[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/x/ - Ics

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: diiinosauriii.jpeg (286,76 KB, 891x1249)

 No.545

Ero un polmone allitterante gettato su un pavimento di LEGNO acido e in un urlo primitivo capii che i filosofi non esistono e i loro nomi sono memetiche parole magiche onomatopee che attivano una serie di pensieri ricorsivi come i versi dei dinosauri di BC: KANT, Plotino, Platone… Solo quando finii di leggere Heidegger mi resi conto che di solito le introduzioni sono migliori dell'opera: in questo senso Heidegger è un'artista, Galimberti il vero filosofo - la critica è superiore all'arte. E la differenza apparente è che l'artista enuncia, agisce indipendentemente e il critico commenta, contestualizza e confronta. Ma la filosofia occidentale in qualche senso è solo un commento a Platone, che era discepolo di Socrate, e poi c'erano i presocratici che comunque dialogavano fra loro. Quindi chi è il primo che ha detto qualcosa e ha fatto filosofia? Non è magari un qualcuno che ha detto una stronzata tipo "uiff" vento vento vento ricorsivo oppure "OPPALÀ" e si è risposto da solo…

Posto qui, e non su 420 pur essendo molto psichedelico, perché secondo me è un'utile riflessione sulla reale differenza fra Vie di Mano Destra e di Mano Sinistra, non quella fuffa oscura che vendono Koetting e simili. Qualsiasi sia il momento (pre- o post-Abisso) e la modalità (logica o mistica), le Vie di Mano Destra si basano sull'assioma dell'esistenza di un'unità originaria, Dio, Kether, Tao, … Per far un esempio, Tommaso d'Aquino fa le sue dimostrazioni dell'esistenza di Dio (logicamente errate - ma questo i filosofi non lo sanno perché è roba che insegnano a matematica) ed è emblematicamente di Mano Destra. La Mano Sinistra rigetta la necessità dell'unità: può essere che non sia esistita la prima cellula pangenitrice, ma che il processo di abiogenesi abbia prodotto almeno due cellule. Per mettere una pulce nell'orecchio: il Tao, da alcuni ritenuto il fondamento dell'esoterismo cinese, è un concetto più recente dei Trigrammi, anche di 600 anni. Quindi è la dualità a esser falsa o è l'unità? O nessuna delle due? ;)

 No.546

Credo di avere zero nozioni per capire l'80% del tuo post. Mi sono fermato alla pic, che onestamente è molto ilare.

 No.557

File: 76984640_165640508155357_3….jpg (54,41 KB, 1080x704)

SEPE

 No.561

>ma questo i filosofi non lo sanno perché è roba che insegnano a matematica
Sì infatti la prova ontologica l'ha confutata Kant, notissimo matematico… Aprilo un libro ogni tanto, paiasso.

 No.562

>>561
>Kant
La sua "confutazione" è altra fuffa insostanziata, mica logica.

 No.604

Continuo qui. Scholem fa notare che ci sono due movimenti sull'Albero: la Creazione, da Kether a Malkuth, e la Rivelazione, in senso opposto - nulla di nuovo per chi ha compreso la Spada e il Serpente. Ma mentre la Creazione non è veramente osservabile, perché osserviamo solamente la Rivelazione e ipotizziamo teoricamente la Creazione "perché ha senso" in un contesto neoplatonico (in fondo in fondo la kabbalah è gnosticismo), non è detto la Creazione sia avvenuta davvero. E se si abbatte il paradigma neoplatonico, si abbatte anche l'idea della Creazione. Eppure la Rivelazione la vediamo: e infatti avviene. Però non è detto debba essere costretta nelle linee guida di qualcun altro, nelle loro mappe mentali. Ovvero: l'Iperuranio non è precedente alla Terra, ma viceversa - sono gli atomi (o salcazzo particelle subatomiche, materia oscura, …) che si organizzano e facendo permanere l'informazione mantengono le idee, che teoricamente possono morire se l'informazione non è più recuperabile. Dopo strani eoni pure la morte stessa può morire.

Notando questo, la via sinistra è quella più naturale - è quella propria di tutte le cose, del principio di conservazione della specie - visto che non si è ancora riusciti a far permanere l'individuo si desidera far permanere l'informazione di cui si è a disposizione: il DNA. Osservando Kether, un fratello nero si accorge che molte strutture mentali derivano dalla consapevolezza della morte e la via di mano destra è solo coping nei confronti della propria fine terrena. Siamo dei tubi buttati in terra che per continuare a respirare si inventano concetti come "madre" (la percezione che hai di tua madre, o di qualsiasi cosa a dir la verità, serve solo a non lasciarti morire prima) e continuiamo a bestemmiare ricorsivamente sibilando onomatopee a noi stessi.

Crowley è di mano destra comunque.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]