altro thread

 No.35459

7

 No.35460

Non me ne frega un cazzo del thread ma devo chiedere chi è la signorina in pic.

 No.35462

Che fregna.
Salsa?

 No.35463

oddio ste foto sono talmente ritoccate che sembrano dei dipinti

 No.35464

Qui OP, allora:

>>35460
>>35462
Sono due anni che la cerco, ogni ricerca è stata infruttuosa; se altri anon si vogliono unire a noi, ne sarei deliziato.
Ho trovato l'immagine sul quarto canale, in un filo di /s/ di comparazione di donni vestite/ignude, altri dettagli non ne ho.

>>35459
Numero 7.
TL;DR: una botta e via a Copenaghen con un'amica siciliana.
Descrizione fisica: tipica bellezza mora siciliana, lunghi capelli neri leggermente mossi, pelle olivastra e facile all'abbronzatura, occhi scuri e ciglia lunghissime;
fisico atletico, alta sul metro e settanta, seconda scarsa di seno. Tranquillamente una modella mancata, non fosse per il naso leggermente a patata (che io adoravo).
Era il lontano 2015, uscivo da una relazione di tre anni con la mia fidanzata storica, avevo 25 anni e il cazzo per cervello.
La ragazza in questione è E., ex di un mio amico, conosciuta durante una mia vacanza in Sicilia e con cui sono sempre rimasto in contatto.
All'epoca lei stava a Copenaghen e io nella bassa pavese, mi allenavo da un anno ed ero molto preso dal mondo fitness, ne inizio a parlare con lei e così la chiacchiera vira frequentemente su allenamenti e consigli vari a lei, completa neofita in quel campo.
Totalmente out of the blue, mi invia foto di lei in intimo in palestra per farmi vedere i progressi e lì, sorgendomi il dubbio, sto al gioco e, inizialmente, faccio finta di niente e continuo a darle suggerimenti e dritte; pian pianino, le foto virano sempre più sul sensuale, con lei che mi domanda: "Per andare a ballare questo intimo va bene? Si nota troppo?" oppure "Con queste mutande si vede che mi ammazzo di squat?" e via così.
Lascio che la cosa si esaurisca da sola, essendo lei ex di un amico, ma così non è: ci sentiamo tutti i giorni, la chiacchiera è facile e piacevole, con ogni tanto qualche suo exploit sensuale, così mi decido e spiego la situazione al mio amico, per anticipargli quello che potrebbe forse succedere.
Tragedia: a parer suo, non avrei manco dovuto parlarci. Nonostante siano stati insieme per due mesi scarsi nel 2011 e lui fosse in procinto di sposarsi con un'altra.
Lo mando a cagare dicendo che la sua reazione era esagerata e che, quando anni prima era successa la stessa al contrario con la numero 1, io non avevo battuto ciglio.
Dopo un anno si renderà conto della cosa e farà spallucce, ma tant'è.
Torniamo a E.: dopo un mese e mezzo si fa più intraprendente, mi chiede delle foto per vedere i miei progressi in palestra.
Le mando qualcosa a mezzo busto ma non è contenta: dichiara di volermi vedere solo in mutande, fronte e retro.
Al che, tento il rilancio: faccio un po' difoto in mutande, scelgo le migliori e le scrivo: "Le foto ce l'ho, ma visto che son su richiesta te ne faccio una anch'io: voglio vedere i tuoi progressi negli squat, ma senza la distrazione delle mutande".
Risposta immediata: "Affare fatto!"
Inizia così un periodo di foto al limite del vedo-non-vedo, con messaggi sempre sul limite del rasoio.
Arrivati al secondo mese di chiacchiera generale bella spinta, mi propone di andare da lei a Copenaghen per tre giorni a Luglio (ovvero dopo due settimane), praticamente mandandomi voli e albergo, insieme ad una pianificazione dei tre giorni. Non avendo nulla da fare, prendo ferie e la raggiungo.
Il primo giorno mi fa vedere il posto in cui sta, una stanza in un appartamento enorme affittata da un hippy cinquantenne molto alla mano, che appena mi vede le fa: "Ah, è lui il ragazzo di cui mi parli sempre". Lei diventa rosso peperone ma nicchia. Prendiamo due bici (una sua e una messami a disposizione dall'hippy) e andiamo ad esplorare il centro città, riuscendoci a chiudere un paio d'ore in un negozio uber-nerd da cui esco con il lancia-dadi che mi accompagnerà per sempre.
La sera ceniamo con una roba vegana fatta di hummus buonissimo, restiamo a chiacchierare con una coppia conosciuta lì fino a tardi e poi mi riaccompagna in albergo: qui mi bacia sulla guancia e poi scappa via.
Il secondo giorno ha organizzata una giornata intera a Tivoli, un parco giochi in centro città grande un chilometro quadrato: appena arrivati, faccio il fenomeno e le vinco un orsacchiotto al tiro con l'arco; lei ne resta estasiata e mi prende la mano: resteremo mano nella mano per il resto del giorno.
Sulla ruota panoramica scatta il bacio ma, con mio straniamento, resta abbastanza fredda (mi spiegherà dopo che era super intimidita da me, non so perché).
Torniamo a metà pomeriggio nel mio albergo, ci vogliamo fare una doccia prima di uscire a cena ma, non appena varchiamo la porta di camera mia, si lancia su di me.
Mi bacia appassionatamente e, mentre mi sfilo la maglietta, lei si toglie camicetta e toppino sottostante; lanciamo via i jeans e restiamo io in mutande e lei in intimo, continuando a limonare sdraiati sul letto.
La faccio mettere a cavalcioni sopra di me e le ravano rozzamente il culo, mentre lei fa lo stesso col mio. Mi sorride e mi fa: "Stai controllando quanti squat ho fatto negli ultimi mesi?".
Dopodiché mi sfila le mutande e inizia un pompino con ingoio e leccata di palle, con una maestria tale che raramente ho trovato in vita mia; dopo poco la giro e, facendola continuare, le inizio ad esplorare la figa con la lingua e il culo con il pollice.
Lei apprezza e, appena inizia a grondare sulla mia faccia, si rimette a cavalcioni e si infila il mio cazzo dentro, guardandomi con una voglia incredibile e lanciando via il reggiseno.
Inizia un movimento di bacino che porta avanti per una decina di minuti e, quando non ce la faccio più, mi fa venire dentro (prendeva la pillola).
Con ancora cazzo e sborra dentro, finisce a distanza di un minuto, masturbandosi furiosamente.
Si accascia di fianco a me e ci addormentiamo entrambi, risvegliandoci dopo un'oretta. Ci facciamo una doccia insieme e, già che ci siamo, si fa inculare per una buona mezz'ora.
Andiamo a cena nel ristorante dell'albergo, risaliamo in camera e parte un terzo giro con molte variazioni (di posizioni) rispetto alla prima scopata.
Ci addormentiamo abbracciati, con il mio cazzo ancora dentro di lei.
Il mattino dopo ci svegliamo tutti appiccicati, ci diamo un lavone rapido in doccia e lasciamo l'albergo; facciamo un giro di un museo e poi mi riaccompagna in aeroporto.
Per i due anni seguenti sono continuate le foto porno via whatsapp, fino a che lei non ha trovato un fidanzato (ora marito) in loco.
Ricordo quel sesso con molta dolcezza, nonostante l'attitudine da pornostar di lei; il modo in cui ci siamo separati all'aeroporto mi ha incrinato un pelino il cuore, mi è sempre rimasto un senso di incompiuto, un "E se…"
Con gli anni abbiamo perso il rapporto che c'era, ma ogni tanto ci aggiorniamo sulle rispettive vite ed è sempre una gioia risentirsi.
Non abbiamo mai parlato seriamente della cosa, entrambi l'abbiamo vissuta come una parentesi di amore condiviso, senza pensieri e senza sbattimenti.
Voto finale: 8.

