[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/x/ - Ics

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
Nome
Email
Oggetto
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]  [Catalogo]  [Ricarica]  [Archivio]  —   


File: 1649859933933.jpg (80,1 KB, 624x608)

 No.2388[Rispondi]

c'è qualcuno che si interessa di astologia vedica qui?

immagine non correlata

 No.2389 SALVIA!

Ma almeno impegnati un po' ad aprire questi fili, no?

 No.2390


 No.2410

il mio segno è il negraccio



File: 210215_r37909.jpg (92,47 KB, 1705x852)

 No.1982[Rispondi]

Ascoltami Anon. Sono abbastanza certo d'essere canonicamente sano di mente. Un po' depresso, ma nulla di ingestibile. Sono stato, volontariamente, in terapia per un po'. Ho un buon rapporto con la mia percezione della realtà. Ateo, tranquillamente; scettico, con garbato riserbo. Non sento il bisogno di forzare le mie idee sugli altri.

Il problema sono le Ombre. Problema… oddio, neanche tanto; le 'sento' da quando ho memoria. Tant'è che, per molto tempo, ho pensato fosse qualcosa di normale. Invece no.

Cercherò di chiarire: non le 'sento' in termini uditivi o tattili. Nemmeno posso dire di vederle. Non interagiscono con me, o con l'ambiente circostante. Non parlano, non gesticolano, non comunicano. Non impediscono nessuna normale attività durante il giorno o la notte.

Alle poche persone a cui ne ho parlato, ho provato a descriverne così la percezione: è come avere un senso in più. Una vista sfocata calibrata du una 'diversa luce'. Non sono i miei occhi - intesi come organi - a vederle. E' una specie di… radar, ecolocalizzatore, che mi comunica la loro presenza.

Dovessi cercare di paragonarlo a qualcosa di più tangibile, è come se questo 'radar' disegnasse attorno a me una vastita piatta. Di tanto in tanto, in questa vastità si trovano delle flessioni. Dei 'pesi'. Come se distendeste un telo di vinile e vi possaste al centro un uovo. Io non vedo chiaramente l'uovo, ma so esattamente dove il telo flette sotto il peso dell'uovo.

Ombre pesanti. Sono spesso accumulate in luoghi precisi. Ad esempio, nella casa dove ora vivo non ne sento mai. Nell'appartamento precedente, una giungeva spesso. Nella vecchia casa di famiglia sono assenti; nello stesso paese, sulla vecchia strada che va al cimitero ne conto una dozzina.
Non si trovano mai in posti da 'horror da quattro soldi'. Non è qualcosa che possa mettere in relazione con la morte, anime o fantasmi.

L'unica correlazione par essere con le 'strane architetture'. Spesso il trigger d'allarme si manifesta in presenza di strutture - oserei dire - fuori posto. Che so, una villa Liberty tra una serie di palazzi anni '60. Architetture peculiari, dalle forme e dai colori fuori contesto.

Post troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.
48 post e 3 immagini omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2367 SALVIA!

>>2366
Quello non è Dio, quella è un'illusione creata dalla tua mente che ha pietà della tua stessa coscienza.

 No.2370

>>2367
Se così fosse, tu staresti messo peggio di me.

 No.2371

>>2370
Perché mai, mio caro pseudomistico da camerett?

 No.2378

>>2355
Non larpo. Purtroppo per me, detto da ironico razionalista, non ho evidenza di altri sintomi aderenti alla Schizofrenia :-\ così fosse, mi piglierei le mie belle pasticchette ed amen, gg.

Oramai ci rido su. Non hanno nessuna influenza sul mio quotidiano. La mia miglior teoria è un corto-circuito paranoide dei fondamentali istinti di sopravvivenza. Un po' come la paura del buio.

 No.2380

>>2378
Ma iniziare a fare dei test con le ombre, no? Deve sempre essere o lo spirito o la schizofrenia?



File: Giorgio-de-Chirico-Mistero….jpg (157,36 KB, 755x927)

 No.2350[Rispondi]

Buonasera /x/, mi piacerebbe approfondire la mia conoscenza in merito all'oniromanzia, ovvero l'arte divinatoria basata sull'interpretazione dei sogni.
Potete consigliarmi dei validi testi di riferimento?

 No.2352

Ann Faraday. </filo> Ora senza presunzione: c'è un filone della ricerca neurologica contemporea che considera i sogni come un prodotto casuale di alcuni fenomeni fisici che avvengono nel cervello (vedi Metzinger in Ego tunnel e compagni); a mio parere non è così, altrimenti non avrebbe alcun senso l'efficace interpretazione psicologica che si può dare ai sogni. Da un punto di vista empirico ci sono passi avanti (c'era un bellissimo articolo su arxiv su possibili effetti quantistici di alcuni farmaci e quindi sui sogni - adesso non riesco a ritrovarlo sorry). Insomma: la tana del bianconiglio è profonda. Da un punto di vista pratico: i sogni riguardano spesso l'immediato passato, è roba rimasta in sospeso nel cervello e che viene rielaborata nella notte. Non leggo a riguardo da un annetto, ci potrebbero essere sviluppi recentissimi, ma alla fine della fiera la miglior ricerca è quella personale: tieni un diario dei sogni (leggiti il liber MMM), cerca di estrapolare dei simboli (letture: Ann Faraday appunto; se sei incline al linguaggio magico ti consiglio Bill Whitcomb che ti può aprire una bella strada; Crowley e Skinner sono esempi importanti).

