[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/x/ - Ics

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
Nome
Email
Oggetto
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]  [Catalogo]  [Ricarica]  [Archivio]  —   


File: Matissedance.jpg (170,96 KB, 874x575)

 No.2329 [Rispondi]

sono un negro che non sa googlare: riti orgiastici. Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati? E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica? perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
4 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2336

>>2334
non c'erano i libri quindi le puttanate si dissipavano nel corso dei secoli, invece con l'invenzione della scrittura la materia fecale persiste per un tempo indefinito, per fortuna la secolarizzazione sta lentamente tirando lo sciacquone

 No.2337

adesso si chiamano rave

 No.2339  SALVIA!

>>2336
Hai ragione, i Veda non si tramandano (oralmente!) dal doppio del tempo, no, no.

 No.2341

>>2337
Se vado a un rave dici che rischio di trombare? Pure se non conosco nessuno? Frega un cazzo della droga e della musica. Un po' difficile è capire dove e quando li organizzano probabilmente, non essendo legalissimi

 No.2342

>Com'è possibile che nell'antichità fossero così diffusi e tollerati?
Non c'erano i cristocucchi
>E come hanno fatto a sparire, considerando quanto fossero diffusi e quanto fosse importante la loro (presunta) funzione apotropaica?
Sono arrivati i cristocucchi
>perché oggi se pensiamo alle orge ci vengono in mente i salotti di Berlusconi o le festicciole delle celebrità, ma nessun esempio di orgia "popolare" nonostante in origine scaturissero proprio dal basso?
Perché il cristocucchismo ha presa soprattutto tra i poveri stupidi



File: combo (5)-U31102073737831B….jpg (23,62 KB, 656x367)

 No.2305 [Rispondi]

"Ho scoperto una tremenda legge che lega il colore verde, la quinta musicale ed il calore. Ho perduto la gioia di vivere. La potenza mi fa paura. Non scriverò più nulla!"

Qualche teoria su cosa intendesse? Qualcuno che ha letto le sue lettere saprebbe dirmi se ha riferito qualcosa in più a tal proposito?
2 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2308

>>2307
Ma il Sol per definizione è la quinta del Do, che solo per convenzione in occidente ha una frequenza prefissata. Per esempio, in India il Sa (il loro Do) viene accordato a partire dal particolare flauto o è a scelta del cantante. Immagina che casino accordare ogni volta il pianoforte! E se parliamo di frequenze concrete, la quinta è il pitagorico 3/2 o il temperato 2^(7/12)? Non sono domande retoriche banali, ma fondamentalmente mistiche (addizione = Creazione da Dio all'Uomo, moltiplicazione = rivelazione dall'Uomo a Dio, esponenziazione = ???). Purtroppo però stiamo parlando senza contesto; non sappiamo neppure se queste corrispondenze siano classiche o private. Sai cosa sia stato pubblicato o se perlomeno ci sia un archivio?

 No.2309

>>2308
So che sono state pubblicate alcune delle sue lettere, si può trovare una raccolta su libgen ma non le ho lette e non so se ci sia niente di interessante. Ma forse proprio perché intendeva la quinta musicale che non ha un valore assoluto ma relativo si può adattare a tutte le diverse accordature. Comunque il verde lo spiegava con il fatto che era il colore al centro dell'arcobaleno, non so esattamente che intendesse ma supponibilmente riteneva che fosse al centro fra il mondo sottile e il mondo materiale. Forse lo stesso discorso vale per la quinta musicale…

 No.2310

vecchi fascisti rincoglioniti che sono impazziti per giustificare la loro sconfitta totale

 No.2317

>>2310
Vecchi fascisti rincoglioniti verso cui andavano gente come Mussolini e Kenney?