 No.35475

>>35464

Finalmente un racconto non arido di dettagli, grazie anon, bella storia
Non parto subito lanciando un altro numero, cosa che magari farò tra qualche giorno, procedo però a farti una domanda perché hai acceso la mia curiosità: come mai dopo quel fugace incontro, che sembra essere stato molto positivo, non ti ha invitato più ad andarla a trovare o hai preso tu l'occasione per proporlo? Oltre alla chiara complicità sessuale e la passione per la palestra non c'era molto in comune tra te e lei tale da continuare a mantenere acceso il tuo interesse di andare più a fondo?
Altra domanda ancora: memi o ti sei letteralmente addormentando mentre eri dentro di lei? Mi sembra che ad un certo punto sia stato strano, considerato il tempo che ci vuole per addormentarsi + il pene che ritorna allo stato di riposo

 No.35479

Qui OP

>>35477

Richiedo intervento degli inservienti, ricordo che non siamo su /b/

>>35478

Non sono lui e come detto in OP:
>niente namefag

>>35475
Grazie anon, per me scrivere è terapeutico, oltre che utile a conservare ricordi poiché la mia memoria ultimamente sta lasciando a desiderare.
Allora: il rapporto con lei, per quanto carino e coccoloso a tratti, non si è mai esteso a qualcosa di più profondo; argomenti in comune ce n'erano, tra fitness, film, robaccia nerd (soprattutto giochi da tavolo e qualcosa di D&D, negli anni precedenti), una enorme passione comune per la mitologia greca ed egizia e altro che non abbiamo mai esplorato.
Per quanto fosse bello parlare insieme, non si è mai andati molto più in là. La scintilla era scattata, ma c'era uno strano velo che ci separava.
Probabilmente all'epoca il problema fui io: come detto, uscivo da una relazione di tre anni che mi ha cambiato molto e, in quel periodo, pensavo più al mero scopaggio che non ad avere rapporti seri. Se mi fossi aperto di più, probabilmente sarebbe iniziata una relazione, ma era il momento sbagliato per me, oltre al fatto che non ho mai voluto relazioni a distanza: lei stava costruendo la sua vita lì (e lo ha fatto), mentre io non ero ancora il professionista che sono oggi. Tutte scuse, probabilmente, fatto sta che la malinconia che mi uccideva in quel periodo della mia vita non ci ha fatto essere qualcosa di più.
>Altra domanda ancora: memi o ti sei letteralmente addormentando mentre eri dentro di lei?
Mi sono letteralmente addormentato mentre eri dentro di lei. La situazione era questa: lei mezza sopra di me, io dentro; tra baci e coccole, entrambi ci strusciavamo ancora a livello pelvico, così ci siamo cullati fino ad addormentarci. Io, quando sono nel dormiveglia, mantengo l'erezione, per cui non è stato nulla di strano o insolito. Poi sì, durante la notte sono uscito, tra spostamenti vari e il pene tornato a riposo, ma l'ultimo ricordo era quello.

 No.35484

Sta meglio vestita.

 No.35488

22

 No.35489

Invece di darti un numero preciso ci arrivo per via traverse: il numero che indica la PRIMA ragazza che hai scopato a partire dal primo lockdown di marzo 2020
Argomento per me particolarmente sentito, la mia ultima chiavata risale a febbraio 2020 e da allora non mi sono più ripreso: non un appuntamento o un flirt, solo qualche porcata via messaggi o ragazze troppo lontane per fare qualcosa agilmente

 No.35490

>>35488
Numero 22.
TL;DR: una botta e via con una collega (ad oggi ex-) durante un team building.
Descrizione fisica: donna di 34 anni, con bellissime gambe e culo grazie agli allenamenti in vista di una maratona, terza di seno un po' cadente per l'età ma ancora bella piena;
carnagione olivastra, lunghi capelli mori normalmente lisci ma in quest'occasione leggermente mossi, occhi nocciola screziati di verde, naso quasi aquilino ma ben armonizzato con il viso, alta un metro e sessanta scarso.
Genere: hipsterino hippie.
Premessa: io e lei abbiamo flirtato per un anno e mezzo ma, essendo fidanzata, non ha mai ecceduto né è mai andata oltre, meravigliandosi spesso di quanto io le ricordassi il suo moroso, più vecchio di lei di otto anni.
Era metà luglio 2019, avevo 28 anni e lavoravo per un'azienda che trattava arte, spesso con fiere ed eventi; il capo era giovane e capitava che spesso si facessero uscite insieme, anche durante la settimana lavorativa, e a 'sto giro si inventa un ritrovo di team building in mezzo alle colline piacentine, in una villa ottocentesca ristrutturata.
Breve descrizione della villa: si accede dal cancello in ferro battuto automatizzato, il selciato porta fino all'ingresso della villa a più piani; sulla destra c'è una piccola baita in legna che è la sauna (all'epoca chiusa, essendo estate), mentre sulla sinistra si estendeva un enorme giardino a mo di labirinto con, all'interno, una piscina all'incirca 10x40 metri, con trampolino, sdraio e gazebo dedicato.
Partiamo al mattino dall'ufficio con un pulmino (siamo una decina, di cui due sole donne, una bionda e la mia mora) e arriviamo che è quasi ora di pranzo. Ci sistemiamo nelle rispettive camere doppie (a me avevano accoppiato con il commerciale partenopeo), ci diamo una rinfrescata, pranziamo nell'enorme sala serviti dai proprietari della villa e poi ci rilassiamo tra piscina, calcetto e giochi da tavolo.
Arriva la sera, ci laviamo, ci vestiamo con un certo tono e torniamo nella sala da pranzo, dove ci aspetta una cena pantagruelica con una distesa infinita di bottiglie di vino prodotte dalla casa.
Io sono in camicia di lino, pantalone beige chiaro, scarpa in tinta elegante ma non troppo, F. (la mia brunetta) con un vestitino leggero a tema floreale, che le arriva a mezza coscia.
Ci sediamo vicini per proseguire un discorso lasciato a metà nel pomeriggio, mentre davanti a me prende posto il capoccia: da qui la scintilla.
Il boss propone vari giochi alcolici, a cui tutti si sottopongono ma in cui io e F. risultiamo scarsi, col risultato finale di essere moooooolto brilli, quasi ubriachi ma ancora belli lucidi.
Il cibo compensa e ci riporta in bolla ma c'è una bella energia nell'aria, finita la cena decidiamo di farci il bagno di mezzanotte.
Nonostante sia luglio, la temperatura in mezzo alle colline è ballerina e, non appena ci lanciamo verso la piscina, molti desistono: restiamo io, F., la bionda e il capo magazziniere.
Ci tuffiamo con solo l'intimo, io e F. recuperiamo la lucidità grazie allo sbalzo termico e stiamo da dio, gli altri due ghiacciano e dopo cinque minuti fuggono in stanza.
Restiamo soli.
Prendo l'iniziativa e ci accoccoliamo insieme sotto un enorme asciugamano, con la scusa di asciugarci e riprendere calore stiamo appiccicati e ci si sfrega le mani addosso.
Finiamo abbracciati, con i nasi a un millimetro l'uno dall'altro; entrambi diventiamo paonazzi, lei gira la testa e me l'appoggia sulla spalla, sento il calore del suo respiro sul collo e sul petto.
A questo punto il cazzo diventa di granito e mi gioco il tutto per tutto: la abbraccio entrando ben a contatto diretto con la sua pelle, la avvicino spiaccicandomela addosso, così da farle sentire la presenza, e lentamente scendo con le mani lungo la schiena, fino a tenere tra di esse il suo bel culetto, contenuto in una brasiliana di pizzo.
F. alza la testa di scatto, per un istante sembra incazzata, poi mi stritola i glutei con le mani e, strusciandosi sul bastone che ci divide, mi fa: "Quindi, che vorresti fare?"
Io: "Non lo so, mi pare che qualcosa sta succedendo però."
F.: "Lo sento, e lo apprezzo, ma lo sai che sto con il mio vecchietto, no?"
Io: "Questo non ti ha impedito di trovarti da sola, di notte e mezza nuda qui con me."
F.: "Vero. Ti chiedo solo una cosa: non dovrai raccontarlo a nessuno o sono fregata."
Faccio segno di zipparmi la bocca e ti buttare la chiave, al che lei mi accarezza una guancia, dice: "Molto bene" e ci baciamo.
Ci stendiamo sulla sdraio, continuando a baciarci; oramai ci siamo scaldati e ci spogliamo totalmente, lanciando l'intimo sul tavolo adiacente.
Perdiamo una decina di minuti a limonare come scolaretti, stocacciandoci tutti; sento che è bella bagnata, così la faccio stendere e mi immergo nella sua fica, con un piccolo cespuglietto ben curato a indicarmi la via.
Dopo una ventina di minuti in immersione, mi comprime la testa tra le cosce e viene, tutta ansante e sbrodolando copiosamente.
Dopo qualche istante per tirare fiato, si gira a quattro zampe e mi supplica di scoparla come la cagna che è [cit.] e non mi faccio pregare. La prendo da dietro e la sodomizzo, stritolandole le tette e godendo insieme.
Mi ordina di venirle dentro, altrimenti le uccido il secondo orgasmo, e così faccio: la allago e stramazziamo all'unisono sulla sdraio.
Restiamo abbracciati sotto un asciugamano per una decina di minuti, poi vediamo delle luci in lontananza e sentiamo delle voci che ci chiamano: è il nostro capo con gli altri che ci richiamano all'ordine.
Ci rivestiamo alla chetichella, ultimo bacio rubato e torniamo dagli altri.
La cosa non si è più ripetuta, in primis perché non c'è più stata occasione nel breve e poi per pandemia, mio cambio di lavoro e altri giri di vita di entrambi.

