[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/v/ - Videogiochi da tavolo

/v/ + /tg/
Nome
Email
 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: tl8ZSirAqZ.png (1,02 MB, 1169x655)

 No.143624

 No.143625

Porcoddio ho controllato su internet ed è vero! Activision Blizzard era in declino da anni ormai, ma evidentemente l'ultimo scandalo gli ha davvero dato il colpo di grazia, avranno deciso di vendere mentre valevano ancora qualcosa 70 miliardi

Sono curioso di vedere se riusciranno a raddrizzare i giochi che stanno andando di merda tipo world of warcraft o se decideranno semplicemente di tagliare i rami secchi.

 No.143626

Stavo per aprire lo stesso thread.
Da una parte il mio sogno bagnato è che "raddrizzino" la parte di Activision portando Blizzard agli albori di un tempo.
Dall'altra so che non accadrà.
Sono curioso di vedere come gestiranno i titoli Blizzard ora che hanno la possibilità di farli diventare esclusivi per la XBox.
Also
>Sono curioso di vedere se riusciranno a raddrizzare i giochi che stanno andando di merda tipo world of warcraft o se decideranno semplicemente di tagliare i rami secchi.
Premiamo tutti F per Overwatch 2

 No.143627

>>143626
>Premiamo tutti F per Overwatch 2
In realtà secondo me Overwatch ed heartstone è fuori pericolo. Mi preoccuperei di più di Starcraft e Diablo. Starcraft è morto da anni ed è molto probabile che lo mollino del tutto, e per quanto riguarda Diablo dipende da quanto è avanti lo sviluppo di Diablo 4, se è vicino al gold lo fanno uscire, altrimenti annullano tutto. Hots nemmeno perdo tempo a scrivere cosa gli succederà.

Una cosa sicura è che gli molleranno quattro ceffoni e gli diranno di smetterla di fare "remastered" dei loro giochi di 65 anni fa.

 No.143631

è la logica corporativista, accentrare lo sviluppo, produzione e vendita, fra qualche anno malediremo tutto questo, immaginatevi se alla ms arriva un CEO con il "piglio" di un Mattrick ma più "iclusivo" e political correct, non la vedo bene per i consumatori\gamers, speriamo che non comincino a fare cazzate forti del numero di milioni di abbonamenti al gamepass.

 No.143632

>>143626
>portando Blizzard agli albori di un tempo.
Spero in un refuso perché non hai capito un cazzo altrimenti.
Si dice così:
- portando Blizzard ai fasti di un tempo.
- riportando Blizzard agli albori
dire "agli albori di un tempo" è ridondante e non significa niente.
Heil syntax.

 No.143633

>>143627
Gli molleranno 4 ceffoni e gli diranno di fare più remake che con poca spesa incassano un botto.
In genere funziona così se ti acquista un colosso. Raramente lo fa perché vuole che si torni a quando i videogiochi erano fighi. Più profitto che spese.

 No.143636

>comprare un colosso dopo che il suo valore si è abbassato per gli scandali
Giusto, ma vediamo se Microsoft ha le palle di sostituire tutti i vertici di Blizzard Activision, o se si tengono gente mome Kotick in casa facendo dolorculare il fandom.

 No.143642

E l'antitrust cheffà?

 No.143644 SALVIA!

File: Spoiler (11,47 KB, 225x225)

>>143642
Pic relata
[spoiler] salvia per OT ma neanche troppo [/]

 No.143649

>>143642
mette sotto indagine o sanziona sony, ovvio.

 No.143650

>>143625
Io sulla blizzard non ho speranze, più leggo e sento sull'alfa e vanilla più mi rendo conto che questi hanno avuto una botta di culo allucinante E si sono trovati al posto giusto al momento giusto.
Proprio come GF con pokemon, con WoW non sanno neanche loro come hanno fatto.

 No.143651

>>143650
Ma infatti secondo me Microsoft puntava più che altro a portarsi in casa Activision e tutti i COD.

È uno di quegli affari come fanno ad esempio nel cinema per scritturare gli attori, che ci sono gli agenti che dicono "va bene ti do il mio attorone mega galattico a recitare nel tuo film, ma insieme devi scritturarne anche due meno famosi sempre della mia scuderia"

Che poi non è che blizzard faccia così schifo, tutte le loro ip sono famosissime, super fidelizzate e anche se pubblicano col contagocce ogni volta che lo fanno tutti comprano. Il problema era che tra molestie sessuali, faide interne e istigazioni al suicidio gli sviluppatori non lavoravano più.