 No.2327

dai, su, so che c'è gente intelligente qui. proponete qualche teoria



 No.2289 [Rispondi]

Video italiano trovato a cazzo su Youtube, con poche views. Probabilmente è uno scherzo che ha fallito nel diventare virale (il lieno sembra troppo un pupazzo con la marmellata di ciliegie spalmata sopra) peró comunque molto uncanny.
Insomma, gli lieni esistono?
Vorrei aprire su /x/ ma non so se il video embeddato verrà automaticamente reindirizzato su /yt/

 No.2291  SALVIA!

no, noi siamo i primi

 No.2302

secondo me è vero

 No.2303

>>2302
A me sembra finto, peró mi ha fatto comunque venire la pelle d'oca

 No.2304

voglio belivvere



File: 0d8eia.jpg (274,05 KB, 800x533)

 No.2286 [Rispondi]

>Chi non conosce la storia è destinato a ripeterla.
Non so un cazzo di storia orientale e forse l'esempio virtuoso(?) della Cina neoconfuciana dopo la dinastia Song potrebbe motivarmi a uno studio serio di… quel coglione di Guenon. Insomma, se ho capito qualcosa, è stato un periodo di riscoperta delle tradizioni, dopo un caos filosofico simile alla nostra epoca. Posto qui e non su /cul/ così possiamo parlare liberamente di autori esoterici.
3 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2292

La prima cosa che impari studiando la storia e' che studiandola capisci come andranno le cose, dato che la natura umana e' rimasta bene o male la stessa.
La seconda e' che studiare storia non serve a un cazzo, dato che nessuno studia la storia e che nessuno ti ascoltera' quando dirai: "vedete che andra' a finire come dico io".

 No.2293

>>2292
Sì, ok, ma questo è un filo sulla dinastia Song e i parallelismi fra quell'epoca e la nostra.

 No.2294

>>2293
Quali sarebbero i parallelismi?

 No.2298

>>2294
Rileggi OP, però.

 No.2301

File: original.jpg (318,62 KB, 1115x1280)

A me dal punto di vista esoterico/spirituale sembra esattamente il contrario.
Chi conosce la storia viene contaminato con i meme/il karma della generazione precedente, ed è DESTINATO a ripeterla.
Chi non sa niente, partendo con la mente pulita, ha la libertà di costruire il proprio destino.
Personalmente è qualcosa che ho sperimentato anche nella vita personale, come tutti credo, soprattutto IN ITALIA, che è un paese con una morale e un'eggregora religiosa molto pesante.
Fate a caso come nelle notizie c'è un continuo richiamo al DVCCIE e a cose successe cent'anni fa, e l'unico risultato è che la gente, vivendo ancora in quel meme, tende a ricadere negli stessi errori di cent'anni fa (guarda solo a cosa sta succedendo in Russia).

Personalmente da bambino/adolescente ho sempre fatto le cose a modo mio, spesso con successo, poi è arrivato il feedback esterno degli adulti del tipo "eeeeh Anon ma così fallirai", e puntualmente è arrivato il fallimento, perché io ero venuto a conoscenza del concetto stesso di fallimento, qualcosa che nella mia vita non avevo mai sperimentato.

C'è da dire che ovviamente si può lavorare su se stessi e imparare a vivere in mezzo alla gente senza essere contaminati dall'eggregora.

Tornando più vicino a quando dice in OP, direi che comunque la storia/il tempo si sviluppa in modo frattale, così nel piccolo così nel grande insomma. Il parallelismo tra la dinastia Song e la nostra epoca esiste nella misura in cui esiste un parallelismo tra ogni ciclo di nascita, apogeo ed ipogeo, sia esso la vita di un fiore, un eone o una giornata di 24 ore.
Vale la pena di informarti e conoscerlo se ti senti attratto da esso in qualche modo, ma dubito possa fornirti particolari insight sull'epoca attuale al netto di quello che eventualmente vuoi trovarci tu. Insomma, come si suol dire, non troverai nulla di nuovo sotto al sole.



File: psichedelic thunderdome.webp (49,77 KB, 905x600)

 No.2295 [Rispondi]

Lassio qui anche se forse andava su /42/ boh vedete voi.