>>35489
La numero 26, G., ti rispondo per benino domani.

 No.35491 SALVIA!

Boh oppì, a me sembri solo un gigantesco cazzaro

 No.35492

>>35490
Bella cazzata, sembra un film di muccino

 No.35493

>>35492
Mi spiace anon, avete avuto culo con i numeri; ci sono alcune donne, soprattutto ai numeri bassi, per cui ho da dire letteralmente due righe.

Riprendo la narrazione per >>35489
Numero 26.
TL;DR: scopata a giugno 2020 con ragazzina del '98, continuando sporadicamente fino ad oggi.
Descrizione fisica: ragazza mora con lunghissimi capelli tinti di rosso, in base al periodo più o meno acceso o esteso; pelle alabastro, occhi neri, molto magra con costole quasi a vista, una seconda scarsa di seno, culetto appena accennato ma morbido e, in generale, per me bellissima (ma so che è molto soggettivo); la pelle sulle mani è quasi sempre spaccata perché lavora come cameriera e barista.
Ci conosciamo nel 2016 per giri strani di amicizie tra Piacenza, Milano e Torino; lei sta a Torino e all'epoca studiava, ci scambiamo l'amicizia su faccialibro e poi muore lì.
Durante la pandemia, credo tra marzo e aprile, sui meme e post del cazzo su faccialibro arriva sempre il suo mi piace, le scrivo su messenger salutandola e inizia la chiacchiera.
Dopo poco passiamo a whatsapp, ci si gira attorno ma nessuno esplicita niente. A fine maggio stiamo ancora chiacchierando con una certa costanza, così le propongo di vederci, sarei andato io da lei, fregandomene di tutto.
Lei è contenta e accetta, organizza una gitarella per il mattino e il pranzo in un posto super nerd, pieno di action-figure, in riva ad un laghetto della zona.
La chiacchiera è semplice e spontanea, non c'è ancora contatto fisico ma durante il pranzo finiamo a parlare dei nostri profili su pornhub e di chi e cosa guardiamo per masturbarci.
Post-pranzo facciamo una passeggiata nel lungo lago adiacente, lì mi faccio avanti e prima le metto un braccio sulle spalle, stringendola a me, poi la bacio.
Mi prende per il culo, dicendo che son troppo timido e ci ho messo due vite a decidermi.
Restiamo una mezz'oretta su una panchina a limonare duro, poi decidiamo di andare in camporella; essendo andato con un obiettivo, mi ero portato i preservativi, così andiamo dritti dove mi indica lei, evidentemente esperta conoscitrice dei vari anfratti della zona.
Arriviamo in uno spiazzo circondato dagli alberi, vicino alla strada, ci strappiamo (metaforicamente) i vestiti di dosso e facciamo qualche preliminare veloce, poi la scopo con furia inaudita concludendo con lei a quattro zampe sui sedili posteriori che gode sbattendo la testa contro la portiera.
È una porca assurda che fa e si lascia fare qualsiasi mia (e sua) perversione, ci siamo rivisti continuativamente almeno una volta al mese fino ad oggi, scopando in ogni modo possibile.
Mi piace molto ma, dopo la scopata, non sopporto il suo chiacchiericcio inutile e scappo a casa.

 No.35494

Non ho mai capito quelli che si contano le scopate, lol, io ho perso il conto, probabilmente farei pure fatica a metterle in ordine.
OP, parlaci di quella che ti ha rotto il cuore.

 No.35495

anon non ho un numero da chiederti, ma raccontaci di quella che hai conosciuto nelle circostanze più strane o improbabili possibili

 No.35508

>>35494
Ho seguito l'esempio di un altro anon e mi sono messo a ripercorrere i miei passi segnando tutto su Excel; c'è da dire che, come l'anon del thread da cui traggo ispirazione, 44 (ora 45) non è il numero di tutte quelle con cui ho scopato, ma di quelle con cui ho avuto approcci intimi.

La donna che mi ha rotto il cuore è la numero 13, J.
Ci siamo conosciuti su tinder a inizio 2016, iniziamo a chiacchierare via whatsapp e tutte le altre con cui mi stavo sentendo perdono di sapore all'istante.
Ci vediamo dopo due settimane perché ero incasinato col lavoro: non scorderò mai l'istante in cui è salita nella mia auto, mentre l'aspettavo posteggiato davanti casa sua, sotto una pioggia torrenziale.
Lunghi capelli rossi, ricci, efelidi sparse sul viso, una pelle pallida e liscissima, un sorriso che mi faceva sempre saltare un battito del cuore.
Eravamo due metà della stessa anima, diversi ma complementari, non ho mai provato nulla di così intenso e puro, sto male ogni volta che ci penso.
È morta a causa di un tumore quasi un anno dopo che ci siamo conosciuti.