 No.143652

>>143650
Ma mica Blizzard è soltanto WoW, nel decennio 1995-2005 hanno sfornato un capolavoro dopo l'altro. E non "capolavori" per dire "giochi molti belli," ma proprio roba che ha totalmente rivoluzionato l'industria. Sì, WoW compreso.

Poi la qualità ha cominciato gradualmente a diminuire, ma hanno nonostante tutto continuato a fare dei gran bei giochi. Vuoi dirmi che Overwatch è un brutto videogioco? No, direi che è ben sopra la media.
Però la gente dalla Blizzard si aspetta(va) altro, è questo il principale motivo del backlash degli ultimi anni a mio parere. I giochi sopra la media li fanno i publisher "normali" come EA e Ubisoft, Blizzard fa(ceva) i capolavori.

Per dire, se EA se ne fosse uscita con, che ne so, Dragon Age Mobile Gacha F2P a nessuno sarebbe fregato nulla. Perché è EA, loro sono i capitalisti cattivi dell'industria, che provino a fare soldi in maniere poco etiche è normale.
Lo sapevi che Bethesda ha fatto un gioco di The Elder Scrolls per cellulare (TES Blades) qualche anno fa? E che fa schifo al cazzo? No? Perché Bethesda è un'azienda come tutte le altre, chissene.

Ma non Blizzard. Blizzard erano i salvatori dell'industria, gli sviluppatori per bene, by the players for the players. Lo shitshow degli ultimi anni, iniziato con BfA e Diablo Immortal, ha infranto l'incantesimo per molti e questo ha causato una reazione eccessiva da parte dei fan. Blizzard non è più speciale, ogni tanto pure loro fanno dei giochi di merda e delle remaster a cazzo di cane… esattamente come tutti gli altri.

Scusate il rant, sono un andato un po' a ruota libera a un certo punto.

 No.143653

>>143652
Questo.
Ricordiamo che Blizzard (di un tempo) arrivò a cancellare un intero gioco quasi finito (spin off di Warcraft con un tizio orco famoso, non ricordo un nome), che a quanto pare non fu ritenuto nello standard della compagnia e non si volle inquinare il brand

Per non parlare di StarCraft Ghost che era praticamente finito ed era pure figo, ma alla fine lo cancellarono perché nel frattempo era arrivata la next gen e il gioco avrebbe RISCHIATO di sfigurare nel breve termine al confronto.

Tutto un altro mondo, rispetto a oggi.

 No.143654

>>143652
>Lo shitshow degli ultimi anni, iniziato con BfA e Diablo Immortal, ha infranto l'incantesimo per molti e questo ha causato una reazione eccessiva da parte dei fan
Ma come anon, tu non hai uno smartphone?
porcodio mi brucia ancora il culo, che idea del cazzo e che gestione del cazzo

 No.143655

Penso che qua c’è chi ancora piange per il Dreamcast ucciso dalla Sony, ma non vedete cosa sta succedendo ora.
Penso che una volta i team in sfascio, se non reggevano più prodotti mainstream tripla A si mettevano a lavoro per conto proprio su cose più interessanti (di portata minore perché è il costo della qualità artistica rispetto a quello del marketing). Adesso vengono acquisiti e sfasciati da gruppi più grandi, si prendono le IP e i vecchi creatori vanno a fare i bidelli (vedi Rare, ad esempio).

Il sogno bagnato è che l’antitrust li inculi di traverso.

 No.143658

>>143654
>Ma come anon, tu non hai uno smartphone?
2:05
Mamma mia, io quella scena l'ho vista in diretta è stato il blizzcon peggiore della storia.

 No.143659

>>143654
Ma ti brucia il culo così tanto perché è stata proprio la Blizzard a "tradirti," capisci il mio discorso?
Fosse stata una qualsiasi altra azienda, nel peggiore dei casi la reazione generale sarebbe stata "vabbé, e chi se ne frega" e tutti avrebbero smesso di parlarne dopo una settimana.

È un discorso che faccio da totale non-fan che ha osservato tutta 'sta storia dall'esterno, senza particolare attaccamento emotivo. Quasi tutti i loro giochi li ho recuperati soltanto di recente, fra cui anche WoW. Fino al caso Nostalrius, che mi ha fatto venire un po' di curiosità per 'sto leggendario "Vanilla," non avevo mai toccato WoW in vita mia.

