[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/v/ - Videogiochi da tavolo

/v/ + /tg/
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: 1ij23m4.jpg (99,67 KB, 1200x630)

 No.146829

 No.146831

File: Screenshot_2024-02-06-16-2….jpg (563,56 KB, 1080x1675)

Non ancora, ma è un ritardare l'inevitabile.
Le console si vendono con le esclusive. Se le tue esclusive escono anche su PC e per giunta al day one perché dovrei comprarmi una Xbox invece di una PlayStation?
Ma il problema più grosso non è questo: è che l'esclusiva di peso è Starfield.
Se questo è il loro gioco di punta stiamo freschi.
Non sono in grado di buttare fuori IP o giochi AAA che siano eccellenze (fanno bene gli indie, ma non quelli non ci mangi quando sei così grosso) e non capiscono che le esclusive fanno brand identity e questo vale anche per chi si compra PlayStation ma poi gioca solo a GTA e Call of Duty perché PlayStation viene percepita come la vera console da gioco.
Inoltre per quanto sia bello il game pass e per quanto sia migliore rispetto al PS plus (non c'è paragone) i giocatori Xbox hanno poco da sbeffeggiare quando gli viene detto che non è sostenibile, perché questo è in barba alle dichiarazioni e ai numeri fuffa che possono mostrare.
Senza un'inversione di tendenza veloce il petardo gli scoppierà in mano.
È un po' un peccato perché ci vorrebbe sempre qualcuno a tenere Sony al guinzaglio.

 No.146832

>>146831
Le esclusive sono sempre state uno scam anti consumer, spero muoiano male assieme a chiunque le spinga. Le console hanno comunque spazio al mondo per le economie di scala e per chi non ha competenze/sbatti di stare al PC.

Non moriranno ma dovranno fare un pivot importante sul diventare ecosistemi più ospitali e non macchine per inculare soldi.

 No.146835

>>146832
Tendenzialmente d'accordo, ma il mercato questo è.

 No.146837

>>146831
>>146832
Il controsenso delle esclusive è che, a differenza di 10-15 anni fa (o anche 20 con quelle che chiamavano "killer App", le esclusive ante litteram) non fanno più vendere una console.
Le Killer App nascevano per farti acquistare una console che nella maggioranza dei casi era venduta con un margine di profitto irrisorio, ma ti permetteva di vendere altre killer app\salcazzo perché l'utente non poteva giocarci su altre console.
Ora la questione è diversa. Non si guadagna più come prima, quindi c'è stata la necessità di espandere le vendite su più piattaforme.

 No.146838

>>146837
Mica ho capito il tuo ragionamento.
Se Zelda, Mario, Animal Crossing e Splatoon fossero disponibili su PS e XBOX secondo te le vendite di Switch sarebbero state uguali?

 No.146839

>>146838
No, è appunto quello che sto dicendo. Un tempo la vendita della console era relegata alle esclusive, oggi no, per vendere più copie. Nintendo ha sfornato sempre console che avevano una qualche componente totalmente unica dal punto di vista dell'interfaccia con l'utente, è questo che fa vendere le loro console da quando l'hanno capito con la Wii. E non paga 40 milioni un CEO, lo paga la metà della metà. Sono una azienda che si comporta come una azienda, ma ha ancora presente che è il videogiocatore il target, non fare più fatturato possibile nella morsa del mercato azionario

 No.146840

>>146839
Scusa ma mi sembri confuso.
Questi statement

>No, è appunto quello che sto dicendo


>Un tempo la vendita della console era relegata alle esclusive, oggi no


vanno in contraddizione.
Se si dice che le vendite sarebbero state inferiori allora è evidente che le esclusive abbiano inciso parecchio no?

E il fatto di sfornare console con una "componente totalmente unica dal punto di vista dell'interfaccia con l'utente" significa che i giochi diventano hardware-dependant. In altre parole: diventano esclusive, per forza di cose.

Inoltre mi sembra che Nintendo si stia muovendo esattamente nella direzione dei soldi e che abbia deciso di mettere da parte il guizzo che li ha sempre contraddistinti per una strategia più safe: molti danno probabile una Switch 2 in continuità con la prima e retrocompatibile (e come li si potrebbe biasimare dopo il successo incredibile della console?).
Poi che continui a fare dei bei giochi nessun dubbio.

 No.146856

>>146831
>Le console si vendono con le esclusive.
Non so se sono totalmente d'accordo. Pure Wii U aveva fior fior di esclusive e non ha venduto un cazzo.
Ovviamente non c'è modo di dimostrarlo, ma a mio parere Switch avrebbe fatto faville pure se tutti i giochi Nintendo fossero usciti su altre piattaforme. La console è stata un successo immediato, nonostante nel suo primo anno non ci fossero chissà che titoloni a parte BotW… che era cross-gen, fra l'altro.
La gente voleva una console portatile e sul mercato non c'era altro. E ancora oggi non c'è altro, Nintendo compete contro sé stessa sin dalla morte di PS Vita.