 No.35509

>>35495
>raccontaci di quella che hai conosciuto nelle circostanze più strane o improbabili possibili
Ti direi la numero 25, C.
Una nota influencer bionda di instagram; una mattina ero a Milano in auto vicino a stazione centrale, stavo facendo una commissione di lavoro, me la vedo passare davanti sulle strisce pedonali che mi sorride.
Le scrivo su instagram, sicuro che non mi avrebbe mai cagato, dicendole: "Mi hai appena attraversato davanti".
Risponde con: "Ah, eri tu quel figo?"
Tre giorni dopo le stavo scopando il culo in un alberghetto vicino a dove l'ho incrociata.
Non metterò altri dettagli per non farla spottare, la scopata è stata molto divertente e ci siamo rivisti per scopare un altro paio di volte.

 No.35510

>>35508
Grazie per avermi risposto, mi dispiace per ciò che hai passato. E' una cosa che posso capire bene purtroppo.

>>35509
Ricordo quando ne parlasti qui su DC.

 No.35511

Bravo OP, ti ho insultato ma sembri ascoltare e imparare. Ti chiedo scusa per esser stato un po' rude.
Comunque racconta di quella volta in cui sei stato beccato (vado a caso, ma immagino ce ne sia una in cui, in uno dei vari modi in cui può succedere, sia successo).

 No.35512

>>35511
Cosa intendi per beccato? Dai genitori di una delle parti o altro?

 No.35513

>>35512
Qualsiasi cosa: beccato dai genitori, da un partner, da un guardiano notturno, da un passante durante una camporella, da amici… Beccato magari anche non per forza nell'atto, ma diciamo una storia in cui ti sei ritrovato a pensare "occazzo, mi han beccato".

 No.35514

Vediamo, a sto giro ti chiedo il numero della prima straniera che hai scopito e dell'ultima, se ce ne sono

 No.35515

>>35513
>una storia in cui ti sei ritrovato a pensare "occazzo, mi han beccato"
Con la numero 2, G.
Descrizione: ragazza mora, capelli lisci nero corvino, occhi verdi, carnagione pallida d'inverno, ambrata d'estate, quinta di seno, alta sul metro e settanta, carattere difficile ma simpatico se la si sa prendere.
È stata la mia migliore amica per gran parte della mia vita, da quando se ne è andata a vivere a Parigi si è perso il rapporto.
Estate 2009, poco prima della maturità, era scattato qualcosa e volevamo provare a far sesso, la prima volta per entrambi.
Ci troviamo nella villetta di sua nonna, morta da qualche mese e ancora vuota.
Mi accoglie con un vestitino argentato, me lo ricordo ancora, limoniamo di brutto per mezz'oretta, poi mi porta al primo piano in camera da letto.
Qui ci spogliamo e, nudi, continuiamo a limonare; non essendo preparato, non avevo portato i preservativi e quindi lei non era convinta, continuiamo ad esplorare i rispettivi corpi e ci diamo al sesso orale reciproco.
Mentre l'avevo quasi convinta e stavo per infilare il cazzo nella sua caverna delle meraviglie, sentiamo rumore di porta che si chiude al piano terra: terrorizzati, ci rivestiamo alla velocità della luce e scendiamo per scoprire che la zia di G. era passata ad annaffiare l'orto.
Nota che siamo tutti trafelati, lei col reggiseno slacciato e io con la patta aperta, ma non indaga oltre (palesemente aveva capito tutto e non ha indagato oltre).
Dopo quella volta, non siamo più riusciti a restare da soli e poi abbiamo iniziato a frequentare altre persone.

 No.35516

>>35514
Di straniere ne ho assai.
La prima è la numero 8, B., spagnola.
L'ultima è la numero 45, C., brasiliana.

Numero 8: spagnola conosciuta su tinder, faceva la ragazza alla pari durante l'estate 2015 in provincia di Voghera.
Ho poco da raccontare: alta meno di un metro e cinquanta, mora con occhi scuri, non proprio sto granché né fisicamente né di faccia, una seconda di seno scarsa, un botto di peli ovunque; però era molto simpatica e ci siamo trovati bene.
Siamo usciti tre volte:
- la prima uscita si è conclusa con un pompino coi denti mentre la sditalinavo, mentre lei esigeva che la supplicassi di spompinarmi (evidentemente aveva 'sto kink, in totale contrasto con i miei, ma tant'è);
- la seconda uscita mi si rompe il refrigerante, così la riaccompagno dove stava e mi faccio venire a portare del liquido per tamponare da mio padre (con il suo sempiterno "cazzo ci fai nel bel mezzo del nulla, lo sai solo tu");
- la terza uscita finalmente scopiamo ma a fatica perché lei era mostruosamente stretta, credo di averle fatto male ma le piaceva; scopata pessima in cui, per venire, mi son dovuto segare.

Numero 45: brazza conosciuta tra amicizie (sue e scopate mie, la n. 32) in comune, scopata avvenuta ieri.
Lei è una brazza particolare: occhi azzurri e capelli arancioni riccissimi, corpicino da modella fit, un botto di piercing e due tettine piccole ma belle da leccare.
Dopo una chiacchiera iniziale difficoltosa per la barriera linguistica (lei parla solo portoghese e pochissimo inglese, ma mescolando poortoghese-spagnolo-inglese-italiano-francese ci siamo capiti), mi invita ieri sera a casa per una cenetta.
Sapevamo entrambi qual era l'obiettivo, ma mi comunque ha preparato una cenetta semplice a base di pesce, molto buona.
Il ribolla gialla ci mette di ottimo umore e, dopo poco, ci si ritrova sul letto a limonare come due ragazzini; la sintonia è forte, i preliminari lunghi ma piacevoli, il sesso forte e coinvolgente.
Non godevo così tanto da almeno sei anni.
Settimana prossima tornerà in brasile, ma prevede di tornare a Milano per settembre, avendo comunque la base d'appoggio della sua amica.

 No.35517

>>35516
Un altro anon che vaga per la provincia pavese?
Ne hai scopata qualcuna di Pavia città (noto posto di fighe di legno)?

 No.35524

belle banfate, tutte storie inventate ma ok, leggo perché sai scrivere decentemente

 No.35528

>>35517
Io sono della bassa pavese, cresciuto a Pavia.
Non dico altro perché sono spottabilissimo.
Ne ho un po' di Pavia, domani le metto tutte con calma.

>>35524
>leggo perché sai scrivere decentemente
Grazie per il complimento anon, ma è tutto vero. Non ho modo di dimostrartelo, ma tant'è.

 No.35530

tutte cazzate, possibile che di tutte non avete nemmeno una foto di nudo?

 No.35535

>>35530
Qui OP: ovvio che ho nudes delle donni con cui ho avuto rapporti; molti li ho persi tra cambi di cellulari, pc esplosi e amenità varie, ma la maggior parte le ho ancora.
Col cazzo che ti regalo nudi o faccio revenge porn, prima di tutto non voglio essere spottato, secondo esci dalla cameretta e fai un minimo di fatica da solo.

>>35517
>Ne hai scopata qualcuna di Pavia città (noto posto di fighe di legno)?
Rieccomi, confermo il "fighe di legno", la maggior parte se la tira (e tiene) immeritatamente.
Detto questo, le numero 4, 5, 6 e 15 sono di Pavia.