Un altro esempio della reazione esagerata dei fan?
In WoW Classic TBC hanno introdotto un cash shop dove era possibile comprare due cose: un boost a livello 60 (su 70) e una skin per una mount.
La reazione dei fan: https://www.youtube.com/watch?v=S5Hzh43k330

Nel frattempo Final Fantasy 14, il salvatore degli MMO, ha questo https://store.finalfantasyxiv.com/ffxivstore/en-us/hot : centinaia e centinaia di oggetti fra mount, vestitini, arredi per le case, emotes, pet, boost a livello 80 (su 90), story skip, class quest skip, slot per la banca. FF14 richiede l'acquisto di espansioni ogni due anni E il pagamento di un mensile comunque.
The Elder Scrolls Online? Uguale https://www.elderscrollsonline.com/en-us/crownstore/category/38 . TESO non richiede il pagamento di un mensile, ma per chi vuole c'è un abbonamento "premium" che offre vari vantaggi. Le espansioni vanno invece acquistate singolarmente.

Se sono Square Enix o Bethesda a essere delle merde va bene a quanto pare, ma se è Blizzard a voler mungere un po' la mandria dei videogiocatori scemi allora no! Si sta spingendo troppo oltre! Activision avida!

 No.143660

>>143652
Nel 2022 la blizzard è WoW, overwatch, e diablo (forse). Il resto è storia.
Ma come dice >>143651 la blizzard è stato molto probabilmente un acquisto secondario.

Per il resto, io a wow ci ho giocato fino a BFA. Il backlash c'è perché, per quanto non ti possa dire che sia brutto, è ingiocabile. Ti toglie la voglia di giocare.

>>143659
Non ti mando a fare in culo per gentilezza, ma devi capire il contesto. Ed il contesto sono le promesse fatte con classic, promesse che altri non hanno mai fatto.
Quindi vai a fare in culo, se ai fan di Bethesda vanno bene certe cose non significa che debbano andare bene a me.

 No.143661

posso dire che questa faccenda delle molestie sessuali sotto sotto non fotte un cazzo a nessuno altrimenti non avrebbero comprato per 70 fottuti miliardi

 No.143662

>>143661
>altrimenti non avrebbero comprato per 70 fottuti miliardi
Eh no, avrebbero comprato per 150 fottuti miliardi, per colpa di "questa faccenda delle molestie" activision/blizzard è colata a picco in borsa, probabilmente se non fosse successo tutto sto casino microsoft non avrebbe avuto le palle di staccare l'assegno.

Comunque il mio sogno è World of Warcraft nel gamepass, se lo fanno ricomincio a giocare.

 No.143664

File: unP6evip28.png (192,7 KB, 572x901)

>>143660
>Nel 2022 la blizzard è WoW, overwatch, e diablo (forse).
Rispondevo all'altro Anon che diceva "con WoW non sanno nemmeno loro come hanno fatto," quando in realtà sfornavano capolavori da ben prima che uscisse WoW. Sì, hanno sculato ovviamente… ma non come Riot Games che prima di LoL non erano nessuno. O Minecraft. O il tizio di PUBG.
Sarebbe come dire che Capcom ha sculato con Monster Hunter World, ignorando il resto della serie piena di giochi eccezionali.

Che ora la Blizzard sia soltanto l'ombra di ciò che era un tempo è innegabile, ma semplicemente perché ora sono un'azienda normale: ogni tanto fanno 'na roba buona, ogni tanto fanno 'na schifezza.

>io a wow ci ho giocato fino a BFA

Io invece ho giocato -solo- a BfA e Shadowlands, pensa un po' che culo lmao. Le altre espansioni le ho recuperate a posteriori sui privati, per pura curiosità.
E ti dirò, ho provato praticamente ogni MMO sul mercato e il gameplay di Retail WoW in PvE rimane insuperato, soltanto Tera è paragonabile.

Il problema di WoW secondo me è che il ciclo di sviluppo è troppo breve, non fanno in tempo a creare abbastanza contenuti. E quel poco che c'è al lancio viene divorato dagli utenti in due settimane. Quindi cercano di allungare il brodo con 'sti sistemi del cazzo – tipo l'Azerite – perché altrimenti dopo un mese la gente non avrebbe letteralmente più niente da fare.
Lo sanno pure loro (spero) che 'ste meccaniche da giochino per cellulare stanno sul cazzo a tutti, mica sono scemi.

Io personalmente vedo soltanto due soluzioni: o esce un'espansione ogni tre anni invece che due, oppure rinunciano all'open world (e quindi all'ultima parvenza di MMO rimasta, lo rendono Dungeon Queue Simulator). Ogni espansione c'ha 'ste mappe enormi piene di cose da fare… totalmente inutili di cui non frega un cazzo a nessuno. Io voglio spammare M+ coi miei amici, non aiutare Magni a chiudere le woons o salvare le tartarughine in difficoltà.

