[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/x/ - Ics

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn
Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

File: lsd.jpg (125,96 KB, 1280x720)

 No.775

Buonasera. Mi sono appassionato molto alla board, in quanto sono un osservatore inizialmente scettico del mondo paranormale ma mi sto aprendo recentemente molto più a queste idee. Ho interagito anche con dei bravanon qui dentro e mi sembrano tutti piuttosto fighi che non hanno paura di niente. Detto questo, visto che di mestiere faccio il lolprogrammatore, ero interessato all'idea di includere contenuti esoterici all'interno di videogiochi e software. Specie in Giappone è qualcosa che noto si è fatto spesso. Mi domandavo se un videogioco potesse essere non solo il veicolo ma anche ESSERE il rituale vero e proprio. Spero abbia senso quello che dico. So che ci sono artisti che hanno fatto qualcosa di simile (penso a Grant Morrison con i sigilli), ma mi chiedevo se in un videogioco, dove effettivamente svolgi delle azioni, virtuali che siano, ci potesse essere spazio per sperimentare in questo senso. Tra l'altro un videogioco in teoria è giocato da più persone (se ha successo intendo), quindi magari potrebbe anche essere utile per rituali collettivi?

Chiedo scudo in anticipo se ho sbagliato terminologie o altro, o sto dicendo assurdità, ma come ho specificato sono agli inizi che più inizi non si può!

 No.776

Sì. Ci sono stati dei tentativi in passato di rituali in IRC e Second Life in passato, ma non sono mai stati paragonabili a un rituale di gruppo dal vivo. Con la questione corona si è ricominciato un po' a sperimentare in questo senso, ma la strada è ancora lunga. Il problema principale è creare lo spazio magico, in modo da avere un vero cyberspazio e non solo uno strumento rituale. Alcune risorse:
- Game Magic di Jeff Howard
- technomancy101.com e eldri.tech di Joshua Madara
- r/gamearcane fa cagare, non so se su discord facciano discorsi più interessanti
Bumpa il filo quando hai idee interessanti!

 No.777

>>776
Non hai capito un cazzo lol.
OP parlava di sequenze di azioni, di sigilli impressi nelle schermate ed altre cose integrate nel gameplay da FAR VEDERE/REPLICARE ai giocatori in maniera più o meno inconsapevole, non di rituali consensuali eseguiti dai partecipanti in un sandbox come secondlife o qualsiasi altra cosa.

 No.778

>>777
Rileggimi e rileggi OP. La differenza sostanziale fra rituale "nascosto" alla ipersigillo di Morrison o rituale su Second Life è la sincronicità della comunicazione. Gli altri principi sono gli stessi e tutte le letture che ho consigliato sono sull'argomento videogiochi/tecnomanzia, non rituali di gruppo. E ripeto: bisogna prestare attenzione allo spazio, a creare il "teatro della magia". Il rituale o l'azione magica non è intrinsecamente diversa da una azione quotidiana. Visto che non c'è un termine comune migliore, penso alla "Volontà" di Crowley: un rituale è tale perché la Volontà è presente, esplicita, accentuata. Se non si riesce a creare un palco nel quale immergersi (fisicamente o astralmente è facile, perché si ha un tempio o si fa un rituale di bando) non vi è separazione fra la "personalità mondana" e "personalità magica". Altra roba interessante: da un punto di vista accademico si è studiato il rapporto fra rituale-iniziazione-viaggio dell'eroe (pensa anche solo a Jodorowsky), ma spesso è robba troppo astratta. Patrick Dunn in Magic Power Language Symbol utilizza la narratologia in maniera interessante. Postmodern Magic fa cagare però.

 No.779

Non sto capendo niente di ciò che dite però mi interessa. Specialmente quel qualcosa legato ai videogames. Fatemi capire, sono interessato.

 No.780

>>778
No, non hai ragione, hai detto una cazzata e stacce, altrimenti non avrebbe senso tutta la questione dei maghi che piazzano sigilli in luoghi visibili dai non iniziati proprio per esporre i suddetti alla visione dei sigilli.
La ritualità "funziona" anche senza volontà cosciente del fine.