In ordine di importanza:

N. 15, I.
Ragazza bassa e cicciottella, capelli lunghi e lisci quasi sul rossiccio ma perlopiù biondi, occhi di un azzurro bellissimo, tettona quarta piena.
Ci siamo conosciuti nel 2018 tramite gruppi ludici comuni, non mi interessava particolarmente ma non avevo di meglio da fare, mentre lei mi sbavava palesemente dietro, anche se era fidanzata con un altro rincoglionito.
Ci siamo visti due volte: la prima abbiamo limonato duro in una delle stradine imboscate vicino piazza Oberdan, mentre lei mi segava fortissimo e mi ha fatto schizzare contro un muro, ripulendomi a bocca il cazzo e la sua mano; la seconda mi ha portato in camporella in una zona che, stranamente, non conoscevo, abbiamo limonato e ci siamo solo masturbati perché "non sono ancora convinta di voler tradire il mio fidanzato", detto mentre le succhiavo le tettone (attorno ai cui capezzoli c'erano dei peli, prima e unica donna su cui li ho trovati); a questo giro le sborro in faccia mentre lei si masturba furiosamente.
Ho ucciso il rapporto perché lei alla fine voleva scopare ma io ero impegnato con altre, così le ho detto "senza preservativo o niente". Lei si è presa male e ci siamo ghostati vicendevolmente.

N. 4, C.
Lei è stata la mia prima ragazza "seria", ci siamo sverginati a vicenda. Non proprio di Pavia centro, abitava vicino ai pompieri.
Ragazza che sfiora il metro e cinquanta, biondissima, occhi azzurri, seconda quasi terza di seno, magra con i muscoletti al posto giusto, un gran bel corpicino. Fisicamente, l'ariana perfetta.
Nel lontano 2011 io avevo 20 anni e lei aveva appena finito la maturità, è stato un mezzo colpo di fulmine per entrambi.
Ci si piaceva ma, relazionalmente, non funzionavamo; ci ho messo 6 mesi per convincerla a fare sesso, dopodiché è diventato un atto dovuto nei miei confronti, molto noioso e sterile per entrambi, nessuna verve, nessun guizzo, solo un movimento meccanico da parte mia mentre lei aspettava che finissi. Ora so che avrei potuto gestirla meglio, ma tant'è.
Si è fatta scopare comunque in ogni modo, un solo pompino in 4 mesi di scopate settimanali e fine. L'ho mollata perché era finita da un pezzo e, nel mentre, avevo conosciuto la numero 5.

N. 6, M.
Ex-fidanzata del fratello della mia ex (la numero 5).
Lei è proprio di Pavia centro, appartamento con affaccio sulla Minerva.
Alta sul metro e settanta, magra ma tonica, capelli ramati lunghissimi e mossi, occhi di un verde meraviglioso, nasino all'insù, terza abbondante di seno, pelle liscissima e sempre leggermente abbronzata.
Nella gloriosa estate del 2015, io e lei eravamo da poco single; ci siamo sempre trovati bene a chiacchierare quando eravamo con i rispettivi ex (fratello e sorella), punzecchiandoci e ridacchiando per stronzate.
Grazie a questa intesa, era sempre rimasta in sospeso una sfida alcolica a base di vodka, così le scrivo su whatsapp, non aspettandomi molto.
Invece mi risponde invitandomi a casa sua, rimasta libera per l'estate, proponendo una cena insieme con film e sfida alcolica. Accetto alla velocità della luce.
Mi presento vestito leggero per l'estate ma bene, con pantalone beige e camicia di lino, lei mi accoglie con vestitino bianco floreale, quasi trasparente, e zeppe; si intravede solo il tanga rossa, nessun reggiseno.
Mi ha preparato una spaghettata con pomodorini e gamberoni, vinello bianco fresco e leggero, della vodka nessuna traccia.
Ci sediamo appiccicati sul divano, mettiamo su un film che nemmeno ricordo, dopo due minuti stiamo limonando pesantemente, toccandoci tutti, mentre le faccio uscire le tettazze dal vestito.
Me la ritrovo a cavalcioni, mi spinge a restare poggiato mentre si toglie il vestito dall'alto, mi sfila la camicia e, baciandomi tutto, mi slaccia con calma i pantaloni e mi sfila, fissandomi negli occhi, le mutande.
Mi da un bacio sulla cappella e, senza alcun preliminare, si sposta di lato il tanga e si infila dentro il mio cazzo marmoreo: è già totalmente un lago.
Mi cavalca per una mezz'oretta, orgasmandomi addosso, mentre io le vengo dentro poco dopo (trattenendomi a fatica).
Ci diamo una lavata rapida, ci spostiamo sul suo letto e passiamo lì la notte.
Il mattino mi sveglia con la colazione già pronta, chiacchieriamo un po', raccontandoci che ci si piaceva reciprocamente da un bel pezzo ma entrambi non volevamo tradire il rispettivo partner.
Propongo di rivederci ma mi liquida con un: "È stato un bellissimo sogno di una notte, non voglio rovinarlo."
Da lì ci siamo persi, lei ora lavora all'ONU da qualche parte nel mondo.

N. 5, I.
Mia fidanzata storica, insieme da fine 2012 a nemmeno metà 2015.
Abitava vicino alla Minerva, quando ci siamo conosciuti stava a Milano.
Alta sul metro e sessantacinque, biondo cenere, seconda abbondante, rotondetta ma tonica, un gran bel culo.
Come posso condensare quasi tre anni di scopate? L'esperienza sessuale con lei è stata totalizzante, essendo alle prime armi entrambi abbiamo voluto esplorare tutto.
E così abbiamo fatto: ogni atto sessuale, vanilla, BDSM, deviato, di gruppo, con terze parti essendo lei bisessuale, ogni cazzo di cosa.
Le migliori scopate le abbiamo sempre fatto durante i nostri viaggi, sempre carichi a pallettoni.
Ci siamo lasciati perché ci eravamo allontanati a causa di fasi diverse della vita, lei stava regredendo a sedicenne mentre io volevo crescere, soprattutto dopo un periodo di morti continue in familia.

 No.35539

>>35535
Tutte balle

 No.35540

>>35539
Bimbo, non sono qui per convincere nessuno, racconto la mia storia come meglio credo.
Se non ti piace, hidda il thread e passa oltre, non siamo su /b/.

 No.35541

>>35535
Come conoscevate quando eravate in viaggio? E che tipo di persone/situazioni?

 No.35542

>>35541
Mentre eravamo in viaggio, le migliori scopate le facevamo tra di noi.
Abbiamo anche conosciuto gente con cui abbiamo fatto cose a tre, ma principalmente a Milano.
In viaggio è capitato ad Amsterdam, ci siamo scambiati con una coppia lesbo di tedesche, e a Lucca con una cosplayer di Starfire (in effetti queste non le ho contato nel conto generale, mannaggia).
Quando si è in coppia conoscere nuove persone viene più facile: se si è in un bar o in un ristorante sciallo ci si mette a chiacchierare su una stupidata (cosa tipica è chiedere che piatto si è presa la sconosciuta, che pare buonissimo) e da lì ci si presenta; se la chiacchiera scorre facile, si è a buon punto, se invece l'altra persona taglia corto (e ti assicuro che si nota) la cosa muore lì.

 No.35546

>>35540
Appunto, non siamo su /b, caccia qualche prova e dei nudi, siamo su /s non su /lit

 No.35547

44? hai tipo una lista scritta o qualcosa vero?
se mi fossi fatto più di 10 ragazze non me le ricorderei!

 No.35548

>>35547
Come scritto sopra, ho una lista su Excel (ho preso ispirazione da altri anon).
Nella lista sono comprese anche donne con cui ho avuto un rapporto intimo ma non necessariamente sessuale; inoltre, più vado avanti più vedo che mi son scordato di un botto di gente.

 No.35551

>>35546
Il mio scopo è scrivere, buttando fuori in maniera quasi terapeutica quello che mi è successo.
Comprendo, però, la tua voglia di carne, da associare al racconto.
Provo a fare una ricerca e, appena riesco, aggiungo foto alle varie storie raccontate.