 No.2296

Ok grazie

 No.2297

Faccio andare agli ottavi sicuro: Huxley, Castaneda, Hubbard, Burroughs, Shulgin, Leary, Whitehead, Dick. Partita combattuta fra McKenna-Lilly, Ginsberg-RAW, Crowley-McLuhan. Salcazzo gli altri.

 No.2299

Dai che la finale è ovviamente Hofmann contro Dick.
Spareggio terzo posto Huxley vs Hunter Thompson.
Nessuno vince, non c'è da vincere.

 No.2300

Semifinale Shulgin-Mckenna assicurata, mi spiace per il buon Terence che perderà ai rigori.

Certo che mettere Leary-Thompson al primo turno è proprio errore.

Quando ho tempo aggiorno la pic



File: 8edik55.jpg (83,48 KB, 550x485)

 No.2276 [Rispondi]

Ciao /x/, sono cabalafag. Forse mi puoi consigliare un autore (pratico) che mi permetta di uscire da questo stallo. Spaziatura alla reddit, almeno ti raccapezzi.

Per amor di conoscenza, ancora una decina di anni fa, sono diventato caosfag. In seguito sono entrato nello IOT, ma dopo un po' ho smesso di cazzeggiare e ho cominciato a interessarmi al misticismo, inizialmente filtrato attraverso un paradigma simile alla Golden Dawn; mi accorgo che non fa per me e nei mesi che vanno dalla primavera 2020 all'estate 2021, anche grazie al confronto con un "novizio" (per nulla inesperto) che seguivo per lo IOT, continuo con successo questa mia ricerca mistica. Mi pulisco di tante cazzate, fra cui la magia del caos stessa (bene) e la ritualistica (male: il rituale ha effetti psicologici sul set&setting dell'esperienza mistica futura), sistemo le fondamenta della piramide di Maslow e abbandono lo IOT, che oramai non può offrirmi né pratiche (fra cui il fondamentale Rito di Spongebob) né discussioni teoriche, visto che i miei pensieri erano diventati molto tecnici e forse intraducibili in altri paradigmi.

Da poco mi son riletto il Glasperlenspiel di Hesse e a interessarmi di musica. Con le mie ricerche sono arrivato ad Hans Kayser (attraverso Joscelyn Godwin), ma non mi soddisfano parecchio.
-Sono costruttivista, non perennialista (https://plato.stanford.edu/entries/mysticism/): l'esperienza mistica viene generata a partire dai simboli e dalla struttura (in parte innati, in parte culturali) della mente, non da una filosofia perenne esterna. Questo esclude le scuole di autori tradizionalisti (peccato perché nel Gruppo di Ur c'erano pitagorici interessanti, che davvero conoscevano la matematica moderna); potrei però far la fatica di ritradurre tutto in un paradigma costruttivista, anche se il tradizionalismo puro mi fa cringiare.
-Non sono deista, quindi logge di ricerca massonica italiane mi sono precluse.
-Ho bandito ogni superstizione, quindi questo esclude parecchie scuole cyber-/psiche-deliche, come quella di Leary (che era nello IOT, ma l'archivio era scarno).
-La cabala, nemmeno quella sinistra, non dà i frutti millantati. Forse potrei recuperare alcuni articoli di Digital Ambler (pittura relata) o Nick Farrell su paradigmi e teorie delle corrispondenze greci precabalistici, ma son comunque troppo superstiziosi.

InsomPost troppo lungo, premi qui per vedere tutto il testo.
3 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2280

File: lld7av.jpg (120,47 KB, 1011x756)

Ti rispondo io, caro anon: come ben saprai molti mistici oggi conosciuti seguono una pratica meditativa, corrispondente alla parte destra dello schema di Roland Fischer, che puoi trovare nel recente articolo di Putzu "Mystical techniques, mental
processes, and states of consciousness in Abraham Abulafia’s Kabbalah: A reassessment" (che forse avevo già linkato tempo fa) - altri mistici come Abulafia, che forse fanno al caso tuo, se non come teorie perlomeno come tecniche per giungere a stati alterati di coscienza attraverso una contemplazione intellettuale, corrispondono alla parte sinistra dello schema. Se ben noti, è una divisione già presente in P.J. Carroll, che infatti ha preso a piene mani da articoli a quel tempo innovativi sugli stati alterati di coscienza.