>ma devi capire il contesto

Mi dispiace ma non sono d'accordo. Il contesto è che quelli di Blizzard venivano considerati i good guys, quindi quando loro fanno le puzzette tutti subito a fare le facce schifate. E poi dall'altra parte della stanza c'è Square Enix che spruzza merda sulle pareti e tutti a battere le mani.
Odio le microtransazioni e odio soprattutto chi è talmente scemo da comprare 'ste porcate, stanno rovinando i videogiochi per tutti. Però la Blizzard dio cristo è proprio una delle aziende più oneste da questo punto di vista, ma rompete il cazzo a tutti gli altri prima no? Non adottiamo due pesi e due misure in base a quanto è simpatico il publisher.

Pic relata è come vendono Tales of Arise, un gioco single-player, su Steam. Hai mai sentito anche soltanto una persona che si lamentava dei DLC un tantino predatori? Eppure c'ha 87 di media su Metacritic, 9 e 10 dai journos come se piovessero.
Monster Hunter World, bellissimo videogioco, c'ho speso 500 ore della mia vita. La lista di DLC è talmente lunga che non saprei come farti lo screen, dai un'occhiata da solo https://store.steampowered.com/app/582010/Monster_Hunter_World/ . Oh, avessi mai letto anche solo UNA volta che forse Capcom ha un pochino esagerato.
Devil May Cry 5, sempre Capcom https://store.steampowered.com/app/601150/Devil_May_Cry_5/ , gioco eccezionale. Ti vendono i Red Orbs per livellare prima, le skin e pure la musica. E che cazzo.

 No.143669

>>143660
>overwatch
ha 10 milioni di giocatori online (stime Blizzard, quindi ne ha 6-7). LoL ne ha più di 100 milioni e DotA 50, entrambi giochi di 10 anni fa, cloni di un gioco di 16+ anni fa

 No.143670

>>143664
>Rispondevo all'altro Anon che diceva "con WoW non sanno nemmeno loro come hanno fatto," quando in realtà sfornavano capolavori da ben prima che uscisse WoW.
Quello ero sempre io.
Con WoW hanno avuto culo, lo dicono loro. C'è differenza tra un gioco come WC3, magari capolavoro ma comunque di nicchia, e quel fenomeno pop che fu wow.
E no, non fanno una roba buona ogni tanto.

>sul mercato

Io del mercato me ne fotto. Non m'interessa se il resto è peggio. Io giudico WoW, e dico che è un gioco frustrante che già in legion ti constringeva a loggare ogni giorno, che limitava quanto potevi giocare però dovevi giocare ogni giorno. Un gioco ridotto all'osso, ridotto a fare raid o M+, rovinando tutto quello che veniva prima ridotto a tempo morto prima del gioco vero.

>ma rompete il cazzo a tutti gli altri prima no?

Perché dovrei lol? i giochi bethesda non li compro. Io me ne sbatto il cazzo di MH.
Io giocavo a wow, vedevo la blizzard di merda fare sempre peggio con reskin su reskin mentre lo store si riempiva di mount e servizi che dovrebbero essere gratuiti.
Fine, se tu mangi la merda perché almeno non è diarrea va bene, ma sei TU il problema.


Tu devi piantarla ti confrontare le cose col resto e fartele andare bene perché potrebbe essere peggio. Sei un cazzo di problema dell'industria dei videogiochi e mi fai girare il cazzo ad elica.

 No.143672

>>143670
>Un gioco ridotto all'osso, ridotto a fare raid o M+, rovinando tutto quello che veniva prima ridotto a tempo morto prima del gioco vero.
È sempre stato così, solo che nel 2004 il pubblico era totalmente diverso. In WoW Classic 2019 hanno ammazzato Ragnaros in meno di una settimana, con dei livelli 50 in gear verde e blu. La gente "normale" è finita a raidloggare dopo un mese o due.
L'impossibile "Naxxramas di Vanilla" è stato clearato in meno di due ore dall'introduzione della patch.

Spammare PvE istanziato è la naturale evoluzione degli MMO themepark alla WoW, purtroppo è così. Il leveling è sempre stato uno spreco di tempo inutile, il crafting è sempre stato uno spreco di tempo inutile, l'open world PvP è sempre stato uno spreco di tempo inutile. Ma tutti c'hanno messo un po' a capirlo, perché nel 2004-2010 anche soltanto vedere altre persone online attorno a te era magia. Almeno ora oltre ai Raid una volta a settimana puoi fare anche M+, è un miglioramento cazzo.
Quello che stai cercando non è mai esistito in WoW, è sempre stato un gioco fondamentalmente rotto e orientato puramente all'endgame, Classic l'ha dimostrato.

