[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/v/ - Videogiochi da tavolo

/v/ + /tg/
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 4dh456e.jpg (221,17 KB, 1140x639)

 No.144711

Raga, nel panorma indie cosa va forte? Sapevo di Lisa, la cui parte esplorativa in 2D mi ha lasciato di stucco (anche perché l'engine è RPGMAKER che non credo digerisca di suo il platform). Non so, c'è qualcosa di frsco/rivisitato? Anon cosa spera in futuro?

 No.144712

File: loophero_3353263b.jpg (203,78 KB, 1280x720)

Loop Hero

 No.144713

File: Hollow Knight.jpg (127,11 KB, 350x450)

File: HEX.jpg (171,78 KB, 350x450)

File: Tails of Iron.jpg (204,48 KB, 350x450)

Lisa è davvero una piccola perla, narrativamente è eccezionale, riesce ad essere tanto comico demenziale quanto profondo.
Comunque ce ne sono troppi di indie davvero belli, ne citerò 3 alla volta.

>Hollow Knight

Semplicemente meraviglioso. Un metroidvania curatissimo su ogni aspetto, l'unica assenza è una trama vera e propria, è un po' come Dark Souls, la "trama" devi costruirtela unendo i pezzettini di lore che ottieni.

>HEX: Shards of Fate (chiuso)

Purtroppo hanno chiuso i server e non è più giocabile, ma è stato di gran lunga il miglior TCG digitale. Ispirato a Magic: The Gathering, ma aveva delle meccaniche innovative, contenuti e progetti per modalità alternative PvP e PvE (con una vera e propria campagna), equipaggiamenti, bella lore, ottimo design, e inoltre le animazioni erano fluide.
Come progetto era magnifico, purtroppo il team era troppo piccolo per gestirlo e hanno commesso errori di marketing, finendo per chiudere.
Anche se non è più giocabile era troppo bello per non citarlo.

>Tails of Iron

Segue vagamente le orme di Hollow Knight, anche se è un progetto decisamente più piccolo, però nel suo piccolo funziona meravigliosamente. Consigliatissimo.

 No.144714

>>144713
Conoscevo solo hollow knight purtroppo. Dimmi un po, cosa ti ha spinto a giocarli? Principalmente il loro genere o l'innovazione che potevano offrire ai loro generi?

 No.144715

>>144714
Ps. faccio questa domanda perché ultimamente mi chiedo quale sia la componente che rende un indie bello. L'iinovazione nel gameplay? La grafica? O semplicemente la storia?

Può essere un gioco bello anche per solo 1 di queste componenti? Es, può essere bello un gioco la cui grafica e gameplay sono di merda, ma la storia vale quanto un MGS?

 No.144716

>>144713
>Hollow Knight
> l'unica assenza è una trama vera e propria
io l'ho già detto milioni di volte ma quello per me è un punto a favore

 No.144717

>>144712
Anon, me lo spiegheresti? Non sono OP, ma cercano di vendermelo e non sono sicuro che mi interessi

 No.144718

>>144717
Faccio prima a linkarti il video che mi ha convinto a giocarlo. Visto che è una commistione di generi (roguelite, dungeon crawler, rpg a turni, gestionale, gioco di carte), è più facile da capire vedendolo che leggendone una descrizione.

 No.144719

>>144715
Beh, credo vari molto da gioco a gioco, solitamente prima di provare un vidya guardo degli screenshot e/o il trailer, e da lì decido se ci vedo del potenziale oppure no, oppure se ne leggo parlare molto bene posso decidere di provarlo anche se magari inizialmente non mi ispira molto, in altri casi mi basta anche semplicemente sapere chi è alla direzione dello sviluppo (es. Bloodstained, mi è bastato sapere che è fatto dal creatore di Castlevania per decidere di volerlo provare, oppure Eyuden Chronicle, essendo un grande fan dei Suikoden lo proverò senza indugio, anche eventuali recensioni negative non mi farebbero cambiare idea).
Una possibilità la do volentieri, alle volte mi capita di scoprire un bel gioco, altre di ritrovarmi deluso, ma essendo neet mi importa poco di perdere tempo provando un gioco merdoso, tanto non ho un cazzo da fare.