 No.35555

File: 7.1.jpg (65,74 KB, 480x640)

File: 7.2.jpg (102,9 KB, 960x720)

File: 7.3.jpg (39,3 KB, 634x960)

La numero 7.

 No.35556

File: 22.1.jpg (192,71 KB, 864x621)

File: 22.2.jpg (79,89 KB, 492x495)

File: 22.3.jpg (75,5 KB, 497x652)

La numero 22.

 No.35557

File: 26.1.jpg (80,6 KB, 817x1280)

File: 26.2.jpg (139,68 KB, 765x1280)

File: 26.3.jpg (153,82 KB, 1280x961)

La numero 26.

 No.35558

File: 25.1.jpg (90,25 KB, 459x642)

File: 25.2.jpg (100,22 KB, 331x608)

La numero 25.

 No.35559

File: 2.jpg (77,7 KB, 378x573)

La numero 2.

 No.35560

File: 45.jpg (103,02 KB, 674x764)

La numero 45.

 No.35561

Qui OP: delle altre di cui avete chiesto o non ho materiale o non voglio postarlo.
Ho altro materiale per donni di cui non avete ancora chiesto, quando sarà delivererò.

 No.35562

>>35555
avrebbi chiavato alla missionaria dolce nella seconda pic ngl

>>35557
pd che pacche

 No.35563

OK op vediamo: numero della ragazza con la quale hai avuto la chiavata più lunga in una sessione e come è avvenuto(senza considerare più round, proprio la singola espletazione)

 No.35565

File: 16.1.jpg (6,9 KB, 180x320)

File: 16.2.jpg (6,09 KB, 180x341)

File: 16.3.jpg (6,83 KB, 180x350)

>>35563
>la chiavata più lunga in una sessione
Probabilmente con la numero 5, I., la mia ex storica; ricordo di un pomeriggio con record di venute e durata, circa un'oretta e mezza a singola botta.
Considera che la mia media sta tra i 20 e i 30 minuti, dipende dalla frequenza delle seghe e da quanto sono arrapato.

Per darti comunque una nuova narrazione, ti scriverò della numero 16, A., con cui ho avuto un secondo round di un'ora abbondante.
Descrizione: ragazza bruna con una folta chioma riccia, alta sul metro e sessantacinque, carnagione olivastra ma con una pelle strana (al tatto pareva molto ruvida), magrolina e super snodata, occhi scuri, seno inesistente; nel complesso era molto bella, anche se magari non era il tipo ideale per tutti.
Ci siamo conosciuti a gennaio 2018 nella chat di organizzazione di un compleanno di un'amica comune, già lì parte la chiacchiera e il cazzeggio, durante la festa mi viene a cercare lei e mi punta palesemente.
Era presente anche un mio amico, B., il quale si era preso in precedenza una cotta tremenda ma non si decideva a fare il primo passo.
Attendo che lui quagli ma sceglie la strada del "inizio a chiacchierare via whatsapp, poi capisco se le interesso e poi FORSE farò una mossa". La invito fuori due giorni dopo, accetta alla velocità della luce.
Ci troviamo in una birreria irlandese che conosce lei ad un'orario improbabile (tipo alle 19 e qualcosa), siamo praticamente gli unici avventori. Dopo un paio di birre, mi si siede sopra e inizia una bella limonata corposa.
Ci salutiamo e ci diamo appuntamento a casa sua per il sabato mattina.
Arrivo da lei, ci facciamo una passeggiata nella campagna vicina al paesello del'interland in cui abita col padre, chiacchieriamo su un sacco di amenità della vita, serie e libri nerd, siti porno e mio lavoro/suo studio.
Rientriamo dopo qualche ora, mi fa fare un giro della casa, poi ci mettiamo nel seminterrato adibito a sala cinema di casa sua e il divano ci accoglie a braccia aperte.
Dopo due minuti ci saltiamo addosso, limoniamo voracemente e iniziamo a toglierci le rispettive magliette; mentre sto per sfilarle i jeans, sentiamo rumori al piano di sopra: è appena tornato suo padre.
Ci rivestiamo, saluto tutti e scappo.
Dopo qualche giorno di messaggi zozzissimi, il martedì viene a casa mia, con l'intento palesato da entrambi di voler scopare, entrambi avversi al preservativo e con il pallino di sborrarle dentro.
Non fa in tempo ad entrare e stiamo già scopando sul divano, dieci minuti e vengo, allagandole gli addominali.
Ho ancora oggi l'immagine impressa a fuoco nella memoria di lei che puccia le dita nel mio sperma sopra il suo ventre, porta alla bocca, assaggia e fa un verso di dolce goduria. Mi viene duro al solo pensiero.
Ci buttiamo in doccia, ne riemergiamo e il mio cazzo è pronto.
A questo giro ce la prendiamo comoda, voglio farla venire, quindi iniziamo con una missionaria semplice, sempre sul divano, mentre ci divoriamo il viso di baci vicendevoli.
Dopo un po' la faccio mettere a quattro zampe, appoggiata sul bordo del divano, e inizio a scoparla da dietro: il suo buco del culo inizia a contrarsi di piacere, invitandomi a infilarci il mio bel pollicione dentro; il gridolino di piacere che emette aumenta la foga dei miei colpi di bacino.
Quando mi stanco, mi sbrago sul divano e le chiedo un pompino: si inginocchia e mi fissa con occhi da porca, eseguendo un buono spompinaggio (non all'altezza delle aspettative, devo ammettere).
Vedo che perde slancio e interesse, così la faccio mettere a cavalcioni sopra di me e inizia a scoparmi come una brava amazzone.
Sento che qualcosa cambia: inizia a contrarre di più i muscoli interni, si muove con convulsioni repentine.
Chiedo e mi dice che è una posizione perfetta per farla venire, così le dico di prendersi il suo tempo e, seguendo il suo ritmo, di usarmi come preferisce.
Continua con un movimento di bacino lento ma ritmato, calmo ma isterico nelle contrazioni interne; si prende il suo tempo e, dopo una ventina di minuti, viene copiosamente, sgorgando sul ventre.
Senza darle tregua, continuo a scoparla tenendo il suo andamento, dopo poco la rimetto sdraiata e inizio scoparla più dolcemente.
Ci baciamo teneramente e, quando vede che sono al limite, mi chiede di venirle dentro. Lo fa con un tono dolce e amorevole, il mio cervello sbarella e il mio cazzo la riempie, allagandola completamente.
Ci rilaviamo e poi la riporto a casa.
Ci siamo visti qualche altra volta, scopando in ogni modo possibile, con posizioni acrobatiche e facendola venire anche con l'anale.
Nel mentre, è uscita col mio amico ma non ci ha fatto niente perché "dopo cinque minuti di chiacchiere mi ha asciugata totalmente" [cit.]
Non ho portato avanti la cosa perché voleva impegnarsi e io non voglio tutt'oggi, con nessuna.

 No.35566

File: saaupf.jpg (187,36 KB, 1170x973)

>>35560
Anche io ho qualche foto della 45, però non me la sono mai scopata…

t.puttanierefag col file excel

 No.35568

File: We Laugh Of you.jpg (87,55 KB, 701x728)

>>35566
Ahahahahaha ma quindi è il solito mitomane del cazzo che scrive pornetti per signore di mezza età.

 No.35569

Non capisco perché sprecare tutto questo tempo a larpare, con lo stesso effort potresti veramente scopare così tanto quanto fingi di aver fatto

 No.35570 SALVIA!

>>35568
Due anon differenti in città diverse con stili di scrittura totalmente differenti.

 No.35571 SALVIA!

>>35569
Ho 🍚.