Io la mia adolescenza invece che su WoW l'ho sprecata su Lineage 2 e Ragnarok Online, e lì ogni singolo oggetto che trovi ha valore, pure un'arma di livello 20.
In WoW un'arma di livello 20 che valore ha? 15 silver, cioè a quanto puoi venderla all'NPC. In WoW, e questo vale per qualsiasi espansione, esistono soltanto tre categorie di oggetti: BIS, pre-BIS e spazzatura.

>Perché dovrei lol?

Ma non parlo mica di te, mi riferisco alla gente che gioca ad altri giochi ben peggiori dal punto di vista dei DLC a pagamento. Ripeto, noto una quantità di lamentele totalmente sproporzionata rispetto alla realtà dei fatti, un fortissimo bias negativo verso la Blizzard motivato soltanto dal confronto con ciò che erano 20 anni fa, non con ciò che è l'industria oggi.

Se chi gioca a WoW si lamenta (giustamente) perché ogni tanto mettono le mount a pagamento, chi gioca a FF14 dovrebbe lamentarsi dieci volte tanto. E invece muti. Però poi leggendo su Internet pare che sia solo la Blizzard quella brutta e cattiva, quando in realtà mi sembrano perfettamente in linea con lo schifo generale.

>Sei un cazzo di problema dell'industria dei videogiochi

Non ho mai comprato una singola skin in vita mia e mai lo farò. Più di non dare loro un euro e lamentarmi su Internet come un turboautismo, che dovrei fare? Se non si fosse capito non sto dicendo che i fan della Blizzard si lamentano troppo, ma che tutti gli altri non si lamentano abbastanza.

___

Ora sono curioso, ti voglio fare una domanda. Cosa dovrebbe fare secondo te la Microsoft per "fixare" WoW. Qualcosa di realistico però, non "DEVONO DEMOLIRE TUTTO, FATE TORNARE MORHAIME E METZEN!!"

Io la mia l'ho detta. Mantengono la struttura attuale però con un dev cycle di tre anni invece che due, così riescono a mantenere un flusso d'aggiornamenti costante per tutta l'espansione. In questo modo non sono necessari sistemi cancerogeni all'Azerite per estendere artificialmente il content.
Oppure.
Aggiungono nuovo content, ma lo allungano col vecchio. Ogni due settimane i dungeon di M+ cambiano e includono anche quelli delle vecchie espansioni; lo stesso per i Raid.
Oppure.
Abbandonano l'open-world e lo rendono Dungeons of Warcraft, dove ti metti in coda per le istanze e il gioco è tutto così. Questa cosa non la faranno mai nella vita.

 No.143673

>>143672
Ciao anon, vedo che ne capisci qualcosina di MMO e vorrei aggiungere uno o due punti al tuo ragionamento.

Non è vero che Blizzard con WOW ha avuto culo, anzi, se voi venivate da realtà precedenti come Ultima Online o Everquest o peggio ancora gli mmo orientali; entrare in WOW era una ventata d'aria fresca perché il grinding che c'era da fare durante l'endgame era un decimo di quello che dovevi fare nei giochi venuti prima, wow è stato uno spartiacque per quanto riguarda il genere, hanno levato tutte quelle stronzate di classi ibride, support, buffer, fluffer e via dicendo, tre classi definite, TANK, HEALER e DPS, fine.

E io sono il primo a dire che in WOW vanilla si grindava di brutto, mi ricordo che al tempo io passavo il pomeriggio a farmare solo per craftarmi le pozze, le flask e i cibi che mi sarebbero serviti per raidare la sera stessa. Per non parlare di tutto il grind di gild per l'apertura di An'quiraj solo per fare avere la mount ad UNA SINGOLA PERSONA PER SERVER (il guild master) eppure tutto quello sbattimento, in confronto alla mole di farming estremo che arrivava dagli altri titoli era non dico poco, ma almeno accettabile.

Blizzard aveva semplificato un genere di grandissimo appeal, perché a fine anni novanta e nei primissimi anni 2000 tutti bramavamo di entrare in "matrix" però i giochi non erano per tutti e quando è arrivato WOW pure un ritardato (del 2004) era in grado di capirlo e di giocarci. Col tempo hanno continuato ad asciugare e semplificare il sistema di gioco perché si è innestato un meccanismo per il quale più il gioco diventa semplice più il giocatore diventa scemo, e infatti mi ricordo che quando per l'anniversario dei 10 anni quando hanno temporaneamente reintrodotto Molten Core vanilla, riuscire a completarlo in pug era praticamente impossibile, io lo feci con la mia gilda di veterani che giocavamo tutti dal 2004, però tantissima gente non è riuscita a prendersi il feat of strenght perché i PUG erano composti da inetti.