>>144716
Chiedo scudo, mi sono spiegato male, non intendevo dire che è una cosa negativa, ma che la trama non è un elemento definibile bello poiché praticamente assente.
Anche a me piace molto questo stile narrativo "silenzioso".

 No.144721

>>144715
Anon, con tutto il rispetto (davvero, non sono sarcastico) ma che domanda è? Per quale motivo fai differenza tra “indie” e gioco normale? Io negli indie cerco le stesse cose che cerco nei giochi normali, che non sono sempre le stesse, perché ti faccio degli esempi diversi:

> Disco Elysium

Narrazione su livelli altissimi, scritto bene e con più sostanza del 90% dei romanzi che ho letto. Il sistema di skill e thought cabinet ed equip é tutto funzionale all’interazione narrativa, non c’è un combat system e non ci sono puzzle in senso stretto. Funziona benissimo su qualsiasi livello e ho pianto più volte 10/10
Quindi direi giocato per come racconta e tratta temi attraverso il giuoco ruolistico, perché lo stile grafico non mi fa impazzire e la colonna sonora è un grosso meh

> Sayonara Wild Hearths

Al contrario è un rhythm game atipico, un grosso spettacolo di luci bello da guardare e da sentire. È un gioco “fisico”. Casualissimo, pick up and play, cortissimo, vale più di qualsiasi esperienza da 150 ore di grinding ignobile.
Giocato perché è travolgente, è fisico, è un bellissimo esperimento riuscito, della narrazione mi importa una sega

> Hades

Roguelite top down action frenetico, a tratti quasi un bullet hell. Di fatto è Isaac se fosse un bel gioco. Prende tantissimo, è piaciuto anche a me che sono una merdina a sta roba di precisione/coordinazione. Presentazione stupenda, tra illustrazioni di altissimo livello e narrazione che è una VN distribuita a pezzettini nei micro-dialoghi con gli npc nell’hub. È interessante anche tutto il lavoro sulla “lore”, quindi la re-immaginazione di tutto il mito greco.
E boh, giocato perché se ne parlava strabene tutti anche se il genere non è roba mia.

> Slay the Spire

> Cardpocalypse
Non la faccio lunga, sono giochi di carte e deckbuilding, mi piace il genere e gioco tutta la merda che esce e siccome MERDA VA CON MERDA È NATURALE CHE IO LI ABBIA GIOCATI

Quando chiedi di giochi indie ti riferisci solo a roba recente? Dammi un’indicazione temporale.

Per fare un discorso più generico poi, a me il videogioco interessa soprattutto per quello che trasmette attraverso l’interazione (di fatto è IL medium interattivo, frega niente di chi dice che se non c’è sfida allora non va chiamato videogioco lol) oppure mi interessa il gioco tattico/strategico più contemplativo, quindi daje di carte, gestionali e giochi “di posizionamento”, ma daje anche di rpg che spesso e volentieri mettono insieme la giocata tattica a turni (o quasi) e la narrazione. Mi interessano poco le cose cinematografiche e la coordinazione mano/occhio, ma è una cosa mia. Esistono eccezioni, certa roba merita per motivi che per me sono insoliti (vedi Hades, ma potrei dirti un Demon Turf che è un platform 3D)

 No.144722

>>144721
Faccio la domanda perché vorrei buttarmi sullo sviluppo di un gioco, ma non so su che genere buttarmi e ne su che stile dare al gameplay per renderlo "fresco" e innovativo…