 No.35572

Qui OP.
Siete riusciti a indurmi al ragequit definitivo.
Bazzico questo chan da dieci anni oramai, mi ha tenuto compagnia in momento strani e difficili della mia vita, ma molto spesso è solo cringe e fastidio.
Negli ultimi anni si è riempito di scimmie ebeti e saprofiti, inutili al fine della creazione di contenuti e sempre pronti nel loro angolino oscuro a schernire e demolire ogni novità o tentativo di apportare un cambiamento in questo chan, morto da anni.

Questo filo è una lezione chiara di cosa non va di questo chan:
>un anon tenta di creare un contenuto nuovo (prendendo spunto da altri, ma facendola in maniera organica e strutturata)
>viene preso a male parole, come se si stesse su /b/
>i bidelli fanno pulizia e OP continua a scrivere, sbattendosene degli altri
>qualcuno è interessato, altri interagiscono solo per demolire e affermare la mancanza di credibilità del prodotto
>OP se ne sbatte e insiste a scrive ciò che gli altri richiedono
>anon cagacazzi richiede foto
>OP lo accontenta, deliverando materiale anche molto privato
>anon dimostra che OP è andato a puttane
>gli altri anons continuano a berciare che è tutto finto e un magnamagna

Regà, avere rotto il cazzo.
Ho raccontato quello che mi è successo negli ultimi quindici anni, edulcorando solo il fatto che sì, in questo periodo della mia vita sto andando a puttane perché non sopporto di avere anche il minimo contatto con una donna genuinamente interessata a me.
Ho perso la mia metà circa cinque anni fa, da lì è stata una spirale di autodistruzione continua.
Meditate su come si sta al mondo, son convinto che siete delle persone minuscole che, per darsi un tono, fanno i fenomeni nascosti dall'anonimato che una board come questa garantisce.
Vi dico un segreto: siccome nessuno vi ha mai menato perché siete delle teste di merda, non vuol dire che potete continuare ad esserlo senza aspettarvi che qualcuno, prima o poi, ve menerà.

Chiedo ai bidelli di cancellare il thread, 'sta gente non si merita alcunché.

 No.35573

>>35572
Scusa anone, ma dove credi di essere? I chan sono esattamente come li descrivi da sempre, non puoi pensare di non provare fastidio se hai la pelle così delicata. Soprattutto non puoi pensare di far passare la scopata a pago con la 45 come fossero le altre scopate con altri numeri senza che nessuno se ne accorga. Soprattutto in un chan che ha il suo filo dei puttanieri. E soprattutto senza raccontarci come è andata la scopata nel filo dei puttanieri!
Nessuno ti giudica, ti ricordo che per tutti noi tu ti chiami Anonimo e posti in un sito che si chiama come una bestemmia. Però doxare è lo sport preferito dei chan. Spiace che c'hai la crisi di autodistruzione, non è necessario che te ne vada, puoi continuare il filo dei racconti che ha la sua dignità e piacevolezza, visto che hai anche deliverato.

 No.35574

>>35573
Sto scrivendo una risposta un po' lunga ad OP, per il momento dico solo che lui ha postato semplicemente la foto della 45 ed era fottutamente palese che si trattasse di una prostituta, non ha mai scritto di essersela rimorchiata o altro. Semplicemente, quando si ha la merda in testa ci si attacca a tutto pur di infangare un anon.

 No.35576

>>35572
Anon che si è preso sicuramente più insulti di te here, AKA Harmonyfag.
Guarda, capisco benissimo come ti senti, sono qui dal 2009 e questo tuo post potrei averlo scritto io. Comprendo la frustrazione che hai espresso nel greentext perché è paro paro a ciò che succedeva in ogni mio thread, ma non dovresti farti scoraggiare dal Solito Mentecatto™ che sente l'esigenza di merdapostare in ogni thread che viene aperto, meglio ignorarlo e percularlo e dare più peso alle parole degli anon non tossici.

Da sempre non riesco a comprendere la Crab Mentality di alcuni anon falliti che vorrebbero tutti tristi, soli e non realizzati come lo sono loro. Gente che non ironicamente starebbe meglio sul forum dei rutti e che spinge da anni la mentalità (totalmente sbagliata) secondo cui anon = sfigato. Una minoranza rumorosa. Io invece credo che anon dovrebbe aiutare anon, appunto perché abbiamo tutti qualcosa in comune che ci unisce, e trovo che sia davvero un peccato e uno spreco enorme il fatto che quando un anon ha bisogno di supporto o consigli riceva invece insulti, prese per culo e accuse di larpare, perché se apri un thread che non parla di trans, negri o ebrei non va bene. La /b/ di DC è un po' triste.
Considera che è nato il meme canne&palestra a causa mia, dato che nei thread in cui anon magari stava giù e non sapeva come uscine io davo loro supporto e consigli prendendomi la salvia, quando magari stavo solo cercando di far passare il messaggio che, se si esce dalla cameretta, magari qualcosa di positivo succederà, ma che nulla cambierà finchè si rimarrà a marcire chiusi in casa. Così come partono gli insulti se solo ti azzardi a dire che, per un uomo, un po' di attività fisica, un barbiere decente e dei vestiti che non siano delle tshirt vecchie di dieci anni fanno una differenza assurda.
inb4 il greentext con "iMmaGinA cAmbiarE x lE feMmiNEh", ma vabbè.

Ricollegandomi alla prima parte di questo mio post, voglio raccontarti una cosa.
Una volta, un anon estremamente basato mi ha parlato della Teoria dei Fenicotteri.
I fenicotteri depongono più uova quando le dimensioni del loro stormo sono grandi quindi negli zoo, per incentivarli a riprodursi, vengono piazzati specchi su tutte le pareti per far credere loro di essere molti di più di quanti effettivamente siano. Ecco, su Diochan succede la stessa cosa: il singolo fenicottero sopravvaluta quanti sono davvero e, al tempo stesso, sottovaluta l'impatto che le sue azioni hanno sulla comunità.

 No.35577

>>35569
Lol, non ironicamente questo

 No.35578

>>35574
Se era fottutamente palese perché non l'ha scritto? Perché s'è offeso se qualcuno glie l'ha fatto notare? Perché non prosegue il filo senza farne un dramma?

 No.35579

>>35568
>>35569
>>35577
Ovviamente zero ragionamento logico su cosa vi faccia pensare che un anon stia larpando.

>>35578
Per me era palese che si trattasse di una prostituta, anche solo dalla foto che ha postato, se fosse stata una sua "ex" le avrebbe coperto il viso come ha fatto per le altre, non ha scritto di essersela rimorchiata ma solo di aver timbrato la 45. Ripeto: palese che fosse una puttana, non ha manco mai scritto il contrario.

 No.35580

>>35579
>zero ragionamento logico su cosa vi faccia pensare che un anon stia larpando

Venire su una IB anonima a racconatare storie che sembrano contenere il seguente messaggio implicito: "Pappappero! Io scopo e voi no" è la strategia di trolling più vecchia e più efficace del mondo.

Vecchia perché esiste da quando esistono i forum a tema; efficace perché, per quanto assurda e inverosimile sia la storia raccontata, ci sarà sempre qualcuno che la prenderà sul serio.

Eccoti il ragionamento logico sul perché così tanti anon ti dicono che stai larpando.

 No.35581

File: show.png (57,35 KB, 496x344)

Non è l'esperienza che conta, ma il mostrare agli altri anon che c'è gente che scopa e che è "inferiore" ad altra gente che scopa

 No.35582

>>35580
>Venire su una IB anonima a racconatare storie che sembrano contenere il seguente messaggio implicito: "Pappappero! Io scopo e voi no"
Cazzate, le uniche e sole persone che ragionano così sono quelle che sono troppo ritardate per hiddare i fili che non gradiscono e devono mettersi per forza a cagare il cazzo.