Per quanto riguarda il valore delle cose devo darti una bacchettata, perché in vanilla anche solo comprarsi la mount epica era un cazzo di calvario, non era mica come adesso che ti basta installare TSM e tempo una settimana hai 20 milioni di gold, a quei tempi i gold erano cazzi a farmarseli anche se eri bravo a gestire l'asta andate a googlarvi la storia della tipa che in cambio dei gold per la mount si è fatta scopare irl quindi il valore c'era, solo che espansione dopo espansione così come è cresciuta l'inflazione delle statistiche per cui hanno dovuto fare due big crounch, è cresciuta anche l'inflazione dei gold, io mi ricordo che in WotlK dovettero alzare il cap assoluto dei gold posseduti perché tanti giocatori (tra cui anche io) che giocavano da vanilla non potevano accumulare più denaro.

Poi quando parli di spreco di tempo, devi capire che questi giochi sono studiati proprio su quello, investire tempo per ottenere cose, JEve Online è strutturato su quello e te lo dice proprio, il tuo personaggio per progredire ha bisogno di tempo reale, devi perdere tempo qui, per ottenere vantaggi, stesso discorso con tutti gli altri MMO, l'unica differenza è che c'è chi lo fa bene e chi lo fa male, WOW lo faceva bene al tempo ma con Cataclysm ha iniziato a farlo di merda.

In definitiva pure io la penso alla stessa maniera, gli MMO theme park dovrebbero eliminare tutto il "contorno" ad esempio i livelli dei personaggi, le mappe gigantesche e le cose inutili da fare in giro. Concentrarsi su delle missioni della storie cinematiche, fighe da giocare e da vedere e l'unica discriminante tra i personaggi invece dei livelli dovrebbe essere l'item level, più vai avanti nella storia, più boss uccidi, meglio ti vesti e diventi più forte, cioè introdurre la mentalità da endgame da subito. Però per farlo invece di sputare fuori un raid e 5 dungeon al day one, dovrebbero fare almeno tre volte tanto per evitare che la gente si rompa il cazzo. E dovrebbero anche levare del tutto quelle zone d'ombra per quanto riguarda i BIS, nel senso che, se tu sei un druoido feral i tuoi bis sono quelli punto e basta, non sono intercambiabili, non puoi scegliere una statistica prima di un'altra e via dicendo, fanno dei vestiti base, vestiti rari, epici e BIS, che sono quelli punto e basta, senza dire eh ma il paladino holy lo puoi giocare da caster puro oppure da melee, perché serve solo a confondere la gente che tanto poi ci sono i theorycrafter che dopo 5 ore che è uscita la nuova espansione ti pubblicano già la lista dell'equip per la classe e quindi sono doppiamente stronzi, perché si sbattono per creare equip alternativi che nessuno userà mai perché cercheranno tutti quei pezzi.

 No.143674

Boh, ci rinuncio. Se loro stessi che dicono che è stato culo non basta https://youtu.be/_5mQej0JSPs?t=596 mi pare evidente che siate fanboy.

>>143672
>cosa devono per fixare
Niente, l'era degli mmo è finita, ed in ogni caso il gioco è ad un punto non sistemabile.

 No.143675

File: Subscribers_chart.png (1,39 MB, 3764x3202)

>>143674
Nessuno sta dicendo che non abbiano avuto culo ad arrivare a 12 milioni di iscritti, era proprio una cifra totalmente fuori scala al tempo. Lo è pure oggi a dire il vero.
Nel 2004 Everquest veniva considerato il colosso del settore degli MMO con 500.000 iscritti, un anno dopo WoW aveva quasi quattro volte gli utenti paganti. Una roba fuori di testa, OVVIO che non se lo aspettavano nemmeno loro.

Non hanno avuto culo a fare un videogioco straordinario però, il successo è tutto meritato. E lo dico da utente che ha provato WoW Vanilla per la prima volta nel 2016-2017 su un privato, continuavo a pensare "assurdo che questa cosa sia uscita nel 2004."
Confrontalo con gli altri MMO dell'epoca. Final Fantasy 11 è del 2003, provalo su un privato tipo Eden o Nosomi e poi dimmi: per usare l'interfaccia ti serve una laurea, per capire come muoverti devi fare un corso online.