 No.144724

>>144722
Allora ti regalo un’idea che non ho potuto portare avanti:
TCG/avventura single player su due piani. Il TCG deve fare da gioco nel gioco, le carte devono provenire da una lore che all’inizio non ha riferimenti in game, le regole non vengono spiegate e le carte sono scritte per segni grafici inventati, vanno interpretati mano a mano, osservando gli avversari e sperimentando. Parti dalle cose semplici tipo un “se hai 10 punti sarcazzo allora hai vinto la partita”, e cominci a dare i fondamenti al linguaggio con un segno che indica la condizione (IF) e un (THEN) e un segno che indichi la quantità numerica, uno i punti sarcazzo e uno la vittoria. Tutta roba che riutilizzi. A questa roba basilare ci aggiungi qualche evento che porta il giocatore direttamente nel secondo mondo di gioco, che è quello da cui deriva la lore, e lì può tranquillamente diventare un investigativo, un puzzle game, qualunque cosa che da una parte richieda una comprensione precedente delle carte (magari schiaffi delle pitture rupestri con gli stessi simboli di una qualche civiltà perduta/nascosta) e dall’altra che aiuti a comprendere significati alternativi delle carte, nuovi modi per giocarle e proseguire nella storia sui due piani. Lascio qui se vuoi copiare qualcosa lol.

Se ha funzionato quella cacata di inscription allora questa cosa qui, che richiede poche risorse ma tanta testa per essere “scritta”, sbancherebbe se fatta benino. E niente; cose che volevo fare in un’altra vita.

 No.144730

File: Sally Face.jpg (179,01 KB, 350x450)

File: Grim Dawn.jpg (211,34 KB, 350x450)

File: Hotline Miami.jpg (228,66 KB, 350x450)

>Sally Face
L'ho già consigliato nel filo delle avventure grafiche. Breve ma molto bello, diviso in episodi, ha una trama intrigante e un design particolare, purtroppo l'ultimo capitolo si vede che è tirato via di fretta e furia.

>Grim Dawn

Semplicemente il miglior Diablo-clone (ARPG a visuale isometrica) di sempre, almeno per me.

>Hotline Miami

Gameplay action/stealth innovativo, è molto veloce, ma allo stesso tempo devi pianificare le tue mosse ed imparare dai tuoi sbagli. Musica da paura, trama che è tutta un trip che ti fa venir voglia di cercare di capire cosa stia accadendo (e quando finalmente lo capisci, caghi mattoni), design anni uttanta ben riuscito.
Un capolavoro.

>>144721
Concordo, tutti belli, a parte Cardpocalypse che non ho provato quindi non posso avere un giudizio.
Parlando dell'innovazione che OP sembra cercare, Slay the Spyre è stato il gioco che ha portato alla luce quel suo particolare stile, infatti sono nati diversi vidya che hanno seguito quella formula.

 No.144736

>>144722
Un buon indie usa bene le poche risorse disponibili.
Per questo che i roguelite ultimamente vanno forte: praticamente il poco che devi produrre viene rivisto dal giocatore un centinaio di volte, ma grazie alla struttura roguelite non irrita.
Per lo stesso motivo non ci sono molti fps open world in 3d con 100 ore di storia e sidequest.

Per persone nuove nuove in ambito di development e che intendono lavorare in solitaria e in tempi ridotti un'altra buona idea è creare un gioco a turni di modo che non devi imparare a creare un movimento fluido con controlli che rispondano in maniera piacevole. Così la difficoltà si sposta tutta dalla programmazione al game design.
Evita roba multiplayer come la peste.
Ovviamente il 2d e la pixel art tendono a facilitare tutto.

Mischiare generi che non sono stati mischiati assieme precedentemente è un po' un modo facile/cheap di creare qualcosa che sembri nuovo, ma farlo bene è un'arte che devi saper fare a naso. Ed è meglio unire generi che non creino un quintale di lavoro.
Per dire un fps-rts suona come una roba che potrebbe far cagare e che richiede di creare due sistemoni enormi e poi farli funzionare in tandem.
Un gioco roguelite di combattimenti tattici a turni su casellato invece suona come una roba per cui puoi riuscire a creare un gioco interessante con pochi asset e meno complicazioni.
Pensa a generi "facili" e pensa a modi interessanti in cui potresti mischiarli.