 No.2281

>>2276
>>2280

Ribalto la domanda a OP e anon quotato: quali letture consigliate a un totale profano che voglia iniziare a formarsi? Fatemi un percorso letterario progressivo scandito in beginner/intermediate/advanced

 No.2283

>>2281
Dipende da quali tradizioni specifiche sei interessato e se vuoi apprendere tecniche/rituali o solo nozioni intellettuali. Fin quando non rispondi, ecco due consigli pigri:
-pigliati un mattone abbastanza comune (Golden Dawn di Regardie, Magick di Crowley, Introduzione di Evola, la lista continua) e leggilo da copertina a copertina, anche se non ci stai capendo un cazzo; la lettura dovrebbe darti quale idea su come continuare anche fuori dalla tradizione di riferimento;
-leggiti solo le 20 paginette del Liber MMM di Carroll (o il Liber E + Liber O di Crowley) e lavoraci quotidianamente per sei mesi, andando a supplire liberamente altri lavori tecnici per completare le istruzioni.
Ricordati che sono tutte cazzate, non puoi modificare il mondo sparandoti una sega o recitando in camerett; devi modificare te stesso e in seguito agire sul mondo se vuoi ottenere un risultato concreto.

 No.2284

>>2283
Le tecniche vanno bene, per le tipologie non le conosco. Quindi non posso dirtele. Se mi fai un elenco però provo a vedere

 No.2285  SALVIA!




File: ch.jpg (25,98 KB, 794x794)

 No.2100 [Rispondi]

Leggi Liber Null di Peter J Carroll ed avrai tutte le risposte che cerchi.
9 post omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2119

>>2117
se è vero digli di sborrare su un paio di sigilli che così diventa ricco.

 No.2271

>>2117
Cosa ti aspettavi? Ti svelo un segreto dei segreti: Carroll nel 95 voleva fare una rivoluzione (tipo Piano Solo) e pagare un tizio (Dave Lee probabilmente) per andar in giro e organizzare lo IOT. Poi non ha fatto la barca di soldi, non riusciva più a scopare le punk tri*tedesche e ha mollato lo IOT, per ricicciare ogni tanto. La magia del caos è una perdita di tempo. Mandate affanculo Carroll ed Evola, leggete Hesse.
t. ero terzo grado e oramai non sono più soggetto al giutamento

*Germania, Austria, Svizzera

 No.2273

>>2271

Sei il bot di deachan o uno schizo totale? Di che stai parlando?

 No.2274

>>2273
Descrivevo semplicemente un evento che dimostra come Carroll non sia mai stato un maestro, solo uno schizzato che ha trovato il modo giusto per ottenere drug&sex da borderine inglesi e tedesche.

 No.2275

>>2274
come un po' tutti i "maestri" dai



File: IMG-20220125-WA0033.jpg (201,68 KB, 1472x825)

 No.2259 [Rispondi]

Anon, perché nella vita mi va tutto male?
Ho sempre fatto una vita di merda senza soddisfazioni da quando ne ho memoria, ma ultimamente, diciamo negli ultimi 2 anni, mi sono successe delle cose abbastanza pesanti, cose che ti stravolgono la vita e a cui non puoi non pensare

Mi succedono delle cose proprio fantozziane, mi sento come se l'universo mi odiasse e si divertisse ad umiliarmi.

A cosa può essere dovuto? Come posso uscirne? Mi attiro energie negative? Devo spezzare il ciclo
4 post e 1 immagine omessi. Premi "Rispondi" per visualizzare.

 No.2266

>>2260

E se fosse un caso di famiglia oggettivamente di merda e di avvenimenti oggettivamente brutti, tipo problemi gravissimo di salute ed economici?