È come comparare un 3D Platform del 1995 con Super Mario 64, è un totale cambio di paradigma. Uno spartiacque, un'evoluzione tale da rendere retroattivamente una merda tutto ciò che è venuto prima.

>l'era degli mmo è finita

Totalmente non d'accordo. New World ha venduto 25 milioni di copie in un mese, ma poi sono scappati tutti perché il gioco fa schifo al cazzo. E si capiva che era un videogioco terribile già dopo qualche ora in beta, quindi non capisco il motivo di 'sto successo. C'è un fortissimo appetito per un nuovo MMO, ma le opzioni attualmente sul mercato fanno pena.
WoW, che è sempre la stessa formula da vent'anni.
Final Fantasy 14, che è WoW ma con 300 ore di storia obbligatoria.
The Elder Scrolls Online, che è WoW con le quest belle ma il combattimento brutto.
Guild Wars 2, che è una sorta di ibrido fra WoW e GW1… ma fallisce con un sistema di combattimento che non è né carne né pesce.

Che altro c'è nel mercato, Black Desert? Destiny 2, ovvero WoW di sparare, possiamo considerarlo un MMO?

>il gioco è ad un punto non sistemabile

Dipende cosa intendi con "sistemabile." Fare un bel gioco incentrato sui dungeon è possibile, e nemmeno troppo difficile dato che il core di WoW è ancora estremamente solido. Come dissi venti paragrafi fa, io di MMO ne ho giocati tanti e devo ancora trovarne uno che abbia il gameplay più divertente, a parte Tera.
Se cerchi qualcosa che ti dia le stesse sensazioni di quando sei entrato in Azeroth per la prima volta, allora abbandona ogni speranza. WoW non è mai stato il "breathing, living world" che ricordi. E, ripeto, lo dico da persona che l'ha giocato molto a posteriori con una consapevolezza totalmente diversa rispetto al ragazzino che scopre Internet per la prima volta.

Per farti capire, io in Ragnarok Online stavo seduto in città a guardare la gente che passava. Perché per me al tempo anche soltanto vedere altri esseri umani nel mio stesso videogioco era incredibile. Non escludo che fosse autismo. Ricordo serate passate seduto su una panchina virtuale a parlare di cose a caso (in chat!) con i miei amicini online, cosa che oggi non farei mai.

 No.143676

Passo solo di qui per dire la mia: a Microsoft frega poco o niente delle IP Blizzard, cioè, se sono in grado di produrre pilla a loro fa piacere, ma l'acquisizione di Blizzard è il primo passo verso una strategia di più ampio respiro che nel giro di 10-15-20 anni metterà al muro Sony e Nintendo, in sostanza Microsoft ha visto cos'ha fatto Google e vuole fare lo stesso imparando dai loro errori.
Google ha creato una piattaforma imperfetta sperando che i devs andassero da loro, ma han semplicemente messo lì dei multipiattaforma che su altri lidi funzionano meglio; Microsoft invece vuole fare tabula rasa, comprare quello che il consumatore vuole così che quando avranno la loro app integrata in telefoni, computer o televisori si piglieranno tutto. Non accadrà adesso, non accadrà nei prossimi anni, ma di sicuro Microsoft non fa una mossa del genere senza guardare al lungo periodo, un periodo in cui console o simili semplicemente smetteranno di esistere. Xbox era la compagnia dell'always online, certo che poi gli è esplosa in faccia ma erano solo troppo avanti con i tempi. IMHO non escluderei che si comprino Netflix nei prossimi anni.

 No.143677

>>143676
È quello che hanno sempre voluto fare in fondo, Xbox One si chiama così perché sarebbe dovuta essere il centro di un -unico- ecosistema dove fai tutto (pure la TV! C'è il football su Xbox, raga!)
Poi il programma UWP su Windows non se l'è cagato nessuno, Xbox ha preso le mazzate da Sony e Windows Phone non sto nemmeno a dirvelo che fine ha fatto.

 No.143678

>>143676
>Xbox era la compagnia dell'always online, certo che poi gli è esplosa in faccia ma erano solo troppo avanti con i tempi.

This. Al tempo i normaloni li presero pure per il culo, ma era un periodo in cui la gente ancora spergava dicendo che "il dvd fisico è meglio" e che il digital delivery non sarebbe andato da nessuna parte.

Oggi pensare di uscire di casa e andare in un negozio per comprare la copia fisica di un gioco è letteralmente pazzia (e non per il covid) e pensare di stare anche solo 10 minuti disconnessi dalla rete causa di suicidi.

Il problema non sono loro che fanno proposte troppo avanguardistiche, sono gli altri che sono troppo ritardati per capire dove sta andando il mondo.