L'altro metodo creativo per avere idee è pensare a un genere (facile) che ti piace e cosa ti irrita di quel genere e pensare lateralmente a una soluzione (facile). O anche cosa quel genere non fa mai che ti sembra sia potenzialmente interessante.
Per dire per me è strano che molti rpg hanno un sistema di accumulo xp a vittoria, o riuscendo a compiere una certa azione, ma non ce ne sono che diano xp quando si fallisce o non si riesce a compiere una certa azione. Quindi penso "come farei un rpg in cui un miss dato dall'rng e ricevere danni dal nemico dà exp? Cos'altro viene da questo cambio di paradigma?" Prendi varie note su quest'idea e poi se la roba scritta alla fine di tutti i ragionamenti sembra una cagata abbandoni, ma se sembra ancora interessante magari sviluppi.

 No.144759

File: Papers, Please.jpg (61,23 KB, 350x450)

File: Ori and the Blind Forest.jpg (172,16 KB, 350x450)

File: TOEM.jpg (137,17 KB, 350x450)

>Papers, Please
Geniale. Estremamente innovativo e fantasioso, davvero un grandissimo gioco con delle vicende che ti coinvolgono tantissimo.

>Ori and the Blind Forest

Visivamente una chicca, con un design molto tenero. Il gameplay è liscio e ben fatto, e ha una trama intrigante. Senon erro anche la musica era bella, o comunque ben azzeccata.

>TOEM

Niente di incredibile, ma ben fatto, molto simpatico e innovativo. Un giochino di esplorazione dove devi riuscire a scattare determinate fotografie per proseguire. Sembra stupido, e lo è, ma nella sua stupidità è perfetto.

 No.144762

>>144759
Indiefag, sappi che se OP non ti sta leggendo ti sto leggendo almeno io, mi interessa l’argomento e ho giocato poca roba.
Ori però se non ho capito male è della Microsoft, non proprio indie. Lo dico perché sennò Rayman Legends >>>

 No.144765

>>144762
>The game was developed by Moon Studios, a collective organization without a set location. The distribution rights to the game were acquired by Microsoft a year after the beginning of the game's development.

 No.144769

File: Salt and Sanctuary.jpg (99,74 KB, 350x450)

File: Trine.jpg (170,01 KB, 350x450)

File: Recettear.jpg (212,36 KB, 350x450)

>Salt and Sanctuary
Un Dark Souls ma in 2d, stile metroidvania. Inizialmente non mi ispirava molto per il design delle facce (che è quello di alcuni vecchi giochi flash), però, facce a parte il design è davvero bello. Oltre a quello, l'unica altra pecca del gioco è l'assenza di una mappa, e in 2d non mi orientavo molto bene.

>Trine

Tutta la saga è molto simpatica e divertente. Non c'è molto da dire, è un semplice platforming-puzzle, molto piacevole agli occhi e con battute simpatiche.

>Recettear

CAPITALISM HO! Meme a parte, è davvero un giochino piacevole, con delle meccaniche di mercato più profonde di quanto uno non si immagini, e inoltre anche il gameplay dei combattimenti è gradevole.

 No.144770

File: p2fh61l.jpg (128,42 KB, 886x1000)

Qualcuno mi ricorda qual è l'ultimo titolo in op? Mi ricordo di averlo visto pubblicizzato spesso ma non mi ricordo il titolo

 No.144771

>>144770
Sundered, della Thunder Lotus Games.