Il problema di Microsoft è che PS5 e SeX lottano nello stesso IDENTICO mercato. Le due console costano uguale, sono potenti uguale, e condividono il 99% della libreria di giochi. L'unica differenza è che ogni tanto Sony fa uscire qualche titolo esclusivo bello, mentre Microsoft ad oggi ha prodotto (quasi) soltanto monnezza. Se tutto è identico ma da una parte c'è God of War e dall'altra c'è Redfall, che me la compro a fare Xbox.

Quindi per certi versi sì, le esclusive stanno vendendo PS5… ma anche no. Il punto è che, di base, la gente desidera una home console next-gen. Ne avrebbe comprata una a prescindere, ma opta per PS5 perché è quella meno peggio. Se negli ultimi quattro anni Sony avesse fatto uscire il doppio delle esclusive, PS5 non avrebbe venduto il doppio delle unità.

Credo comunque che siamo più o meno della stessa opinione, a giudicare dal resto del tuo post. Ovvero che Xbox sta fallendo soprattutto a livello d'immagine.

>>146838
Secondo me sì, o comunque non così tante unità in meno.

 No.146857 SALVIA!

>>146856
>Wii U aveva fior fior di esclusive e non ha venduto un cazzo.

wiiu non ha venduto un cazzo perché non aveva niente di diverso dalla wii (perfino il nome) e il tablet non era interessante.

 No.146858

>>146857
…appunto.

 No.146859

>>146857
Tutto dicono che switch ha fatto un successone ma nessuna ricorda che Nintendo aveva due console sul mercato e ora ne è rimasta una. E switch è il successore di ds che faceva comunque numerosi.

 No.146860

>>146829
>Xbox, morirà?
Il brand Xbox non morirà, questo è sicuro: la Microsoft fa videogiochi sin dai primi anni '90. Nel peggiore dei casi torneranno a fare giochi per PC/multi-plat.
La console Xbox credo nemmeno, per lo meno non nel breve periodo: ne faranno almeno un'altra dopo Series X/S, poi si vedrà. Lanciare una portatile come rumoreggiato mi sembra intelligente, purché ci giri sopra la stessa roba che gira su Series S. Un SoC da 10-15W con la stessa potenza di Series S nel 2026 è fattibile.

GamePass è già stato un fallimento colossale. Avevo letto che per iniziare (sottolineo: iniziare) a fare soldi dovrebbero avere qualcosa come 60+ milioni di iscritti. Questa strategia avrebbe funzionato soltanto se la gente avesse iniziato ad abbandonare in massa Steam e PlayStation per iscriversi al "Netflix dei videogiochi".
Ma così non è stato, GamePass è fermo a ~30 milioni di iscritti da un anno ormai. Ha smesso di crescere. E chissà quanti di questi utenti pagano 2€ al mese col trucco di Xbox Live Gold + VPN (io sono fra questi, non pagherei mai full price), oppure ogni tanto fanno la trial da 1€ per giocare a UN gioco (molti miei amici sono fra questi).

Ormai GamePass è sinonimo di Xbox, non possono fare altro che continuare per questa strada finché 1) Il piano ha magicamente successo, oppure 2) Si stancano di bruciare soldi e chiudono tutto.

>>146859
Con Wii e DS, Nintendo è riuscita a vendere i videogiochi alle mamme. È stata una moda passeggera che difficilmente ricapiterà nel mercato.
Se dobbiamo parlare di "successo", Nintendo sta facendo molti più soldi adesso che nel 2006-2010, dato che il pubblico di Switch compra i giochi. Il pubblico di Wii ficcava il disco di Wii Sports nella console e finiva lì.

Sono comunque d'accordo sul fatto che Switch sia principalmente una console portatile, 'sta storia della "console ibrida" è una po' una supercazzola. Sarebbe un ibrido se all'interno della docking station vi fosse un qualche tipo di hardware (una GPU esterna, per esempio) che migliora sensibilmente le prestazioni. Questo sarebbe un ibrido; Switch è una portatile che puoi attaccare alla TV, lo faceva già PSP vent'anni fa.
Quindi per come la vedo io è più un successore di 3DS – che aveva comunque venduto le sue 80+ milioni di unità, le portatili Nintendo han sempre fatto bene – che di Wii U.