>esistono i forum a tema

Disagio, non ci scriverei mai.

 No.35583

>>35578
Forse è colpa mia che nell'altro thread gli sono saltato alla gola perché namefaggava, e qui forse ha cercato di non rendere la cosa troppo esplicita (cosa che ho apprezzato, OP). In ogni caso, a capire quali altri post ha fatto negli altri thread basta un QI sopra il 70 e entrare su diochan un paio di volte a settimana, e quindi che fosse una puttana era palese. In ogni caso, ha fatto contenuti (forse per signore di mezz'età, ma ormai non sono pochi i vecchi anon che ci si avvicinano), ha postato foto, e quindi concordo con >>35582 e vi consiglio di nascondere i thread che non vi piacciono.

A parte questo, OP, non è un insulto, ma penso davvero che tu abbia un disturbo narcisistico. Ti consiglio di tenerti d'occhio, perché è un disturbo che ti permette di essere perfettamente funzionale nella società (e quindi non è detto che la società ti faccia percepire la necessità di risolverlo), ma che ti renderà sempre più difficile essere felice.

 No.35584

>>35583
>disturbo narcisistico
Ma per piacere. Pure io mi sono preso del narcisista un paio di volte irl, peccato che in psicologia mi ci sono non ironicamente laureato e permettimi di dire che il termine "nacisista" oggigiorno viene usato in modo completamente random. Uno specialista non definirebbe mai OP "narcisista".

 No.35585

>>35583
>che fosse una puttana era palese
Ma nel filo in cui si raccontano i dettagli delle scopate, comprese quelle con colleghe, amiche ed ex-gf, la cosa andava menzionata, non è un dettaglio. Anche perché se l'intento era quello di mostrare al canale di segaioli avvelenati che fuori dalla camerett c'è il sesso, era un particolare che avrebbe "umanizzato" OP anche agli uochi di quelli che dicono che sia venuto sul canale a far vedere quanto è bravo a scopire. E lo dico da puttanierefag che scopirebbe Cameron con molto gusto ma teme che gli parta il centello per mezz'oretta e sarebbe un raddoppio del budget solito.
Sul resto dei racconti non ho niente da dire, piuttosto che quelli sui supereroi o sui cartoni cinesi da intenditori questi sono una lettura rinfrescante.

 No.35586

>>35493
>44 in 15 anni
>26esima a giugno 2020
>18 su 44 in due anni
A costo di passare come un cagacazzo, sono l'unico che ci vede qualcosa di strano?

 No.35588 SALVIA!

File: vai via muori male salvia.jpg (33,16 KB, 640x461)

>>35579
Ho timbrato il doppio delle fighe di OP e a parte qualche discussione dove ne ho accennato non me ne sono mai vantato perché a parte essere un flex da merdosi in un circolo sociale di maghi che la figa non la vede se non a schermo, è palese che OP sia qui per alimentare il suo ego e che nell'età d'oro dei chan sarebbe stato salviato a morte ed accompagnato alla porta da Battista. Non me ne frega un cazzo dei suoi drammi non è un gruppo di sostegno per clusterini B (palesissimo che se n'è accorto anche >>35583 figurati) che inventano lutti o che erano persone di merda che cornificavano la partner, quella gente un tempo non aveva posto sui chan e non dovrebbe averne neppure adesso.
Comunque ricapitolando:
- Belfaccino che flexa
- Clusterino B (O magari è il solito cluster A che larpa da narcisista)
- Fedifrago
- Puttaniere
- Lolpsicologo di quelli che ci si sono laureati credendo di sistemare sé stessi ed invece faranno danni ad altri

 No.35591 SALVIA!

>>35588
We Sherlock, guarda che OP e lo psicologo sono chiaramente due persone diverse. OP a mio parere è laureato al Politecnico di Milano (ma queste sono supposizioni), ma almeno da personaggio guadagna abbastanza di più per non essere laureato in psicologia.
In ogni caso, chi cazzo sei tu, la SIAE?

 No.35593

>>35509
Comunque io ho fatto davvero una cosa del genere, cioè ho trovato su Instagram ne scritto a una tipa che mi era davanti in treno e con cui mi sembrava si fosse formato un gioco di sguardi, avevo visto il suo nome su una specie di quaderno che aveva davanti. Non mi ha risposto ma neanche bloccato, semplicemente ignorato. Dopo qualche giorno ho rimosso conversazione e smesso di seguirla sui social.

 No.35594 SALVIA!

in ordine ho scopato
ilary blasi con la maglia della lazio
bella delfina
lubamba ad un raduno della lega

non ho foto o prove, nemmeno screen di conversazioni però dovete crederci

 No.35599

>>35591
Minchia hai ragione ho negrato fortissimo.
E niente, chi pensi che sia dato che lo definisci "personaggio"?
Comunque no, sono un vecchissimofagotto qui dai tempi di sabbianegro&schiacciatroie.

 No.35600 SALVIA!

>>35599
Io sinceramente ad OP credo, quel "personaggio" è però dato dal fatto che sui chan in ogni caso si discute sempre di un'immagine artificiale di una persona, più che della persona stessa, e quindi indipendentemente da cosa faccia nella realtà il suo personaggio è pagatopereccellere™.
Comunque il thread si è brutalmente sputtanato (har, har, har), e forse potrebbero pure cancellare i nostri post (che sono abbastanza cancerogeni).

 No.35605

>>35588
E' incredibile come, quando un anon si azzarda solo ad accennare membri del sesso opposto, deve spuntare il Solito Mentecatto™ convinto che il thread sia una larpata rivolta a trollare lui povero sfigato. Rendetevi conto.
Also, complimenti vivissimi per riuscire a confondere due anon che scrivono di cose diverse in modo diverso e che sono localizzati a tipo 600 chilometri di distanza l'uno dall'altro.

>>35599
Lollo al "chi pensi che sia".
Siamo anonimi, anon.

 No.35606

Io parto sempre dal presupposto che anon racconti una storia vera. Al massimo, se dovesse raccontare balle cosa cambierebbe a me? Nulla.

Quindi OP, ignora pure i mentecatti che non riescono neanche a godersi le tue storie, perché anche non fossero vere, sono comunque scritte bene e, a mio parere, sono realistiche (a differenza degli anon sopra, a quanto pare, ho amici che trombano quanto te e di più, con altrettante ragazze diverse e quindi per me ci sta).

Racconta moar e tienici aggiornati con eventuali progressi.

 No.35684 SALVIA!

>>35605
>Trollare lui
Complimenti non hai capito un cazzo
>Localizzati a 600km
E tu chi cazzo sei il bidello col mocio smerdato e sborrato? Nah, sei quel frocio di OP larpone e cantastorie.
>siamo anonimi
Sì, sei un coglione visto che la domanda era un controbattere all'insinuazione dell'altro anon che fosse un namefag o personaggio specifico.
Also, kek intergalattico alla miseria umana del contare le puttane a pago come "scopate".

 No.35685

>>35683
Incredibile come alcuni anon siano letteralmente analfabeti funzionali.

>>35684
>sei quel frocio di OP larpone e cantastorie.
Non sono OP ma tu c'hai tanta crisi.

 No.35686 SALVIA!

>>35683
Hai fatto bene a bumpare per dirglielo

 No.35687 SALVIA!

>>35683
>>35684
Comunque, questo è Cancro.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]