 No.144772

File: fwrax4.jpg (65,89 KB, 457x631)

>>144771
Grazie, amico anonimo

 No.144778

>>144759
Se non ricordo male però Ori è doppia a, ricordo che moon studios era stata presa da microsoft e che aveva finanziato tutto il progetto. Non per levare nulla, lo ritengo comunque un gioco bellissimo
Btw, io consiglio giochi come Baba is You e Rain World e più generalmente generi come rogue-like o boomer shooter, che nel panorama indie vantano numerosi giochi niente male

 No.144779

File: CARRION.jpg (226,23 KB, 350x450)

File: Banished.jpg (82,56 KB, 350x450)

File: Return of the Obra Dinn.jpg (139,2 KB, 350x450)

>CARRION
Una sorta di metroidvania dove il protagonista è un mostro schifosissimo che cerca di scappare da un laboratorio mangiando gli scienziati. Il design è azzeccatissimo, ha degli effetti visivi molto belli, e nonostante la trama sia proprio basilare è comunque intrigante per lore. Il gameplay è particolare, grazie ai tentacoli ti muovi rapidamende, molto gradevole sotto ogni punto di vista.

>Banished

Un city-builder dall'aspetto molto semplice (ma carino), che però è molto immersivo e ha delle meccaniche non innovative, ma ben fatte e piacevoli da apprendere (senza neanche troppa difficoltà). È comfyssimo, e nonostante la sua semplicità trovo sia uno dei city-builder migliori di sempre.

>Return of the Obra Dinn

Dallo stesso sviluppatore di Papers, Please. Un altro capolavoro, con un gameplay innovativo e interessantissimo, magari non per tutti ma bisogna dargli una chance. La grafica inizialmente può essere un pugno in un occhio, ma poi ci si abitua e ho addirittura finito per apprezzarla.

>>144778
Fonte? Da come dice Wikipedia sembra che lo sviluppo sia da addebitare interamente a Moon Studios, mentre Microsoft sia entrata solo alla fine e lo abbia distribuito, infatti non viene neanche menzionata nella voce di sviluppo.

 No.144791

File: The Life and Suffering of ….jpg (174,61 KB, 350x450)

File: INSIDE.jpg (70,77 KB, 350x450)

File: Darkwood.jpg (84,38 KB, 350x450)

>The Life and Suffering of Sir Brante
Un'avventura narrativa davvero splendida, con belle illustrazioni, musiche azzeccate, e tantissime scelte diverse da poter fare che influenzano la storia (soprattutto l'ultima sezione). Bellissimo.

>INSIDE

Dagli stessi sviluppatori del famoso Limbo. Lo stile di gioco è come il precedente, un platforming-puzzle molto molto semplificato, che però viene supportato dall'atmosfera meravigliosa e la "trama" intrigante. Breve ma intenso.
Per me questo titolo è decisamente superiore a Limbo, mi ha preso molto di più.

>Darkwood

Una piccola chicca in salsa lovecraftiana, il gameplay inizialmente è ostico e dispersivo, bisogna giocarlo un po' prima di riuscire ad entrare nelle meccaniche, ma quando si prende la mano è davvero piacevole. Setting e atmosfera azzeccatissimi, con la trama/lore legata a degli obbiettivi da scoprire e raggiungere piano piano.
>Trivia: un tizio scrisse nel forum degli sviluppatori che si era innamorato degli screenshot e del trailer, ma a causa di problemi familiari non poteva permettersi l'acquisto, allora gli sviluppatori hanno rilasciato un torrent per scaricarlo aggratis.

 No.144805

File: Stardew Valley.jpg (234,69 KB, 350x450)

File: Axiom Verge.jpg (184,26 KB, 350x450)

File: There Is No Game.jpg (179,45 KB, 350x450)

>Stardew Valley
Un clone di Harvest Moon, però esageratamente più vasto, ci sono davvero un sacco di attività da fare e una valangata di oggetti. La grafica pixel art non è ottima, però il contenuto è tanto, e negli anni è stato aggiornato dagli sviluppatori.

