[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/x/ - Ics

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
Nome
Email
Oggetto
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]  [Catalogo]  [Ricarica]  [Archivio]  —   


File: 00rpifs.jpg (39,39 KB, 620x400)

 No.2397[Rispondi]

In antartide ci nascondono robe

 No.2398

Ebbasta cazzo



File: uhw8fa.jpg (45,26 KB, 740x678)

 No.2386[Rispondi]

Secondo molti contattisti il primo dicembre ci sarà l'incontro della nostra civiltà con i famosi Annunaki.
I maya si sono sbagliati di 10 anni

 No.2387

File: ru4i1q.jpg (129,86 KB, 348x540)

File: d9ufsw.jpg (90,95 KB, 347x540)

Non hai capito un cazzo anon. Il mondo è finito il 22 dicembre 2012, noi eravamo dalla parte sbagliata e siamo rimasti qui, comprendendo che non esiste una parte sbagliata eppure senza riuscire a vedere l'unità.

 No.2395

>>2387
31 marzo 2019 vi dice nulla?

 No.2396

>>2395

Cosa sarebbe successo il 31/3/19? Io non ricordo nulla di strano



File: m3lxfua.jpg (63,65 KB, 500x472)

 No.2393[Rispondi]

Ditemi cosa vedete


File: 1649859933933.jpg (80,1 KB, 624x608)

 No.2388[Rispondi]

c'è qualcuno che si interessa di astologia vedica qui?

immagine non correlata

 No.2389 SALVIA!

Ma almeno impegnati un po' ad aprire questi fili, no?

 No.2390




File: 8qohn4.jpg (344,86 KB, 1080x1723)

 No.2368[Rispondi]

Ma è vera questa cosa che la scienza non riesce a spiegare la presenza dei segni "in negativo" del corpo sulla Sindone?
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2379

>>2377
Il test del carbonio non ha dato nessuna data errata, è una palla che (si)raccontano i cattocucchi.

 No.2381

>>2377
>>2379
il fatto che abbia preso fuoco ha sminchiato il test del carbonio 14.

 No.2382

>>2381
>Eh ma à stato lo foco
>Come se non potessero separare la fuliggine dal tessuto.
Eccola la palla che dicevo sopra.

 No.2383

>>2382
La misurazione del contenuto di radiocarbonio (isotopo 14) è un metodo di grande utilità che viene regolarmente impiegato in svariati campi e in particolare in archeologia. Serve a stimare l’età di qualsiasi reperto che contenga carbonio di origine organica (vegetale come legno, lino, cotone, o animale come lana, osso, pergamena). Si effettua misurando con sufficiente precisione il contenuto di radioisotopo nel reperto. Più il reperto è antico, minore è la quantità di radioisotopo presente. L’età può essere stimata su un arco di tempo che va da pochi secoli fino a diverse decine di migliaia di anni. La precisione è notevole (almeno per reperti non troppo antichi), dato che si può arrivare a contenere l’errore entro alcuni decenni soltanto.

Nel caso di tessuti come la Sindone, il carbonio misurato è quello contenuto nel lino e l’età stimata è quella dell’epoca in cui la pianta di lino fu coltivata. Alla stessa epoca fu ottenuto il filato e, probabilmente, fu tessuto il telo. Quanto all’esecuzione dell’immagine impressa sulla Sindone, invece, essa potrebbe essere posteriore, se venne usato un telo che allora era già vecchio. Quindi il test misura l’età del filato di lino ma non direttamente l’età dell’immagine, che potrebbe essere stata eseguita in seguito.

Nel 1988 tre laboratori, a Oxford, Zurigo e Tucson (Arizona), datarono al radiocarbonio il tessuto della Sindone con il metodo AMS (spettrometria di massa con acceleratore). In totale furono eseguite dodici misurazioni indipendenti. I risultati furono concordanti, nei limiti delle incertezze prevedibili con i mezzi tecnici dell’epoca. L’esito fu un intervallo di date fra il 1260 e il 1390, in perfetto accordo con i dati storici che vedono la prima comparsa della Sindone attorno al 1350.

 No.2384

>>2383
Ah errata nel senso che è un falso, io intendevo quello.



File: 210215_r37909.jpg (92,47 KB, 1705x852)

 No.1982[Rispondi]

Ascoltami Anon. Sono abbastanza certo d'essere canonicamente sano di mente. Un po' depresso, ma nulla di ingestibile. Sono stato, volontariamente, in terapia per un po'. Ho un buon rapporto con la mia percezione della realtà. Ateo, tranquillamente; scettico, con garbato riserbo. Non sento il bisogno di forzare le mie idee sugli altri.