 No.143692

fregacazzi di tutti i giochini online di blizzard per barbacolli e zoomer, spero solo che facciano bene con Spyro e Crash.

 No.143693

>>143675
che mangiasoldi, avrebbero dovuto abbassare il prezzo mensile di wow, e invece nooo avanti a milkare soldi come se non ci fosse un domani.

 No.143694

>>143675
>Non hanno avuto culo a fare un videogioco straordinario però
Ed invece si, perché la forza di WoW era il contenuto casual e di single player, ovvero le quest, ed a quelle ci sono arrivati per caso, senza volerlo.

>non d'accordo

Ok, ma non conta. I mmo andavano quando erano un modo per stare tutti insieme, per creare comunità. Questo adesso non serve più, ci sono i social.
Gli mmo che tirano sono quelli con marketing ed hype pre-esistente alle spalle, facci caso. New World ha i soldi di amazon dietro, il resto che menzioni fanno pochi numeri o sono brand già importanti.

Ormai il mercato videoludico si è spostato verso eventi brevi e rapidi, nell'ambito dei minuti.
Il MMO come può competere quando il punto è grindare per ore? o accettano di essere un prodotto di nicchia o prendono la strada esport (M+ e pvp per wow, che ha fallito).

 No.143696

>>143693
Il problema non è continuare a pagare l'abbonamento mensile. Io gioco a Wow dal day 1 non ironicamente, il concetto era "io pago però ho tutto in game" e andava benissimo così capisci?

Nel momento in cui tu mi metti lo shop ingame allora lì io mi incazzo sul serio però. Se tu mi fai pagare il canone mensile mi devi dare tutto, se tu fai un free to play io lo accetto che ci sia lo shop perché da qualche parte pure tu dovrai monetizzare, ma se me li metti tutti e due capisci che abbiamo un problema bello grosso.

 No.143697

>>143678
O magari sei tu che ti fai convincere di "dove sta andando il mondo" dopo che l'hanno deciso a tavolino i CEO delle maggiori holding al mondo.
Molto meglio comprare i giochi in digitale, non ti devi alzare dal divano a cambiare disco/cartuccia e cosa vuoi che costi l'espansione di memoria, mica fanno giochi grandi 70 giga. E poi la copia digitale mica ha lo stesso identico prezzo del fisico. E poi chissene del mercato dell'usato, è arcinoto he i giochi che compriamo li spolpiamo tutti al 100% e sono perfetti, esenti da bug e perfettamente rispondenti ai trailer. E non succederà mai che una software house fallisca o abbandoni il supporto ai suoi server, così he io possa recuperare tutti i giochi in mio possesso anche tra 10 anni.
Viva il progresso oggettivo e insindacabile!

 No.143698

>>143697
Ma ti senti? Sei un cazzo di cappello di stagnola. Parli di recuperare i giochi di dieci anni fa? Ma sei scemo? I soldi che spendi per un videogioco vanno in fumo nel momento che lo compri, ho letteralmente in mano la cartuccia di super mario world per il super nintendo, secondo te me ne faccio qualcosa? Dovesse fallire steam e sparire con i miei 1500 videgiochi dentro sai quanto me ne fregherebbe? Molto poco, perché sono soldi buttati nel nulla. Che cazzo di ragionamento di merda scommetto che sei uno di quelli che fa ancora la comparazione Lire/euro quando deve pagare qualcosa senza capire che ormai la lira è morta e non tornerà mai.

 No.143708

>>143698
>i miei 1500 giochi su Steam
Lol, come volevasi dimostrare. Il ritratto del consumatore critico, dio cane.
E quanti ne hai giocati su 1500? 28?
Mi raccomando abbonati al gamepass così risparmi giocando a roba che non decidi tu, bello hyppato dagli influencer mesi prima e sempre al passo con le nuove uscite per non essere escluso dal "dibattito videoludico".
Lo schiavo che difende le sue catene, porca madonna.

 No.143710

Resto dell'idea che se non c'è su torrent allora non esiste.
È una buona notizia perché microsoft di solito rilascia sempre per Windows i suoi giochi.

 No.143711

>>143697
>>143698
Non ironicamente gli zoomer non possono capire. Il concetto di possedere qualcosa fa parte di quelle cose a cui lo zoomer ha rinunciato senza neanche saperlo in nome della comodità e semplicità. Una generazione di streamer e consumatori seriali.

 No.143713

>>143708
Paolo basta

 No.143715

>>143714
Parlo di schiavi e mi posti un negro, mi sembra coerente.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]