 No.2353

>>2352
Molte grazie.



 No.2347[Rispondi]

raccontaci delle tue esperienze col voodoo, /x/.

inoltre, cosa ne pensi di michael bertiaux?

 No.2348

>michael bertiaux
L'ennesimo pedofilo schizofrenico che ha capitalizzato sulla scia darkettona aperta da Kenneth Grant. Se qualcuno è interessato, faccio un buon prezzo per una copia incellophanata di Ontological Graffiti.

 No.2349

File: bertiaux_lucky.jpeg (31,12 KB, 421x587)

>>2348
io ho quest'edizione limitata del 2004. per quanto riguarda ritualistica varia coi loa è molto interessante e più di 15 anni fa ho integrato in quella che all'epoca era la mia amatorialissima pratica da chaote - tant'è che tutt'ora credo di star traendo qualche beneficio (e relative larve astrali probabilmente lol). detto ciò, siamo tutti d'accordo che kenneth grant rappresenti l'industrializzazione moderna di thelema, ma non per questo metodi et similia sono da buttare via IMHO.

 No.2351

>>2349
>Ontologia I
Non l'ho letto, parer mio Bertiaux andrebbe letto vagamente sequenzialmente, ovvero a partire dal Monachesimo dei Sette Raggi e non son mai finito su Ontologia. Bertiaux può esser utile appunto per aprire il Liber 231, ma la situazione moderna è così un merdaio che non credo sia risolvibile teoricamente: devi provare, confutare o accettare e al momento nessuno può dirti niente. Magari in cento anni avremo un tizio tipo Kirkegaard che spacca tutto e mostra il nuovo sistema, ma per ora stiamo così.



File: Matissedance.jpg (170,96 KB, 874x575)

 No.2329[Rispondi]

sono un negro che non sa googlare: riti orgiastici. Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati? E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica? perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2336

>>2334
non c'erano i libri quindi le puttanate si dissipavano nel corso dei secoli, invece con l'invenzione della scrittura la materia fecale persiste per un tempo indefinito, per fortuna la secolarizzazione sta lentamente tirando lo sciacquone

 No.2337

adesso si chiamano rave

 No.2339 SALVIA!

>>2336
Hai ragione, i Veda non si tramandano (oralmente!) dal doppio del tempo, no, no.

 No.2341

>>2337
Se vado a un rave dici che rischio di trombare? Pure se non conosco nessuno? Frega un cazzo della droga e della musica. Un po' difficile è capire dove e quando li organizzano probabilmente, non essendo legalissimi

 No.2342

>Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati?
Non c'erano i cristocucchi
>E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica?
Sono arrivati i cristocucchi
>perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
Perché il cristocucchismo ha presa soprattutto tra i poveri stupidi



File: combo (5)-U31102073737831B….jpg (23,62 KB, 656x367)

 No.2305[Rispondi]

"Ho scoperto una tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore. Ho perduto la gioia di vivere. La potenza mi fa paura. Non scriverò più nulla!"

Qualche teoria su cosa intendesse? Qualcuno che ha letto le sue lettere saprebbe dirmi se ha riferito qualcosa in più a tal proposito?
2 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2308

>>2307
Ma il Sol per definizione è la quinta del Do, che solo per convenzione in occidente ha una frequenza prefissata. Per esempio, in India il Sa (il loro Do) viene accordato a partire dal particolare flauto o è a scelta del cantante. Immagina che casino accordare ogni volta il pianoforte! E se parliamo di frequenze concrete, la quinta è il pitagorico 3/2 o il temperato 2^(7/12)? Non sono domande retoriche banali, ma fondamentalmente mistiche (addizione = Creazione da Dio all'Uomo, moltiplicazione = rivelazione dall'Uomo a Dio, esponenziazione = ???). Purtroppo però stiamo parlando senza contesto; non sappiamo neppure se queste corrispondenze siano classiche o private. Sai cosa sia stato pubblicato o se perlomeno ci sia un archivio?

 No.2309

>>2308
So che sono state pubblicate alcune delle sue lettere, si può trovare una raccolta su libgen ma non le ho lette e non so se ci sia niente di interessante. Ma forse proprio perché intendeva la quinta musicale che non ha un valore assoluto ma relativo si può adattare a tutte le diverse accordature. Comunque il verde lo spiegava con il fatto che era il colore al centro dell'arcobaleno, non so esattamente che intendesse ma supponibilmente riteneva che fosse al centro fra il mondo sottile e il mondo materiale. Forse lo stesso discorso vale per la quinta musicale…

 No.2310

vecchi fascisti rincoglioniti che sono impazziti per giustificare la loro sconfitta totale

 No.2317

>>2310
Vecchi fascisti rincoglioniti verso cui andavano gente come Mussolini e Kenney?

