[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]

/yt/ - YouTube, TikTok e social simili

Nome
Email 
Messaggio

File
Embed
Password

  [Vai in fondo]   [Catalogo]   [Torna]   [Archivio]

 No.4308

Quando la vita è dura.

 No.4309

guardali come sono in salute e sinceramente soddisfatti della loro vita da cacciatori/raccoglitori. Io e te op moriremmo dopo 5 minuti, ma queste sono probabilmente le persone più felici del mondo, anche se non hanno i chan dove merdapostare

 No.4312

>queste sono probabilmente le persone più felici del mondo

il mito del buon selvaggio e la vita fra la natura è dura da debunkare,
questi hanno una vita media di 50 anni, appena il loro organismo è un attimo fallato crepano male, vivono di cultura e modi tribali(con tutto quello che ne consegue), inermi contro le intemperie del clima e le bestie(nelle foreste non ci sono commessi che ti dicono "la carne è dopo l'albero di ebano a destra,..il muflone e il capibara sono in sconto con la tessera a forma di foglia smerdata", ci sono animali che ti accoppano ad ogni passo), inermi contro un qualsiasi coglione con una pistola, ecc, dovete piantarla di guardare geo&geo e credere a tutto quello che la tv vi propina.

 No.4313

Finalmente qualcunoa cui posso spammare questa lezione
I cacciatori raccoglitori se la passavano bene, non hanno adottato subito l'agricoltura perché facevano una vita troppo basata.

 No.4317

>>4312
>il mito del buon selvaggio e la vita fra la natura è dura da debunkare
non esiste il buon selvaggio infatti. La violenza è molto più alta nelle comunità di cacciatori raccoglitori che nelle società cd avanzante
>questi hanno una vita media di 50 anni, appena il loro organismo è un attimo fallato crepano male
l'età media è sui 50 anni perché fanno media le morti dei bambini, se superi le età limite dei 3 e dei 16 anni arrivi tranquillamente oltre i 65
>vivono di cultura e modi tribali(con tutto quello che ne consegue), inermi contro le intemperie del clima e le bestie(nelle foreste non ci sono commessi che ti dicono "la carne è dopo l'albero di ebano a destra,..il muflone e il capibara sono in sconto con la tessera a forma di foglia smerdata", ci sono animali che ti accoppano ad ogni passo)
sbagliato, sono dei professionisti della sopravvivenza nel loro ambiente naturale. Sei decisamente più inerme di fronte a un cinghiale in mezzo a un bosco te che vai per funghi che un cacciatore raccoglitore in mezzo a un branco di leoni (situazione in cui non si troverebbe mai perché addestrato a cacciare in sicurezza)

>inermi contro un qualsiasi coglione con una pistola

al contrario di anon che porta la piramide di ghisa nel marsupio, lol

>ecc, dovete piantarla di guardare geo&geo e credere a tutto quello che la tv vi propina.


Libri consigliati per toglierti lo stereotipo sia del buon selvaggio che lo stereotipo che se non coffi in mezzo allo smog nel traffico non è vita:
-Tutti quelli di Harari
-Cannibali e Re di Marvin Harris
-Qualsiasi testo dopo gli anni 70 di antropologia

 No.4318

> mezzo allo smog nel traffico non è vita

infatti io vivo in campagna a 3 km dal primo paesello.

 No.4324

VIDA NA SELVA

 No.4325

Vabbè, pure le vongole sono felicie senza un sistema nervoso centrale.

 No.4326

>>4325
No, le vongole sono tristissime e passano le loro giornate a filtrare acqua inquinata e a lamentarsene

 No.4339

>>4326
>AIOTTO AIOTTO SONO LA VONGOLA
>SPLASH SPLASH

 No.4375

>>4324
Sono abbastanza sicuro di averle viste in tangenziale queste qui.

 No.4377

Sono estremamente concreti, si sente proprio la pressione alla sopravvivenza da come parlano. Mi chiedo come dovrebbe fare un popolo isolato che vive di sussistenza a sviluppare qualcosa che chiameremmo civiltà.



[Torna in cima] [Catalogo] [Torna][Invia una Risposta]
Elimina post [ ]
[ home ] [ indice ] [ b / s / x / hd / 420 ] [ aco / v / cul / yt / ck / mu / pol ]