>Axiom Verge

Semplicemente un Metroid-clone molto ben realizzato, con buon gameplay e level design, inoltre trama e atmosfera azzeccatissime. Il sequel non mi è piaciuto.

>There Is No Game: Wrong Dimension

Geniale, un'avventura grafica con puzzle che fa una parodia di vari tipi di giochi. È divertentissimo, un must.

 No.144818

>>144805
Messi in lista The Life and Suffering of Sir Brante e Recettear, che non mi ero mai cacato. Metà degli altri è già nel backlog.
Indiefag, come li scopri nuovi giochi? Hai dei riferimenti?

Che ho giocato di recente mi permetto di aggiungere Spiritfarer, che se vai a stringere è un sim/manageriale tipo stardew valley ma con i feels (ci ho pianto tanto davvero). Per il resto tanta ma tanta monnezza.

 No.144822

File: FAR - Lone Sails.jpg (122,93 KB, 350x450)

File: Darkest Dungeon.jpg (204,53 KB, 350x450)

File: Eiyuden Chronicle - Rising.jpg (192,78 KB, 350x450)

>FAR - Lone Sails
Il gameplay non è niente di che, devi gestire i controlli di questa "barchetta" per farla andare avanti o star ferma, però l'atmosfera e il design rendono questo semplice viaggio davvero emozionante.

>Darkest Dungeon

Un RPG con combattimento a turni meraviglioso, molto difficile, quasi privo di trama (anche perché i personaggi possono morire, e lo faranno), ma bellissimo sotto ogni aspetto. È difficile entrare nelle meccaniche di gioco, ma successivamente diventa davvero appagante.

>Eiyuden Chronicle - Rising

Iniziamo col dire che è un giochino meh, il fatto è che questo sarebbe un giochino secondario creato come sneak peek per il gioco principale, per mostrare il background di alcuni personaggi, l'aspetto e le meccaniche del mondo, e dare qualcosina ai fan mentre aspettano la release del vero gioco.
Come ho detto, non è affatto un gran gioco, è palesemente campato per aria, ma nella sua mediocrità funziona bene, e apprezzo l'idea di creare qualcosa di alternativo per aggiungere dettagli al gioco principale (come è successo anche per .Hack, dove hanno creato delle serie animate).

>>144818
>come li scopri nuovi giochi? Hai dei riferimenti?
Nessun riferimento, ho solo un'eccedenza di tempo da permettermi di poterlo sprecare guardando trailer e screenshot sulle varie piattaforme (principalmente Steam, Kickstarter, GOG).
Spiritfarer è piaciuto molto anche a me, nonostante abbia trovato un po' fastidiosa la gestione della fame degli ospiti, porcodio non posso perdere tutto il tempo a fare avanti e indietro dalla cucina.

 No.144828

File: ru2zfcf.jpg (662,73 KB, 1280x1856)

File: gyzouc.jpg (45,67 KB, 282x352)

File: f735by9.jpg (168,9 KB, 600x800)

Scusate il disturbo, segnalo altri 3 titoli piuttosto famosi

>Shovel Knight

Platform molto "nintendoso" con ottime trovate di gameplay e 3 espansioni gratuite che quadruplicano letteralmente il gioco. Livello di sfida crescente e mai ingiusto, dialoghi divertenti e bossfight carine. Consigliatissimo.

>Hyper Light Drifter

Un action stiloso con visuale dall'alto e stile grafico molto evocativo, bellissimo setting con mappe piene di segreti. In tutto il gioco non c'è una riga di testo oltre al menu, la trama è raccontata in modo molto originale.

>Blasphemous

(tecnicamente non indie ma comunque kickstarterato)
Castlevania più bello e più interessante. Atmosfera unica, bel gameplay sfidante e un sacco di roba da fare nella mappa. Se vi è piaciuto Symphony of the Night andate sul sicuro.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]