Il problema sono le Ombre. Problema… oddio, neanche tanto; le 'sento' da quando ho memoria. Tant'è che, per molto tempo, ho pensato fosse qualcosa di normale. Invece no.

Cercherò di chiarire: non le 'sento' in termini uditivi o tattili. Nemmeno posso dire di vederle. Non interagiscono con me, o con l'ambiente circostante. Non parlano, non gesticolano, non comunicano. Non impediscono nessuna normale attività durante il giorno o la notte.

Alle poche persone a cui ne ho parlato, ho provato a descriverne così la percezione: è come avere un senso in più. Una vista sfocata calibrata du una 'diversa luce'. Non sono i miei occhi - intesi come organi - a vederle. E' una specie di… radar, ecolocalizzatore, che mi comunica la loro presenza.

Dovessi cercare di paragonarlo a qualcosa di più tangibile, è come se questo 'radar' disegnasse attorno a me una vastita piatta. Di tanto in tanto, in questa vastità si trovano delle flessioni. Dei 'pesi'. Come se distendeste un telo di vinile e vi possaste al centro un uovo. Io non vedo chiaramente l'uovo, ma so esattamente dove il telo flette sotto il peso dell'uovo.

Ombre pesanti. Sono spesso accumulate in luoghi precisi. Ad esempio, nella casa dove ora vivo non ne sento mai. Nell'appartamento precedente, una giungeva spesso. Nella vecchia casa di famiglia sono assenti; nello stesso paese, sulla vecchia strada che va al cimitero ne conto una dozzina.
Non si trovano mai in posti da 'horror da quattro soldi'. Non è qualcosa che possa mettere in relazione con la morte, anime o fantasmi.

L'unica correlazione par essere con le 'strane architetture'. Spesso il trigger d'allarme si manifesta in presenza di strutture - oserei dire - fuori posto. Che so, una villa Liberty tra una serie di palazzi anni '60. Architetture peculiari, dalle forme e dai colori fuori contesto.

Post troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.
48 post e 3 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2367 SALVIA!

>>2366
Quello non è Dio, quella è un'illusione creata dalla tua mente che ha pietà della tua stessa coscienza.

 No.2370

>>2367
Se così fosse, tu staresti messo peggio di me.

 No.2371

>>2370
Perché mai, mio caro pseudomistico da camerett?

 No.2378

>>2355
Non larpo. Purtroppo per me, detto da ironico razionalista, non ho evidenza di altri sintomi aderenti alla Schizofrenia :-\ così fosse, mi piglierei le mie belle pasticchette ed amen, gg.

Oramai ci rido su. Non hanno nessuna influenza sul mio quotidiano. La mia miglior teoria è un corto-circuito paranoide dei fondamentali istinti di sopravvivenza. Un po' come la paura del buio.

 No.2380

>>2378
Ma iniziare a fare dei test con le ombre, no? Deve sempre essere o lo spirito o la schizofrenia?



 No.2331[Rispondi]

Come replicare la cosa:

>aprire un synth

>impostare preset default saw wave
>disattivare gli effetti echo e reeverb
>tenere premuto un tasto qualsiasi del pianoforte, il Do standard va benissimo

Cosa ci si aspetta: sentire una normale saw wave dal suono regolare e costante
Cosa succede invece: a questa onda c'è un overlay di un suono che ricorda il suono di una fontana, campane in lontananza, o una impercettibile voce robotica che fa "trac trac trac trac"

Poi ci sono altri fenomeni, per esempio se stoppo bruscamente l'onda le mie orecchie generano un suono che ricorda vagamente l'effetto bit crusher di tale onda che stavo ascoltando, la transizione dura meno di un secondo.
Esistono libri che parlano di questa cosa? Pensavo di sfruttarli a mio vantaggio per costruire la macchina dei sogni definitiva

 No.2340

Non mi ricordo se ne avevo scritto anche qui, ma avevo imbastito una serie di rituali che mimavano gli esperimenti goetici di Phil Hine: si procede come di consueto, ma si fanno passare delle registrazioni ambientali in uno speech-to-text overfittato e comunichi coi demoni tramite questa interfaccia. Dovresti chiedere di entrare nel nuovo forum di Rubimasco.

 No.2345

>nuovo forum di Rubimasco

Link?

 No.2354 SALVIA!