 No.2267

>>2266
Problemi di salute ed economici sono sempre da imputare alla famiglia per genetica e situazione sociale, inutile dire che il piano economico si può risolvere quello della genetica di merda fino ad un certo punto.
Chi è causa del suo mal pianga se stesso anonimo però. Incolpare il destino di tutto è un po' facile.

 No.2268

File: 8768767.png (788,88 KB, 2220x1248)

OP qui

>>2260
Sono brave persone, anche se non mi hanno di certo abituato alla vita sociale: niente uscite o attività extrascolastiche, da piccolo sono stato pochissime volte al mare e mai in viaggio ad esempio


>>2261
Preferisco non scendere troppo nel personale ma spaziano da cose gravi come lutti/problemi economici a cose più blande come non avere mai una soddisfazione e prendere batoste in amore al limite dell'assurdo


Alla fine comunque quello che mi fa rosicare è la sensazione di frustrazione costante, di non vincere mai. Mi sento un Milhouse

 No.2269

>>2268
un abbraccio OP, in particolare per il primo punto sull'adolescenza sedentaria.

ti senti brutto o sei molto basso? e' un po' tardi ma se sei nei 20 riesci a combinare qualcosa, lavoro, nuova città e casa comfy sono un inizio.

 No.2270

>>2268
sono nato da famiglia povra, non ho mai fatto una vacanza fino a quando non me la sono pagata io, mio padre è morto quando avevo 16 anni e tra i 18 e i 20 ho seppellito 3 nonni su 4. I lutti sono una cosa imprescindibile nella vita di tutti. Le persone muoiono e tendenzialmente ci si augura che i vecchi muoiano prima di te. Cerca di accettarlo come parte della vita.



File: p9hn86.jpg (32,62 KB, 242x320)

 No.2229 [Rispondi]

 No.2235

le lessi tanto tempo fa. chi può dire se siano vere o false, è praticamente un personaggio come baba vanga. non c'è modo di sapere se siano state inventate.

 No.2253

Tipico delirio schizofrenico. Come tanti schizo, quello delirava a manetta e ha finito per azzeccare per caso qualche “profezia” tra le tantissime minchiate.

 No.2254

>>2253
Un po' si intuiva dalla faccia, d'altra parte la schizofrenia è ereditaria



File: 1651530485345.jpg (214,39 KB, 862x737)

 No.2239 [Rispondi]

Mi piacerebbe sapere di più sull'architettura dei templi e delle chiese, cioè sul perché gli spazi sono strutturati in quel modo, quali sono i significati spirituali o esoterici dei simboli e il perché lo spazio fisico viene ripartito in un certo modo, e così via. Suggerimenti su libri, video, etc?

 No.2240

Non è così esoterica la cosa, se parli di tempio massonico sì è strutturato in un modo preciso, se parli di basilica (che poi ha subito trasformazioni importanti nel tempo) si tratta di trasformazioni strutturali che vanno in base alla diffusione del cristianesimo e in un secondo momento alla trasformazione delle fasi del culto.

In generale è come parlare di un teatro che si trasforma in base al pubblico e al tipo di performance che ospita.
Non credo ci sia una monografia per questo mi sa che ti devi leggere un po' di cose diverse.

 No.2241

E' più funzionale che esoterico. Spazi ampi, poche barriere (open space come direbbero adesso) buona sonorità e visibilità così che il prete possa farsi vedere e sentire facilmente.
Certo il gioco psicologico c'è. Le chiese cercano di dare una impressione di solennità. Ma questa è più una funzione estetica che architettonica.
Non esattamente "teatrale" poichè i teatri sono strutturati in maniera differente, ma siamo li come concetto.

 No.2242

>>2239
Tieni, redpillati un po' sulla Grande Tartaria.

 No.2248

non so molto ma ho recentemente coperto che il motivo per cui ci sono due entrare è che in teoria bisognarebbe entrare da un lato e uscir dall'altro, non mi ricordo il motivo però.



  [Torna in cima]   [Catalogo]
Elimina post [ ]
[1] [2] [3] [4] [5] [6] [7] [8] [9] [10]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]