 No.146861

>>146856
>Pure Wii U aveva fior fior di esclusive e non ha venduto un cazzo.
Perdonami ma secondo te due remaster di vecchi Zelda, Pikmin e Xenoblade (che non vendono in occidente) e un Mario che non è rinomato per essere tra i migliori (anche se secondo me era molto bello) sono una lineup di esclusive comparabile a quella di Switch con due Zelda nuovi di zecca ad altissimo budget, uno dei migliori Mario 3D di sempre, Pikmin 4, Luigi's Mansion 3, Animal Crossing NH, Mario Kart 8 per dirne alcuni?
Inoltre la Wii U era proprio una console brutta e concettualmente scomoda.

>ma a mio parere Switch avrebbe fatto faville pure se tutti i giochi Nintendo fossero usciti su altre piattaforme

no, non è credibile la gente che acquista una switch avendo già Ps/Xbox o un PC (e anche di fascia bassa visti i giochi Nintendo) sapendo che spendendo poco di più può giocare sia al parco giochi di PS/Xbox che quello Nintendo in un'unica console/PC.
Forse avrebbero venduto bene in Giappone per ovvi motivi ma fuori le vendite sarebbero state un disastro.
Anche perché, se fosse come dici tu, perché limitare le vendite dei tuoi giochi solamente a chi ha la tua console?

>BotW… che era cross-gen, fra l'altro.

è irrilevante considerando quanto poco abbia venduto Wii U (neanche 20mln contro 140 di Switch e la gen non è neanche finita), inoltre è arrivato su Wii U solo dopo l'uscita di Switch quindi non è stato mai un fattore di acquisto per Wii U.

>L'unica differenza è che ogni tanto Sony fa uscire qualche titolo esclusivo bello, mentre Microsoft ad oggi ha prodotto (quasi) soltanto monnezza. Se tutto è identico ma da una parte c'è God of War e dall'altra c'è Redfall, che me la compro a fare Xbox.

Sì, è quello che sto dicendo

>Quindi per certi versi sì, le esclusive stanno vendendo PS5… ma anche no. Il punto è che, di base, la gente desidera una home console next-gen. Ne avrebbe comprata una a prescindere, ma opta per PS5 perché è quella meno peggio

Correzione: la gente sta comprando/ha comprato quella leggermente più costosa (in termini di servizi e di giochi nonché di console stessa soprattutto quando c'era mancanza di disponibilità di PS5 post COVID e pur di averla la prendevano a prezzo maggiorato bagarinato) nonostante sia peggiore sia dal punto di vista tecnico che di servizi.
Questo succede proprio per via della forza del brand e di una lunga storia di reputation e fiducia costruiti nel tempo grazie alle esclusive.

>Se negli ultimi quattro anni Sony avesse fatto uscire il doppio delle esclusive, PS5 non avrebbe venduto il doppio delle unità.

Quando hai venduto quasi quanto ha venduto PS4 nello stesso periodo, che è la tua seconda console di sempre per vendite (PS2 sarà sempre irraggiungibile) e considerando che PS4 non ha avuto il covid e l' inflazione che ne è scaturita direi che fare il doppio delle vendite sarebbe stato impossibile anche se avessero pubblicato il quadruplo delle esclusive, ma di sicuro i numeri sarebbero stati ancora maggiori.
E ricordiamo anche che ai tempi di PS4 giochi Sony su PC non ce n'erano: a meno di HZD e Death Stranding usciti su PC solo qualche mese prima di PS5 le esclusive erano esclusive e non temporali.

 No.146862

>>146861
>Perdonami ma…
Switch è uscita a marzo 2017. Già a dicembre 2017 aveva venduto più di Wii U, nonostante avesse due giochi in croce. La gente voleva la console perché la console stessa era figa, esclusive o meno.
E comunque dei titoli che hai citato, Animal Crossing prima di New Horizons non vendeva un cazzo. Luigi's Mansion figurati. Mario Kart c'era pure su Wii U: lo stesso capitolo fra l'altro, la versione Switch è un port. Pikmin è contemporaneamente un gioco di nicchia (su Wii U) e un system seller (su Switch)..?

E poi Splatoon, Mario Maker, Monster Hunter 3U, New Super Mario Bros. U, Smash Bros. C'era un botto di roba su Wii U.

>Inoltre la Wii U era proprio una console brutta e concettualmente scomoda.

Esatto. Nintendo avrebbe potuto sfornare un BotW all'anno, quella console non se la sarebbe comprata comunque nessuno. Era concettualmente sbagliata.
Cercava di infilarsi in un mercato home console già saturo con PS4 e Xbox One, con una macchina debole su cui i titoli third-party next-gen non giravano, strizzando l'occhiolino a un pubblico di mamme casual che già da anni non esisteva più.

>non è credibile la gente che acquista una switch avendo già Ps/Xbox o un PC

Perché no? Molta gente ha sia un "main gaming device" (PlayStation, Xbox, PC) che Switch. Molti preferiscono compare la versione Switch dei giochi (o persino li ricompra) perché li vuole giocare in portabilità.