File: 16ebi8.jpg (18,63 KB, 259x194)

op qui, sono triste perché nessuno vuole parlare di questa cosa, evidentemente sono noioso senza saperlo



File: Giorgio-de-Chirico-Mistero….jpg (157,36 KB, 755x927)

 No.2350[Rispondi]

Buonasera /x/, mi piacerebbe approfondire la mia conoscenza in merito all'oniromanzia, ovvero l'arte divinatoria basata sull'interpretazione dei sogni.
Potete consigliarmi dei validi testi di riferimento?

 No.2352

Ann Faraday. </filo> Ora senza presunzione: c'è un filone della ricerca neurologica contemporea che considera i sogni come un prodotto casuale di alcuni fenomeni fisici che avvengono nel cervello (vedi Metzinger in Ego tunnel e compagni); a mio parere non è così, altrimenti non avrebbe alcun senso l'efficace interpretazione psicologica che si può dare ai sogni. Da un punto di vista empirico ci sono passi avanti (c'era un bellissimo articolo su arxiv su possibili effetti quantistici di alcuni farmaci e quindi sui sogni - adesso non riesco a ritrovarlo sorry). Insomma: la tana del bianconiglio è profonda. Da un punto di vista pratico: i sogni riguardano spesso l'immediato passato, è roba rimasta in sospeso nel cervello e che viene rielaborata nella notte. Non leggo a riguardo da un annetto, ci potrebbero essere sviluppi recentissimi, ma alla fine della fiera la miglior ricerca è quella personale: tieni un diario dei sogni (leggiti il liber MMM), cerca di estrapolare dei simboli (letture: Ann Faraday appunto; se sei incline al linguaggio magico ti consiglio Bill Whitcomb che ti può aprire una bella strada; Crowley e Skinner sono esempi importanti).

 No.2353

>>2352
Molte grazie.



 No.2347[Rispondi]

raccontaci delle tue esperienze col voodoo, /x/.

inoltre, cosa ne pensi di michael bertiaux?

 No.2348

>michael bertiaux
L'ennesimo pedofilo schizofrenico che ha capitalizzato sulla scia darkettona aperta da Kenneth Grant. Se qualcuno è interessato, faccio un buon prezzo per una copia incellophanata di Ontological Graffiti.

 No.2349

File: bertiaux_lucky.jpeg (31,12 KB, 421x587)

>>2348
io ho quest'edizione limitata del 2004. per quanto riguarda ritualistica varia coi loa è molto interessante e più di 15 anni fa ho integrato in quella che all'epoca era la mia amatorialissima pratica da chaote - tant'è che tutt'ora credo di star traendo qualche beneficio (e relative larve astrali probabilmente lol). detto ciò, siamo tutti d'accordo che kenneth grant rappresenti l'industrializzazione moderna di thelema, ma non per questo metodi et similia sono da buttare via IMHO.

 No.2351

>>2349
>Ontologia I
Non l'ho letto, parer mio Bertiaux andrebbe letto vagamente sequenzialmente, ovvero a partire dal Monachesimo dei Sette Raggi e non son mai finito su Ontologia. Bertiaux può esser utile appunto per aprire il Liber 231, ma la situazione moderna è così un merdaio che non credo sia risolvibile teoricamente: devi provare, confutare o accettare e al momento nessuno può dirti niente. Magari in cento anni avremo un tizio tipo Kirkegaard che spacca tutto e mostra il nuovo sistema, ma per ora stiamo così.



File: Matissedance.jpg (170,96 KB, 874x575)

 No.2329[Rispondi]

sono un negro che non sa googlare: riti orgiastici. Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati? E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica? perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2336

>>2334
non c'erano i libri quindi le puttanate si dissipavano nel corso dei secoli, invece con l'invenzione della scrittura la materia fecale persiste per un tempo indefinito, per fortuna la secolarizzazione sta lentamente tirando lo sciacquone

 No.2337

adesso si chiamano rave

 No.2339 SALVIA!

>>2336
Hai ragione, i Veda non si tramandano (oralmente!) dal doppio del tempo, no, no.

 No.2341

>>2337
Se vado a un rave dici che rischio di trombare? Pure se non conosco nessuno? Frega un cazzo della droga e della musica. Un po' difficile è capire dove e quando li organizzano probabilmente, non essendo legalissimi

 No.2342

>Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati?
Non c'erano i cristocucchi
>E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica?
Sono arrivati i cristocucchi
>perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
Perché il cristocucchismo ha presa soprattutto tra i poveri stupidi



  [Torna in cima]   [Catalogo]
Elimina post [ ]
Precedente [1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]