 No.2327

dai, su, so che c'è gente intelligente qui. proponete qualche teoria



 No.2322[Rispondi]

>è appenuto

 No.2326

Aspetto il video degli autori, oppure bisognerà gridare al complottoh.



 No.2289[Rispondi]

Video italiano trovato a cazzo su Youtube, con poche views. Probabilmente è uno scherzo che ha fallito nel diventare virale (il lieno sembra troppo un pupazzo con la marmellata di ciliegie spalmata sopra) peró comunque molto uncanny.
Insomma, gli lieni esistono?
Vorrei aprire su /x/ ma non so se il video embeddato verrà automaticamente reindirizzato su /yt/

 No.2291 SALVIA!

no, noi siamo i primi

 No.2302

secondo me è vero

 No.2303

>>2302
A me sembra finto, peró mi ha fatto comunque venire la pelle d'oca

 No.2304

voglio belivvere



File: 0d8eia.jpg (274,05 KB, 800x533)

 No.2286[Rispondi]

>Chi non conosce la storia è destinato a ripeterla.
Non so un cazzo di storia orientale e forse l'esempio virtuoso(?) della Cina neoconfuciana dopo la dinastia Song potrebbe motivarmi a uno studio serio di… quel coglione di Guenon. Insomma, se ho capito qualcosa, è stato un periodo di riscoperta delle tradizioni, dopo un caos filosofico simile alla nostra epoca. Posto qui e non su /cul/ così possiamo parlare liberamente di autori esoterici.
3 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2292

La prima cosa che impari studiando la storia e' che studiandola capisci come andranno le cose, dato che la natura umana e' rimasta bene o male la stessa.
La seconda e' che studiare storia non serve a un cazzo, dato che nessuno studia la storia e che nessuno ti ascoltera' quando dirai: "vedete che andra' a finire come dico io".

 No.2293

>>2292
Sì, ok, ma questo è un filo sulla dinastia Song e i parallelismi fra quell'epoca e la nostra.

 No.2294

>>2293
Quali sarebbero i parallelismi?

 No.2298

>>2294
Rileggi OP, però.

 No.2301

File: original.jpg (318,62 KB, 1115x1280)

A me dal punto di vista esoterico/spirituale sembra esattamente il contrario.
Chi conosce la storia viene contaminato con i meme/il karma della generazione precedente, ed è DESTINATO a ripeterla.
Chi non sa niente, partendo con la mente pulita, ha la libertà di costruire il proprio destino.
Personalmente è qualcosa che ho sperimentato anche nella vita personale, come tutti credo, soprattutto IN ITALIA, che è un paese con una morale e un'eggregora religiosa molto pesante.
Fate a caso come nelle notizie c'è un continuo richiamo al DVCCIE e a cose successe cent'anni fa, e l'unico risultato è che la gente, vivendo ancora in quel meme, tende a ricadere negli stessi errori di cent'anni fa (guarda solo a cosa sta succedendo in Russia).

Personalmente da bambino/adolescente ho sempre fatto le cose a modo mio, spesso con successo, poi è arrivato il feedback esterno degli adulti del tipo "eeeeh Anon ma così fallirai", e puntualmente è arrivato il fallimento, perché io ero venuto a conoscenza del concetto stesso di fallimento, qualcosa che nella mia vita non avevo mai sperimentato.

C'è da dire che ovviamente si può lavorare su se stessi e imparare a vivere in mezzo alla gente senza essere contaminati dall'eggregora.

Tornando più vicino a quando dice in OP, direi che comunque la storia/il tempo si sviluppa in modo frattale, così nel piccolo così nel grande insomma. Il parallelismo tra la dinastia Song e la nostra epoca esiste nella misura in cui esiste un parallelismo tra ogni ciclo di nascita, apogeo ed ipogeo, sia esso la vita di un fiore, un eone o una giornata di 24 ore.
Vale la pena di informarti e conoscerlo se ti senti attratto da esso in qualche modo, ma dubito possa fornirti particolari insight sull'epoca attuale al netto di quello che eventualmente vuoi trovarci tu. Insomma, come si suol dire, non troverai nulla di nuovo sotto al sole.



File: psichedelic thunderdome.webp (49,77 KB, 905x600)

 No.2295[Rispondi]

Lassio qui anche se forse andava su /42/ boh vedete voi.

 No.2296

Ok grazie

 No.2297

Faccio andare agli ottavi sicuro: Huxley, Castaneda, Hubbard, Burroughs, Shulgin, Leary, Whitehead, Dick. Partita combattuta fra McKenna-Lilly, Ginsberg-RAW, Crowley-McLuhan. Salcazzo gli altri.

 No.2299

Dai che la finale è ovviamente Hofmann contro Dick.
Spareggio terzo posto Huxley vs Hunter Thompson.
Nessuno vince, non c'è da vincere.

 No.2300

Semifinale Shulgin-Mckenna assicurata, mi spiace per il buon Terence che perderà ai rigori.

Certo che mettere Leary-Thompson al primo turno è proprio errore.

Quando ho tempo aggiorno la pic



  [Torna in cima]   [Catalogo]
Elimina post [ ]
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]