 No.781

>>780
Ok, fai questo esperimento magico. Prova a dire "mamma, passami il sale" quando sei a tavola a pranzo dai tuoi o quando sei al cesso. Dimmi se noti delle differenze. O ancora: un giudice ti può condannare quando è in aula, non quando è a bersi il caffè. Stai confondendo il rituale (che è una accentuata e delimitata manipolazione della mente - conscia e inconscia) con una qualsiasi modifica dell'inconscio, ma TUTTO modifica l'inconscio sì, in realtà tutto è rituale ma non è pratico considerarlo tale. Pure questo punto qui . che ora è un sigillo. E ti ripeto, rileggi OP:
>Mi domandavo se un videogioco potesse essere non solo il veicolo ma anche ESSERE il rituale vero e proprio.
Comunque non voglio far trasparire che tutto debba essere razionalmente comprensibile in un rituale (la maggior parte delle iniziazioni non sono comprensibili per il candidato).

 No.783 SALVIA!

File: schivaquesto.png (11,29 KB, 383x362)

>>781
Capisco che siamo su /x/ e va bene tutto ma mi stai raccontando cazzate bro.

 No.785

>>783
Perché buttarci davanti questi simboli? Non si può non guardarli, e anche non restare interdetti nel fatto che sono incomprensibili.
Ormai l'hai piazzato lì, dicci almeno che intento hai.

 No.786

File: fuoriserie_20210202.jpg (164,82 KB, 1240x1754)

>>783
Ho fatto un sigillo pensando a te, è un egregore del canale. Ci potete fare quello che volete, si chiama Tiziano.

 No.787

>>786
Anche se nello scherzo, ma quello è davvero il tuo processo di sintesi?

 No.788

>>787
A volte sì: parto da un monogramma e lo modifico fino a quando non mi soddisfa; di solito è un processo più lungo. Ultimamente mi piace partire dalle etimologie dei radicali cinesi (purtroppo per coglione = "uovo dei discendenti" non c'è su wiktionary).

 No.789

>>786
Anon all'inizio della pratica coi sigilli qui
Come mai ci inserisci anche il
:3 e il triangolino?

 No.790

OP qui. Dai, non litigate che poi ci rimango male, son io che mi son spiegato da abissino e in realtà ci avete preso un po' entrambi.

Io immaginavo due cose:

1) Gioco narrativo single player, simile a Yume Nikki, dove il giocatore osserva dei sigilli durante "l'avventura" e COMPIE delle azioni. Reitero che sono un novizio, dunque l'unico esempio che mi viene in mente di sigil magick oltre a Morrison è 4chan l'elezione di Trump. Ecco, se tanti giocatori compissero contemporaneamente delle azioni (magari con esiti random, tipo immaginiamo un RPG stile giapponese), questo potrebbe generare degli effetti sulla realtà?
2) Gioco multiplayer: idem con patate ma il rituale è collettivo e online, tipo un MMO. Non intendo necessariamente fare un letterale rituale dentro un ambiente virtuale, intendo che le azioni compiute dentro l'ambiente SONO il rituale. Non so se mi spiego.

In effetti, credo che anche dei personaggi di fantasia, specie se ispirati a entità esistenti (mettiamo per esempio: degli déi greci) potrebbero essere dei sigilli, no? In embed video relatissimo comunque (e GRAZIE all'Anon che mi ha fatto involontariamente scoprire questo canale, mi hai svoltato il lockdown).

 No.791 SALVIA!

>>776
Grazie mille per i link comunque, utilissimi.

 No.792

>>789
Perché è andata così. Giocaci, disegna quello che viene. Se vuoi un approccio più formale puoi provare i quadrati magici (e quindi puoi modulare il sigillo con delle energie planetarie) o il Linear A barbarico http://www.chaosmatrix.org/library/chaos/rites/barbget.html o roba tipo runebind.

 No.793

>>792
Forse ho posto male la domanda:
Hanno un perché o sono lì tanto per swag?

 No.794

>>793
Che differenza fa?

 No.795

>>785
No, tranqui nessun intento se non appunto chiudere la digressione.
E ha funzionato a quanto pare.
>>786
Lollino dopo ci faccio gli adesivi e lo incollo nei cessi dei locali.
Bello il passaggio da BRO alla stella a cinque punte delle BiErre


>>790
Quindi avevo ragione io.

 No.796

>>794
effettivamente nessuno
è bello e fa figo
quindi ci sta bene

 No.1124

Non sono OP. Ieri volevo mettermi a moddare Mindustry, Rigs of Rods o Minetest per fare qualche ritualino, ma mi son finalmente deciso: faccio il mio roguelike magico. Sto usando Pygame e mi sto basando sull'Action! System, principalmente perché avevo preso parecchi appunti quando volevo moddare Gearhead usando qualcosa simile a Fuzion/Mekton. Ambientazione alla Spelljammer/Shadowrun, possibilità di tileset isometrici, la lista continua.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]