>è irrilevante considerando quanto poco abbia venduto Wii U

Come irrilevante? BotW ha venduto più su Switch che su Wii U fin da subito, nonostante Wii U avesse una base installata di gran lunga maggiore. La gente comprava la versione Switch di BotW senza possedere ancora la console, perché Switch nei negozi non si trovava.

Se Switch non fosse uscita fino al 2018, pensi che tutti avrebbero comprato un Wii U per la grande esclusiva BotW? Ovviamente no, avrebbe fatto la fine di tutti gli altri capolavori su quella console: grandi recensioni, grandi chiacchiere su YouTube, 2 milioni di copie vendute.

>Sì, è quello che sto dicendo

Ma quel che sto dicendo io è che una home console next-gen avrebbe venduto comunque. Fatta da Sony, Microsoft o Sega, non importa. Perché la gente DESIDERA una home console next gen, proprio come DESIDERA Switch.
Poi ovviamente Xbox doveva affrontare una strada in salita perché la console precedente è stata un disastro, su questo siamo tutti d'accordo. Ma in salita non significa impossibile, vedi Switch appunto.

Il problema di Xbox è che non si contraddistingue in nulla. Switch è portatile; il PC è libertà; PS5 e Series X sono la stessa cosa, ma su PS5 c'è Horizon. C'è un motivo se Series S sta vendendo quattro volte meglio rispetto a Series X: il suo elemento di distinzione è che costa poco.

Food analogy inc. Puoi comprare una caffettiera, oppure la stessa caffettiera allo stesso prezzo ma con un bicchiere in omaggio. Ovviamente prendi la seconda, ma non è che "I bicchieri vendono le caffettiere!!!" Tu di base volevi comprare una caffettiera, l'avresti comprata comunque… ma dovendo scegliere, tanto vale portarsi a casa pure un bicchiere.

Esempio alternativo. Se Microsoft avesse gettato la spugna la scorsa generazione, e PS5 fosse l'unica console next-gen sul mercato, e Sony facesse uscire tutti i suoi giochi pure su PC sin dal Day-1… pensi che PS5 avrebbe venduto meno? Io non credo proprio, nonostante in questo scenario sarebbe una console con zero (letteralmente zero) esclusive.
Nintendo con Switch si è trovata proprio in questa situazione. Erano gli unici a proporre una console portatile, tutti gli altri avevano gettato la spugna anni prima.

>direi che fare il doppio delle vendite sarebbe stato impossibile

Ovviamente la mia era un'iperbole. Quel che intendevo dire è che la domanda per PS5 non sarebbe stata significativamente maggiore anche con un maggior numero di esclusive.

>E ricordiamo anche che ai tempi di PS4 giochi Sony su PC non ce n'erano

Appunto. PS4 ha venduto peggio nonostante avesse più esclusive. Quindi 'sti giochi esclusivi non è che siano poi così fondamentali per il successo di una console. Pure Sony l'ha capito, mica son scemi che stanno iniziando a vendere i loro giochi su Steam.

 No.146878

>>146831
non hanno comprato un botto di studi, tra cui tutta activision? credevo che avrebbero avuto un sacco di giochi in esclusiva e avrebbero fatto il culo alla sony

 No.146879

>>146878
I giochi esclusivi sono usciti, ma la roba grossa (Halo Infinite, Redfall, Starfield…) ha floppato forte. E, cosa ancora peggiore, ha danneggiato l'immagine di Xbox.
I giochi più piccoli sono bellini (Hi-Fi Rush, Pentiment…), ma "videogioco d'azione musicale giapponese pazzo" e "gioco narrativo storico ambientato in un monastero tedesco medievale" non sono proprio system seller.

Quando hanno provato a comprare Activision per rendere Call of Duty esclusivo (CHIARAMENTE era questo l'obiettivo, non prendiamoci in giro), Microsoft s'è presa denunce da metà dei regolatori mondiali.
Questo ha ritardato l'acquisizione di oltre un anno, e hanno pure dovuto promettere che in futuro faranno i bravi bambini: "Nooo, ma che monopolio! Ma certo che continueremo a fare uscire i giochi su altre piattaforme…"

E comunque secondo me dovevano provare a comprare EA, altro che Bethesda (il cui ultimo gioco decente è uscito dieci anni fa) e Activision (con la Blizzard in declino, e Call of Duty che sarà pure un nome grosso ma alla fine è uno sparatutto come tanti altri). Han proprio buttato soldi a caso: per 70 miliardi poi, follia pure.
E Sony ha risposto comprando Bungie per 3,6 miliardi, pagliacci pure loro. Sai quanti Helldivers 2 ci finanziavano con tre miliardi di dollari.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]